Amnesia totale: l’alluvione di fango senza memoria

Lavori di restauro di un edificio in Russia hanno portato alla luce un intero piano sepolto, una volta emerso.

Nei centri storici di quasi tutte le città del mondo ci sono edifici in cui il primo piano (almeno) è interrato o seminterrato.
Si può pensare che la cosa facesse parte del progetto originario o sia avvenuta per un evento di subsidenza del suolo.
In apparenza non è così. Pare invece che gli edifici siano stati interessati da un’alluvione universale di fango, avvenuta in tempi storici recenti, della quale però è stata persa memoria. Tali edifici sono riconoscibili per la presenza nei sotterranei, se ancora accessibili, di porte e finestre esterne murati. Se qualcuno conosce esempi in Italia, mi mandi le fotografie.
Per me, si tratta dei sedimenti del Diluvio Universale, significa che esso è avvenuto in tempo molto recenti. Anche Gesù Cristo è vissuto solo mille anni fa, le date storiche sono state alterate ma sulle monete e in antichi scritti la vera cronologia è persistita.
Se così fosse, ci sarebbero conseguenze incalcolabili: prima di tutto, le scoperte geografiche sarebbero fasulle, in quanto, in Nordamerica, Sudamerica e Oceania si sono scoperti edifici “occidentali” assai più antichi della storiografia ufficiale sulla colonizzazione di quei posti da parte degli europei. Poi, questo è un fenomeno che pare essere avvenuto solo due o tre secoli or sono ma del quale non c’è alcuna traccia nei resoconti degli storici.

https://tartaria.video.blog/