Archive for febbraio 11th, 2018

11 febbraio 2018

Emerge il quadro sulla fine di Pamela Mastropietro

Pamela Mastropietro dai grandi occhi era un ibrido alieni-umani.

I giornali a fatica riescono a”coprire” con continue notizie false la verità sulla fine della ragazza.
Sempre più indizi portano al rapimento e alla mutilazione da parte di razze extraterrestri.
Fra i particolari ulteriori:

  1. Il macabro ritrovamento vicino a un corso d’acqua. (le “2 valige” è un falso)
  2. La mancanza di alcuni organi, asportatati e non più ritrovati.
  3. In particolare, gli organi genitali nelle donne.
  4. La assenza di indumenti e, scommetterei, le scarpe pure sono mancanti, altro elemento ricorrente.
  5. L’asportazione “scientifica” (“chirurgica”) degli organi. Le mutilazioni umane sono inferte con strumenti .sconosciuti, verosimilmente bisturi laser.
  6. DIMENTICAVO Sembra che il fegato sia stato asportato con la ragazza ancora viva. Altro elemento caratteristico e non facilmente riproducibile delle mutilazioni aliene. Si tratta di vivisezione in senso letterale.

Il resto della storiella raccontata dagli inquirenti è risibile. La ragazza aveva paura degli aghi e sarebbe entrata in farmacia per acquistare una siringa. Non ha l’aspetto di una che si faceva di eroina, invece di una che sapeva di essere una addotta..
Ovvio che poi i tre delinquenti africani sono semplicemente stati coinvolti, in quanto spacciatori, per reggere la narrazione del delitto legato al consumo di stupefacenti.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/02/11/pamela-mastropietro-i-dubbi-dello-zio-avvocato-lei-aveva-paura-degli-aghi-lipotesi-dellomicidio-a-sfondo-sessuale/4152613/

https://pianetax.wordpress.com/2015/06/22/ufos-the-human-mutilation-cover-up/

https://pianetax.wordpress.com/2018/01/30/una-macabra-congiura-del-silenzio/

Notare che la disinformazione parte dal Corriere della Sera (quasi sempre in tutti i campi):

https://www.valigiablu.it/pamela-mastropietro-corriere-della-sera/

https://i2.wp.com/images2.corriereobjects.it/methode_image/2018/01/31/Interni/Foto%20Gallery/74668_326273167483318_670391400_n_MGTHUMB-INTERNA.jpg

Annunci
11 febbraio 2018

La droga più forte (made in Italy)

Salvini Isoardi Saneremo

Elisa Isoardi e Matteo Salvini a Saneremo

Se ben ricordate,  vi avevo scritto mesi prima delle elezioni che avrebbe vinto Trump in America. L’ostilità mediatica era una astuta  finzione:

https://pianetax.wordpress.com/2016/09/27/una-droga-piu-forte/

Oggi stanno facendo il medesimo giochetto da noi con Salvini. Vi ho spiegato più volte che il vero potere non ha interesse a chi vince o perde le votazioni. Lo scopo della politica è di controllare la gente, se la popolazione non va a votare, o ha scarsa fiducia nel governo, smette di lavorare e di pagare le tasse. E questo non lo vogliono.

https://pianetax.wordpress.com/2018/01/11/non-vogliono-che-andiate-a-votare-vogliono-che-lavoriate/

Loro temono il collasso del mercato degli autoveicoli e del lavoro. In realtà, quest’ultimo è già crollato. I dati INPS sono artefatti. La stragrande maggioranza dei “nuovi posti di lavoro” renziani, estremamente precari, sono largamente inadeguati affinché la gente si possa permettere, ad esempio, una vettura nuova. Per non dire del settore immobiliare: coppie che guadagnano 1400 euro in 2 non possono permettersi un bilocale da 400 € (500 in città) + 100 euro mensili di bollette. Niente migliorerà, dato che non ci lasceranno mai uscire dall’euro.
Ogni settimana che passa promulgano una legge pro-immigrati. Sperano rimangano in Italia a puntellare il PIL consumando credito telefonico e carburanti. Perciò a loro consentono di circolare ancora con vecchie auto inquinanti.
Il sistema bancario nostrano già collassato, montano la bolla mediatica, tuttavia, nella speranza che noialtri i soldi li spendano anziché custodirli negli istituti di credito strafalliti..
L’allucinante fake news di Macerata, una montatura galattica, sta a significare che stanno veramente perdendo la testa. A questo punto, pur di salvare l’Italia, va bene anche un Salvini.
L’Italia è finita, comunque. Lo scrivo dal 2008, ora dopo 10 anni, ho vinto una bambolina?