Vi anticipo il risultato del referendum costituzionale del 20 settembre ’20

 

No, non vi svelerò che vincerà il sì. Su ordine di Soros, la riforma costituzionale è stata approvata in quattro e quattr’otto (similmente al patto di stabilità) e il popolo bue voterà sì.
Il discorso è più psicologico di quel che paia. Semplicemente, la riduzione dei parlamentari impedirà di fatto di andare a elezioni in quanto deputati e senatori, la sciando perdere i sondaggi, avranno molte meno possibilità di essere rieletti.
Quanti di loro rinuncerebbero a uno stipendio di 10mila euro netti il mese coi tempi che corrono?
Pertanto, tutti saranno disposti a votare le porcate che i poteri occulti vorranno “democraticamente” legalizzare e rendere luogo comune.
Non c’è bisogno che ribadisca a quali porcate alludo. Le notizie false su terrapiattisti naufragati, “Bianchi” che ammazzano negri e transessuali-bisessuali-trisessuali agli onori della cronaca sono esempi adeguatamente rappresentativi di ciò che intendo dire.
Riguardo al governo Conte-bis, a meno di una grande disfatta alle regionali degli alleati PD e 5S (improbabile, dato il sostegno assoluto da parte di magistratura, poteri internazionali e grande stampa) rimarrà in sella fino alla rielezione del massone Mattarella al Quirinale.
Infine, il reddito universale (= reddito di cittadinanza) sarà potenziato, serve a mescolare le razze distruggendo le identità locali, stipendiando i terzomondiali nei paesi occidentali.

Tanto di cappello a Fusaro, in questo caso: