Archive for marzo 24th, 2019

24 marzo 2019

Il diavolo si fa pubblicità

Astana

Kazakistan, firmato decreto presidenziale per cambiare nome a capitale Astana
Il presidente del Kazakistan, Kassym-Jomart Tokayev, ha firmato il disegno di legge sulla modifica della Costituzione del paese per rendere possibile la ridenominazione della capitale kazaka. “E’ stato siglato il decreto per cambiare il nome della capitale da Astana a Nur-Sultan”. ( https://agvilvelino.it/article/2019/03/23/kazakistan-decreto-presidenziale-per-cambiare-nome-a-capitale-astana/ )

Il tizio cornuto non solo veste Prada, si fa pure pubblicità. La notizia serve e rendere noto a livello mondiale Astana capitale del Kazakistan, nome scelto appositamente in quanto anagramma di Satana. Altri nomi sono Ra e Ur (prima città ricostruita dopo il Diluvio). Se ci fate caso, le due sillabe, anche rovesciate (‘ar’, ‘ru’, per la dottrina luciferina l’alto vale quanto il basso, la destra come la sinistra) si trovano nei toponimi di nazioni e capitali mondiali del “futuro”: Parigi, Bruxelles, Praga, Russia, Francia, Gran Bretagna, Edimburgo, Barcellona, Gerusalemme, Iran, Iraq, Marocco, Ucraina, Canberra, Brasilia, Sarajevo, Belgrado, Teheran.
Anche il nuovo nome prescelto per la capitala kazaka contiene ‘Ur’.
Ecco come i satanisti che dominano il mondo si fanno beffe di noi.

PS La massoneria spinge verso lo stato globale formato da mega città (Ur-banizzazione) multirazziali superinquinate tipo quella di Blade Runner:

https://geograficamente.wordpress.com/2019/03/24/la-citta-e-il-futuro-non-le-regioni-trasformiamo-litalia-in-tante-nuove-citta-il-superamento-dei-quasi-8mila-comuni-puo-portare-a-mille-nuove-citta-di-almeno-60mila-abitanti-e-trasformi/

24 marzo 2019

Terrapiattisti: spedizione in Antartide fino al bordo del mondo!

Notare il simbolismo ‘occhio di Horus’ del massone Grillo, ‘uno vale uno’ = 11.

Esiste una crescente comunità di persone che credono che il mondo sia effettivamente piatto, organizzano convegni, crociere, eventi e manifestazioni. Sono i Terrapiattisti.
Ma ora vogliono provare di avere ragione!
Solo una spedizione potrà svelare al mondo intero che c’è qualcosa che ci è stato nascosto da troppo tempo: la Terra è piatta.
Sebbene si possa pensare che su un argomento come la forma del pianeta, ci sia poco da dire, è incredibile come stiano aumentando in tutto il mondo i seguaci del Terrapiattismo, anche in Italia!
Ha quindi senso che molti di loro stiano pensando di arrivare in Antartide per vedere il bordo del mondo e ottenere una risposta definitiva.
Ma arrivati al bordo si cade? Secondo Robbie Davidson, il fondatore del Terrapiattismo, no. “Molti della nostra comunità pensano che siamo come in una grande cupola, come un globo di neve. Quindi il sole, la luna e le stelle sono dentro, tutto è contenuto all’interno, quindi non c’è modo di cadere realmente dalla terra”.
Ma raggiungendo la costa dell’Antartide il gioco sarebbe fatto. Infatti i terrapiattisti credono che il polo sud, ossia l’Antartide ci sia un muro di ghiaccio che circondi la terra, sferica, ma piatta. Così seguendo tutta la costa del polo sud si dimostrerebbe che l’intero pianeta è piatto. Cioè un disco.
Quindi sembra che la fantomatica spedizione avverrà nel 2020, per dare modo a tutti di conoscere la verità.
Cosa possiamo dire sull’argomento, se non che non ci sono parole? ( http://www.beppegrillo.it/terrapiattisti-spedizione-in-antartide-fino-al-bordo-del-mondo/ )

La lingua batte dove il dente duole. I padroni americani del M5S temono lo spandersi dell’idea in Italia e ordinano a tutti i loro agenti, da Grillo a Mazzucco, di controbattere anche se di malavoglia. Infatti, loro sanno che, in rete,  l’opinione pubblica è assai meno manipolabile che tramite giornali e TV. Esempio, il proprietario di Luogocomune deve arrampicarsi sugli specchi e applicare una censura hitleriana per non avere a che fare con la terra piatta nel suo sito e durante le dirette a Border Nights, strumento di esternazione della gerarchia da parte dei poteri occulti.
La spedizione in Antartide, poi, è una distrazione dalla semplice analisi dei fatti dai quali si evince, banalmente, che non esiste alcuna prova che la Terra gira ne che sia tonda.

Testi di approfondimento: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.