Archive for aprile 12th, 2021

12 aprile 2021

Il futuro dell’auto in Italia

In effetti, non vale solo per l’Italia ma per l’intera sfortunata Europa continentale vittima del folle progetto di super-stato paneuropeo di Kalergi.
Se oggi, diciamo, il 90% delle famiglie si può permettere un’automobile di proprietà, in futuro questa percentuale si ridurrà drasticamente.
È evidente che l’introduzione forzosa della mobilità elettrica ha tale mira. I falsi esperti di Youtube ripetono meccanicamente come automi che il costo delle batterie diminuirà con la produzione di massa.
Ciò non è vero.
Prima di tutto perché, alla maggiore richiesta, certi minerali rari necessari alla fabbricazione aumenteranno di prezzo poi perchè le nuove batterie allo stato solido saranno ancora più costose delle attuali al litio.
Inoltre, la sostituzione del pacco batterie e della manutenzione straordinaria di un veicolo elettrico sono assai più specialistiche, pertanto più onerose, di un veicolo alimentato con un motore a combustione interna. Un veicolo elettrico usato non varrà niente con le batterie esauste.
Sono decenni che i poteri occulti cercano di innescare la rivoluzione elettrica. Non è chiaro il motivo, dato che dell’ambiente a loro frega niente, è solo un pretesto.
Con l’avvento di Tesla, creata appositamente per sviluppare le tecnologie dei veicoli elettrici, oggi il potere ritiene giunto il momento permettere il piede sull’acceleratore.
L’Unione Europea e la Cina hanno posto il limite ultimo del 2035 per il totale divieto della commercializzazione di veicoli benzina o diesel. Nei paesi del terzo mondo quali USA e Russia si parla del 2050. Non è dato sapere per quanto riguarda India, Africa e Sudamerica.
Ritornando all’Italia. Se uniamo tutti i punti del disegno, includendo l’impoverimento sempre più voluto dell’ex Belpaese, a malapena puntellato col reddito di cittadinanza, la mia previsione è che nel 2035 forse il 50% dei residenti si potrà permettere di possedere l’auto a tempo pieno.
Suggerii anni fa che bisognerebbe introdurre il noleggio a lungo termine condiviso: ad esempio, due famiglie noleggiano il medesimo veicolo distribuendosene l’uso durante la settimana.
Di certo, è urgente incrementare il trasporto pubblico a partire, innanzitutto, dalla riapertura delle linee ferroviarie dismesse, il che avverrebbe ad un consto ambientale prossimo allo zero quanto a consumo di suolo.
Infine, consiglio di prendere casa in un comune ben servito dal trasporto pubblico.
Dimenticavo, non fidatevi dei canali Youtube di auto elettriche. Loro sono li esclusivamente per fare visualizzazioni e soldi con la monetizzazione. Della verità sulla mobilità e auto elettrica a loro non importa niente. Basta che gi lasciare un “mi piace”. Capito?

https://www.automobilismo.it/europa-stop-alle-endotermiche-dal-2035-36615