Archive for gennaio 12th, 2020

12 gennaio 2020

Agostino Favari intervistato da Radio Globo

Agostino Favari su Radio Globo sul tema della Terra piatta.

12 gennaio 2020

Hammamet e dintorni

Perché il caso Craxi fa ancora tanto scalpore, impedendo di avere un quadro neutrale e sereno di quanto accaduto? Perché sostanzialmente nulla da allora è cambiato. I media di regime cianciano di prima, seconda e terza repubblica ma il malaffare è sempre lo stesso. Le piramidi di potere sempre le stesse. Sono cambiate le facce, le epidermidi ma il nucleo dirigente no. Chi comanda in Italia e nel mondo allora, detiene saldamente il potere oggi e lo fa da tempo immemore.
La famosa piramide del congresso socialista, ideata da Panseca, esponeva in modo diretto e chiaro chi comandava allora, chi muoveva le fila dei burattini posti alla sua base. La rosa rossa imperava anche sotto forma del più modesto garofano. Oggi come allora, allora come sempre. Ecco la piramide con l’occhio, il piano sovrastante, quello propriamente disumano. Craxi in fondo non è stato un martire perché si è ritirato, già molto malato, a vita privata. Non ha pagato per le sue colpe, peraltro le colpe di tutti, allora come oggi, oggi come sempre.
La visione del film di Gianni Amelio impensierisce perché non riesce a trovare una conclusione valida e razionale alla vicenda, dovendo infatti ricorrere alla surrealità fiabesca e onirica per finire una sceneggiatura invero attenta e storicamente corretta. Un film comunque da vedere per rendersi conto di cosa non appare. Cosa non è possibile ancora oggi mostrare per poterlo definire, giudicare, soppesare. Un capitolo della storia d’Italia ancora aperto ed attualissimo perché nulla da allora è cambiato. Allora come oggi, oggi come sempre. La piramide impera. ( http://offskies.blogspot.com/ )

Condivido l’analisi dell’amico Ghigo Battaglia. Aggiungo che Mani Pulite fu un golpe degli americani, una operazione psicologica mediatica, per togliere di mezzo la DC e le istanze cattoliche (ancora tali) e punire Craxi per lo sgarbo di Sigonella. Cosa che avevo scritto già 15 anni fa. Dopodiché, comincia la Italia attuale basata sull’immigrazione incontrollata, i “diritti civili” anticristiani che erano bandiera, al tempo, principalmente dai massoni filo-americani nel Partito Radicale. E poi le “regole UE” e l’euro.
Oggi l’Italia è al capolinea e si sta trasformando in una specie di Kossovo nel cuore dell’Europa, un protettorato di straccioni stile terzo mondo, cosa, anche questa, che predicevo nel 2005.