Buzz Aldrin: “Ho visto un Ufo mentre andavamo sulla Luna”. E la macchina della verità conferma le sue parole

Astronauta Buzz Aldrin.

ROMA – Buzz Aldrin, astronauta della Missione NASA Apollo 11, dopo aver ricordato un incontro con un UFO durante la storico primo sbarco del 1969 sulla Luna, avrebbe superato la prova della macchina della verità.
Aldrin, 88 anni, è stato sottoposto al test con una nuova tecnologia all’Institute of BioAcoustic Biology in Albany, Ohio, nel corso del quale sono state analizzate anche le interviste agli astronauti Al Worden, Edgar Mitchell e Gordon Cooper.
Secondo gli esperti i risultati dimostrano che erano “completamente convinti” della veridicità delle loro affermazioni sugli alieni, come riportato dal Daily Star.
L’Institute of BioAcoustic Biology ha condotto un’analisi del tono della voce degli astronauti mentre parlavano dei loro incontri.
Sharry Edwards di BioAcoustic ha dichiarato al Daily Star che i test hanno rivelato che Aldrin è certo di aver visto l’UFO anche se la mente logica “non può spiegarlo”.
L’anno scorso, il pilota dell’Apollo 15 Al Worden, 86 anni, ha dichiarato a Good Morning Britain di aver visto degli extraterrestri durante la missione.
Aldrin ha sempre sostenuto di aver individuato un UFO:”C’era qualcosa là fuori, abbastanza vicina da essere osservata, una sorta di L”, ricorda Aldrin, il secondo uomo a mettere piede sulla Luna.
Sono state analizzate anche le registrazioni vocali degli astronauti della NASA, Edgar Mitchell e Gordon Cooper, entrambi defunti.
In un’intervista del 2009, Mitchell, che faceva parte della missione Apollo 14, dichiarò di aver visto più UFO.
Cooper aveva precedentemente descritto il tentativo di inseguire un gruppo di oggetti.
Secondo il Daily Star, i test hanno rivelato che Cooper e Mitchell erano convinti di dire la verità.
La tecnologia è ancora top-secret, ma è stato affermato che questi test sono più affidabili di quelli della macchina della verità attuali. ( https://www.blitzquotidiano.it/ )

Non sanno più a cosa aggrapparsi. Lo sbarco sulla Luna legittimato dagli alieni e dal responso della macchina della verità. Pure quest’ultima, con tutta probabilità, una fake news, le macchine della verità non esistono.