Archive for giugno 10th, 2020

10 giugno 2020

Garabandal, adesso lo conosciamo

Per chi dubita che il soprannaturale esista: gli straordinari avvenitemi di Garabandal, nel nord della Spagna, avvenuti agli inizi degli anni ’60, sono stati abbondantemente documentati con immagini e filmati a colori. Le estasi rammentano da vicino quelle di Madjugoriie in Erzegovina.

https://www.google.com/maps/place/39554+San+Sebasti%C3%A1n+de+Garabandal,+Cantabria,+Spain/@42.4436382,-10.550194,6.25z/data=!4m5!3m4!1s0xd49a9b3f98a8037:0xa04f585012693d0!8m2!3d43.2012727!4d-4.4239965

Garabandal, film integrale in inglese:

10 giugno 2020

Il futuro dell’automobile

Prendo spunto dall’ottimo video del Greg.
Ciò che egli dice è vero ma manca del lato esoterico della faccenda.
La decisione di passare all’auto elettrica c’entra poco coi cinesi.
Semplicemente, i poteri occulti hanno deciso di fare un cambio tecnologico nella motoristica abbandonando la trazione termica.
Giova ricordare anche la questione petrolifera. Sappiamo che il petrolio non è di origine biologica, pertanto,  anche la menata del “picco” del petrolio è una bufala.
Il partito comunista cinese è espressione della massoneria come lo era quello russo o italiano. Ciò spiega perché la Cina sia una dittatura comunista però iperliberista economicamente. Lo scopo del comunismo è sempre stato solamente quello di abbattere la religione cristiana, mai a fine di giustizia sociale.
Come rammentato dallo stesso Greg in video precedenti, è lo stato francese, attraverso la Renault , o stato tedesco, azionista nel gruppo Volkswagen, a insistere per elettrificazione della gamma dei rispettivi marchi.
Gli stati nazionali sono espressione dei poteri occulti, il popoli non contano niente e la democrazia è stata definitivamente messa in soffitta.
Il passaggio all’auto elettrica è un evento epocale non diverso da ciò che è avvenuto all’inizio degli anni 2000 colla digitalizzazione dei mass media via etere.
Inoltre, grazie al collegamento ininterrotto con remoto, sarà impossibile a breve violare i limiti di velocità senza essere tracciati e sanzionati, su qualunque strada e a qualunque ora.
Di auto elettrica, si parla da decenni ma c’era il problema delle batterie sia come capacità di immagazzinare energia sia come numero di cicli di ricarica. Oggi il problema è stato sufficientemente risolto, le batterie sono pure prodotte a basso costo in Cina.
I poteri forti hanno ritenuto che è venuto il momento di effettuare il cambio definitivo verso l’elettrico. Tutto qui.