Archive for dicembre 22nd, 2019

22 dicembre 2019

Bergoglio vieta la Buona Novella

Il massone Bergoglio, come detto nel video, vieta il proselitismo cioè di convertire i non cristiani al Cristianesimo. Ciò contraddice in pieno le parole di Gesù: 10:7 “Andando, predicate e dite: “Il regno dei cieli è vicino”  10:8 “Guarite gli ammalati, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni; gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date“.(Matteo).
Ma perchè Bergoglio lo richiede? Per lo stesso motivo a cui serve la società multirazziale: scardinare, meglio eradicare, il cristianesimo. Infatti, se la maggioranza non è cristiana, per lui è buon gioco far accettare “democraticamente” di togliere i crocefissi, fare lavorare la gente di domenica (e senza indennità festiva), celebrare i matrimoni fra omosessuali e e fra esseri umani e animali ecc. per scardinare i comandamenti e i sacramenti.
È chiaro che, se i figli degli immigrati si convertono al Cristianesimo (se non altro per omologazione), il piano luciferino fallisce. Tanto semplice.

https://sites.google.com/site/lesacrescritture/Home/gesu-invia-i-dodici-a-postoli-in-missione-dal-vangelo-di-san-matteo

http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2019/12/20/papa-visita-a-sorpresa-in-un-liceo-di-roma_4bb360a0-e1bf-430f-a2aa-71ee2e52fba2.html

L’impressione che ne ricavo è che lui abbia fretta di liquidare ogni sacralità di Gesù Cristo, il demone che lo possiede tenderà sempre di più a scoprirsi. Significa che simo veramente vicini alla fine dei tempi. Gli spiriti maligni non riescono a prevedere il futuro tuttavia, grazie alla loro grande intelligenza, intuiscono quando il tempo stringe e stanno per essere scacciaci tendendo, in tal caso, a rivelarsi.

22 dicembre 2019

La sceneggiata della Banca Popolare di Bari

AHAHAH ancora con ‘ste crisi bancarie! Una messa in scena, replicata a cadenza annuale, per fregare centinaia di milioni di euro ai risparmiatori per poi fare “salvare” questi ultimi dallo stato.
Rammento a tutti che le banche possono creare il denaro dal nulla direttamente o indirettamente facendoselo prestare da altre le quali, a loro volta, lo creano ex nihilo. Pertanto, si tratta di recite a soggetto per i rimbambiti che (ancora) guardano la TV.

L’operazione avviene in tre fasi:

  • I dirigenti della banca, in combutta con amici e maneggioni vari, prestanome, finti imprenditori, ecc. spolpano le casse dell’istituto di credito con finanziamenti e prestiti senza garanzie per milioni di euro alla volta.
  • Dopodiché, dichiarano lo stato di crisi minacciando di rifarsi sui piccoli azionisti e risparmiatori che non c’entrano niente. Sono vittime poiché la cultura finanziaria media dello sportellista (cliente) italiano è pari a zero.
  • Terza ed ultima fase, lo stato interviene ripianando i debiti grazie all’impulso delle forze politiche e sociali “equo-solidali antirazziste” di cui il parlamento pullula.

Tutto qui. Sfugge alla mia comprensione che ci sia ancora gente in giro che si fida dei giornali e delle banche!
La prova che ho ragione sono i prestiti incredibili senza garanzie fatti a immigrati che dopo poco tempo scappano alla chetichella abbandonando tutto. Se le banche avessero cura dei loro soldi, prestiti a certe persone non li concederebbero. Vi pare?

PS Infine, mandano in rete personaggi come quello del video sotto a dire “Ci sono similitudini fra il fallimento di una banche e di una qualunque altra azienda“. BUGIA GROSSOLANA le normali aziende non possono creare soldi dal nulla come possono fare le banche.

22 dicembre 2019

La magia di Youtube: il mistero dell’immagazzinamento dei video

Si trova poco in rete in risposta a un semplice quesito: come fa Youtube a poter caricare e archiviare decine di migliaia di ore di video (spesso in Alta Definizione) ogni giorno?
Curiosamente non ci sono statistiche, le ultime risalgono al 2014 e parlano di 300 ore caricate ogni minuto. Nel frattempo, Youtube è letteralmente decuplicato grazie alle dirette con video di svariate ore ciascuno. Aveva senso quando la lunghezza di un video era limitata a 12 minuti ma oggi c’è gente che produce “live” HD da diversi giga ognuna! I canali attivi sono milioni e il contenuto dei canali chiusi non viene eliminato bensì archiviato, niente va perso in internet, sappiatelo.

https://sumanrs.wordpress.com/2012/04/14/youtube-yearly-costs-for-storagenetworking-estimate/

https://forums.digitalspy.com/discussion/1494259/can-a-site-like-youtube-have-infinite-space

https://www.quora.com/What-is-the-total-size-storage-capacity-of-YouTube-and-at-what-rate-is-it-increasing-How-is-Google-keeping-up-with-the-increasing-demands-of-Youtube%E2%80%99s-capacity-given-that-thousands-of-videos-are-uploaded-every-day

Chiunque lavori coi filmati ben sa che l’elaborazione video richiede prestazioni e spazio notevolissimi sul PC. Perfino l’utente Gmail (il servizio di posta elettronica di Google) ha o aveva un limite di spazio concesso, sebbene, un messaggio di posta elettronica occupi, in media, pochi KB di memoria. Per i filmati, non ci sono limitazioni, invece.
C’è qualcosa che non quadra con Youtube.
I casi possono essere due: Google dispone di tecnologie e memorie di massa non oggi disponibili in commercio. La seconda ipotesi è meno intuitiva: c’è una sorta di incantesimo, un potere occulto consente a questo servizio di funzionare tramite strumenti esoterici.
Per i filmati caricati ogni giorno (pensiamo solamente a quelli prodotti “al volo” dai cellulari in India che ha un miliardo di abitanti) probabilmente bisogna aggiungere al sistema un disco rigido al minuto, giorno e notte.
Ma ciò avviene veramente?