Archive for dicembre 11th, 2020

11 dicembre 2020

Dove sono finiti 1000 anni di storia del mondo?

In continuazione del mio primo articolo sul giogo mongolo-tartaro , vorrei soffermarmi su un’altra domanda che mi è apparsa in testa durante i miei anni di scuola:

Che cosa è successo alla civiltà umana dopo la caduta dell’Impero Romano?

Leggendo i miti dell’antica Grecia, le poesie di Omero, le tragedie di Sofocle ed Euripide, godendoci gli incredibili affreschi e sculture, abbiamo ammirato la cultura e l’arte del mondo antico. Poi è arrivata la civiltà romana. Architettura, poesia, pittura e scultura colpivano per la loro perfezione. E improvvisamente … L’Impero Romano, sotto l’assalto dei barbari, vacillò e crollò. E l’intero mondo civilizzato è precipitato nell’oscurità del Medioevo per più di mille anni. L’umanità si è degradata! E, soprattutto, non si sono verificati eventi speciali. L’impero franco, Carlo Magno, gli Asburgo: tutto è molto incomprensibile, gli eventi sono poco collegati tra loro. In generale, prima dell’inizio del Rinascimento – il Rinascimento, non è successo nulla di interessante e significativo. Questo è più di mille anni. L’arte e le scienze sono scomparse .. Da questo momento ho una vaga sensazione di cupi castelli medievali.E questo è tutto! Le crociate, il “essere o non essere” di Amleto e il fuoco ardente dell’Inquisizione – questo è molto più tardi – questo è un altro millennio. La sensazione che tutti vogliano dimenticare questi mille anni, e ne scrivano con grande riluttanza, tutto è troppo teso, o le fonti sono poche, o forse semplicemente non esistevano? … Perché c’è così tanto sul mondo antico?

Gli storici, si scopre, si stanno anche scervellando la domanda ancora irrisolvibile per loro: perché così pochi monumenti medievali di cultura materiale e così tante antichità sono sopravvissuti fino ad oggi ? Sarebbe più logico, sarebbe il contrario.

“… Lo spiegano con il fatto che dopo un periodo secolare di rapido sviluppo, le antiche civiltà si sono improvvisamente degradate e sono cadute in rovina, avendo dimenticato tutte le conquiste scientifiche e culturali dell’antichità. E solo nel XV-XVI secolo, nell’era del “Rinascimento”, le persone ricordarono improvvisamente tutte le scoperte e le conquiste dei loro antenati “antichi” civilizzati e, da quel momento, iniziarono a svilupparsi in modo dinamico e mirato “.

Non molto convincente!

Secondo i creatori di “Nuova Cronologia”, durante la ribellione, a noi nota come “Riforma”, nel XVI secolo dC. praticamente l’intera storia del mondo è stata riscritta e riscritta fino al XIX secolo. E, naturalmente, CRONOLOGIA. Il motivo è normale. Quando il potere centrale inizia a indebolirsi, le province dell’impero cercano di uscire dalla sottomissione e ottenere l’indipendenza, come si vede nell’esempio di eventi molto recenti. I governatori, i re delle province europee dell’impero, rendevano regolarmente omaggio al governo centrale e obbedivano allo Zar di Russia-Orda, cioè all’Imperatore. Ma a metà del XVI secolo. si sono rifiutati di obbedire al centro. La bandiera ideologica di questa rivolta era il luteranesimo, come pretesto per la separazione politica dall’impero. In primo luogo, la ribellione ha spazzato l’intera Europa occidentale, e poi è arrivata in Russia. Di conseguenza, i grandi guai e il cambio di dinastie.I Romanov regnarono sul trono russo, sostituendo i Rurikovich, e l’Europa sprofondò nei lunghi decenni di sanguinose guerre della Riforma per aver diviso l’eredità dell’impero. Sia i nuovi governanti in Europa che i Romanov in Russia furono costretti a riscrivere la storia per giustificare il loro diritto al potere e l’antichità della famiglia. Il Grande Impero Mongolo è stato cancellato dalle pagine della storia. Molti eventi importanti sono stati respinti nell’antichità. Ecco come scrive al riguardo l’autore del film “Millennium inesistente”, uscito di recente, Yuri Elkhov:Molti eventi importanti sono stati respinti nell’antichità. Ecco come scrive al riguardo l’autore del film “Millennium inesistente”, uscito di recente, Yuri Elkhov:Molti eventi importanti sono stati respinti nell’antichità. Ecco come scrive al riguardo l’autore del film “Millennium inesistente”, uscito di recente, Yuri Elkhov:

“… La cronologia della storia antica e medievale nella forma in cui esiste oggi è stata creata solo nei secoli XVI-XVII d.C. dal cronologo dell’Europa occidentale JOSEPH SCALIGER e dal monaco gesuita cattolico DIONYSUS PETAVIUS. Tuttavia, i loro metodi di datazione, come quelli dei loro predecessori, erano imperfetti, errati e soggettivi. E, più spesso, anche questi “errori” erano deliberati (ordinati). Di conseguenza, la storia è stata estesa di mille anni e questo millennio in più è stato pieno di eventi e personaggi fantasma che non sono mai esistiti prima.

Ora andiamo oltre: le date nel Medioevo secondo i calendari “GIULIANO” e “GRIGORIANO”, cronologia principale dal “COMPLEANNO DI CRISTO”, erano scritte in lettere e numeri.

X = “Cristo”

La lettera greca “X”, prima della data scritta in numeri romani, un tempo significava il nome “Cristo”, ma in seguito fu cambiata nel numero 10.

Pertanto, ci fu uno spostamento cronologico nelle date medievali di 1000 anni, quando gli storici successivi confrontarono due diversi modi di registrazione. Il primo metodo è stato quello di scrivere completamente –

“I secolo dalla nascita di Cristo”

“II secolo dalla nascita di Cristo”

“III secolo dalla nascita di Cristo”

Il secondo modo era la notazione abbreviata. Le date sono state scritte in questo modo:

X. I = da Cristo I secolo

X. II = da Cristo II secolo

X. III = da Cristo III secolo

eccetera.

dove “X” non è il numero romano 10, ma la prima lettera della parola greca per “Cristo”.

Quando la data era scritta in numeri arabi, davanti ad essi veniva posta la lettera “I”, la prima lettera del nome “Gesù” scritta in greco e separata da un punto. Ma in seguito, questa lettera è stata dichiarata una “unità”, che presumibilmente significa “mille”.

I.400 = “da Gesù il 400 ° anno”

Pertanto, la registrazione della data I.400, ad esempio, in origine significava: “Da Gesù il 400 ° anno”.

Sulla vecchia pianta della città tedesca di Colonia è fissata la data, che gli storici moderni leggono come, 1633. Tuttavia, qui la lettera latina “I” con un punto è completamente diversa da un’unità. Ciò significa che la datazione corretta di questa incisione è 633 della “Natività di Cristo”.

A proposito, anche qui vediamo l’immagine di un’aquila a due teste, che testimonia ancora una volta che la Germania faceva parte dell’Impero russo.

1 - 1000 anni di storia

Ed ecco un’altra voce con l’uso di mezzelune destra e sinistra che separano la lettera latina “I” dai numeri romani, poiché le date sono scritte sui frontespizi di questi libri. Il nome di uno di loro: “Russia o Moscovia, chiamato TARTARIA”.

2 - 1000 anni di storia

Certo, oggi è abbastanza difficile per un uomo comune crederci, soprattutto in età adulta. Il carico di conoscenza acquisito nel corso della vita non gli dà l’opportunità di liberarsi dalle catene delle convinzioni abituali, imposte dall’esterno e stereotipate.

Gli storici, le cui dissertazioni di dottorato e altri lavori scientifici fondamentali erano basati sulla storia virtuale scaligeriana, rifiutano categoricamente l’idea di una “NUOVA CRONOLOGIA” oggi, chiamandola “pseudoscienza”.

E invece di difendere il loro punto di vista nel corso di una polemica discussione scientifica, come è consuetudine nel mondo civilizzato, essi, difendendo l’onore della loro “divisa ufficiale”, stanno conducendo una feroce lotta con i sostenitori della “NUOVA CRONOLOGIA” il suo unico argomento comune: “Questo non può essere, perché questo non potrà mai essere!”

Sì, probabilmente è difficile da credere subito. Al primo incontro con il progetto “NEW CHRONOLOGY”, ho anche vissuto uno shock. Ma avendo studiato più da vicino alcuni dei materiali, ho cominciato a fidarmi sempre di più di questi scienziati. Anche solo guardando la quantità di lavoro e materiale che doveva essere studiato, comincio a pensare che dopo tutto, questa è un’impresa scientifica. E molto probabilmente le generazioni future apprezzeranno questo gigantesco lavoro.

Dopotutto, abbastanza recentemente, nel Medioevo, nessuno credeva che LA TERRA GIRA!

Autore: Anatoly Panikov ( https://4brain.ru/blog/%D0%BA%D1%83%D0%B4%D0%B0-%D0%B8%D1%81%D1%87%D0%B5%D0%B7%D0%BB%D0%B8-1000-%D0%BB%D0%B5%D1%82-%D0%B8%D0%B7-%D0%BC%D0%B8%D1%80%D0%BE%D0%B2%D0%BE%D0%B9-%D0%B8%D1%81%D1%82%D0%BE%D1%80%D0%B8%D0%B8/ )