Archive for giugno 27th, 2018

27 giugno 2018

Messaggio di Dino Tinelli a Rosario Marcianò

27 giugno 2018

La TAV Brescia Verona serve a prosciugare le Fontanelle

Ho spiegato alcune volte di già che le ferrovie ad alta velocità in tutto il mondo hanno solo due scopi:

  1. Devastare la creazione divina
  2. Mescolare le razze (incrementando la velocità di spostamento delle persone e abolizione dei confini)

L’alta velocità non guadagna da nessuna parte al mondo (tranne dove usata dai pendolari, tipo Giappone) e lo scopo non è di portare su ferrovia le merci dato che in nessun caso al mondo viaggiano maggiormente su ferrovia dove esiste la TAV.
E faccio solo osservare il comportamento schizofrenico di partiti quali la Lega Nord che sono favorevoli alla TAV ma contro le ferrovie locali (vedi Piemonte) che sono il tessuto connettivo di quelle famosa “autonomia” e “identità locale” che il partito di Salvini pretenderebbe di salvaguardare.
Detto questo, mi ero chiesto per quale motivo, nel progetto dell’alta velocità ferroviaria Brescia Verona, ci fosse di mezzo un lungo tunnel.  Poi mi sono imbatto in articoli di questo tenore:

http://gazzettadimantova.gelocal.it/mantova/cronaca/2018/04/20/news/lo-studio-sulla-galleria-della-tav-possibili-rischi-per-le-falde-1.16736650

Ed ecco spiegato l’arcano: vogliono attentare ai luoghi sacri. Già il progetto TAV passa vicino al santuario del Frassino (comune di Peschiera del Garda) già disturbato da una grossa tangenziale che hanno intenzionalmente fatto passare a poche decine di metri di distanza, ma il vero obbiettivo è di prosciugare le sorgive del Santuario mariano delle Fontanelle che si trova “casualmente” a valle progetto di grande opera fra i territori dei comuni di Montichiari e Carpenedolo.
Già la tratta Torino Lione, mentre fingono opposizione manovrando i NO TAV, è stata espressamente concepita per disturbare la linea sacra di San Michele:

https://maxberliner.wordpress.com/2016/08/30/tav-alta-velocita-in-val-di-susa-e-la-linea-sacra-di-san-michele/

A Brescia, per realizzare la metropolitana, peraltro bocciata da un referendum popolare e in secca perdita economica, avevano lesionato gravemente una chiesa e la notizia è stata fatta sparire perfino da internet (almeno non la trovo io).
I terremoti artificiali che si sono susseguiti durante i governi da Monti a Renzi, furono studiati per abbattere le chiese. La frequenza fu scelta apposta, non per caso. Nel terremoto del 2012 in Emilia, sempre artificiale, a rollare furono pure molti capannoni industriali che strutturalmente assomigliano a chiese: alte strutture con solamente i muri perimetrali, vuote all’interno. Ebbe l’intuizione giusta Red Ronnie nel dire che erano terremoti “strani” ma, come ricorderete, fu sbeffeggiato e messo alla berlina.
Fra l’altro, tutta la tecnologia, TV, cellulari, web mirano a sopire la sensibilità esoterica, per cui perfino i cristiani autentici non si accorgono di cosa sta succedendo veramente. Il fatto è che la gente pensa di essere più sveglia di belzebù e dei suoi adepti, errore fatale.

https://www.rosamisticafontanelle.it/wp-content/uploads/2017/03/rosa-mistica-fontanelle-montichiari-01.jpg