Archive for aprile 1st, 2019

1 aprile 2019

Christopher Reeves, un altro pupazzo dell’Abisso

L’automa (senza capelli) impiegato per emulare Reeves al pari di Stephen Hawking.

Sembrava una sorta di macabra “legge del contrappasso” ciò che era accaduto all’attore famoso per il ruolo di Superman. Un superuomo divenuto tetraplegico per una caduta da cavallo nel 1995.
In questo video, apparentemente si dimostra che si è trattato di una finzione. Un tetraplegico non potrebbe muovere testa e dita.
Ma non è tutto. A quanto pare, a un certo punto è stato rimpiazzato da un robot capace di un’ottima mimica facciale probabuilmente prodotto in Israele.
Nel 2004 a 52 anni, stanco di recitare il ruolo (al posto del robot), è morto e ora, verosimilmente, è ancora vivo e vegeto sotto altra identità.
Intristisce constatare come siamo stati ingannati, o no?

1 aprile 2019

Le razze esistono, lo dice la UE (non è un pesce d’aprile)

Una patente di guida (esempio) del Nord Carolina: la razza di appartenenza è segnata: RACE W (w = white cioè bianca).

Negli Stati Uniti, esistono gli afro-americani, adesso anche gli afro-europei. Il filmato lo spiega bene. Ve lo dico da anni (prendendomi degli insulti), vogliono fare entrare nell’Europa continentale 10 milioni di africani vietando per legge ogni “discriminazione”, anzi discriminando all’incontrario pur di mescolare le razze. Lo scrissi al tempo dell’alleanza innaturale di Grillo con Farage intesa a fare uscire la GB dalla UE prima di africanizzarla. Ricordiamoci che, in USA, la razza è scritta sulla carta di identità, in Italia no, solo le scritte sono in inglese.
Quindi capite bene che Boldrini, Soros, Renzi, Saviano, Lerner, Bergoglio, Grillo, Corsera, Repubblica, Fatto Quotidiano ecc. fanno parte del piano massonico atto a creare il “popolo europeo” meticcio noto come piano Kalergi. Però, per fare questo devono promulgare leggi apposite pro-africani ammettendo esplicitamente, quindi, che le razze esistono e non sono tutte uguali.

1 aprile 2019

Agente 007 Moonraker: un altro effetto Mandela

Dopo lo sconcertante caso dell’apparecchio dentale non più presente nella scena di Dolly e Fauci, un altro caso strano.
Come molti sanno, l’effetto Mandela riguarda l’aspetto dei velivoli di linea: i motori a reazione non si trovano più sotto le ali, ma sporgono completamente in posizione anteriore sorretti da piloni. Ciò riguarda anche i vecchi modelli.
Scopro che nella scena d’apritura della pellicola Agente 007 Moonraker Operazione spazio, si vede un Boeing 747 Jumbo che trasporta lo Space Shuttle. Ora, l’immagine è scura ma sembra che i motori dell’aereo si trovino sotto le ali come li rammentiamo. Che cosa sta succedendo?
Se qualcuno riesce a recuperare un fotogramma in HD dal blu-ray, me lo invii, per cortesia.

https://cdn.cnn.com/cnnnext/dam/assets/160122104019-02-shuttle-747-shuttle747-z3c-0198-med.jpg