Archive for marzo 3rd, 2020

3 marzo 2020

Bergoglio benedice le “Alpha city”

Una delle tante evidenze che il papa riconosciuto dai media è un massone. Egli istiga alla costruzione delle metropoli multirazziali in cui il collante non è la razza o l’etnia o l’appartenenza sessuale o di classe sociale ma la scuola dell’obbligo. Ovvero, l’indottrinamento basato sulla bugia eliocentrica e sulla scienza e la costituzione come “religioni civili”.
Dopo l’unità d’Italia, fatta da massoni, fu incrementata l’urbanizzazione a scapito delle campagne e delle montagne per creare più “cittadini” i quali, oltre che saper far di conto, imparassero l’italiano in luogo della lingua locale ridenominata spregiativamente dialetto.
Mussolini proseguì l’opera inviando veneti a popolare le paludi pontine neobonificare e romagnoli a introdurre l’allevamento bovino e la coltivazione intensiva in Sardegna. Altrimenti regione dedita alla colture estensive e all’allevamento di ovini ed equini.
Cadde il fascismo ma la massoneria rimase in sella e ben saldamente patrocinando la carta costituzionale repubblicana.
A causa delle differenze etniche fra meridionali e settentrionali, nel dopoguerra si generò uno squilibrio economico fra nordovest (il triangolo industriale Milano-Torino-Genova) e il resto della penisola. Fu l’occasione, grazie alle “lotte operaie”, per riempire la campagna attorno quelle grandi città di case popolari ( i “casamenti bigi”) da assegnare a immigrati meridionali e veneti attirati da un posto sicuro nelle fabbriche (leggi Marcovaldo) generando altrettanti nuovi “cittadini” dediti alla routine quotidiana del cartellino da timbrare, ai supermercati da frequentare e manifestare “contro il razzismo” col pugno chiuso alzato.
Nel nuovo millennio, il passo successivo. Apertura all’immigrazione, in ispecie multirazziale e non cristiana per creare l’umanità perfetta senza razza ne sesso, senza santi ne eroi che non siano cantanti o sportivi.
In Italia, a costo di distruggere la salute dei residenti e l’economia tutta, le frontiere rimangono spalancate e la priorità assoluta del governo e dei giornali è la lotta al razzismo onde impedire che tutti gli stranieri rimangano da noi a mescolare le razze. La nuova lingua cittadina è l’inglese (non vorrete mica penalizzare i bimbi migranti insegnando loro l’italiano?!), la religione è un sincretismo abborracciato per cui ogni idolo va bene purché non abbia nulla a che vedere con Gesù di Nazareth che è l’unico e solo nemico del NWO. Quindi, anche di Bergoglio, che ci crediamo oppure no.
Di lavoro non ce ne più al Nord, ed ecco arriva il reddito di cittadinanza. Ho già verificato che, se non ci fosse, molto stranieri e meridionali se ne sarebbero già tornati al loro paese.
Per me, anche la storia del coronavirus serve a tentare di buttare giù tutto.
Ed è solo l’inizio, cari amici.

https://en.wikipedia.org/wiki/Global_city