Archive for marzo 4th, 2018

4 marzo 2018

Fiorentina, Davide Astori trovato morto nella sua camera in hotel

Davide Astori, capitano della Fiorentina, è stato trovato morto nella sua stanza d’albergo a Udine, dove la squadra viola si trovava in ritiro. l decesso, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe dovuto a un malore, a un fatale arresto cardiocircolatorio. La partita tra Fiorentina ed Udinese è stata annullata dopo la scoperta del cadavere del giocatore. Tommasi, Presidente della Aic, ha richiesto ufficialmente a Malagò e Fabbricini di rinviare l’intera giornata di Serie A e la sua richiesta è stata accolta: l’intera 27esima giornata di Serie A è stata ufficialmente rinviata. (Il Giornale)

È arrivato il diversivo. Devono distrarre l’opinione pubblica dai brogli elettorali. Capitano della Fiorentina = sindaco di Firenze, messaggio a Renzi? Notare che il colore viola è simbolo del lutto e che Salvini è soprannominato “Il capitano”.

Astori morte mistero

Annunci
4 marzo 2018

Oggi si vota, domani si vedrà (ma il destino dell’Italia è segnato)

Nel momento in cui scrivo (le 9 del mattino), non conosco ne risultati ne la percentuale d’affluenza alle urne. Certamente è una giornata epocale che segnerà l’inizio della fine dell’Italia. Tengono la penisola sotto una cappa di freddo e gelo forse per favorire l’affluenza alle urne nelle città dove, grazie alla maggior scolarizzazione media, hanno fatto il lavaggio del cervello “europeista equo-solidale antirazzista”. Ricordiamoci bene che, per forgiare gli Stati Uniti d’Europa hanno bisogno di un appoggio popolare fittizio (esattamente come avvenne con i plebisciti tarocchi che diedero il la all’unità d’Italia).
Tutto ciò premesso, ci sono alcuni scenari probabili:

  • BROGLI E STALLO: Possibile che il riconteggio delle schede, attribuzioni di seggi possano fare perdere molto tempo, ciò a vantaggio delle azioni dei potentati europeisti. Gli USA controllano il Viminale, potrebbe uscire qualche “sorpresa”.
  • FORTE AVANZATA M5S: In tal caso, i soliti noti, potrebbero spingere per un governo grilliuno (appoggiato da LeU e Più Europa?) a completare il lavoro di Renzi sulla falsariga del governo “Renzillo” di cui vi parlo da anni. La CIA ha probabilmente investito centinaia di milioni di dollari nella creazione, attraverso Casaleggio, del M5S e ha fretta fare fruttare l’investimento. Per ciò hanno già inviato la lista dei ministri al quirinale fregandosene della prassi.
  • GOVERNO “RENZUSCONI” (+ CENTRISTI): Possibilità data per scontata da diversi mesi ma bisogna vedere se Renzi e Berlusconi avranno insieme abbastanza eletti per formare un governo solido nei numeri parlamentari.
  • GOVERNO DI CENTRODESTRA: Lo ritengo probabile solo se la coalizione di Berlusconi, Meloni e Salvini superasse il 40% al proporzionale.

Indipendentemente da tutto, LA SITUAZIONE ITALIANA CONTINUERÀ A PEGGIORARE, non usciremo dall’euro ne dalle regole europee. Mentre si discute del maltempo e di Isola dei famosi, il prezzo dei generi alimentari e dei medicinali è sempre più elevato. Non sanno più come vendere le automobili. Una media cilindrata usata ‘km 0’ (ossimoro tutto italiano, come fa una vettura a essere ‘usata’ con zero km!?) costa 20 mila euro. Ma chi ce li ha ormai 20 mila euro per un’auto già immatricolata? Senza contare bollo, assicurazione, autostrade e carburanti sempre più cari.
Lo Steve Jobs Act ci è stato imposto per inscenare un incremento dell’occupazione mascherando la distruzione del tessuto sociale e produttivo. Chi può permettersi una vettura nuova lavorando 2 ore la settimana?
C’è un fatto che nessuno nota mai, inoltre: in Italia comandano furbi e parassiti, per cui la tassazione colpisce sempre chi lavora onestamente. Stante il “pareggio di bilancio” in costituzione, la pressione fiscale continuerà a salire, non solo per l’assistenzialismo al Mezzogiorno e gli sprechi di Roma Capitale, poco scalfiti, ma per lo spaventoso costo della “inclusione” degli stranieri, ovviamente i più colpiti dalla crisi.
E lo scherzetto che hanno fatto a Montanari, 3 giorni prima delle votazioni, non promette nulla di buono sul fronte dell’abolizione della legge Lorenzin.
Il problema del Vero Potere, in fondo, non è se andiamo a votare o no, è che continuiamo a pagare le tasse, imbocchiamo l’autostrada, guardiamo i telegiornali, compriamo le sigarette dal tabaccaio o lo spinello dal magrebino spacciatore illusi di avere “fregato il sistema”.