La psicologa: “La morte dei migranti? Un fotomontaggio”

Per l’esperta veronese i bambini morti raccolti dalle Ong sarebbero dei manichini. I colleghi prendono le distanze.
L’Ordine degli psicologi del Veneto ha preso le distanze dalle affermazioni su Facebook di una psicologa veronese, iscritta alla sezione B dell’Albo, secondo la quale la tragedia dei migranti in mare sarebbe un fotomontaggio e i bambini morti raccolti dalle Ong dei manichini.
“Non è una psicologa autorizzata ad esercitare la professione – precisa l’Ordine – e l’assenza di empatia di fronte ad una vita spezzata è una sconfitta per chi fa il nostro lavoro”. ( http://www.ilpopulista.it/news/3-Luglio-2018/27257/la-psicologa-la-morte-dei-migranti-un-fotomontaggio.html )

Sorprendentemente, il Populista, diretto da Matteo Salvini, parla di “manichini”. Personaggi come Tommix sono stati cacciati brutalmente da Youtube per avere osato mostrare che i “cadaveri” sono manichini.
Gli ordini professionali, in questo caso degli psicologi, sono enti di coercizione e manipolazione mentale al servizio del sistema massonico.
ADDENDUM La nuova legge “europea” (= CIA) sul copyright serve appunto a impedire preventivamente che qualcuno carichi in rete immagini dei manichini impiegati sulla scena degli “attentati islamici”.

I manichini stanno letteralmente terrorizzando i (falsi) complottisti di regime:

Per non dimenticar Byoblu e Giulietto Chiesa che fingono di essere antiamericani ma inneggiano a Internet che è lo strumento del PNAC per dominare il mondo. Essere contro il NWO e favorevoli a internet è come essere contro Berlusconi ma lodare le reti Mediaset!
L’unica opposizione è smettere di lavorare, smettere di pagare tasse e bolli, smettere di pagare il canone RAI, smettere di acquistare i giornali (tanto meno leggerli), smettere di versare i contributi INPS, smettere di seguire le mode, i politici, i personaggi famosi e pensare ai propri interessi.

Annunci