Archive for marzo 9th, 2018

9 marzo 2018

Gli aerei a reazione vanno ad aria compressa

Non si tratta di uno scherzo. Si tratta  invece di una nuova incredibile cospirazione che sta emergendo in queste settimane.
Il discorso è semplice. Qualcuno ha notato come i dati ufficiali sul carico di carburante dei grossi velivoli, esempio l’Airbus A380 (quello a due piani, per intenderci) siano incompatibili con il buon senso. Troppo pesanti al decollo coi serbatoi pieni. Stando a Wikipedia, il modello d’aereo franco-tedesco carica fino a 323 mila litri di carburante. Ci vorrebbero ore per completare il rifornimento, nessuno sembra avere mai assistito all’operazione.
Qualcun altro ha fatto un esperimento: ha staccato i tubi di alimentazione a un motore a reazione accesso e questo non si è spento continuando a funzionare regolarmente. Molto probabilmente, il limitato carburante caricato a bordo serve solo per accendere il motore che poi funziona per mezzo di una fonte sconosciuta di energia. La spinta è fornita dall’aria compressa che fuoriesce dall’ugello posteriore. Probabilmente un effetto fisico tipo moto perpetuo che ci viene tenuto nascosto. Per inciso, ciò spiegherebbe come mai dai jet posteriori mimetizzati dello Space Shuttle non usciva niente di visibile, perché è aria compressa.

Annunci