Archive for gennaio 24th, 2021

24 gennaio 2021

Ecco come vedevamo il Superbowl!

Non solo, anche lo sbarco sulla Luna e le olimpiadi di Los Angeles del ’84 in diretta ma anche tutto il resto, insomma, che arrivato da USA e Giappone. I mondiali di calcio del ’94 e tutto il tennis e la formula uno.
La finale della coppa intercontinentale a Tokyo Juventus – Argentinos Juniors del ’85 trasmessa in diretta in Lombardia e in Argentina. Via satellite, in verità, tutto trasmesso da una rete a microonde gestita dai militari americani.
Guarda il caso, questa rete militare di telecomunicazioni fu progettata nella seconda metà degli anni ’50 in concomitanza con l’avvio dell’era dei satelliti artificiali profetizzati un decennio prima dallo scrittore fi fantascienza Arthur C. Clarke. Osservate che, similmente a quanto avviene per le rotte di volo, la via più breve fra Europa e America passa sempre per la Groenlandia.
I satelliti artificiali non esistono e non sono mai esistiti. Il “ritardo” nelle comunicazioni “satellitari” era dovuto alla somma dei “relay” della miriade di stazioni a microonde, messe a mo’ di cintura attorno al polo nord, con cui America settentrionale, Europa e Russia erano interconnesse e, da li, i continenti più a sud.
In questi tempi finali, tutto si smaschera come per ordine di una pulsione occulta.

 

 
24 gennaio 2021

Fotovoltaico: ecco come il Potere vi frega

La corsa al “green” (quando c’è l’inglese, c’è la fregatura) è uno dei tanti sistemi con cui il potere frega gli stupidi.
Stesso discorso per l’auto elettrica, un giocattolo per ricchi, ma qui mi occupo del fotovoltaico.
Il trucco è convincere che ci sia della convenienza economica a mettere i pannelli solari.
I poteri occulti sono più intelligenti della massa e controllano integralmente i media.
Dal papa ai banchieri, tutti dicono che bisogna essere “green”.
Un impianto piccolo di pannelli solari (cioè per produrre acqua calda, in luogo della caldaia a gas), può avere senso economico, un impianto fotovoltaico, mai.
L’installazione e manutenzione, ma prima ancora materiale di supporto, pratiche comunali, pratiche coll’ENEL, ha un costo effettivo che è largamente superiore a, semplicemente, contattare i vari fornitori di energia e trovare una tariffa a buon mercato.
Altri soldi buttati in casa sono per la “domotica”. Ricordiamoci che più la tecnologia è avanzata, più deve essere rinnovata velocemente, spendendo altri soldi. Chi, fra noi, usa un cellulare più vecchio di 5 anni?
Quindi, quegli investimenti non saranno mai ammortizzati a differenza di quanto vi fanne credere certi video su Youtube.
È vero che i pannelli fotovoltaici sono garantiti per 30 anni ma la elettronica di gestione, manutenzione, riparazione, sostruzione delle batterie di accumulo ha un costo il quale, da solo, rende sconveniente economicamente il fotovoltaico. Anche se i pannelli durano (in teoria) 30 anni.
Il Potere lo sa e per questo, similmente a quanto avviene per le auto elettriche, alletta tramite incentivi notevoli per installare un impianto fotovoltaico a fregare meglio i cretini. Come diceva Bill Kaysing, il Potere trova ogni modo per spillare soldi ai beoti.
La soluzione per un’efficienza energetica a costo zero (passiva) è solo avere muri della casa spessi e doppi vetri alle finestre.
Ho appena scoperto che c’è gente che ha acceso persino un mutuo per mettere il “fotovoltaico”! Ok perfetto, tuttavia, per favore, non venite a dire in giro che lo avete fatto per risparmiare!(!)
Inoltre, l’Italia non è l’America. Non solo perché laggiù c’è la pena di morte, la razza è indicata sul documento di identità e nessuno si sogna rendere obbligatorio il vaccino ma pure perchè sono possibili impianti fotovoltaici staccati dalla rete elettrica.
In Italia, NO. Se un’abitazione è staccata dall’ENEL, non ottiene l’abitabilità, quindi, la bolletta, con tasse e balzelli vari, va pagata comunque, anche se uno ha installato i “pannelli”.
In conclusione, non si tratta di una questione di “energia rinnovabile” dato che il picco di produzione del petrolio è una bufala messa in giro dai petrolieri volta a tenere alto il prezzo del greggio.
Questa è la realtà.

https://www.mrkilowatt.it/impianti-fotovoltaici/impianto-fotovoltaico-3-kw/

PS Nel video sotto, si dice che ci vogliono 7 anni e mezzo per il pareggio dell’investimento. Secondo voi, una famiglia sana di mente, in un paese assurdo come l’Italia, spende migliaia di euro attendendo 7 anni e mezzo per cominciare a guadagnare qualcosa ?!?
ADDENDUM Chiarisco che io non ho nulla contro le auto elettriche o il fotovoltaico domestico ma bisogna dire, con certezza, che non danno alcun vantaggio economico al ceto medio.

PS commento al video:  Marino Testi 1 week ago (edited)

Salve, il conto è quasi giusto, non penso che i kwh venduti te li paghino 0,11 ma, molto meno e in 20 anni servono almeno 2 (forse 3) inverter da 800 euro oppure 2 garantiti 10 anni ma, ad un costo maggiore, io a 7/8 (non ricordo di preciso) anni ne ho gia cambiato uno, produzione ferma x scegliere/acquistare/arrivare/montare. Se aggiungi questi piccoli particolari vedi che non conviene più. Molti lavori da fare tanta burocrazia per poi andarci pari? Con il gestore che ho adesso solo la componente energia mi costa 0,4 centesimi, se ve la pagano cosí… E le batterie? Conviene solo se accedi al super bonus 110%, altrimenti costano troppo e non durano x il tempo necessario x ripagarsi. Dimenticavo qualche intervento di riparazione lo vogliamo aggiungere? Oltre al costo, tutto il tempo che non produce finchè te ne accorgi e venga il tecnico? Ok, aggiungiamo anche 36 euro x il noleggio del contatore in più che enel ti mette(obbligatorio)x il conteggio dei kwh ceduti in rete. Bhè, io dico che non conviene assolutamente, mi dispiace contraddirti. A me conviene solo perchè oltre allo scambio sul posto, mi pagano 40,3 centesimi al kwh x tutti i kwh prodotti anche quelli autoconsumati, tutti.