Sorpresa: adesso l’11 settembre è in Alta Definizione!

Osservando la foto, non si intravede la minima traccia di rottame appartenente a un velivolo di linea.

Solo io ho notato la stranezza del video sotto, una ripresa dall’elicottero degli avvenimenti dell’11 settembre 2001 a Nuova York.
Il fatto è che il filmato è un alta risoluzione (HD) quando ai tempi, per le trasmissioni televisive, si utilizzava ancora lo standard NTSC. Chi è esperto di tecnologia di trasmissione TV, sa che lo standard NTSC ha una risoluzione piuttosto bassa: nel formato 4:3, 640 x 480 px a 30 fotogrammi il secondo. Mentre il sistema televisivo in uso in Italia, il PAL, aveva una risoluzione di 720 x 576 px e 25 fotogrammi per secondo.
Se guardate il video, constatate che si tratta di immagini sorprendentemente nitide (anche se il secondo aereo, al solito, non si vede). Con tutta probabilità, si tratta di un CGI spacciato per autentiche immagini originali “migliorate”. Così migliorate che gli sbuffi di fumo paiono irreali talmente sono perfetti, così come gli elicotteri che ronzano attorno le torri gemelle.
Come ho detto nella conferenza ad Agerola, stanno riscrivendo la Storia. La convergenza digitale serve a questo: nascondono in caveau blindati i libri cartacei, colla scusa di preservarli, rimpiazzandoli con la versione digitale. Chi può, tuttavia, verificare se quest’ultima sia corrispondente al testo antico?
Superfluo rammentare che il libro mastro cui preme più loro riscrivere è la Bibbia!