Indovina, indovinello… a cosa serve la legge “europea” sul diritto d’autore?

Non ci vuole poi molto sale in zucca. E sì, basta un briciolo di cervello a capire che le leggi restrittive in internet servono a imbavagliare le ricerche sulla terra piatta. Perfino i filmati di dominio pubblico della NASA stanno diventando pretesto per bandire filmati da Youtube. È successo a Morgile un cui video è stato cancellato a ragione di una violazione del copyright. Ma quale segmento?
Be’, non ci crederete ma il pezzo che mostra la prima passeggiata spaziale americana della Storia. Si vede l’astronauta Ed White muovere il casco che indossa girando la testa. Mossa inconcepibile nello spazio, il casco dell’astronauta deve essere completamente solidale con la tuta spaziale.
In Europa c’è chi si lamenta che non sia passato il “fair use” ossia il permesso di potere utilizzare brevi spezzoni, senza violare il diritto d’autore, per motivi di critica. Ebbene, l'”uso leale” sta per essere abolito perfino in America. Addirittura vogliono disincentivare, tassandolo, anche l’inserimento di collegamenti ipertestuali pur di bloccare il fenomeno. E se Morgile cerca di fare ricorso, appare un messaggio su sfondo rosso che dice che l’ID del video è scorretto! Giustizia sommaria digitale!
Già, Trump, durante la campagna elettorale presidenziale, aveva accennato a una possibile chiusura del web, poichè non sanno come fare per negare la verità. Ma le transazioni finanziarie e il commercio in rete hanno dietro un giro di soldi talmente elevato che è ormai impossibile chiudere internet.
Se la Terra è tonda, perché tanta paura dei terrapiattisti?

Prima “passeggiata spaziale” statunitense (Gemini 4, 3 giugno 1965).