Archive for marzo 28th, 2018

28 marzo 2018

Palermo: incassava la pensione della madre morta, sequestro beni al figlio

Palermo, 28 mar. (AdnKronos) – Incassava da anni la pensione della madre morta nel 2010 ma è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Palermo che su delega della Procura della Repubblica di Palermo, ha eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso d’urgenza dal Pubblico Ministero e successivamente […]
Palermo, 28 mar. (AdnKronos) – Incassava da anni la pensione della madre morta nel 2010 ma è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Palermo che su delega della Procura della Repubblica di Palermo, ha eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso d’urgenza dal Pubblico Ministero e successivamente convalidato dal Gip del Tribunale alla stessa sede, per la somma di 32.000 euro circa, pari all’indebita percezione della pensione di una signora defunta da anni. Il figlio della donna, F.Z, palermitano di 64 anni, pregiudicato, aveva infatti omesso di comunicare all’INPS il decesso della madre, avvenuto negli Stati Uniti nell’ottobre del 2010, continuando così ad incassare, mediante una delega ricevuta, gli importi mensilmente accreditati sul conto corrente della donna.
“Gli accertamenti svolti dalle Fiamme Gialle hanno consentito di rilevare che le somme delle pensioni venivano dapprima bonificate su un rapporto bancario intestato all’indagato e, successivamente, investite su conto deposito – dicono gli inquirenti – Nel silenzio dell’uomo e nell’inconsapevolezza dell’INPS, la frode ai danni dello Stato è stata scoperta allorquando si è dato inizio alle pratiche di successione ereditaria fra i figli della defunta signora”. E’ così emersa l’indebita percezione e si è proceduto a segnalare i fatti alla competente Autorità Giudiziaria.
( http://ildubbio.news/ )

Vedete che il sistema previdenziale è una frode (a parte che potrebbe essere una fake news). Pensate a tutti gli immigrati dal terzo mondo ricongiunti per far loro ottenere una pensione sociale senza verificare con certezza ne l’età esatta ne se sono veramente parenti di coloro che chiedono il ricongiungimento. Mentre per i cittadini italiani, colpevoli soltanto di essere di razza bianca (e cristiani), si prepara una Fornero-bis (cosa che vi ho sempre predetto). Anche il famigerato “reddito di cittadinanza”, di cui tanto si discute, mira quasi unicamente a dare uno stipendio alle centinaia di migliaia di africani già importati e mantenuti a spese nostre negli alberghi (piano Kalergi). Per noi, solo sacrifici e tasse e “più Europa”. Se in Francia, Germania e Nord Europa non ci fosse il r.d.c., ci sarebbero metà musulmani. Pure ciò lo scrivo da anni.
ADDENDUM Inps: 70% sotto mille euro L’Inps, commentando gli ultimi dati a livello nazionale, rileva come le pensioni private vigenti nel 2018 siano 17,88 milioni, di queste 12,8 milioni, ovvero il 70,8%, sono inferiori a 1.000 euro. Percentuale che arriva all’86,6% per le donne. Il dato non tiene conto delle pensioni pubbliche (con la media di importo molto più alta). Le pensioni nel complesso inferiori a 750 euro sono oltre 11,1 milioni. Per le donne gli assegni fino a 500 euro sono 2,8 milioni a fronte degli 1,7 per gli uomini. ( http://www.goodmorningnews.it/news/22679020/ ) Esempio banale per cui non bisogna dare soldi all’INPS. Con i contributi dei privati si pagano le pensioni pubbliche “molto più alte” e i dipendenti statali italiani rimangono gli unici al mondo a non potere essere licenziati, per nessun motivo (se assunti a tempo indeterminato).
Mentre per il settore privato, sempre più globalizzato, i diritti non esistono più:
http://www.repubblica.it/economia/diritti-e-consumi/trasporti/2018/03/30/news/ryanair_non_puo_licenziare_chi_intraprende_una_causa_di_lavoro-192588280/