Repubblica felice di essere infelice

Bravissimo Greg, sono cose che nessuno osa dire. Io stesso ho sentito almeno due dipendenti statali scontenti di tonare al lavoro pieno invece di lavorare 2 giorni alla settimana a rotazione. Anche tra i dipendenti privati, almeno quelli che lavorano lontano da casa, c’è molta voglia di rimanere in cassa integrazione. Figuriamoci poi i fankazzisti e i magrebini col RdC che non hanno creduto ai loro occhi di prendere i soldi senza neanche uscire di casa, spendere a sbafo nei supermercati (infatti, il reddito di cittadinanza impone di spendere mensilmente tutto pena decurtazione) e neanche obbligati a mandare i figli a scuola.
Per costoro, la pandemia dovrebbe durare per sempre!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: