La brutta razza dei “gatekeeper”

Mi fanno ridere filmati come quello sotto. La gente si stupisce ancora e non capisce che si tratta di un piano diabolico per mescolare le razze (e le religioni). Gli stranieri godono di privilegi incommensurabili specialmente se non di razza bianca. La massoneria, attraverso la cultura “cattocomunista antirazzista” inculcata dai media e dalla scuola, sta smantellando l’Italia onde favorirne la cooptazione nel super-stato europeo americanizzato. Ogni altra considerazione è superflua.
O forse no.
Forse non è superfluo notare come anche questo ingegner Negri sia un gatekeeper al medesinmo modo di Fusaro e Marco Mori, Amodeo e altri sedicenti sovranisti di Youtube.
Ognuno di costoro (per me, tutti massoni) recita a soggetto una piccola parte in cui egli ripete sempre alcuni semplici concetti ma mai offre ai propri accoliti il quadro completo della situazione. Anche il massone Bergoglio incita al meticciato (e con ciò si è definitivamente smascherato nel ruolo di servitore di lucifero). Addirittura, viene insegnata la falsità che le razze non esistono quando, come ho spiegato varie volte, in America la razza di appartenenza è indicata sulla carta di identità! (Rammento solamente che in USA la razza viene valutata come parametro nei test d’ingresso universitari per favorire i neri e sfavorire gli asiatici “per mantenere la diversità”, pertanto, anche la “meritocrazia” è una bufala).
Per spingere “democraticamente” tutto ciò, organizzazioni quali il M5S minacciano di tagliare il vitalizio ai politici.
I privilegi degli immigrati (dalla sostanziale impunità per quasi tutti i reati alla immunità fiscale e sussidi a vita) sono assolutamente incostituzionali dato che la costituzione italiana dice che le razze sono tutte uguali. L’ISEE è stato congegnato appositamente per favorire l’immigrazione.
Ma a bene guardare, anche l’assistenzialismo al Sud è incostituzionale e le varie amnistie e indulti non chè condoni sono serviti a mitigare la riottosità di certa cultura meridionale verso le leggi unitarie.
Il problema ragazzi è che noi non contiamo niente rispetto a questi progetti sovranazionali. Lo ribadisco, a me fanno ridere quei bifolchi che non lo ha ancora capito.

https://www.repubblica.it/esteri/2019/10/02/news/usa_harvard_university_vince_causa_discriminazione_razziale-237483427/