Vaccini, in Puglia scatta l’obbligo di copertura per gli operatori della sanità

Il Consiglio regionale ha approvato una proposta di legge di Forza Italia, che impone come requisito di idoneità lavorativa nelle strutture sanitarie l’aver assolto gli obblighi vaccinali

In Puglia scatterà l’obbligo vaccinale a carico degli operatori sanitari. Lo ha deciso il Consiglio regionale pugliese approvando a maggioranza una proposta di legge avanzata da Forza Italia, che impone come requisito di idoneità lavorativa nelle strutture sanitarie l’aver assolto gli obblighi vaccinali, incluse le vaccinazioni raccomandate per soggetti a rischio per esposizione professionale. La Puglia è così la seconda Regione in Italia, dopo l’Emilia Romagna, a dotarsi di una normativa che dispone l’obbligo di vaccinazione per medici e infermieri, volontari e quanti sono a contatto quotidianamente con pazienti ospedalizzati. ( http://bari.repubblica.it/cronaca/2018/06/12/news/puglia_obbligo_vaccinale_operatori_sanita_-198822316/ )

Se ben ricordate, lo scrissi un anno fa, mentre infuriava la polemica sulla legge Lorenzin. Dissi che, non solo non la avrebbero tolta, a differenza di ciò che sosteneva la Grillo (che oggi siede al suo posto), ma la avrebbero estesa agli adulti partendo dai dipendenti statali.
Detto e fatto: iniziano dal Sud, dove c’è fame di lavoro per cui è più facile persuadere la gente a tentare il suicidio vaccinandosi, pur di lavorare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: