Bergoglio: comunista o americano?

Ancora una volta, Marco Cosmo prende un granchio. Bergoglio non è comunista. In verità, utilizza principi del socialismo reale per realizzare il piano Kalergi. Rubare ai bianchi europei per dare ai “migranti” africani nullatenenti che la CIA, tramite Soros, sta facendo entrare in Europa. Già avviene con le case popolari e il reddito di cittadinanza pagati dagli italiani ma appannaggio dei non bianchi. Una operazione “false flag” per antonomasia sicché utilizzano navi battenti bandiere europee ma armate e finanziare dal Dipartimento di Stato.
In America, nessuno si sognerebbe di mettere in discussione la proprietà privata. Laggiù viene difesa con la pena di morte e col diritto di sparare a qualunque estraneo entri nella tua proprietà senza nemmeno un preavviso. E manco esistono alloggi popolari o RdC.
Sono stato uno dei pochi, anzi l’unico, complottista a sottolineare nel 2015 le “strane” dichiarazioni di Beppe Severgnini (dall’America) sull’assegnazione di terreni demaniali italiani.
Bergoglio non è comunista, è soltanto una pedina del piano Kalergi. Qualcuno lo vada a dire al Decinmo Toro!

PS Ciao Albino posso chiederti?Secondo te Trump da che parte sta? Perché è pieno di finti oppositori e sarei curioso di un tuo punto di vista
Grazie in anticipo (da Whatsapp)
Salve, lo ho già spiegato. Lui è un finto oppositore “di destra” sul filone “grande imprenditore che scende in campo per il bene del paese”, in Italia, abbiamo avuto il caso di Berlusconi nel ’94.
L’altro filone lo chiamerei “Che Guevara” ossia il falso rivoluzionario “di sinistra”. Tipici esempi recenti sono Tsipras in Grecia e Grillo.