Archive for febbraio 8th, 2019

8 febbraio 2019

Vuoto Assoluto

Prove incontestabile che il vuoto assoluto non esiste. Altrimenti, l’atmosfera terrestre sarebbe immediatamente risucchiata nello spazio siderale. Noi viviamo in una serra. Lo sanno loro, infatti, dicono che subiamo un “effetto serra”.

8 febbraio 2019

Ecco a chi conviene licenziarsi e chiedere il reddito di cittadinanza

È un apprendista e lavora in un’azienda calabrese. E, in tutta franchezza, gli converrebbe licenziarsi e correre al centro per l’impiego a presentare domanda per il reddito di cittadinanza. Guadagnerebbe di più senza la fatica del lavoro quotidiano.
Ha fatto discutere l’affermazione del presidente dell’Inps Tito Boeri in audizione al Senato, secondo il quale il 45% dei lavoratori del Sud guadagna meno di 780 euro al mese. Ovvero la cifra massima elargita al singolo che otterrà il sussidio voluto dal Movimento 5 Stelle. In un anno, chi dovesse ottenere questa somma per 12 mesi riceverebbe qualcosa come 9.360 euro. E il punto, questo sì drammatico a prescindere da come la si pensi sul reddito di cittadinanza, è che in Italia c’è chi guadagna meno di questa somma. ( https://www.infodata.ilsole24ore.com/2019/02/08/conviene-licenziarsi-chiedere-reddito-cittadinanza/ )

Il Sole24ore (fintamente) scopre l’acqua calda. Che in Italia, grazie allo Steve Jobs Act, abbiamo un costo della vita da Scandinavia con stipendi nel privato da Grecia (e precariato da USA).
La cosa procurerà storture talmente gravi nel sistema Italia da farla saltare in aria, almeno io spero.
Il progetto è lapalissiano: ridurre l’Europa meridionale a zone perennemente assistite dal nordeuropea, identicamente al giochetto ai poteri occulti è riuscito per 150 anni fra Nord e Sud Italia.
Il tutto serve a rafforzare l’Unione Europea spingendo l’emigrazione di necessità per mescolare le razze e creare il “popolo europeo”.
Per l’integrazione e l’omologazione europea stanno varando un RdC troppo alto per l’Italia nella quale ci sono stipendi bassi.
Confindustria, cui il Sole24Ore fa riferimento, vorrebbe fare saltare in aria il RdC per timore che gli industriali debbano alzare i salari per assumere operai.
Il loro timore è fondato. Qualcuno mi dovrebbe spiegare perchè, un capofamiglia marocchino o senegalese (con moglie e 2 figli a carico) dovrebbe rinunciare a 1180 € di RdC, senza fare nulla, per accettarne 10000 o meno lavorando.
Ho conoscenti che spendono 130-150 € mensili di carburante per recarsi sul posto di lavoro, quindi, per retribuzioni nette mensili sotto i 1200 euro, significa circa mille euro reali tenuto conto della spesa per andare e venire dal lavoro.
Per quale motivo qualcuno dovrebbe rinunciare al “divano” per lavorare guadagnando di meno!? Cito espressamente gli stranieri in quanto, essendo meno condizionati dalla cultura risibile del “diritto al lavoro”, loro se riescono, non lavorano.
È chiaro che esiste un secondo fine che, in verità, è primario: trattenere gli immigrati e anestetizzare il dissenso degli italiani dato che la situazione economica continuerà a deterioraersi (lo auspicò Monti) in vista della creazione del super-stato europeo americanizzato.