L’apoteosi è il fine, entrare nei “cieli proibiti”

Al minuto 2:15 Trump lo dice chiaramente: l’obbiettivo è di riconquistare il cielo da cui Lucifero, il loro padrone, fu cacciato. “Guidare l’umanità, e di questo si tratta, oltre la Terra dentro quei cieli proibiti, che non rimarranno proibiti a lungo“. Inoltre Trump con la mano ha disegnato in aria una volta celeste, intendendo dimostrare che lui lo sa che la Terra è piatta, ed è violare quella che vuole.
Ve lo scrissi sei mesi prima che Trump avrebbe vinto le elezioni presidenziali. Avevano bisogno di un falso rivoluzionario (allo stesso modo, per esempio, di Grillo in Italia). Lo avrò scritto cento volte in questo sito.
L’inquilino della Casa Bianca, nei suoi discorsi, non cita mai Gesù Cristo ma sovente “Dio”. Ma quale “dio”?
Così, mulinano sempre più di frequente ipotesi di ritorno sulla Luna, conquista di Marte e scoperta di esopianeti. Siccome qualcuno ha cominciato a dubitare dell’esistenza dei satelliti artificiali, ha pure lanciato un programma di pulizia delle orbite rimuovendo la “spazzatura spaziale”.
Ma mirano ad altro.