Fidanzati uccisi a Lecce, e se fosse una bufala?

Bigliettino insanguinato trovato da Cc nel cortile condominiale. la Gazzetta ha pubblicato in esclusiva il fermo immagine di un video di una telecamera installata nei pressi del sottopasso di via Monteroni

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer aveva una mappa per evitare le telecamere

L’unico fermo immagini dell’assassino. La foto sembra quella dell’aereo sul Pentagono l’11 settembre. Potrebbe essere qualunque cosa in qualsiasi città del mondo.

Una mappa disegnata a mano dal presunto assassino sul percorso da seguire per eludere le telecamere di pubblica sicurezza del centro storico di Lecce per arrivare in via Montello senza essere visto. Sarebbe questo – secondo varie fonti – il contenuto del biglietto strappato ed intriso di sangue trovato dagli investigatori la sera del delitto nel cortile del condominio di via Montello dove Daniele De Santis e la sua fidanzata, Eleonora Manta, sono stati uccisi lunedì.

Gli investigatori nelle scorse ore hanno ricostruito quel pezzo di carta che sembrava illeggibile e dal reperto sarebbero emersi altri appunti annotati dall’omicida in quello che appare un promemoria che proverebbe la premeditazione del delitto. Un percorso che però in qualche modo potrebbe aver tradito l’assassino.

Questa mattina, infatti, la Gazzetta del Mezzogiorno ha pubblicato in esclusiva il fermo immagine di un video di una telecamera installata nei pressi del sottopasso di via Monteroni, che ha ripreso un uomo di corporatura alta e snella che, la sera del delitto, si allontanava a piedi in direzione opposta all’appartamento dei due fidanzati uccisi, in un punto che dista poche decine di metri dall’abitazione di via Montello.

Il giovane ha il cappuccio di una felpa scura calato sulla testa e uno zainetto sulle spalle. La stessa descrizione del killer fatta da alcuni testimoni dell’uomo fuggito dall’appartamento dopo il duplice omicidio. ( https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/lecce/1250799/fidanzati-uccisi-a-lecce-il-killer-aveva-una-mappa-per-evitare-le-telecamere.html )

Mah, l’assassino avrebbe agito con un efferatezza tale da ritenere improbabile che si sia pure procurato una “mappa” delle telecamere disposte in città creandosi un piano di fuga perfetto. Chi è talmente fuori di testa, mosso da furia omicida, non possiede la lucidità per curare certi dettagli. Felpa e zainetto sanno molto di America e di fake.
L’assassino avrebbe preparato un piano di fuga degno di uno 007, per cosa poi? Ma si sarebbe lasciato smascherare come “Andrea” dalle grida della ragazza affinché lo stabile intero lo sentisse!
Avrebbe fatto prima a smarrire la carta di identità sulle scale della fuga!

https://tg24.sky.it/cronaca/2020/09/25/duplice-omicidio-lecce-daniele-de-santis-eleonora#00

PS Per me, anche il caso Willy (clone di Will Smith) è una bufala.