Archive for maggio, 2018

28 maggio 2018

Situazione politica: una riflessione a caldo

Ricevo e pubblico:

Buonasera.
Di fronte ad un’informazione che difficilmente altrove riuscirei a trovare e a qualcuno che si è dimostrato veramente aperto al dialogo, vorrei condividere una riflessione circa le recentissime vicissitudini riguardo al governo e Mattarella. In linea con l’informazione proposta su questo blog, si tratta di una posizione non connotata ideologicamente, ma supportata da fatti e conoscenze. A scriverla è stata una mia collega, studentessa giovane ma molto ben informata e anche lei lettrice del vostro blog. Senza alcuna pretesa, pensiamo che potrebbe dare qualche spunto interessante, mostrando due aspetti della questione non sempre evidenti ma determinanti per inquadrare il tutto.
Non si tratta di posizioni estreme o complotti è una realtà scritto nello stesso assetto costituzionale italiano e nell’assetto europeo Dunque senza ulteriori indugi, ecco il testo. Grazie.
ps. ci terremo alla privacy del nome e mail, perché anche senza social, timorosi dell’Internet.

rif. discorso Matterella 27 Maggio 2018

Mattarella ha agito nei suoi poteri, ha seguito la procedura, ha fornito le sue motivazioni, che non possono essere impugnate né a livello politico né della pubblica opinione. Questo non toglie importanza e non scredita totalmente la fondatezza delle reazioni avverse, che però non hanno alcun valore istituzionale né politico, ma un importantissimo valore civico e sociale.
prendendo atto che quanto accaduto su un piano giuridico e politico sia del tutto legittimo- questa rappresenta un’importante occasione per mettere in evidenza una caratteristica fondamentale propria di ciascun sistema (dunque anche politico): la tendenza ad auto-conservarsi.
risulta necessario prendere coscienza di questo concetto per via dell’inevitabile legame e vincolo che costituisce per la democrazia stessa.
Chiunque per dovere professionale o per senso civile, con appositi supporti, abbia avuto modo di studiare e comprendere i meccanismi che sottendono l’intero impianto costituzionale, si sarà reso conto di come ci siano sparsi qua e là alcuni limiti specifici, con rifermento a certi istituti e certi meccanismi, che da un certo punto di vista rendono quegli stessi istituti e meccanismi intangibili dalla democrazia e di conseguenza determinano una sospensione della “sacralità” del voto e della volontà dei cittadini italiani a favore di un interesse generale o della Repubblica stessa. Se nel primo caso, ci può (o ci dovrebbe) essere un dibattito politico filtrato dalle forze politiche in carica, nel secondo caso nulla può la democrazia. Lo Stato dispone di strumenti per tutelare la sua stessa esistenza e se ne è servita in numerose occasioni. La ragione per cui esistano queste misure possono in parte essere ricercate nel contesto storico che vide assemblarsi la costituzione (post-ventennio fascista e Seconda Guerra Mondiale) e in parte sono connaturali all’esistenza di una qualsivoglia formazione sociale. Se bastasse un atto qualsiasi a stabilire la fine di un complesso giuridico quale uno stato, chiunque potrebbe fare un colpo di stato e proclamare una fantomatica “Repubblica delle Banane”. La Costituzione prima di un atto fondamentale a tutela di certi diritti in capo ai cittadini della Repubblica italiana, è l’atto di costituzione della stessa Repubblica Italiana e quello che in essa vi è scritto, esiste solo e soltanto se esiste la Repubblica Italiana. In quest’ottica non sorprende come ogni misura, per quanto sia portatrice e protettrice dell’interesse degli italiani e espressione della volontà degli stessi, se contraria all’esistenza della Repubblica Italiana, necessariamente risulterà essere incostituzionale. L’esempio potrebbe essere, senza spingersi troppo oltre, l’eventualità in cui si voglia modificare la forma di Stato e di Governo della Repubblica italiana, in seguito ad un ampia maggioranza politica, un ampio consenso popolare e le migliori intenzioni nel concepire questo cambiamento. Nonostante la situazione di perfetto accordo, questo non sarebbe possibile secondo quanto previsto dalla Costituzione, secondo i meccanismi in essa contenuti. La costituzione e gran parte del diritto pubblico e degli enti regionali sono vincolati all’esistenza della stessa Repubblica, mentre il diritto privato gode di una maggiore se non totale autonomia rispetto allo stessa Repubblica, basti pensare alle cc emanato in epoca fascista e per molti verso rimasto invariato.
nel caso in specie, la nomina del governo e poi quello che sarà il governo stesso non sono in alcun modo da considerare come il risultato dell’espressione della volontà popolare, l’unico e fondamentale organo a tutela e espressione dei cittadini è il Parlamento, che nel tempo si è visto spogliato di alcune sue prerogative fondamentali (decreti legge d’emergenza e disposizioni europee).
Nel considerare il caso in concreto sarebbe come chiudere gli occhi dinanzi alla realtà se non si considerasse il ruolo fondamentale svolto in questo senso dal UE. Essa stessa rappresenta un limite, forse per certi versi, ancora più grande della Repubblica, di fronte alla libera volontà dei consociati.
Per come è stata strutturata e concepita, UE è anzitutto una federazione economico-politica e un fonte sovranazionale per l’ordinamento italiano. L’idea dell’UE dei valori e i benefici culturali – alcuni degli aspetti più positivi derivanti dalla libera circolazione – sono solo una conseguenza di decisioni prese a favore di una interconnessione dei mercati su scala europea. Questoè l’UE, questo è il punto di vista adottato da tutte le sue misure e dai suoi operatori, al suo interno non esistono altre componenti.
in merito alla questione del Presidente della Repubblica, l UE ha avuto evidentemente un ruolo, anche se personalmente, potrebbe essere che, in parte, il famoso contratto del governo 5s lega fosse nato già “malato” e dall’altra parte fosse già stato pensato di attuare un “governo neutrale”, di fronte a qualsiasi proposta pervenuta. Resta fermo il punto che, nonostante gli ormai pervasivi vincoli europei sullo stato italiano a tutti i livelli e esistenti da molti anni, con un enorme sforzo politico e con il supporto di una cittadinanza consapevole e attiva, si può valutare l’uscita dall’UE.
Queste riflessioni a caldo, sono state scritte, senza alcuna pretesa ideologica è materiale originale* ed è stato scritto da una studentessa di Giurisprudenza, senza alcuna pretesa di verità.

Lettera Firmata

Annunci
27 maggio 2018

La follia dei numeri

Avevo trattato in un post precedente la questione. I dati sulla popolazione mondiale sono fasulli. La ragione è quella di promuovere, giustificandoli, l’aborto e la contraccezione di massa. Basta vedere cosa massoni e satanisti fecero in India e Cina tramite i loro adepti Indira Gandhi (che neanche si chiamava così ma sposò uno di quel cognome per poi fingere di essere imparentata al Mahatma) e Mao Tse Tung. In Cina, i pozzi traboccavano di cadaveri di neonate poiché, colla politica del “figlio unico”, la tradizione imponeva che fosse meglio avere un figlio maschio che una femmina.
In Italia, ho già scritto, i dati (ISTAT, INPS, CGIA di Mestre, Confindustria) su disoccupazione, immigrazione, inflazione sono falsi e quelli sul PIL grossolanamente inventati dato che il PIL non è una grandezza realmente calcolabile. L’unica entità finanziaria tangibile sono le banconote e gli spiccioli di metallo (a meno dei falsari), per cui vogliono smaterializzare integralmente il contante rendendolo digitale in ogni sua forma.
Gli italiani non sono 60 milioni + 5 milioni di immigrati. Le 4 maggiori città italiane (TO, MI, RM, NA) assommano forse 5 milioni d’abitanti, poniamo 10-15 milioni nelle città di medie e piccole dimensioni, altri 15 milioni nei piccoli centri e altri 5 milioni sparsi. In totale, fa 35-40 milioni. Gli stranieri sono massimo 3 milioni, considerando che molti arrivano ma molti se ne vanno.
Il debito pubblico non esiste in quanto, se la BCE può “acquistarlo” in tutto o in parte, creando soldi dal nulla, è come se non esistesse.
Anche i bilanci (e crisi) delle banche sono sceneggiati. Col solo sistema della “riserva frazionaria”, gli istituti di credito possono prestare più soldi di quanti ne abbiano in saccoccia. Significa ancora che le banche possono prestare soldi che non hanno in cassa ovvero crearli ex nihilo.

Articoli di approfondimento: Perchè la popolazione mondiale è sovrastimata? Debito pubblico e crisi bancarie sono FAKE NEWS

25 maggio 2018

Dharma Bernardi (Elafaki) il 13 giugno a Cappella Maggiore (TV)

Oggi è 25 maggio, primo anniversario della pubblicazione del mio libro QUADERNI DALLA TERRA PIATTA. Per coincidenza, scopro che il 13 giugno ci sarà una conferenza di Dharma Bernardi a Cappella Maggiore in provincia di Treviso con l’associazione Salus Bellatrix di Francesca Salvador.

25 maggio 2018

Il cavaliere inesistente

Confindustria, la CEI, la UE chiedono di non toccare i “migranti”, non toccare la TAV, non toccare il TAP (per il quale hanno inventati la xilella per fare espiantare ulivi secolari in Puglia), non toccare la Fornero ecc.
Intanto, nel video sono descritte le conseguenze del sistema paese in cui non si asfaltano più le strade e le ferrovie vengono abbandonate a se stesse.
L’Italia è un paese inesistente, come il cavaliere di Calvino, negli apparati statali ognuno tira a campare e incassare uno stipendio mensile sicuro. Sempre più ambito nell’Italia del precariato assoluto.
Come mai macchinista e capotreno non sono stati avvisati di possibili problemi a un passaggio a livello?
Come mai gli organizzatori del convoglio speciale non hanno controllato gli orari ferroviari (oggi disponibili su qualsiasi smartphone), sia mai?
Perchè la cultura del dipendente statale è quella del fare il minimo indispensabile, per il resto ci devono pensare i sindacati, i politici o ii “diriggente”.
Nessuno pagherà, ovvio, per le due vittime grazie alla giustizia del paese inesistente.

ADDENDUM Conferma che l’Italia è un paese fin(i)to: abbiamo i magistrati meglio retribuiti al mondo che, obbedienti alla massoneria, producono continuamente sentenza anti-italiane: http://www.ilgiornale.it/news/cronache/liguria-consulta-boccia-case-popolari-agli-italiani-1532036.html
Mentre all’estero la magistratura fa esclusivamente l’interesse nazionale:
http://www.ilgiornale.it/news/tecnologia/brevetti-copiati-samsung-condannata-dovr-pagare-539-milioni-1532045.html

Comunque una dinamica molto strana, come se l’incidente fosse stato voluto:

24 maggio 2018

Effetto Mandela: cosa è un “residuo”

Una foto risalente agli anni ’70:  il Sole è giallo e i riflessi sono di un colore dorato. Oggi il sole è di un bianco freddo.  Il cielo è azzurrassimo mentre allora attorno al disco solare tendeva al verdognolo.

Si dice “residuo”, nello studio dell’effetto Mandela, una traccia restante dell’universo parallelo precedente, un cui eravamo immersi fino al 2012. La variazione del continuum spazio-temporale non è avvenuta d’un sol colpo ma gradualmente. Col tempo, probabilmente anche le vecchie foto cambieranno mostrando un Sole bianco.

Il Sole perfettamente bianco del 2018.

A proposito di anni ’70, “Sole giallo, mare blu”:

24 maggio 2018

La legge Fornero e il bluff della quota 100

https://www.nextquotidiano.it/wp-content/uploads/2018/05/legge-fornero-quota-100.jpg

Quota 100 e quota 41 — le due proposte di 5 Stelle e Lega per rivedere la legge Fornero — rischiano di spaccare l’Italia. Nord contro Sud. Il governo Lega-M5S punta ad anticipare la pensione, per tutti, di 3 anni a 64 anni anziché 67, il nuovo requisito valido dal 2019. Basterà avere un minimo, appunto, di 64 anni e 36 di contributi per lasciare il lavoro. La somma fa 100, ma vanno bene anche le altre combinazioni: 65 di età e 35 di versamenti, ad esempio. Con “quota 41” invece è sufficiente avere 41 anni di contributi, a prescindere dall’età. Ma, spiega Repubblica oggi, qui sta l’inghippo.
Chi favorisce questo doppio binario? A guardare i dati Inps del 2017, senz’altro il Nord visto che lì si addensano il 56% delle pensioni di vecchiaia e anzianità: 5,2 milioni su 9,3. Frutto di carriere lunghe e stabili, di opportunità professionali che il Sud si sogna. Laddove al contrario si concentrano le pensioni di invalidità (47% del totale), gli assegni sociali (56%), le prestazioni per gli invalidi civili (45%). Un divario storico e drammatico.
( https://www.nextquotidiano.it/legge-fornero-quota-100/ )

Non so quanto sia valido l’articolo ma è ovvio che l’abolizione della legge Fornero è un clamoroso falso come vi ho sempre scritto. Fra l’altro, l’articolo sancisce un fatto che tutti fingono di non sapere: che coi contributi del Nord si finanzia l’assistenzialismo al Meridione. Quindi, se non si mette in discussione l’unità (economico-finanziaria) d’Italia, niente cambierà. Reitero l’invito, che rivolgo in rete dal 2005, a non versare contributi all’INPS poiché sarebbero soldi buttati.

23 maggio 2018

Forrest Gump: l’effetto Mandela dimostrato dal “residuo”

Un caso clamoroso di effetto Mandela, testimoniando che viviamo in un universo parallelo al precedente, viene dal cinema. Probabilmente il cambiamento è avvenuto nel 2012. Il Sole non è più giallo bensì bianco, i motori degli aviogetti non si trovano più sotto le ali ma davanti a esse.
Abbiamo cambiato linea spazio-temporale come ben illustrato nel film Ritorno al futuro.
Tuttavia, esiste ciò che viene chiamato residuo, dal quale possiamo capire che il cambiamento è effettivamente avvenuto. Per esempio, disegni di bambini in cui il sole è giallo e i motori degli aeroplani sono sotto le ali.
Un caso clamoroso di effetto Mandela, fra molti altri, si trova nel famoso film Forrest Gump: la frase d’apertura non è più “la vita è come una scatola di cioccolatini” ma “era come una scatola di cioccolatini”.
Però in certe vecchie videocassette si trova ancora la versione originale con la frase coniugata al presente.
Anche nel doppiaggio in italiano:

22 maggio 2018

Il bando è riservato agli italiani? Per il giudice è discriminatorio

Il Tribunale di Torino ha bocciato un bando del Comune di Genova per riservato a cittadini italiani. Accolto il ricorso dell’associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione. E per il Comune pure la beffa delle spese legali da pagare
Il Tribunale di Torino ha dichiarato discriminatorio il bando pubblicato dal Comune di Genova – per la precisione dalla sua municipalizzata Aster – riservato a cittadini italiani.

A rendere nota la condanna della società comunale per le manutenzioni è stata l’Associazione studi giuridici sull’immigrazione, che aveva presentato ricorso presso la magistratura ordinaria. Per Aster, oltre al danno la beffa. Infatti, oltre a non avere a disposizione 10 nuove risorse per la cura del verde pubblico, dovrà pagare anche le spese legali e riaprire i termini del bando includendovi la possibilità di inserimento in graduatoria anche per individui stranieri. ( http://www.ilgiornale.it/news/cronache/bando-riservato-agli-italiani-giudice-discriminatorio-1530704.html )

Vedete che i poteri occulti impiegano sentenze pilota di questo tipo, confezionate ad hoc, per favorire la società multirazziale e la dissoluzione degli stati nazionali. In uno stato come l’Italia con 4 milioni di disoccupati e 10 milioni di poveri, se non si possono limitare le assunzioni ai cittadini italiani, il sistema paese collassa. Notare che, onde favorire ciò, noi abbiamo i magistrati meglio pagati e meno produttivi al mondo. Fra l’altro, in buona parte massoni in spregio della legge Anselmi (numero 17 del 25 gennaio 1982 sulla P2) che vieta, negli organi dello stato, l’inserimento di aderenti a società segrete. Ennesimo valido motivo per smettere oggi stesso di pagare le tasse.
ADDENDUM Confermato che il reddito di cittadinanza è destinato agli immigrati (che hanno quasi sempre i requisiti) come io scrivo dal 2012 quando Grillo aveva tirato fuori la questione:
http://www.ilgiornale.it/news/politica/reddito-cittadinanza-immigrati-altre-crepe-nellesecutivo-1530753.html

https://pianetax.files.wordpress.com/2018/05/df384-32116611_2052255184846664_5419080569461932032_n.jpg?w=370

22 maggio 2018

Giuseppe Conte come Oscar Giannino?

https://i2.wp.com/espresso.repubblica.it/polopoly_fs/1.322674.1526978005!/httpImage/image.png_gen/derivatives/articolo_648/image.png

Conte alla New York University? Il Nyt: non risulta. Dubbi anche sugli studi a Vienna ( http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2018-05-22/new-york-university-curriculum-conte-nyt-archivi-non-risulta-085622.shtml?uuid=AE72uRsE )

In un paese americanizzato fino al midollo come l’Italia, logico che tutti quanti ambiscano avere frequentato studi oltreoceano.
Già ci aveva già provato Oscar Giannino:

https://www.huffingtonpost.it/2014/10/05/oscar-giannino-lauree-inventate-intervista-libero_n_5934302.html

Ora tocca al premier indicato Giuseppe Conte il cui lunghissimo Curriculum Vitae pare essere stato parzialmente inventato.
E che dire dell’ancora ministro dell’istruzione e ricerca scientifica Valeria Fedeli?

http://www.ilgiornale.it/news/politica/nuova-bufera-sulla-fedeli-non-ha-neppure-maturit-1343128.html

“Annamo bene” direbbe la Sora Lella.
A quanto pare, il vizietto tutto italico di attribuirsi titoli accademici inesistenti è duro a morire.
Speriamo che Di Maio almeno non abbia mentito quando ha detto che vendeva bibite al San Paolo durante le partite casalinghe del Napoli!

ADDENDUM da tutto questo pastrocchio, salta fuori che pure Conte è un massone agente degli americani esattamente come Renzi, Grillo, Boldrini, Bonino, Tsipras, Macron e chi più ne ha più ne metta.

http://www.ilgiornale.it/news/politica/ti-aspetto-ufficio-ora-spuntano-mail-conte-e-docente-nyu-1530638.html

21 maggio 2018

Psicofarmaci, oltre 11 milioni di italiani li usano contro stress e depressione

Ad assumerli, in base a dati del 2011, soprattutto le donne, mentre gli uomini si rivolgono all’alcool. E’ quanto emerge dallo studio Ipsad. Il consumo di tabacco, invece, cala ( https://www.ilfattoquotidiano.it/ )

Senz’altro una bufala. L’Italia non è l’America e la gente non ha i soldi più per mangiare, figuriamoci per le medicine. I ticket sanitari e i prezzi dei medicinali sono stati portati alle stelle per garantire la sanità gratuita agli immigrati restando nel rapporto deficit/pil del 3%.
Dove c’è di mezzo il numero 11, c’è odore, direi puzza di zolfo.

Mah, personalmente credo alla buona fede di Salvini ma l’Italia non conta niente sullo scacchiere internazionale, gli americani ci considerano un protettorato di straccioni e questo Giuseppe Conte puzza (pure lui) di poteri occulti lontano un miglio. Già un “miglio”.

21 maggio 2018

Chiuso il canale principale di Dino Tinelli

AGGIORNAMENTO 22 MAGGIO 2018  Il canale è stato riaperto dietro ricorso di Dino:

https://www.youtube.com/user/tinellidino/videos

Una notizia triste. Purtroppo, la cricca globalista è riuscita a fare chiudere il canale principale di Dino Tinelli su Youtube. Esso conteneva quasi 900 video sulla Terra piatta molti dei quali importantissimi e irreperibili in italiano.
Il cappio si stringe attorno al collo dei portatori di verità da parte dei seguaci del portatore di luce.
Il canale vantava 18 playlist e oltre 23 mila iscritti. Ho appena espresso la mia solidarietà per telefono all’amico Dino. Mi ha confermato che si è trattato di una azione brutale e premeditata avvenuta solo due giorni prima che scadessero gli “strike”.
Dino ora userà il sue secondo canale:

https://www.youtube.com/channel/UCNDv7uy4KpLOVeSyXrsJZ0g

20 maggio 2018

Spiral rotation of Sun Spots Debunks Heliocentric model

The motion of sun spots show us that the heliocentric model has a serious problem. What we observe in reality does not match what we are told. RESEARCH FLAT EARTH! Special Thank You to all those who contributed to this project. Tony Russo, Anderson Neves, David James, and Chris Monk Sellye.

19 maggio 2018

Il “contratto” M5S-Lega porta dritto agli Stati Uniti d’Europa

Bastava osservare il lessico: l’impiego della parola “contratto”. Gli USA, attraverso la Casaleggio Associati (un’azienda privata), stanno ingabbiando la Lega verso la costruzione degli Stati Uniti d’Europa quindi è un contratto anti-sovranista e, di fatto, un capestro che distruggerà l’Italia. Quindi, i poteri massonici quali Berlusconi, Boldrini e PD fingono solamente di essere contro un eventuale governo “giallo-verde”.
I giornali citano solo punti che non verranno mai realizzati quali l’abolizione della legge Fornero e l’espulsione dei clandestini. Così come lo Steve Jobs Act non sarà abolito tanto meno la legge Lorenzin.
Solo gli ipocriti e i bambacioni possono credere che l’Italia abbia un minino di sovranità nazionale. Non l’ha mai avuta, perchè dovrebbe acquistarla proprio adesso?
Fra l’altro, nel “contratto” si chiede la “cittadinanza europea” per gli italiani, quella che la UE vuole regalare ai “migranti” che arrivano importati e mantenuti dagli stati europei. Materializzato lo slogan dei Centri Sociali  “siamo tutti clandestini”.
Bisognerà vedere quanto i contraenti saranno capaci di rispettare un accordo suicida.
A scanso di equivoci: nel mondo occidentale si sta innalzando drammaticamente l’età pensionabile (a 65-67 anni), è impossibile che alla repubblica delle banane di Pizzaland sia concesso di tornare indietro abolendo la Fornero. La TAV Torino Lione fa parte del sistema ferroviario dello stato paneuropeo, quindi la faranno assieme al terzo valico (parte della Milano Barcellona) e la Lorenzin fa parte del piano vaccinale europeo.
ADDENDUM “Tensione tra i due leader sulla scelta del premier: Di Maio vuole l’incarico”. Il contratto fra Casaleggio e CIA richiede evidentemente che il M5S ottenga la presidenza del consiglio (no premier, no money).

19 maggio 2018

Morti sul “lavoro”

Pisa. Morta bimba di un anno dimenticata in auto dal padre
Il padre l’aveva lasciata nel parcheggio delle stabilimento dove lavora, nel Pisano.

Un’altra tragedia simile Castelfranco di Sopra. Nel giugno dello scorso anno una madre lasciò la figlia in auto e la ritrovò morta all’uscita dal lavoro (Ansa)

Avrebbe dovuto accompagnarla all’asilo nido, vicino a casa, e invece se l’è «dimenticata» in auto ed è andato a lavorare. Un ‘black out’ di pochi attimi ha trasformato una giornata di routine in una tragedia per una famiglia di Pisa. È morta così la piccola Giorgia, 1 anno da compiere a giorni, nell’auto del padre posteggiata sotto il sole per ore nel parcheggio davanti all’azienda di San Piero a Grado dove l’uomo lavora come ingegnere. L’allarme è scattato quando nel pomeriggio la madre è andata a riprendere la bimba all’asilo e non la trovava.

L’esatta ricostruzione dei fatti comunque è ancora al vaglio dei carabinieri, che conducono un’indagine coordinata dal sostituto procuratore di Pisa, Giancarlo Dominijanni. Il corpicino della piccola è stato trasferito all’istituto di medicina legale dove sarà eseguita l’autopsia. Secondo le prime informazioni, il padre, segretario di un circolo cittadino del Pd, è sotto choc e non è ancora stato ascoltato formalmente dagli inquirenti. Era lui, da quanto risulta finora, ad accompagnare abitualmente la figlia, secondogenita, all’asilo.

Stamani però è accaduto qualcosa e invece di lasciarla al nido è andato dritto al lavoro, a una quindicina di chilometri da casa.
Nello stabilimento, un’azienda del settore automobilistico, è arrivato intorno alle 9 e solo poco prima delle 16 è scattato l’allarme, quando la piccola era ormai priva di vita nella vettura, al suo posto nel seggiolino posteriore. È stata proprio la mamma a far scattare la catena dei soccorsi: era andata a prelevarla al nido ma ha scoperto che lì la figlia non c’era mai arrivata. Allora, ha chiamato il marito per chiedere cosa era successo, dunque è iniziata la corsa contro il tempo ormai vana. Quando il 118 è arrivato, la piccola era già morta.

La tragedia ha sconvolto la comunità pisana: il Comune ha annullato la festa di inaugurazione delle Mura medievali restaurate in programma oggi pomeriggio e il sindaco Marco Filippeschi ha espresso cordoglio a nome della città «piegata per la tragedia, la nostra comunità non ha parole. Abbracciamo la famiglia di Giorgia».

I PRECEDENTI

Si tratta di un’altra tragedia legata a una dimenticanza da parte di un genitore, convinto di avere già portato il suo piccolo all’asilo o dai nonni. Purtroppo ne sono avvenute altre negli scorsi anni.

7 GIUGNO 2017 a Castelfranco di Sopra, in provincia di Arezzo, Ilaria Naldini, di Terranuova Bracciolini, “dimenticò” la figlia di un anno in auto prima di recarsi lavoro in Comune. Fu la stessa stessa mamma, poi, all’uscita, dopo le 14, a trovare la piccola di 16 mesi, morta all’interno dell’abitacolo. LEGGI L’ARTICOLO

27 LUGLIO 2016: Una bambina di 18 mesi muore all’ospedale Meyer di Firenze dove viene ricoverata dopo essere stata lasciata dalla madre per diverse ore sul seggiolino dell’auto a Vada, in provincia di Livorno. LEGGI L’ARTICOLO

1 GIUGNO 2015: Una bambina di 17 mesi muore dopo essere stata dimenticata in auto dai genitori a Vicenza per ore. LEGGI L’ARTICOLO

GIUGNO 2013: A Piacenza un uomo dimentica il figlio di 2 anni in auto, andando a lavoro in uno stabilimento di via Bresciano. Per il bimbo, rimasto chiuso nella vettura per oltre 8 ore sotto il sole, non c’è nulla da fare. LEGGI L’ARTICOLO

MAGGIO 2011: Jacopo, un bambino di 11 mesi, muore a Passignano sul Trasimeno, in provincia di Perugia. Il piccolo viene dimenticato in auto dal padre. LEGGI L’ARTICOLO

MAGGIO 2011: A Teramo Elena, di 22 mesi, viene dimenticata in auto dal papà, un docente universitario. Il tempo passa, mentre la bimba è sotto il sole e trascorrono circa sei ore quando viene soccorsa, trasportata in ospedale e poi trasferita in eliambulanza all’ospedale materno-infantile Salesi di Ancona. Le sue condizioni, pur gravi, sembrano stabili, ma dopo alcuni giorni avviene un drammatico peggioramento. La piccola non ce la fa.

MAGGIO 2008: Una bambina di quasi due anni muore dopo essere stata dimenticata in auto dalla mamma a Merate, in provincia di Lecco. La donna, 39 anni, doveva lasciare la piccola alla baby sitter prima di raggiungere la scuola dove insegna. La bimba però si addormenta e la madre si dimentica di lei.

Cosa succede in un’auto lasciata al sole

In un giorno in cui la temperatura esterna raggiunge i 30 gradi all’interno di un’auto si arriva rapidamente a 54 gradi, una temperatura insopportabile anche per un adulto. Lo sottolinea uno studio pubblicato su Pediatrics dalla Stanford University, che ha verificato che la temperatura massima si raggiunge in un’ora.

I ricercatori hanno misurato l’andamento del calore all’interno di un’auto scura lasciata al sole con diverse temperature di partenza, da 22 a 30 gradi. “L’andamento è indipendente dalla temperatura iniziale – scrivono gli autori -, e in media la temperatura sale di 3,2 gradi ogni 5 minuti, con l’80% dell’aumento totale che si raggiunge nei primi 30”.

In dettaglio, se la temperatura esterna è di 30 gradi, dopo 15 minuti all’interno dell’abitacolo si arriva a 43, dopo mezz’ora a 49, dopo 45 minuti a 52 e dopo un’ora a 54. Anche in giornate relativamente più fresche, di 22 gradi, dopo mezz’ora l’auto arriva a 40 gradi, e dopo un’ora supera i 44. “Anche a temperature relativamente basse – sottolineano gli autori nelle conclusioni – l’aumento è significativo in giorni di sole pieno, e mette a rischio i bambini di ipertermia. Anche lasciare i finestrini leggermente aperti non rallenta il riscaldamento e non diminuisce significativamente la temperatura raggiunta”.
( https://www.avvenire.it/attualita/pagine/provincia-pisa-bimba-morta-in-macchina )

19 maggio 2018

L’incidente aereo di Cuba è un falso

Sulla scena un pezzo d’ala e rottami irriconoscibili, niente motori o carrelli delle ruote.

Basta osservare che non si scorgono rottami di consistenti dimensioni tranne un pezzo d’ala che sembra un vecchio rottame posto li ad hoc. Scenario simile quello si Shanksville in Pennsylvania quando precipitò, dissero, lo United 93 dirottato l’11 settembre. Se le ali, ove sarebbero ubicati i serbatoi, era piene di carburante sarebbero dovute esplodere ed essere irriconoscibili.
Ci sarebbero stati solo tre sopravvissuti. Uno viene mostrato portato via in barella come nei falsi attentati islamici in Europa. Nel video si dice che c’erano cadaveri sparsi dappertutto, ma nelle immagini, scattate subito dopo lo schianto, non si nota nulla. I soccorritori non possono avere rimosso oltre 100 corpi in 15 minuti.
Curiosa e rivelatrice la notizia secondo cui poco prima dell’incidente sia mancata l’energia elettrica in tutto l’aeroporto de l’Havana. Il black out è servito a pretesto per privarsi delle registrazioni radar.
I giornali puntualizzano che il velivolo era vecchio (costruito nel 1979), ora vi sarà una campagna “globale” per ringiovanire le flotte aeree. Probabilmente, il mercato degli aeroplani nuovi langue, urge quindi trovare il sistema per convincere le compagnie aeree e rinnovare il parco macchine.

https://assets.nst.com.my/images/articles/crash-1905_1526698200.jpg

18 maggio 2018

Gli aerei del 11 settembre furono rimpiazzati

Anche se nessun complottista lo dice, vi è un elemento che garantisce che i velivoli che colpirono Pentagono e Torri Gemelle non furono quelli decollati quella mattina.
Il fatto è semplice: essi spensero il transponder nel preciso momento in cui erano in una zona d’ombra in cui non erano visibili nemmeno dai radar militari. I presunti terroristi non potevano in alcun modo saperlo.
Semplicemente, una volta fuori dalla vista dei radar, furono fatti atterrare in basi militari e rimpiazzati da altri velivoli, telecomandati, camuffati da aerei civili e fatti schiantare sui rispettivi bersagli.
Gli aerei c’erano davvero, almeno quelli a New York, in parecchi li videro quel giorno. Furono teleguidati da un radiofaro nelle tori e, una volta colpito il bersaglio, esplosero essendo pieni di carburante. Ma non nei serbatoi, che non esistono dato che i motori a reazione funzionano ad aria compressa, bensì erano stivati a bordo onde spettacolarizzare l’evento oltre di alimentare il mito del carburante aeronautico.
Il video sotto lo dimostra inequivocabilmente.

18 maggio 2018

Marco Tosatti ricorre agli insulti per delegittimare i vescovi che non promuovono l’omofobia

Mentre Mario Adinolfi organizza preghiere contro i gay e contro le loro famiglie, il ciellino Riccardo Cascioli continua a pubblicare articoli in cui si spergiura che sia Dio ad esigere la discriminazione dei gay e delle loro famiglie. Siamo dinnanzi una campagna propagandistica incessante e martellante, volta a promuovere il pregiudizio in modo che l’omofobia della Chiesa possa conferire potere alle lobby integraliste e possa agevolare un ritorno dell’ultra-destra.

Questa volta è il vaticanista Marco Tosatti a firmare un articolo apparso sulle pagine de La Nuova Bussola Quotidiana in cui si ci spiega che Dio non tollererebbe i gay e odierebbe il loro amore. Riservando insulti contro qualunque prelato osi contrastare la sua ideologia del disprezzo. Tosatti scrive:

«La condanna degli atti omosessuali non è più sostenibile». Lo ha detto il cardinale De Kesel, arcivescovo di Bruxelles, parlando a un gruppo gay a cui ha anche anticipato il progetto di una qualche cerimonia religiosa per le unioni omosessuali. Che questo sia contrario alle Scritture, alla Tradizione e anche al magistero recente per il cardinale non fa problema.

Marco Tosatti dovrebbe sapere che la schiavitù veniva giustificata con la Genesi o che la Torre di babele era alla base della segregazione razziale. Stando alla sua ideologica teoria, quelle “tradizioni” sarebbero dovute essere preservate dato che erano una tradizione. Anzi, forse avremmo dovuto conservare anch4e la “Tradizione” di ritenere che la Terra fosse piatta…

Intenzionato a denigrare chiunque osi avere opinioni diverse dalle sue, Tosatti descrive il cardinale Jozef De Kesel come «l’uomo che ha distrutto la Comunità dei Santi Apostoli, fiorente di vocazioni nel Belgio de-cristianizzato».
Poi, lamentando come dei religiosi non neghino momenti di preghiera ai credenti gay, contesta come il sacerdote abbia detto loro che «la Chiesa deve rispettare di più gli omosessuali, anche nella loro esperienza di sessualità». Una frase che cerca di delegittimare giurando che «atti come la sodomia, da sempre condannati nell’Antico e nel Nuovo Tetstamento potrebbero trovare un’approvazione ecclesiastica».

Se pare superfluo sostenere che le sue fantomatiche «condanne» dovrebbero essere contestualizzate all’interno del loro contesto (a meno che lui non voglia sostenere che lo stupro debba essere considerato un lecito veicolo matrimoniale come dichiarato nella Bibbia), l’omofobo Tosatti prosegue:

Inutile dire che tutto questo è in contrasto con la tradizione di sempre della Chiesa, le Sacre Scritture, il catechismo e vari documenti anche recenti della Santa Sede. Secondo la pagina web di propaganda gay hlwm.be, De Kesel avrebbe affermato che la condanna degli atti omosessuali «non è più sostenibile».
Naturalmente il cardinale, pupillo del cardinale Danneels, implicato in uno scandaloso caso di copertura di abusi sessuali, e grande amico e consigliere di Jorge Mario Bergoglio, ha fatto riferimento alle parole di Francesco «Chi sono io per giudicare»; ma non ha riportato, come troppo spesso accade in questi casi, l’intera citazione, in cui si fa riferimento al catechismo, e si è limitato all’uso che ne fanno i gruppi di attivismo omosessualista. De Kesel ha detto che solo dieci anni fa osservazioni come quelle che stava facendo non sarebbero state possibili. Una frecciata a Benedetto XVI, che, secondo quanto ci dicono, non aveva una grande stima dell’attuale arcivescovo di Malines-Bruxelles. E probabilmente, sapendo quanto fosse pignolo papa Ratzinger in tema di scelte episcopali, avrà avuto le sue buone ragioni.

Sempre sostenendo che lui, gradito a Dio in virtù della fonte delle sue erezioni, debba potersi sposare con chiunque voglia mentre sarebbe importantissimo impedire a due gay di poter suggellare il loro amore davanti a Dio, l’integralista Tosatti :

Ma De Kesel non si è limitato a questo. Nell’incontro, come hanno riportato non pochi giornali del Paese, il cardinale avrebbe detto di voler riflettere a una qualche forma di celebrazione di preghiera per dare un sigillo religioso a una relazione omosessuale. Inutile dire che seguendo questo modo di pensare il porporato entra in diretto contrasto sia con quello che insegna la Chiesa cattolica, sia anche – pare – con quello che afferma il Pontefice regnante.

Gesù diuceva che Dio è amore. Tosatti dice che Dio è odio. ( https://gayburg.blogspot.it/2018/05/marco-tosatti-ricorre-agli-insulti-per.html )

La cricca luciferina impiega la neolingua del politicamente corretto. Hanno inventato l'”omofobia” per manipolare le menti asmantellare i Sacramenti e i 10 Comandamenti.
Gli italiani non vogliono i matrimoni gay, tanto meno le adozioni. A Roma e Torino hanno fatto vincere i 5S per questo, non certo per risolvere i problemi quotidiani di romani e torinesi.
Viene citato l’arcivescovo di Bruxelles, capitale dell’Europa atea e anticristiana. Il Belgio era patria del mostro di Marcinelle che funse da capro espiatorio per i delitti dei pedofili d’alto borgo fra cui diversi prelati. Tutti quelli che indagarono a fondo la questione sono stati tutti ammazzati compresa una giornalista italiana.
A Roma in Vaticano, gli americani hanno imposto il massone Bergoglio spodestando Ratzinger (preso in giro da lady Gaga “papa ratzy” anche per velocizzare l’operazione gay in uno stato di grande tradizione cattolica come l’Italia. Rammentate il rimbrotto a radio Maria quando si schierò contro la legge in approvazione?
La legge sulle unioni civili è stata votata da un parlamento dichiarato illegittimo dalla corte costituzionale, ma la massoneria vorrebbe costringere i sindaci a “celebrare” i matrimoni-gay senza nemmeno la possibilità dell’obiezione di coscienza. Qui a Brescia, la Gelmini, per conto del piduista di Arcore, ha impedito che cadesse una giunta locale di centrodestra poichè il sindaco voleva validare una unione fra omosessuali contro la volontà della sua stessa maggioranza.
Al sindaco di Rovigo fu sospeso l’account di Facebook per avere scritto post a riguardo.
Un caso parallelo riguarda l’eutanasia con la messa in scena di DJ Fabo, personaggio mai esisitito, e i falsi attentati islamici e l'”islamofobia”.
E a circoscrivere con un recinto di ipocrisia la faccenda l’autore del pezzo, forse gay ma certamente antidemocratico, oltre a molte fesserie tira in ballo la terra piatta. Non sapendo più quale pesce pigliare.

PS La religione del tizio cornuto agisce alterando la scala di priorità dei valori umani:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/pisa-padre-lascia-figlia-anno-macchina-bambina-morta-1528800.html

18 maggio 2018

Effetto Mandela: lo strano caso della posizione dei motori degli aerei di linea

https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQLMhFRRTGEcz1gx3d01FUXgAZgML1GvTKilopP5EoTeYXHYKVZYA

Per chi non lo sapesse, in estrema sintesi, l’effetto Mandela consiste che molti si ricordano un fatto accaduto nel passato ma che non è mai accaduto o si è svolto in modo diverso. Almeno per come è la Storia raccontata attualmente.
Un caso bizzarro è costituito dai motori a reazione degli aeroplani di linea. Quasi tutti si ricordano che essi fossero agganciati sotto le ali. Invece, se osservate qualsiasi aeroplano, noterete che i motori sono posizionati ben davanti le ali sostenuti dal piloni pressoché orizzontali.
Uno può arguire che si tratta di velivoli di recente fabbricazione. In realtà, questo effetto Mandella avviene anche guardando foto e filmati di vecchi aeroplani: i motori a reazione si trovano davanti alle ali e non al di sotto.
Si può ipotizzare si tratti di un errore mnemonico nella coscienza collettiva.
Può darsi.
Tuttavia, esiste una controprova curiosa.
Nei vecchi modellini e giocattoli di aeroplani esistenti in commercio, i motori sono ubicati sotto le ali come ce li ricordiamo. Discorso simile vale per disegni di bambini che ritraggono i motori sotto le ali anzichè completamente davanti come li osservano gli adulti.
Pazzesco vero?

Articoli di approfondimento: Le élite ci ingannano: cambi di identità e defunti resuscitati

Boeing 747 giocattolo. I turboreattori sono sotto le ali.

17 maggio 2018

Rosario Marcianò si occupa ancora di me

Rosario Marcianò

Scopro con un certo stupore che il buon Marcianò si occupa ancora di me in prima persona.
Non saprei neanche cosa rispondere.
Io non ho mai messo in discussione le scie chimiche. Ho solo detto che non ho idea a che cosa servano veramente, potrebbero anche essere una burla. Lo ho spiegato di persona a Pam Morrigan (Pamela carminati) e a Tommix che paiono essere molto suoi amici. Anzi, a Tommaso Minniti avevo pure chiesto di organizzare un incontro faccia a faccia con Marcianò.

http://www.tankerenemy.com/2018/05/la-ciurma-neo-negazionista.html#.Wv2t4RzONbp

Neo-negazionisti, e di cosa?
La traiettoria delle scie chimiche dimostra soltanto che la Terra è piatta altrimenti, su lunghe distanze, dovrebbe arcuarsi seguendo la sfericità terrestre.
Poi dice che sarei un massone. Ammesso e non concesso che egli sappia di cosa sta parlando, ho già specificato che io non c’entro niente. Non mi abbasserei mai a tanto, la massoneria è una istituzione in fase di decadenza.
Massone sarà lui. Oggigiorno, i grembiulini sono a corto di fanti, fanno entrare cani e porci (sopratutto i secondi). Chi lo può sapere, c’è uno spiraglio anche per lui! Manco è un “cane” nella suddivisione della società siciliana di Sciascia, al massimo un quaquaraqua.
Riguardo al rainmaker, ho solo osservato che, se la sua invenzione fosse così portentosa, come mai non ha ancora vinto il premio Nobel?
Con tutte le carestie e la fame nel mondo causate da siccità, un aggeggio simile sarebbe solo di beneficio all’umanità.

E pure si era occupato di me a gennaio 2017, scoperto ora:

http://www.tankerenemy.com/2017/01/asini-e-galoppini.html#.Wv28rxzONbo

Pamela Carminati Albino Galuppini

Ovviamente confermo ciò che Marcianò mi attribuisce in questa foto presa dal suo sito.

17 maggio 2018

Rotoli del mar Morto: scoperta camera segreta e nuovi 50 frammenti

Rotoli del Mar Morto, scoperta camera segreta tra le grotte e 50 frammenti dei Vangeli segreti
Ha fatto il giro del mondo la scoperta di una nuova camera tra le grotte in cui vennero ritrovati i famosi rotoli, compiuta da un team internazionale di ricercatori. Nei magazzini dove sono conservati gli antichi manoscritti della Torah sono stati rinvenuti altri 50 nuovi frammenti degli antichi papiri che, secondo alcuni, raccontano versioni diverse della vita di Gesù finora conosciuta.
Sono passati oltre settant’anni da quando sono state identificate le prime camere segrete nel sito di Qumran, in Israele, luogo custode dei più antichi e preziosi manoscritti della Torah pervenutici fino ad oggi. Era il 1947. E ancora oggi, dopo diversi decenni, i rotoli del Mar Morto non smettono di far parlare di sé. Di recente ha fatto il giro del mondo la scoperta di una nuova camera tra le grotte in cui vennero ritrovati i famosi “rotoli”, compiuta da un team di ricercatori di cui fa parte anche un italiano, Alessandro Maifredi, geologo e speleologo del Centro Studi Sotterranei di Genova.
( https://www.fanpage.it/rotoli-del-mar-morto-scoperta-camera-segreta-tra-le-grotte-e-50-frammenti-dei-vangeli-segreti/ )

Come era prevedibile, onde mistificare la Bibbia e i Vangeli, i poteri occulti producono quest’altro falso ritrovamento.
Scommetto che nei nuovi  “frammenti” manoscritti ci sarà scritto che Gesù dice che la Terra è sferica e le scie chimiche sono una benedizione divina!
Dell’inquinamento del testo biblico ho parlato, facendo un clamoroso esempio, nell’articolo sul Diluvio Universale questo mese in edicola su Archeo Misteri Magazine di maggio 2018.
Archeomisteri Magazine numero 243 maggio 2018

15 maggio 2018

I motori a reazione forniscono una spinta antigravitazionale?

jet fuel hoax harrier

I propulsolo degli UFO (dischi volanti) sembrano funzionare attraverso un sistema che annulla la gravità.
Sappiamo oggi che la gravità non esiste e che i motori dei jet, in realtà, non operano come ci viene descritto. Essi non consumano carburante e hanno la capacità di sollevare gli aeromobili indipendentemente dalla portanza delle ali. Lo si evince dalle numerose testimonianze che lo attestano. Grossi velivoli di linea sono stati visti avanzare lentissimamente in aria.
Perché non si produce lo stallo?
La risposta sta probabilmente nel fatto che i motori a reazione forniscono una sorta di spinta aerostatica verso l’alto causata in maniera sconosciuta attualmente.
Molti si sono chiesti come facciano gli aerei a decollo verticale (VTOL), quali il famoso Harrier (in dotazione pure alla Marina Militare italiana), nella fase di transizione fra volo verticale e volo orizzontale (sostenuto dalla portanza delle ali) a evitare lo stallo.
È virtualmente impensabile che semplici “soffiatori” verso il basso di aria di scarico dal motore possano sollevare da terra un velivolo pesante 80 quintali.

15 maggio 2018

Ecco come gli angloamericani dissanguano l’Italia


Non solo ci costringono a integrare milioni di africani e mediorientali per americanizzarci ma vogliono che finanziamo le loro aziende.
Hanno comprato Società Autostrade e NTV nelle ferrovie. Le regioni, come gli sfigati calabresi, invece di investire denari pubblici nelle ferrovie locali (pensate solamente alla lunga storia delle Calabro-Lucane) regalano soldi alle multinazionali britanniche e americane.
Ryanair è finanziata occultamente per irrorare i cieli con le scie chimiche. Per ciò i biglietti aerei (anzi “ticket”, la lingua italiana è “optional”) costano quasi niente. Lo scrivevo una decina d’anni fa.
Senza contare che, scopriamo ora, i motori a reazione non utilizzano carburante di sorta dato che funzionano ad aria compressa secondo un principio scientifico che ci resta ignoto. Quindi, il profitto è doppio per loro.

14 maggio 2018

Gli aerei turboelica volano senza carburante

Piper M600

Nelle unità rottamate non si scorgono serbatoi o bocchettoni per il rifornimento di kerosene.

Ciò è facilmente verificabile guardando i turboelica cioè i velivoli dotati di elica il cui propulsore è, in effetti, un motore a reazione. Identicamente a quanto avviene sugli elicotteri.
Prendiamo ad esempio il Piper PA 46 o M600.
Se guardiamo le immagini, possiamo osservare che il piccolo motore a reazione ha la presa d’aria frontale e subito dietro gli scarichi dell’aria. Quindi, il muso dell’aereo è vuoto eccetto che per il vano che ospita il carrello anteriore retrattile. Hanno mantenuto la medesima forma aerodinamica di quando il vano anteriore, nelle prime versioni, ospitava un voluminoso motore a pistoni. Il motore a reazione è lungo circa un metro, non di più.
Non sapiamo dove si trovano i serbatoi. Questi propulsori funzionano per mezzo di un principio fisico attualmente ignoto e, molto probabilmente, anche le turbine nelle centrali elettriche girano senza consumare gas o petrolio.

https://omyplane.com/wp-content/uploads/2018/05/zgvz4ebokkomaxresdefault-1280x500.jpg

13 maggio 2018

Terra piatta: la prova visiva assoluta

Questo è un filmato ufficiale della NASA ripreso dalla capsula Orion Blue Origin il  2 aprile 2016 la quale è arrivata a oltre 73 km di altezza. La telecamera monta un obbiettivo a “occhio di pesce” ma, impiegando un correttore digitale, l’orizzonte rimane sempre rettilineo e a livello dell’occhio. Però, stando ai libri di scuola, la curvatura terrestre dovrebbe essere percepibile già a pochi km di distanza quando le navi scompaiono dietro l’orizzonte.

Video originale dal canale Youtube di Blue Origin: