Le città vuote, fotografie di quale epoca?

Prendo spunto dal video sopra tradotto da Dino Tinelli. La fotografia in bianco e nero si diffuse solamente dopo il 1850. Almeno ci dicono così. Nella seconda metà del 1800, le città maggiori eano ampiamente abitate e c’erano già i giornali quotidiani. Molto difficile che interi quartieri di templi megalitici disabitati possano essere sfuggiti.
I casi sono due: o le immagini sono fasulle o scattate i luoghi differenti da quelli menzionati.
La seconda ipotesi è che le fotografie siano autentiche ma risalenti a secoli fa, subito dopo il “grande riassetto”. Secondo la mia teoria esposta nei libri, l’ultimo riassetto è avvenuto attorno il (1)630 quando scomparvero gli ultimi mostri medievali (draghi e altre chimere) creati dai Nephilim.
Quindi, la storia della fotografia non è quella che ci hanno detto a partire dai dagherrotipi in poi.

More On Tartaria: A Missing Legacy – Part II | Unariun Wisdom
Vecchia fotografia di Mosca.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: