Archive for aprile 29th, 2018

29 aprile 2018

Is NASA deceiving us? When astronauts rise from the dead

If you are 40 years or older, you may remember January 28th 1986. It was the day of a huge NASA catastrophe off the coast of Cape Canaveral, Florida, where at 11:38 am EST, 73 seconds after take-off, Space Shuttle Challenger exploded in a tremendous burst over the Atlantic. Now, for a second time this matter leaves the world breathless. Though, this latest shock even surpasses the one of 30 years ago. At least six of the seven Challenger crew members are said to be still alive; four of them even under the same name.

Further readings: Was Gregory Jarvis the only victim of Challenger disaster?

29 aprile 2018

Scie chimiche: prelevato un campione da Airbus A320

Image result for chemtrails

Enrico Gianini, l’aeroportuale di Malpensa che ha fatto numerose rivelazioni sulle scie chimiche torna alla ribalta. Ha prelevato un campione di liquido che dovrebbe essere ciò che è spruzzato dai velivoli il quale, nebulizzandosi, forma le notorie “scie chimiche”.
Sappiamo che l’aviazione civile è una farsa completa sicché i motori a reazione funzionano senza carburante. Verosimilmente, la “militarizzazione” degli aeroporti, col pretesto del “terrorismo”, ha lo scopo di proteggere questo immenso segreto.Non a caso, le “misure antiterrorismo” negli aeroporti sono state potenziate dopo l’11 settembre 2001 quando si disse che le torri crollarono a causa del calore sprigionato dall’incendio dello (inesistente) carburante presente sugli aerei appena decollati.
Mi chiedo come mai Enrico non sia ancora stato fermato, se le scie chimiche sono un pericolo grave di cui nessuno deve parlare. Specialmente persone, quali Gianini, la cui testimonianza avrebbe un peso notevole in tribunale.

29 aprile 2018

Debito pubblico e crisi bancarie sono FAKE NEWS

Ricordate i titoloni sui giornali sulla crisi delle 4 banche a partire da Banca Etruria, Banca Marche ecc e poi il caso delle banche venete e Monte Paschi? Una messa in scena ai danni dei risparmiatori. Come tutti fingono di non sapere , gli istituti di credito creano il denaro dal nulla.
Lo spiega bene nel video Claudio Borghi: la BCE può emettere denaro in quantità a piacere (“Quantitative easisng”) e poi lo da agli istituti europei bisognosi di “liquidità”. Pertanto, le istituzioni finanziarie possono risolvere i loro problemi in ogni momento richiedendo “prestiti d’emergenza” da parte della Banca Centrale Europea.
Pensate, per un istante, a tutti i crediti erogati a immigrati senza particolari garanzie che poi sono scappati al loro paese senza avere ripagato neanche un decimo dei mutui accessi per acquistare, ad esempio, un immobile. Ma alle banche sta bene così poiché, col denaro digitale (software) si impossessano di una casa di calce e mattoni (hardware).
Il sistema universitario e i giornali finanziari esistono esclusivamente per travisare questa predazione di beni tangibili tramite la stampa di soldi a costo zero da parte delle banche.