Sfatiamo il mito dell’auto elettrica

1) il tizio che ha fatto 1 mln di km con la sua tesla è uno che ricarica l’auto lentamente da casa. La premessa quindi è possedere un box ed avere sufficiente autonomia da non essere costretto a caricarla fuori casa quindi auto costosa più possesso del box, due requisiti che in pochi possiedono.

2) le batterie vengono riciclate. Sento sempre questa affermazione e la trovo sempre ridicola. Prima di tutto non sempre questo avviene ma se pure dovesse avvenire, una batteria riciclata in altri usi è solo una batteria alla quale viene allungata la vita utile ma prima poi andrà smaltita comunque.

3) chi usa molto l’auto per viaggiare, per lavoro, per hobby non può permettersi di passare ore attaccati alla colonnine nel nulla delle strade d’Italia, siamo seri. Chi magnifica le elettriche è gente che usa l’auto unicamente per fare i pochi km in città ed è gente che ha un box e si trova l’auto carica ogni mattina. E’ gente insomma incapace di comprendere le altrui necessità.

4) è assolutamente inutile che un’auto duri 1 milione di km. In teoria sarebbe utile ma dato che l’auto diventa obsoleta per altri motivi allora si cambia lo stesso. Prendiamo una Tesla, una persona normale usa l’auto per non più di 30K km l’anno e quindi dopo 10 anni l’auto avrà 300k Km. Dopo 10 anni l’auto è tecnologicamente obsoleta come minimo dal punto di vista delle sicurezza attiva e passiva e sarà comunque da sostituire e 300K km sono un chilometraggio raggiungibile agevolmente da qualsiasi auto moderna.

5) sfatiamo il mito che le auto elettriche sono indistruttibili. Le auto non sono solo motore. Sono servosterzo, sospensioni, elettronica a non finire. Tutte cose in comune tra tutte le auto. Il motore termico è sicuramente un componente costoso che si può rompere ma in genere quello che si rompe è tutto il resto, cose che hanno anche le elettriche. Aggiungiamoci poi che le elettriche hanno cose che le termiche non hanno ovvero tutta l’elettronica di controllo del motore e se si rompe quello sono dolori. Oggi circolano poche elettriche e non abbiamo statistiche a riguardo. (da internet)

Secondo me, esisterà gente che comprerà auto elettriche e nei sedili posteriori ci metterà un generatore a nafta per ricaricare le batterie. (da internet)

Aggiungo che non si fa niente per migliorare i trasporti pubblici ferroviari e tranviari. Anzi, tagliano i fondi alle regioni per il trasporto locale, soldi a profusione solo per i “migranti”. È TUTTO FINTO. Ciò che vogliono fare è semplicemente creare un nuovo “business”: quello delle colonnine di ricarica. Per me poi, è l’ennesima distrazione mentre si realizza il piano Kalergi.