Debito pubblico e crisi bancarie sono FAKE NEWS

Ricordate i titoloni sui giornali sulla crisi delle 4 banche a partire da Banca Etruria, Banca Marche ecc e poi il caso delle banche venete e Monte Paschi? Una messa in scena ai danni dei risparmiatori. Come tutti fingono di non sapere , gli istituti di credito creano il denaro dal nulla.
Lo spiega bene nel video Claudio Borghi: la BCE può emettere denaro in quantità a piacere (“Quantitative easisng”) e poi lo da agli istituti europei bisognosi di “liquidità”. Pertanto, le istituzioni finanziarie possono risolvere i loro problemi in ogni momento richiedendo “prestiti d’emergenza” da parte della Banca Centrale Europea.
Pensate, per un istante, a tutti i crediti erogati a immigrati senza particolari garanzie che poi sono scappati al loro paese senza avere ripagato neanche un decimo dei mutui accessi per acquistare, ad esempio, un immobile. Ma alle banche sta bene così poiché, col denaro digitale (software) si impossessano di una casa di calce e mattoni (hardware).
Il sistema universitario e i giornali finanziari esistono esclusivamente per travisare questa predazione di beni tangibili tramite la stampa di soldi a costo zero da parte delle banche.