Archive for gennaio 29th, 2020

29 gennaio 2020

Evasione fiscale & paradossi

Ciò che viene detto nel video sotto è corretto tranne, ovviamente, che per le premesse doverose che mancano sempre.
Se la pressione fiscale è elevatissima nel Nord Italia è a causa dell’assistenzialismo al Sud e al costo del fatto che l’Italia non è uno stato federale (cioè con responsabilità nella raccolta e spesa dei fondi pubblici).
E non lo potrà mai essere a causa delle differenze etniche fra meridionali e settentrionali.
Il giochetto, a Roma capitale, poteva riuscire finché c’era la moneta debole e l’industria italiana rimaneva competitiva a dispetto di tutto.
Oggi ci troviamo di fronte a un paradosso mortifero: moneta forte + tassazione elevata + burocrazia statale inefficiente e oppressiva +  competizione “globale”. Il peso della tassazione sulle imprese viene scaricato sui lavoratori del settore privato i quali sono senz’altro i meno pagati d’Europa in rapporto al costo della vita.
Nonostante ciò, la pianura padana è disseminata di industrie e attività d’ogni tipo riscontrabili in nessun altro posto d’Europa. Le autostrade che la solcano sono fra le più affollate al mondo nonostante benzina a pedaggi siano, al contempo, fra i più cari.
L’evasione fiscale è del tutto legittima: perchè un imprenditore di Brescia dovrebbe pagare tasse che vanno a Roma e da li finanziano il reddito di cittadinanza a meridionali e immigrati? Però a Brescia i morti sulle strade sono in continuo incremento sia perè il traffico aumentato, sia per l’assoluta mancanza di manutenzione strutturale.
La sola Roma capitale brucia centinaia di milioni di euro ogni anno, ma quali sono le condizioni della cosiddetta capitale?
Gli stessi che incrementano la pressione fiscale perchè “c’è il debito pubblico” pretendono che gli imprenditori lavorino di più, siano più competitivi con Germania, USA e Cina. Un ossimoro, bipensiero orwelliano, dissonanza cognitiva a livelli astronomici
E a propostoti di cinesi. Tutti sanno che i cinesi sono pieni di soldi, e si stanno comprando tutto, perchè godono di una sostanziale immunità fiscale. Tuttavia, Conte promette il carcere preventivo per gli “italiani” (okkio alle parole, lui non dice “imprenditori” di qualunque razza) che evadono le tasse.
Perciò, io scrivo da 15 anni a questa parte che l’Italia è finita e non vale in alcun modo la pena di lavorare in uno stato ostaggio delle multinazionali e dei poteri occulti.

29 gennaio 2020

STORIA NEGATA – TARTARIA

tartaria documentario italianoCosa succederebbe se scoprissimo che la nostra storia è tutta da riscrivere?
Libri di approfondimento: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA
Conferenza del 29 marzo: TERRA PIATTA & TARTARIA