Terra piatta: risposta a Dana Eroma

dana eroma

Il presunto terrapiattista Dana Eroma (che da una spiegazione diversa ogniqualvolta gli chiedono perchè si fa chiamare così), quindi non meglio identificabile, mi muove alcune accuse.
Dice che avrei copiato da loro parte del mio libro. E dove, di grazia? Considerato che contiene diverse cover story uscite in edicola ben prima che il loro gruppo iniziasse a occuparsi di terra piatta. Il primo articolo in edicola sulla TP, l’ho scritto io ed uscito nel dicembre 2015 (Archeo Misteri Magazine), ovviamente mutuato anche da siti americani e canali Youtube in inglese. Naturalmente è vero che cerco di promuovere il mio libro. Io non navigo nell’oro, cerco di fare quello che posso.
Dana fu invitato alla prima conferenza PIANO DI ESISTENZA, pur con rimborso spese, si rifiutò di venire (foto sopra). Lui ha perso il treno giusto al pari di Junior Dos Santos.
Le Iene non le ho chiamate io, fu Massimo Mazzucco che diede il mio numero di telefono alle iene per venire alla prima conferenza. Ma a Ponti sul Mincio il 9 dicembre 2017 non si presentarono.
Riguardo allo “ius primae noctis terrapiattistico”, tanti di coloro che iniziarono prima di me in Italia hanno smesso di occuparsi di TP o se ne occupano “a latere”. Per Agerola, le Iene contattarono il ristorante che diede loro il numero di cellulare di Roberto Avitabile.
Il personaggio mascherato è una aggiunta della produzione di Italia 1 per avvelenare i pozzo parlando di “pacman” e di “Australia”.
È vero che con le Iene è stato un gioco al massacro nei nostri confronti ma la trasmissione è stata seguita da 2.264.000 spettatori (Auditel) i quali ora forse avanzano qualche dubbio sulla forma della Terra.
Ho saputo da qualcuno dei partecipanti che nella conferenza loro del 31 ottobre scorso,che hanno invitato a tenere il “freno a mano tirato” sulla TP “tanto la gente non capisce”. Mi suonano loro i gatekeeper.
Poi parla di “nostro movimento”, ma a cosa allude? Esiste solo il fatto che non ci sono prove ne che la Terra gira che che è curva. Pertanto, ogni altro fatto “eliocentrico” deve essere un inganno perpetrato ai danni dei popoli del mondo. Non c’è bisogno di alcun “movimento” organizzato per stabilirlo.