L’inquinamento da PM10 è una grassa bugia

Emilia Romagna, pm10 alle stelle. “Sono importate”
ArpaEr: “Valori elevatissimi e inusuali”. Le polveri sottili vengono da Est portate dai venti

https://immagini.quotidiano.net/?url=http%3A%2F%2Fp1014p.quotidiano.net%3A80%2Fpolopoly_fs%2F1.5086736.1585493722%21%2FhttpImage%2Fimage.JPG_gen%2Fderivatives%2Fwidescreen%2Fimage.JPG&h=368&fmt=webp
Bologna, 29 marzo 2020 – E va bene che – come ha spiegato il commissario straordinario all’emergenza Covid, Sergio Venturi – la correlazione tra polveri sottili e diffusione del coronavirus non è dimostrata scientificamente perché non esistono ancora studi abbastanza lunghi in merito. Ma questo aumento vertiginoso di polveri sottoli non è certo un bel segnale, considerando che il traffico è praticamente azzerato. ( https://www.ilrestodelcarlino.it/cronaca/emilia-romagna-pm10-1.5086727 )

Ma come, non avevano detto che il vento spazzava via le polveri sottili? Col quasi blocco del traffico stradale nella pianura padana, le polveri sottili dovrebbero essersi esclissate bruscamente, invece, aumentano.
Non è curioso?
Lo scrivo da anni che i dati sull’inquinamento della pianura padana sono fasulli, manipolati unicamente per costringere la gente a cambiare macchina. Solamente perché qui ci sono i babbei che si fidano della “scienza” e obbediscono ai diktat della politica.

OT A proposito di bufale, anche la lotta al “lavoro nero” è sempre stata una bufala:

https://www.immediato.net/2020/03/30/coronavirus-intesa-sul-sud-per-il-reddito-di-emergenza-soldi-anche-a-chi-lavora-in-nero/