Confermato: il governo del cambiamento è un fake

Manovra: terra gratis al sud per chi ha tre figli e flat tax per le ripetizioni private. Spariscono reddito di cittadinanza e quota 100

ROMA – Il testo ufficiale della manovra non è ancora arrivato in Parlamento, ma anche nell’ultima bozza le novità non mancano. Molte sono rivolte al Sud. Un modo, probabilmente, anche per aiutare il Movimento Cinque Stelle a recuperare consenso dopo il via libera al gasdotto Tap.
Ecco le anticipazioni, così come le illustra il Messaggero. Arriva la decontribuzione totale per le assunzioni nel Mezzogiorno, il potenziamento della misura «Resto al Sud», la previsione che il 34% degli investimenti pubblici dovrà essere destinata al Mezzogiorno. Tra le pieghe della manovra spunta poi, una «flat tax», una tassa piatta del 15% riservata ai professori che danno ripetizioni ai ragazzi. Un tentativo di far emergere un mercato oggi totalmente sommerso, quello dei doposcuola.
Bonus – Arriva un bonus, molto particolare, per le coppie che generano un terzo figlio. Alle famiglie nelle quali nascerà il terzogenito tra il 2019 e il 2021 spetterà un terreno in concessione gratuita per 20 anni. Non solo. È prevista anche la concessione di mutui fino a 200 mila euro, rigorosamente a tasso zero, alle famiglie che acquistino la prima casa nelle vicinanze dei terreni. Di quali terreni si tratta? Un primo lotto è costituito dal 50% dei terreni agricoli e a vocazione agricola di proprietà dello Stato non utilizzabili per altra finalità, mentre un’altra tranche arriverà dal 50% delle aree abbandonate o incolte del Mezzogiorno. Una precisazione che fa intendere come anche questa misura possa essere rivolta soprattutto ai cittadini del Sud Italia. Gli stessi terreni in concessione saranno riconosciuti a società costituite da giovani imprenditori agricoli che riservano una quota societaria del 30% ai nuclei familiari nei quali è nato un terzo figlio tra il 2019 e il 2021.
questa misura si aggiunge anche il rafforzamento dell’agevolazione «Resto al Sud». La misura che favorisce la costituzione di nuove imprese nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Adesso sarà rivolta a imprenditori fino a 45 anni (anziché 35) e includerà anche le libere professioni e il commercio, prima esclusi. Una conferma arriva invece per le due misure principe del governo, il reddito di cittadinanza e le pensioni. Nella manovra ci saranno soltanto le «norme quadro», il fondo da 16 miliardi di euro per il loro finanziamento (9 miliardi per il reddito di cittadinanza e 7 miliardi per le pensioni) mentre per capire i meccanismi definitivi di «Quota 100» e reddito bisognerà attendere due disegni di legge ad hoc. Un modo per prendere tempo in attesa di capire se ci sono margini di manovra con l’Europa.
( https://www.firenzepost.it/2018/10/30/manovra-terra-gratis-al-sud-per-chi-ha-tre-figli-e-flat-tax-per-le-ripetizioni-private/ )

Tutto come avevo preannunciato. Abolizione Fornero e reddito di cittadinanza erano bufale, almeno per i cittadini italiani. E come avevo previsto (citando spesse volte Beppe Severgnini), arriva il regalo delle terre incolte agli immigrati che gli agenti al servizio ne degli USA (vedi sindaco di Riace) stanno radicando in Italia. Notare che l’Abruzzo non fa parte del Meridione ma di quelle regioni che Severgnini aveva elencato fra quelle in cui trovare terra demaniale da regalare ai “migranti”. Se togliono completamente le tasse in quelle regioni, bisognerà aumentarle drasticamente al Nord. Ridicola poi la “flat tax” per le lezioni private. Se finora esse sono state sempre in nero, perchè ora i professori dovrebbero versare un’imposta del 15%?

https://pianetax.wordpress.com/2016/12/15/clandestini-in-sardegna-non-ce-ne-stanno-piu-ma-ne-continuano-lo-stesso-ad-arrivare/

https://pianetax.wordpress.com/2016/06/13/in-sardegna-la-cgil-vuole-sostituire-i-sardi-con-gli-immigrati/

https://pianetax.wordpress.com/2018/05/12/la-bufala-del-governo-giallo-verde/

Anche il taglio delle pensioni d’oro, come era abbondantemente prevedibile, era un bluff:

https://www.fanpage.it/manovra-salta-per-ora-il-taglio-alle-pensioni-doro-decidera-il-parlamento/

E per far passare inglese, droga, clandestini, grandi opere, privatizzazioni, euro e quant’altro minacciano le regioni:

https://agvilvelino.it/article/2018/10/31/manovra-bozza-80-tagli-a-regioni-se-non-riducono-vitalizi/