Archive for dicembre 5th, 2018

5 dicembre 2018

Si accende l’albero di Natale di piazza Duomo a Milano

Un abete alto 25 metri, con circa 40mila luci a led: brillerà nel centro della città fino al 6 gennaio. Il ricavato della vendita del legno dell’albero sarà poi devoluto in beneficenza
Brillerà per tutte le feste di Natale, fino all’Epifania. E, dall’alto dei suoi 25 metri, l’abete di piazza Duomo a Milano vigilerà sui milanesi, turisti, fedeli diretti a messa, ragazzi in cerca di regali di Natale, appassionati di mercatini. La cerimonia di accensione dell’albero di Natale è ormai una tradizione: con migliaia di persone assiepate fin sul sagrato – tutti con i cellulari in mano per riprendere la scena – e il momento del count down, quando le migliaia di palline blu che decorano l’abies excelsa sono state illuminate da circa 40mila punti luce a led disposti nei giorni scorsi dagli operai che hanno montato e addobbato l’albero. ( https://milano.repubblica.it/cronaca/2018/12/05/news/milano_accensione_albero_natale_piazza_duomo-212867058/ )

Già, il legno dato in beneficenza. Intanto un albero maestoso di 25 metri è stato ammazzato per niente. Le conifere crescono lentamente, quanti anni aveva impiegato quella pianta ad arrivare a 25 metri di altezza? Il soffio del diavolo. Invito chiunque a NON impiegare abeti VERI per questa cosa. Piuttosto addobbate con luminarie (da esterno) un albero qualsiasi nel vostro giardino. Sarà Natale lo stesso. Ricordo che quando facevo l’università, un mio compagno delle valli bresciane a gennaio raccoglieva vicino ai cassonetti dell’immondizia gli alberi di Natale buttati via e li piantava attorno a una baita di montagna che la sua famiglia possedeva. Una certa percentuale attecchiva a sopravviveva!
L’abete ha forma triangolare ed è stato imposto anche in Italia dalla massoneria in luogo del presepe per rimuovere Cristo dai cuori e dalle menti. Così come Santa Lucia e Gesù Bambino sono stati rimpiazzati da “Santa”, Babbo Natale, inventato dalla Coca Cola, “Santa” è l’anagramma di Satan, o no?
Il “gender” nelle scuole e la “legge sulla privacy” sono stati ideati per proteggere trafficanti di droga, di organi e l’identità dei pedofili. E il giorno di Santa Lucia, non a caso, a Milano si inaugura una mostra di pornografia per bambini come ben smascherato da Gianni Lannes:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.com/2018/12/porno-per-bambini-milano.html

5 dicembre 2018

Come vivere senza lavorare

La soluzione sarebbe il tempo parziale, lavorare metà giornata. Per avere tempo per autoprodurre parte del proprio cibo. Il segreto è di spegnere la TV e radio, non farsi abbindolare dalle pulsioni consumistiche inculcate dalla pubblicità nei mass media. Non cadere nelle trappole psicologiche tipo “Black Friday” in cui offrono forti sconti ma sempre soldi spesi sono.
È avvantaggiato chi riesce a ereditare/acquistare appartamenti da mettere in affitto agli insegnati che vengono sbattuti in giro per l’Italia. Bilocali e monolocali, dato il basso costo degli immobili, sono l’investimento più redditizio a dispetto delle tasse. Naturalmente, nei comuni dove ci sono anche scuole superiori e ospedali in modo che ci sia richiesta di affitti da insegnanti, ATA, infermieri e personale sanitario proveniente da altre zone.
Il segreto è ciò che dice Francesco: per lavorare di meno bisogna imparare a spendere di meno.

https://www.ibs.it/smettere-di-lavorare-cambiare-vita-ebook-francesco-narmenni/e/9788868202446?lgw_code=1122-E9788868202446&gclid=Cj0KCQiAi57gBRDqARIsABhDSMq9IiSNx_PrV5XK4bbrM7AqfzT2av5m3piJygHRH_frRu3Pu0KyzAIaAte0EALw_wcB

LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WEST

Scappare dall’Italia rimanendo in Italia? Si può!