Archive for novembre 30th, 2018

30 novembre 2018

The true story of Alexander Gleason

ALEXANDER GLEASON.- Died at Darien Center, N. Y., March 13, 1909, Alexander Gleason, aged 81 years, 3 months, and 13 days. About three months before his death Brother Gleason had a stroke of paralysis, which rendered his left side helpless. He hoped that the Lord would restore him, but as weeks went on, he realized that the time was nearing when he would rest. He made all necessary arrangements, and left a testimony to be read at his death, which expressed courage and faith. He said that he accepted the Bible as the infallible Word of God at Toledo, Ohio, from his study of a pamphlet, “The Four Universal Monarchies.” He was baptized by Elder J. H. Waggoner at Hillsdale, Mich., in the spring of 1859. Since that time he had never doubted the truth of this message. The writer has been personally acquainted with Brother Gleason for twenty-five years. He has ever been at his post, faithful to the principles of the message. In his last hours he realized that the battle had been. fought, the victory won. We laid him to rest like a fallen warrior to awake at ‘his Master’s call. The church sorrows, but with a bright hope. He leaves three daughters, also his life companion, to mourn his death. He chose for Scriptural texts I Cor. 15 : 21, 22 ; Job 19 : 25. 26. Remarks were made by the writer. H. W. CARR. R&H, April 15, 1909-

30 novembre 2018

Conte: “Sul Global compact decidano le Aule”

“Essendo un documento che ha valore politico abbiamo convenuto che forse è giusto creare un passaggio parlamentare”
“Il Global Compact è assolutamente compatibile con la nostra strategia, ho condiviso il piano con i miei partner Ue, non ho cambiato idea” rispetto alla valutazione espressa all’Assemblea Onu ma essendo un documento che ha valore politico abbiamo convenuto che forse è giusto creare un passaggio parlamentare, in cui far condividere da parte di tutti ciò che stiamo facendo.” Lo afferma il premier Giuseppe Conte nelle dichiarazioni alla stampa a Palazzo Chigi. ( http://www.ilpopulista.it/ )

Logicamente questo è un accordo-suicida che, se passa, di fatto abolisce le frontiere. Non solo, ma avvantaggiando gli immigrati sugli autoctoni in ogni modo, cancella i popoli dal punto vi vista etnico riducendoli a mera “cittadinanza”. Manco di idioma, poiché hanno intenzione di imporre l’inglese nelle scuole al posto dell’italiano per accomunarci a india, Pakistan, Malesia e altre colonie angloamericane.
Curioso che certi ambienti “sovranisti” malvolentieri parlino di immigrati come se la difesa delle frontiere non facesse parte integrante del concetto di “sovranità nazionale”.
Importante è osservare pure come il “complottismo mainstream” ignori la portata di un accordo che distrugge l’Italia. Significa che si tratta di opposizione controllata. Non a caso, i cosiddetti “complottisti veraci” schivano la terra piatta come se si trattasse di peste bubbonica.
Verosimilmente, l’accelerazione verso il “popolo unico globale” ha a che vedere con la rivelazione della grande bugia sulla forma della Terra. Gli USA, come previsto, non firmeranno l’accordo e, scommetterei, neanche gli altri paesi anglosassoni.
Tutto la pressione sui politici nostrani: abolizione dei privilegi, anti-politica, gogna mediatica è intesa per costringerli ad approvare “democraticamente” porcate come questa. Notare il nome: “global compact” onde rimpicciolire il mondo abolendo razze e barriere di ogni sorta in ossequio ai dettami luciferini.