Archive for luglio 11th, 2018

11 luglio 2018

YouTube si impegna a migliorare le news sulla sua piattaforma

YouTube annuncia una nutrita serie di iniziative dedicate alla promozione di notizie di qualità sulla piattaforma. È un’estensione della Google News Initiative annunciata questa primavera – o, se vogliamo, una sua applicazione a YouTube. I dettagli, schematicamente:

Investimento di 25 milioni di dollari per potenziare le seguenti aree:

  • Competenza – gruppo di lavoro con editori internazionali e altri esperti per sviluppare funzionalità dedicate alle news, migliorare l’esperienza di fruizione e risolvere i problemi che emergono in corso d’opera. Tra i primi membri figurano dipendenti di Vox Media, India Today e Jovem Pam; nelle prossime settimane l’organico dovrebbe espandersi in modo considerevole.
  • Finanziamenti – YouTube vuole aiutare gli editori in circa 20 mercati emergenti a realizzare una piattaforma di notizie video sostenibile. I finanziamenti permetteranno di insegnare al personale come usare gli strumenti hardware e software più efficacemente, migliorare i propri equipaggiamenti, e ottimizzare le loro produzioni.
  • Supporto – Aumenterà lo staff designato al supporto tecnico degli editori.

Maggior visibilità ai contenuti delle fonti autorevoli:

  • Link ad articoli scritti per le notizie straordinarie in corso di svolgimento: i giornalisti preferiscono prima scrivere l’articolo, e poi produrre i video, perché è più immediato. Ciò fornirà una copertura più completa e un’informazione migliore per l’utente.
  • Indicazione che i dettagli potrebbero cambiare da un momento all’altro nelle notizie in corso di svolgimento.
  • Espansione della sezione Breaking News in 17 nuovi mercati: è un raddoppio rispetto alla disponibilità attuale (l’Italia è già inclusa).
  • Maggior visibilità alle news locali: inizialmente l’iniziativa riguarderà solo gli Stati Uniti. I primi test sono stati condotti in 25 aree, e saranno presto ampliati a “dozzine” di altri mercati, come Cincinnati, Las Vegas e Kansas City.

Maggior contesto per capire meglio una notizia/argomento e trarre le proprie conclusioni:

  • Link a fonti di informazioni di terze parti (come Wikipedia, Encyclopædia Britannica) nei risultati di ricerca relativi ad argomenti scientifici e storici ben documentati che sono stati spesso contestati e oggetti di campagne di disinformazione (come l’atterraggio sulla Luna e la Terra piatta).
  • Investimenti sull’alfabetizzazione digitale: in poche parole, insegnare agli adolescenti a informarsi correttamente. Insieme alla Google News Initiative e a Google.org, YouTube si è alleata con organizzazioni come la Stanford University, il Poynter Institute e la Local Media Association per supportare MediaWise. È un’iniziativa statunitense che punta a formare almeno 1 milione di adolescenti. Sei YouTuber, tra cui John Gree, Ingrid Nilsen e Mark Watson collaboreranno con MediaWise per produrre contenuti didattici sull’argomento.

( https://www.hdblog.it/2018/07/10/youtube-iniziativa-notizie/ )

Lo presagii subito: la invenzione delle fake news era un pallido stratagemma statunitense per arginare il fenomeno terra piatta e attentati inscenati. Gli agenti europei degli USA cioè la UE, il parlamento europeo, la Boldrini in Italia si attivarono a ruota. Rammento che ne parlai subito con alcuni preminenti terrapiattisti italiani allora. E vedrete che personaggi come Fico, messo li per completare il lavoro della Boldrini, comincerà a invocare una legge severissima contro le “fake news”.

Annunci