Marco Alonzo e Francesco Lamendola influenzati dal Maligno

NOTA Marco Alonzo (Decimo Toro) ha cancellato il video.

Il bello del covid19 è che sta accelerando la rivelazione di coloro che lavorano per Dio e di coloro che lavorano per l’Abisso, anche in buona fede.
La chiusura delle frontiere colla Bosnia ha offerto alla cerchia dei demoni l’occasione per sferrare un colpo micidiale a Medjugorje.
I demoni che albergano silenti dentro certi personaggi si fanno sentire.
Avevo sospettato della Accademia Adriatica (AA=11) di Filosofia (ma che roba è?).
Quanto al Decimo Toro, un simbolo cornuto dava adito a sospetti.
I due si sono smascherati (piuttosto miseramente, devo dire) con una serie di invettive e sermoni contro Medjuforje degni del massone Biglino.
Ciò che loro omettono di dire, non trovandosi in grazia di Dio, si può riassumere in alcuni semplici punti:

  • I veggenti non sono dei santi ma solo ricevitori di messaggi, pertanto, sono soggetti alle influenze del vivere mondano
  • Le conversioni e le grazie che li si ottengono sono irreversibili, quindi, autentiche. Infatti, le grazie ottenute tramite magia o intervento dell’occulto hanno vita breve o si trasformano in mali di diverso tipo.
  • Contro Medjugorje, essi citano fonti vaticane nel momento stesso in cui dicono che non bisogna avere fiducia nel Vaticano.
  • Gli esorcisti, avendo interrogato i demoni durante la liberazione dei posseduti, hanno piena fiducia in Medjugorje.
  • Chi va a Medjugorje e “non sente niente” significa che non è stato prescelto per fare parte dell’esercito di Maria, la donna perfetta, che combatterà la battaglia finale fra il bene e il male. Chi è stato scelto sente poi l’esigenza di tonare almeno una volta l’anno.
  • In quel posto, avvengono fenomeni celesti straordinari come quello del Sole e della cessazione della pioggia durante le apparizioni la quale riprende subito dopo.
  • Ovvio che li c’è il diavolo. Lui attacca anche i veggenti, cambia i messaggi, cerca di impedire di andare (come in questi mesi) e, attraverso i suoi seguaci, diffonde notizie fasulle subito cavalcate da individui equivoci quali Lamendola e Alonzo.

Siamo nel periodo evangelico in cui la pula è separata dal grano. Riconosciamo i veri cristiani dai finti, quelli che lavorano per Lucifero intanto che si fanno belli giocando a fare i “complottisti”.
Neanche personaggi come Blondet (che ignoro da 10 anni) e Socci (per me, due massoni), ad esempio, parlano della evidentissima sostituzione di suor Lucia di Fatima con un’impostora:

https://pianetax.wordpress.com/2017/05/26/la-sostituzione-di-suor-lucia-di-fatima-con-una-sosia/

Tutti loro negano la terra piatta e la falsificazione della Storia. Agiscono sui binari del demone che li possiede ha predisposto loro e rimangono dentro la Matrix demoniaca costretto in cui il 97% delle persone si trova.
Ennesimo indizio che siamo vicini alla fine dei tempi. Del resto, “apocalisse” significa appunto “rivelazione”.

ADDENDUM velocemente su padre Livio. Penso egli sia rimasto intrappolato nella rete del “politicamente corretto” anche per via delle concessioni di Radio Maria.