Archive for gennaio 10th, 2020

10 gennaio 2020

Incendi appiccati per fare spazio alla TAV

Nel filmato si ipotizza che gli incendi dolosi dei giorni scorsi in Australia e California siano stati causati per abbassare il costo dei terreni e sopire le opposizioni ambientaliste alla costruzione di alcune linee ad alta velocità ferroviaria.
In Italia, si scrisse che l’espianto degli ulivi in Puglia a causa della xilella e del terremoto di Amatrice furono causati per fare spazio al tracciato del TAP.
Anni fa, scrissi che i sismi da noi del 2012-13 furono causati dagli americani per costringere l’Italia ad accettare l’ingresso dei milioni di africani che stanno facendo entrare.
Da quando fa parte della NATO, anche l’Albania è soggetta a terremoti violenti ed è costretta ad accettare gli africani.
Sono solo congetture?

10 gennaio 2020

Popolare di Bari, Savona: “Capitale perso per 70mila piccoli azionisti”

Il presidente della Consob ha parlato dello stato del patrimonio dell’istituto di credito pugliese
Si presume che il patrimonio netto della Banca popolare di Bari, al 30 giugno scorso pari a 442 milioni di euro, “sia stato perso”.
Lo ha detto il presidente Consob Paolo Savona in audizione in commissione Finanze alla Camera sul caso della crack dell’istituto pugliese.
“Si parla di circa 70mila piccoli azionisti. I bond subordinati sono pari a 291 milioni di euro, tutte le altre obbligazioni sono state già rimborsate”, ha aggiunto l’economista cagliaritano, “dunque rimane un passivo di oltre 700 milioni da affrontare”.
Savona ha precisato che l’Autorità che controlla i mercati finanziari ha insistito a fine anno per la diffusione di dati di bilancio aggiornati, ma che tale informazione non è stata resa pubblica per ragioni di stabilità di finanziaria.
Sul caso è stata poi sentita anche Bankitalia, presente in audizione con la vice direttrice generale Alessandra Perrazzelli che ha definito “indispensabile” la conversione del decreto per “assicurare una prospettiva di risanamento della Banca Popolare di Bari”. ( https://www.unionesarda.it/articolo/economia/2020/01/09/popolare-di-bari-savona-capitale-perso-per-70mila-piccoli-azionis-2-973302.html )

Lo hanno fatto per pura cattiveria, sadismo 2.0. Fino a 2 anni fa, la Popolare di Bari era considerata in buona salute. Come mai un crollo così repentino?
Semplice, perchè si tratta di una messa in scena tendente a fare credere che le banche sono aziende uguali alle altre cioè che possono andare in crisi e perfino fallire.
Vi ho spiegato cento volte che gli istituti di credito possono creare il denaro dal nulla, quindi, le poche centinaia di milioni di euro, per rimborsare gli azionisti, li potevano tranquillamente trovare.
A rimetterci sono solo i poveracci “risparmiatori” mentre i banchieri e i sindacati dei bancari la fARANNO sempre franca. Difatti, si parla dei banchieri, meno dei bancari che hanno consigliato di acquistare azioni e obbligazioni ai clienti rovinandogli l’umore a vita, se non la vita stessa.
Queste crisi le inscenano anche per invogliare la gente a spendere. Effetto collatrale della crisi, infatti, è che la gente si sta svegliando, sta capendo che il consumismo stesso è una malattia mentale indotta.
Nella foto sotto, vedete il faccione compiaciuto di Paolo Savona (gruppo Aspen come la Annunziata e Tremonti ecc.). Si rimpallano le responsabilità fra banca d’Italia, ministero, Consob eccetera ma si tratta del classico gioco delle tre carte.

https://www.unionesarda.it/foto/previewfotoprogressivejpeg/2020/01/09/paolo_savona_archivio_l_unione_sard-908-560-884378.jpg