Archive for dicembre, 2018

18 dicembre 2018

Torino-Juventus, l’ignoto derby dei fantasmi

Radice e Trapattoni ai tempi degli epici derby degli anni ’70.

Ci pensavo in questi giorni per via della scomparsa di Radice, l’allenatore dello storico scudetto torinista del 1976.
La città di Torino è dominata da combriccole esoteriche, malefici e sortilegi, magia nera e bianca che sempre nera è. L’utilizzazione di mezzi occulti porta sempre all’Abisso, sempre.
L’impiego dell’occultismo a fini sportivi è diffuso ovunque, non quanto, tuttavia, nella città esoterica per eccellenza.
Il derby della Mole è sempre stato anche un derby esoterico.
Gigi Radice stesso, allenatore del Toro, fu vittima di un grave incidente stradale nel 1979 quando morì il suo assistente Barison, ex calciatore.
Nel 1977 era morto in campo, giocando contro la Juve, Renato Curi del Perugia. Il calciatore che due stagioni prima aveva segnato a Perugia il gol che aveva condannato la Juve e garantito lo scudetto al Toro.
E la memoria non può che ritornare alla tragedia di Superga del 1949, dove il “grande Torino” ebbe fine. Quella squadra che, all’epoca, umiliava i cugini bianconeri. colla sua supremazia. Ci fu l’investimento del calciatore del Torino Gigi Meroni. Nella Juventus, la tragica morte di Scirea e Fortunato. Bettega si salvò per miracolo da un grave incidente stradale e sempre un incidente in macchina costò la carriera a Lentini (che si salvò per miracolo) il quale aveva tradito i colori granata per il Milan berlusconiano.
La prima vittoria in coppa del campioni juventina fu il giorno dell’Heysel, ce lo ricordiamo tutti noi che ormai abbiamo i capelli bianchi.
Torino, città di Gustavo Rol le cui “magie” erano certamente dovute a un patto con un qualche demone. Ttto ciò che è “magico” ha origine diabolica. Troppo scontato per essere capito.
Queste notizie si susseguono anche ai giorni nostri:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/10/torino-mistero-sul-suicidio-del-capo-ultra-della-juventus-era-stato-ascoltato-sui-legami-tra-ndrangheta-e-la-curva/2894288/

https://www.fanpage.it/torino-morta-la-mamma-del-giovane-calciatore-della-juventus-annegato-a-vinovo-nel-2006/

Del calcio, noi vediamo solo l’aspetto esteriore, i conflitti di soldi e prestigio cittadino o regionale ma non sappiamo con quali mezzi vengono combattute le battaglie sportive. Già, questo non viene riportato nelle cronache della Domenica Sportiva.

17 dicembre 2018

Il mondo è un palcoscenico: David Bowie non è mai morto!

David Bowie e, a destra, il misterioso “produttore musicale” Jack Steven.

Vicenda che ho già affrontato. Il personaggio del fantomatico “produttore” Jack Steven è stato creato in preparazione alla finta morte di Bowie. Dopodiché, Bowie in persona, si è presentato su Sky TV News, a commentare il proprio decesso travestito da Jack Steven. Molti scordano che Bowie è stato anche un attore cinematografico.
Sia Elton John che la ex moglie parlano chiaramente di “morte inscenata”. Per quale motivo? Su richiesta di Bowie stesso, ovviamente, che voleva togliersi dalla ribalta senza spezzare il cuore (troppo) ai suoi fan.

17 dicembre 2018

Abruzzo & Molise: problemi con la curvatura terrestre?

caro guerriero,
leggo di tanto in tanto il tuo blog, e noto la quantità di foto riguardo la fantomatica curvatura.
spulciando tra le foto ne ho trovata una fatta dal litorale di Termoli verso le prime montagne dell’Abruzzo con un obiettivo Canon 100-400 prestatomi all’epoca che risale a 4-5 anni fa.
Orbene, nella foto si vede credo il monte Amaro o comunque il profilo della Maiella e a destra nella foto si vede il “famoso” (dalle nostre parti) grattacielo di Termoli, in Molise.
Ho provato a creare dei riferimenti su Google Map e il massimo che sono riuscito a fare è calcolare la distanza (70 km in linea d’aria) e fare la foto allo schermo col cellulare.
Potrebbe esserti utile? spero di si.
ti saluto

(lettera firmata)

NOTA DI SERVIZIO Stasera dovevo intervenire via telefono a Radio Amore Napoli sulla terra piatta. La trasmissione è stata annullata poiché il direttore della radio, sfortunatamente, è stato colpito da infarto. Auguri sinceri.

15 dicembre 2018

Iene e terra piatta: intervista a Albino Galuppini

Intervista a me sull’operazione Iene da parte di Agostino Favari.

Video esplicativo sul ruolo dei media:

14 dicembre 2018

I grattacieli non sono sconosciuti

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/a/a6/Kingdom_Tower%2C_Jeddah%2C_render.jpg/200px-Kingdom_Tower%2C_Jeddah%2C_render.jpg

Ad un certo punto, Zama alias Romiti dice che le antenne per emulare i satelliti si troverebbero su “sconosciuti grattacieli”.
Sconosciuti mica tanto.
Le ex torri gemelle, il nuovo One World, Il Burj Khalifa a Dubai, la nuova mega torre a Gedda in Arabia Saudita servono esclusivamente come supporto mascherato per le antenne che emettono i segnali “satellitari”.
La nuova mega Torre di Gedda (foto a destra) è chiaramente un traliccio sul quale collocare un’antenna a 1 km di altezza. Basta guardarla!
Che altro scopo avrebbero edifici altissimi in mezzo al deserto?

https://it.wikipedia.org/wiki/Jeddah_Tower

Riguardo al Regno dell’Abisso, ne parlo da anni. Mi sembra ovvio che sono satanisti questi dietro il NWO. Dai matrimoni-gay e con animali, al diritto al suicidio (travestito da eutanasia col finto caso DJ Fabo), libertà di droga, vaccini, 5G e scie chimiche per sterminare la popolazione, non credo i padroni del mondo appartengano all’orine delle monache carmelitane scalze!

14 dicembre 2018

Dino Tinelli: maree per le scimmie

Filmato esaltante in cui si dimostra che le maree non possono in alcun modo essere provocate dall’attrazione gravitazionale lunare. La NASA afferma che le acque dolci sono soggette a variazione periodica di livello, almeno nei grandi laghi ma ciò è falso. Nei corpi idrici d’acqua dolce non esistono le maree.

14 dicembre 2018

Intervista a Albino Galuppini su Montichiari Week

Oggi in edicola il settimanale locale bresciano Montichiari Week con una mia intervista sulla terra piatta. Parlo di Bill Kaysing anche dell’esperienza a Le iene.

Montichiari terra piatta Brescia

13 dicembre 2018

Terra piatta: la versione di Lupo Grigio

Analizziamo in Questo Video la Seconda Puntata delle Iene sulla Terra Piatta ! Buona Visione !

12 dicembre 2018

Luigi Baratiri reagisce a Terra piatta 2 (le Iene)

Mi scrivono chiedendomi “perchè non hai detto quello, perchè non hai chiamato Tinelli, perchè non hai risposto in modo diverso“. Il fatto è che in TV ci va chi ci vuole andare e quelli che chiamano loro. Poi è chiaro che è per distruggerci: su 4 ore di registrazioni fatte a Roma, le Iene hanno estrapolato 12 minuti. E di certo non rispettando la “par condicio”. Capito?
Mitico Luigi formato “Madmax” con l’auto che fa un rumore da carro armato!

12 dicembre 2018

Un attentato può far sempre comodo

ilfattoquotidianoTutta la Francia è mobilitata per cercare Cherif Chekatt, il 29enne sospetto attentatore di Strasburgo, che intorno alle 20 di martedì sera ha fatto fuoco nel mercatino di Natale uccidendo 3 persone e  ferendone altre 13, nove delle quali in modo grave. Il ministro dell’Interno Christophe Castaner ha parlato di “Francia in emergenza attentato” di “controllo rafforzato dei confini“. Il killer ferito si è dileguato in taxi dopo essersi scontrato due volte con la polizia francese: ferito alla mano anche un militare dell’operazione Sentinelle. L’autista del taxi ha raccontato alle forze dell’ordine che l’uomo era ferito ad un braccio e si è fatto lasciare in prossimità del commissariato di polizia del quartiere di Neudorf.

Evidentemente i Gilet Gialli fanno talmente paura che: ecco un bell’attentato terroristico dell’ennesimo radicalizzato posticcio a dare una mano all’esecutivo morente di Macron. Come sempre la strategia della tensione funziona. A beneficare di questo stato di cose è il potere costituito per cui sembra davvero improbabile che un attentatore scelga proprio questo momento per mettere in pratica la sua assurda rivalsa socio-psicotica. Tutti gli attentati strombazzati dai media di regime come opera di radicalizzati islamici altro non sono stati che operazioni di intelligence utili per rafforzare gli esecutivi e porre in atto misure di intimidazione e controllo della popolazione civile. Vedremo se si tratta di un falso attentato, come i precedenti, oppure se qualcuno si è fatto veramente male. Ridicolo infine che il presunto attentatore posticcio si sia fatto lasciare dal Taxi vicino ad un commissariato di Polizia! Andava dai suoi colleghi? ( http://offskies.blogspot.com/ )

In risposta all’amico Ghigo, dirò che sì si è trattato del l’usuale attentato farsa organizzato dalla CIA. Ma anche Macron e i gilet gialli sono operazioni dei servizi. Al pari di ogni “rivoluzione colorata” e “popolo viola”, “magliette rosse” che si rispetti. Chi so la, tutto un’arma di distrazione di massa mentre cercano di fare passare ovunque il global compact per fare entrare nella UE 10 milioni di africani a creare il “popolo europeo” del super-stato europeo multirazziale americanizzato. Cose che scrivo da dieci anni e passa.

12 dicembre 2018

Stephen Curry appoggia le teorie cospirazioniste: “L’uomo non è mai andato sulla luna”

Curra Luna basket

Curry non crede che l’uomo sia andato sulla luna: Saranno loro a venire da noi. Non noi da loro
I giocatori NBA ultimamente sono soliti avere delle teorie bizzarre. Dopo la terra piatta di Kyrie Irving, anche Stephen Curry ha tirato fuori un’altra teoria complottista nel corso del podcast condotto da Vince Carter e Kent Bazemore dal nome “Winging It”.
Dopo aver parlato per 45 minuti el più e del meno, Stephen Curry ha domandato alle persone ospiti del podcast (anche Andre Iguodala era presente).
“Siamo mai stati sulla luna?” ha detto Curry con molti dei presenti che hanno risposto in maniera negativa. “Saranno loro a venire da noi. Non penso noi da loro. Quindi inizio la mia teoria cospiratrice” ha continuato Curry. ( https://sportando.basketball/stephen-curry-appoggia-le-teorie-cospirazioniste-luomo-non-e-mai-andato-sulla-luna/ )

Libri di approfondimento: LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WESTLA LUNA DI CARTA.

12 dicembre 2018

Commodo il Misericordioso sale sul ring

Si potrebbe accostare al personaggio dell’iconico film di Ridley Scott l’astronauta Umberto Guidoni. L’imperatore scese nell’arena a combattere, nel Colosseo, non prima di avere fatto clandestinamente acciaccare i suoi contendenti. Lo stesso è successo a Roma il 10 ottobre 2018.
Guidoni si presentò sotto le mentite spoglie del “tassinaro Mario”. Al che, mi venne subito in mente la scena d’apertura del film I soliti ignori, ambientato a Roma: “Scusa, conosci un certo Mario?“, “Mario chi, ce ne stanno cento“. “Ma questo è uno che ruba“, “Be’, sempre cento sono!“. Mi ronzava in testa ma non la dissi, essendo settentrionale temevo di passare per un “leghista fuori casa”.
E che dire di Gaston Zama? Un personaggio equivoco che a noi ci aveva raccontato di chiamarsi “Giorgio Romiti”.
Il gatto e la volpe di collodiana memoria.
La condizione era, evidentemente, l’astronauta avrebbe dovuto “vincere” comunque come l’imperatore romano nel film Il Gladiatore.
Un gioco al massacro.
Però riflettevo stamane. Se la Terra è davvero sferica, perché prendersela con un disgraziato come me? E badate,  io sono un disgraziato autentico. I poteri occulti hanno forse la coda di paglia?
Il verso di una nota canzone che parla della città eterna recita: “che mi da coraggio, se tu non mi vuoi bene“.

11 dicembre 2018

Mai dire click: Gialappa’s contro Terra piatta

11 dicembre 2018

La manipolazione mentale dietro il “Black Friday”

Video eccellente, preciso e coinciso. Oltretutto, gli angloamericani ci stanno imponendo la lingua e le loro tradizioni dettate dalla massoneria. La stessa lingua inglese è stata destrutturata appositamente per un utilizzo come lingua franca “globale”. Per esempio, tramite la dismissione del congiuntivo, cosa che vogliono fare anche con l’italiano onde favorire le traduzioni automatiche di Google. Notare che nessun “sovranista” lo dice. Cito il caso del il conio della parola dog (in disprezzo di God) in luogo dell’originario lemma germanico hound (cane).

10 dicembre 2018

Terra piatta: stiamo entrando in una nuova era paurosa

Complottismo:fake luna/satelliti iss e terrapiatta sopra ogni cosa ps video sconsigliato ai terrasferici incallliti beceri,ma solo ad un pubblico elevato in ogni senso,sconsigliati anche a chi denuncia l 11 sett,le scie chimiche,la sovranita’ monetaria,la sovranita personale,i vaccini….mi aspetto molti pollici in giu,ma e’tempo che almeno qualcuno faccia un salto avanti per darvi la visione dlel immediato futuro nei contesti sudetti ps non me ne voglia nessuno ,non ce la ho con nessuno,sto solo tirando dritto per la mia strada… (Luigi Baratiri)

Stasera dovevo essere in onda su Radio Amore Napoli con lambrenedetto e un’astronauta ma la puntata è stata annullata. L’effetto “Sfera e basta” comincia a farsi sentire…

9 dicembre 2018

Strage in discoteca di Ancona: solita fake news?

Molto probabilmente si tratta di una fake news anche se non posso escludere le vittime siano vere. Sfera Ebbasta è un personaggio inventato (e pompato in ogni modo) per combattere la rivelazione della terra piatta. Evento inscenato per “esorcizzare” l’interesse verso la forma della Terra. A livello esoterico, la risposta deve essere sempre data. Discorso simile per la “morte” improvvisa del capitano della Fiorentina Astori il giorno delle elezioni politiche in cui Renzi (ex sindaco di Firenze) avrebbe straperso.
Ieri parlavo giusto con un sacerdote che insegna in un noto liceo bresciano. Durante l’ora di religione, è stato bersaglio di numerose domande sulla interpretazione biblica riguardo la forma della Terra. Chiaro che non posso permettersi che l’argomento penetri fra i banchi di scuola (peraltro, sta cominciando ad succedere in USA) altrimenti, per il modello eliocentrico, è la fine.
Oggi è il primo anniversario della prima conferenza italiana PIANO DI ESISTENZA 1 tenutasi il 9 dicembre 2017 in quel di Ponti sul Mincio.
ADDENDUM La mia sensazione è che anche il video sopra sia un abile fake atto ad alimentare “la teoria del complotto”, ma non di quello autentico.


9 dicembre 2018

Samantha Cristoforetti incerta a Radio DeeJay

Cristoforetti Linus

Stessa sensazione ho provato quando ho avuto occasione di confrontarmi di persona col dottor Umberto Guidoni, altro astronauta italiano. Essi sono incerti e, se li guardate bene in viso (e negli occhi), si intuisce che hanno qualcosa da nascondere. Al pari dei membri dell’Apollo nella famosa intervista al ritorno dalla prima spedizione lunare. C’è una dissonanza cognitiva: siamo degli eroi ma non chiedeteci il perché. Se è tutto vero, come si giustifica un atteggiamento del genere?

Samantha Cristoforetti sghignazzando racconta una galassia di cazzate agli studenti ed altri bevitori di Balle Spaziali accorsi a questa ennesima ostentazione di falsità.

8 dicembre 2018

Nuovo pallone stratosferico rileva assenza di curvatura terrestre

Un nuovo filmato da un pallone d’alta quota. Non si evince alcuna curvatura. Eppure, stando al modello sferico, la curvatura si dovrebbe osservare già a pochi km di altezza. Tanto è vero che, si dice, i velieri scompaiono dietro l’orizzonte, allontanandosi, prima con lo scafo e dopo colle vele e l’albero maestro.

La vera forza dei terrapiattisti:

7 dicembre 2018

Cina, un rover sul lato nascosto della Luna

i chiama Chang’e 4 ed è la missione cinese che toccherà per prima la zona più lontana della Luna, dove nessuno è mai stato.


La Luna sta tornando di moda, anche per la CNSA, l’agenzia spaziale cinese. Con la missione Chang’e 4, che si dice partirà l’8 dicembre anche se non è stato annunciato ufficialmente, sarà inviata una sonda verso il cratere Von Karman. Si tratta del più largo, profondo e antico cratere situato nella regione del polo sud della Luna, nella “faccia nascosta”.
Se andrà tutto bene, una volta atterrato Chang’e-4 si avvicinerà ad altri numerosi crateri. Quando è stato generato questo cratere, da un forte impatto, probabilmente è arrivata in superficie materiale del mantello della Luna, che sarà analizzato dagli strumenti a bordo del rover, che eseguirà anche esperimenti di radioastronomia e testerà se le piante possono crescere con la gravità della Luna. Inoltre penetrerà fino a 100 m di profondità alla ricerca di strutture sotto la superficie. ( https://www.webnews.it/2018/12/05/cina-rover-lato-nascosto-luna/ )

I cinesi danno una mano agli americani (per cui il loro antagonismo è finto) per reggere il moccolo in vista del 50° anniversario della conquista della Luna. La Change four, (o l’inglese!) la inviano sul alto scosto giusto per assicurarsi che nessuno potrà confutare la veridicità dell’allunaggio.

6 dicembre 2018

Stasera si parla di terra piatta su Centro Suono Sport

Interverrò stasera in diretta telefonica alle 21:20 circa su Centro Suono Sport di Roma. Se qualcuno vuole porre domande contatti gentilmente la redazione della emittente che trasmette sui 101,5 FM.

Ecco il podcast della trasmissione di ieri sera per chi lo vuole scaricare e ascoltare:
https://drive.google.com/file/d/1QW9O-XFNpdHQbNQfP_K423A0mHlt2EUq/view

5 dicembre 2018

Si accende l’albero di Natale di piazza Duomo a Milano

Un abete alto 25 metri, con circa 40mila luci a led: brillerà nel centro della città fino al 6 gennaio. Il ricavato della vendita del legno dell’albero sarà poi devoluto in beneficenza
Brillerà per tutte le feste di Natale, fino all’Epifania. E, dall’alto dei suoi 25 metri, l’abete di piazza Duomo a Milano vigilerà sui milanesi, turisti, fedeli diretti a messa, ragazzi in cerca di regali di Natale, appassionati di mercatini. La cerimonia di accensione dell’albero di Natale è ormai una tradizione: con migliaia di persone assiepate fin sul sagrato – tutti con i cellulari in mano per riprendere la scena – e il momento del count down, quando le migliaia di palline blu che decorano l’abies excelsa sono state illuminate da circa 40mila punti luce a led disposti nei giorni scorsi dagli operai che hanno montato e addobbato l’albero. ( https://milano.repubblica.it/cronaca/2018/12/05/news/milano_accensione_albero_natale_piazza_duomo-212867058/ )

Già, il legno dato in beneficenza. Intanto un albero maestoso di 25 metri è stato ammazzato per niente. Le conifere crescono lentamente, quanti anni aveva impiegato quella pianta ad arrivare a 25 metri di altezza? Il soffio del diavolo. Invito chiunque a NON impiegare abeti VERI per questa cosa. Piuttosto addobbate con luminarie (da esterno) un albero qualsiasi nel vostro giardino. Sarà Natale lo stesso. Ricordo che quando facevo l’università, un mio compagno delle valli bresciane a gennaio raccoglieva vicino ai cassonetti dell’immondizia gli alberi di Natale buttati via e li piantava attorno a una baita di montagna che la sua famiglia possedeva. Una certa percentuale attecchiva a sopravviveva!
L’abete ha forma triangolare ed è stato imposto anche in Italia dalla massoneria in luogo del presepe per rimuovere Cristo dai cuori e dalle menti. Così come Santa Lucia e Gesù Bambino sono stati rimpiazzati da “Santa”, Babbo Natale, inventato dalla Coca Cola, “Santa” è l’anagramma di Satan, o no?
Il “gender” nelle scuole e la “legge sulla privacy” sono stati ideati per proteggere trafficanti di droga, di organi e l’identità dei pedofili. E il giorno di Santa Lucia, non a caso, a Milano si inaugura una mostra di pornografia per bambini come ben smascherato da Gianni Lannes:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2018/12/porno-per-bambini-milano.html

5 dicembre 2018

Come vivere senza lavorare

La soluzione sarebbe il tempo parziale, lavorare metà giornata. Per avere tempo per autoprodurre parte del proprio cibo. Il segreto è di spegnere la TV e radio, non farsi abbindolare dalle pulsioni consumistiche inculcate dalla pubblicità nei mass media. Non cadere nelle trappole psicologiche tipo “Black Friday” in cui offrono forti sconti ma sempre soldi spesi sono.
È avvantaggiato chi riesce a ereditare/acquistare appartamenti da mettere in affitto agli insegnati che vengono sbattuti in giro per l’Italia. Bilocali e monolocali, dato il basso costo degli immobili, sono l’investimento più redditizio a dispetto delle tasse. Naturalmente, nei comuni dove ci sono anche scuole superiori e ospedali in modo che ci sia richiesta di affitti da insegnanti, ATA, infermieri e personale sanitario proveniente da altre zone.
Il segreto è ciò che dice Francesco: per lavorare di meno bisogna imparare a spendere di meno.

https://www.ibs.it/smettere-di-lavorare-cambiare-vita-ebook-francesco-narmenni/e/9788868202446?lgw_code=1122-E9788868202446&gclid=Cj0KCQiAi57gBRDqARIsABhDSMq9IiSNx_PrV5XK4bbrM7AqfzT2av5m3piJygHRH_frRu3Pu0KyzAIaAte0EALw_wcB

LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WEST

Scappare dall’Italia rimanendo in Italia? Si può!

4 dicembre 2018

El Sol no se esconde en la noche

El sol no se esconde al otro lado del horizonte como te hacen creer, si subes lo suficiente podrás ver el sol de noche por encima de las nubes para apreciar el atardecer y el amanecer en una sola toma sin perder la luz a lo lejos …la tierra es plana y el sol viaja por encima del horizonte …

4 dicembre 2018

Come si spiega l’incredibile successo dei «Terrapiattisti»

Da qualche giorno in rete si discute più del solito dell’idea fantasiosa che la Terra sia piatta. Merito di un esilarante servizio delle Iene che ha documentato il convegno dei terrapiattisti ad Agerola. La gente crede a una quantità sterminata di cose ridicole, come conseguenza non tanto di ignoranza, arroganza o perversione, ma del modo in cui funziona il cervello umano. Si crede a omeopatia e agopuntura, alla biodinamica o che i vaccini causano malattie, e poi all’astrologia, agli Ufo, a una pletora di venditori di pseudo-cure, etc. Siamo una specie credulona e a ciò si deve il nostro successo sul pianeta. E c’è una logica ben precisa nella pseudoscienza e nelle superstizioni.

https://i2.res.24o.it/images2010/Editrice/ILSOLE24ORE/DOMENICA/2018/12/04/Domenica/ImmaginiWeb/Ritagli/terrapiatta-U20437902671QwB--1170x507@IlSole24Ore-Web.jpg

Nessuna credenza, forse, è più comica della teoria che la Terra sarebbe piatta. In questo caso il deragliamento della ragione tocca livelli importanti. E’ interessante l’eziologia e la storia naturale della deviazione, ma anche come si diffonde. Non esistono rimedi contro le pseudo-credenze, e la loro fluttuazione nella popolazione generale dipende da dinamiche contingenti o dai danni che possono fare. Peraltro, credere che la Terra sia piatta non fa male a nessuno.
Stando ai dati di Google Trend, da metà 2015 c’è stato un aumento crescente di ricerche che avevano per oggetto “Flat Earth”, con un picco quasi fuori scala a fine novembre 2017. Non ci sono motivi per quel picco, a parte forse che il 20 novembre Nature pubblicava la prima descrizione di un oggetto interstellare che attraversava il sistema solare, e tutti i giornali riportavano la notizia. Il paese dove il termine è stato più googlato è la Nuova Zelanda, mentre l’Italia è al 38° posto, con un lieve incremento di interesse negli ultimi 4 anni.
Ma perché tanto interesse per un’idea così balzana (il 2% degli americani pare creda che la Tarra sarebbe piatta e il 10 lo prende in considerazione), che si impara a confutare alle scuole elementari? Togliamo di torno che si tratti di passatismo. Gli antichi sapevano che la Terra è sferica. Viaggiatori e marinai per esperienza, in quanto vedevano prima le parti più elevate di un’isola o di una nave in avvicinamento. Aristotele scriveva che è un fatto accertato, mentre Eratostene ne misurò con sorprendente precisione la circonferenza nel III secolo prima dell’era volgare. Anche nel medioevo le persone istruite sapevano che la Terra è sferica: un trattato degli inizi del XIII secolo di Giovanni di Sacrobosco riassume le prove del tempo della sfericità del mondo (Tractatus de Sphera, circa 1230).
Dopo i viaggi di Cristoforo Colombo la teoria entrava in un cono d’ombra per riemergere nell’Ottocento come risposta alla diffusione della razionalità scientifica e in difesa del contenuto letterale della Bibbia, da parte dei frange religiose più integraliste. A fine Ottocento si consumò in Inghilterra una sfida tra il grande biogeografo Alfred Wallace e il terrapiattista John Hampden, che mise in palio 500 sterline per chi avesse dimostrato la curvatura della Terra. Wallace ci riuscì, ma Hampden fece di tutto per non pagare e minacciò Wallace, finendo in carcere. Tuttavia, la scommessa fu annullata e Wallace, che puntava solo ai soldi, dovette restituire la somma, subendo anche le critiche dai colleghi perché non avrebbe dovuto svilire la scienza in una scommesse per stabilire un fatto acclarato.
Le pseudoscienze non sono prive di “metodo”, come credono gli scienziati. Nell’ottocento in difesa del terrapiattismo era usato il metodo zetetico, cioè una forma di pseudo-scetticismo che si richiama al pensiero scettico radicale antico, per cui si deve partire da osservazioni e dati sperimentali per dedurre le spiegazioni, e non si devono assumere ipotesi o teoria in partenza da confutare attraverso le prove. Ergo, non si deve fare l’ipotesi che la Terra sia rotonda o piatta, ma partire dalle percezioni e dai dati sperimentali accessibili ai sensi da spiegare deduttivamente: tutto il resto sarebbero pregiudizio o inganni.
Nell’era dei viaggi spaziali, la credenza nella Terra piatta è stata alimentata soprattutto dalle teorie cospirative, insieme alla dissonanza cognitiva e a una forma di bias anticonformista. I terrapiattisti sostengono ci sia una cospirazione mondiale che, come nel film Matrix, ci fa vivere una realtà che non esiste ed è frutto di manipolazioni. E’ inutile portare prove, perché i terrapiattisti possono anche credere in alcune prove e conservare le loro pseudocredenze. E’ la dissonanza cognitiva, che ci aiuta a tirare avanti con le nostre contraddizioni. Oggi, per esempio, molti terrapiattisti non mettono più in discussione l’evoluzione darwiniana, l’età della Terra, i dati dei satelliti che provano il riscaldamento globale, la gravità, etc.
Forse non è tanto importante credere che la Terra sia piatta, e in molti non ci credono davvero a livello inconscio, quanto aderire a una dottrina cospirativa. E’ la componete cospirativa che attrae verso molte pseudocredenze. Le teorie della cospirazione condividono il fatto di avanzare una teoria alternativa (altro che zetetica!) rispetto qualcosa, ed elaborano vaghe (è importante che sia vaghe!) e contorte spiegazioni del perché qualcuno sta nascondendo quella versione “vera” degli eventi. I terrapiattisti sono ben più dogmatici sul fatto che la Terra sia piatta, di quanto noi lo siamo circa la sua rotondità. Per noi non c’è sia nulla da dimostrare più, e siccome le cose funzionano benissimo con la Terra rotonda, la diamo per scontata senza essere fanatici. Se si è predisposti a un bias di anticonformismo è difficile resistere all’influenza di gruppi di persone che pur avendo un punto di vista minoritario, lo presentano in modo astuto, sembrano molto ben informati e sono molto convinti di quello che sostengono.
La nostra capacità non solo di farci ingannare dai sensi, ma anche farci influenzare dagli altri e di montare argomenti apparentemente razionali per difendere credenze e metodi sbagliati, è fantastica. E c’è chi ancora crede che il libero arbitrio sia una cosa reale! Forse le strategie per contrastare la diffusione e gli effetti dannosi delle pseudoscienze andrebbero ripensate. ( https://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2018-12-03/la-terra-e-piatta-chi-ci-crede-121618.shtml?uuid=AEbJtyrG )

Terra vista a raggi infrarossi: (nessuna curvatura rilevabile)

Volo notturno dall’emisfero Nord al Sud. Il firmamento non si ‘solleva’ dato che il velivolo dovrebbe ‘abbassarsi’ seguendo la curvatura terrestre: