L’ambientalismo è una fake news globale (purtroppo)

Dispiace, da ambientalista convinto quale sono, scrivere degli articoli come questo.
Prendo spunto dalle fandonie del video sotto. Il riscaldamento globale non esiste, o meglio, i Cambiamenti Climatici (CC = 33) sono una creazione delle scie chimiche per avvantaggiare gli Stati Uniti d’America che di ridurre emissioni non ne vogliono sapere. Gli altri sono compartecipi nella sceneggiata napletana.
Addirittura un sito di sovranismo (evidentemente fake) come Byoblu dice che fanno male gli europei ad andare divisi mentre è proprio ciò che dovrebbe succedere in nome della sovranità nazionale!
I dati climatologici hanno smentito il “riscaldamento globale”. Così i mandanti dei pagliacci alla Messora  & compagnia hanno dovuto ripiegare su un non meglio precisato “cambiamento climatico”.
“Grazie” alle scie chimiche stanno seccandoci moltissimi alberi da frutta non OGM in modo da obbligare ad acquistare la roba di plastica sugli scaffali dei supermercati, nessuna organizzazione ambientalista ne fa cenno. Salvo incolpare un non bene identificato “inquinamento”.
Riguardo alla “caccia alle balene”, chiaro che i giapponesi si stanno riprendendo, loro sì, la sovranità e quindi ripristinano le loro tradizioni, che piaccia o no a noi.
Il resto del servizio sotto è sbobba melensa, a metà fra il Manifesto e il Fatto, organi di stampa al servizio dei poteri occulti angloamericani multinazionali e globalisti.

OT Notare come tutte le notizie sono truccate ‘Sea Watch 3 in mare con 33 migranti, : ‘Porti italiani chiusi”.

https://video.repubblica.it/dossier/immigrati-2015/sea-watch-3-in-mare-con-33-migranti-salvini-porti-italiani-chiusi-vada-in-olanda/323196/323817

PS Buon Natale!