Archive for gennaio 30th, 2020

30 gennaio 2020

Cosa abbiamo capito dell’incidente di Kobe Bryant

https://a57.foxnews.com/static.foxnews.com/foxnews.com/content/uploads/2020/01/640/320/kobe-helicopter-debris.jpg?ve=1&tl=1

Prima di tutto, che qualcuno aveva fretta di andare anche se la visibilità era pessima. Tanto scarsa che erano stati lasciati a terra gli elicotteri di pattuglia della polizia e dei vigili del fuoco.
La seconda cosa è che il pilota, a un certo punto, ha cambiato bruscamente rotta cercando di dirigersi verso una piazzola d’atterraggio impiegato dalla polizia che si trovava poco più di un chilometro. Aveva capito che si trattava di un azzardo enorme continuare a inoltrarsi e stava cercando un luogo dove atterrare in sicurezza. La cresta del monte contro cui si sono schiantati si trovava solo 10-15 metri più in alto. Se il pilota ce l’avesse fatta a scollinare, forse il disastro non sarebbe avvenuto.
Però c’è una cosa ancora più interessante. Al solito, non c’è traccia di carburante, non se ne accenna nei servizi e filmati che si vedono su Youtube, peraltro, a migliaia ormai.
Mai si parla del carburante, se i serbatoi erano pieni o vuoti o altro di pertinenza autonomia di volo. I propulsori degli elicotteri sono motori a reazione i quali sprigionano una potenza terrificante senza utilizzare alcun tipo di carburante. Lo sapevate?

Articoli di approfondimento: Prova definitiva che i jet funzionano senza utilizzare carburante

UNA RISPOSTA Un lettore, ex cestista professionista, mi chiede della velocità molto elevata dell’elicottero negli ultimi momenti. Penso sia un errore del tracciato radar. Non dimentichiamoci che l’elicottero era al limite di tracciabilità, quindi, i dati sono frammentari.  Un testimone oculare (si fa per dire, perché l’elicottero non lo ha visto causa le nuvole basse) ha dichiarato che stava volando lentamente. “Lentamente” per un velivolo può voler dire anche 80 o 100 km/h. L’audio dello schianto (filmato in basso) pare confermare una velocità non eccessiva.

POSSIBILE BEFFA Il medesimo lettore mi chiede se è una messa in scena. Direi di no, non mi da l’idea. Il fatto che il sito TMZ.com abbia dato la notizia ancora prima che le famiglie delle vittime venissero informate non è un indizio di una fabbricazione ma di sciacallaggio mediatico. Con tutta probabilità, quelli di TMZ pagano per le “soffiate” e qualcuno ha chiamato quel sito.


Sembra ci sia un audio dell’impatto registrato da una telecamera di sorveglianza:

30 gennaio 2020

Programmazione predittiva nei film Il grande Lebowski (1998) e Terminator 2 (1991)

L’11 settembre 2001 era stato preannunciato in diverse occasioni. Impiegano i film poiché gli spettatori credono sia tutta finzione. Falsi “attentati islamici” e falsi naufragi di clandestini nei TG e verità intrufolate nelle “fiction”.

Tra le predizioni più note, quella nel film Matrix (uscito nella primavera del ’99): Un passaporto per il CICAP