Archive for ‘Attività UFO’

19 luglio 2017

WOW! Un altro segnale radio alieno tiene occupati gli scienziati

Le stelle esaminate nella campagna guidata dal prof. Abel Mendez.

Le stelle esaminate nella campagna guidata dal prof. Abel Mendez.

Mentre ancora si discute sul famoso WOW! rilevato nel 1977, gli scienziati dell’Osservatorio di Arecibo hanno annunciato di aver ricevuto un altro misterioso segnale radio proveniente dal sistema della nana rossa Ross 128 (GJ 447), una stella che si trova nella costellazione della Vergine a soli 11 anni luce dalla Terra, troppo debole per essere osservata ad occhio nudo.
La scoperta è avvenuta nell’ambito di una campagna guidata dal professor Abel Méndez, direttore del Planetary Habitability Laboratory (PHL) di Peurto Rico, e Jorge Zuluaga dell’Università di Antioquia, Colombia.

Ross128

Misurando le emissioni radio naturali, gli astronomi stavano studiando la radiazione e l’ambiente magnetico attorno ad alcune stelle, dove piccole variazioni potrebbero anche indicare la presenza di pianeti in orbita.
I dati sono stati raccolti nella banda C (da 4 a 5 GHz) tra aprile e maggio 2017 su Gliese 436, Ross 128, Wolf 359, HD 95735, BD +202465, V* RY Sex e K2-18 e le successive analisi hanno mostrato qualcosa di molto interessante. Si legge sul sito del SETI:
Quello che gli astronomi portoricani hanno trovato era un segnale a banda larga.
Questo segnale non solo era ripetuto nel tempo ma è anche slittato giù in frequenza, un po’ come uno strumento musicale che passa da una nota alta ad una più bassa.
Ho chiesto via mail al prof. Méndez se fosse possibile avere un grafico del segnale o anche solo un disegno dato che spesso le immagini raccontano meglio delle parole ma questo ancora non è disponibile. Tuttavia, con l’occasione, ha generato per me una vista del campo stellato attorno a Ross 128 (vicino al centro). La mappa è stata condivisa anche su Twitter.

Campo stellato attorno a Ross 128

Per gentile concession del prof. Abel Méndez

Sospettando tre possibile cause per la bizzarra scoperta

flare stellari
sorgente astronomica più lontana
interferenze terrestri

il team ha subito dato il via alle osservazioni di follow-up con l’Allen Telescope Array del SETI e NRAO Green Bank Telescope del National Radio Astronomy Observatory. I segnali sono, invece, probabilmente troppo deboli per gli altri radiotelescopi terrestri e FAST è attualmente in calibrazione.

Seppur la vita intelligente è stata presa in esame ma come ultima ipotesi della lista, tutte e tre le spiegazioni scientifiche sembrano avere dei punti deboli:

i flare solari di tipo II si verificano a frequenze molto inferiori e la dispersione suggerisce una sorgente molto più lontana o un campo elettrico denso
non ci sono molti altri oggetti nel campo di vista di Ross 128
non sono noti satelliti terrestri in grado di generare interferenze come questa
I segnali sono stati rilevati la prima volta il 13 maggio 2017 alle 00:53:55 UTC e così li descrive Mendez sul blog del sito PHL:
I segnali consistevano in impulsi non polarizzati quasi-periodici a banda larga con caratteristiche molto dispersive.
Crediamo che non siano interferenze in radiofrequenze locali (RFI) in quanto sono uniche di Ross 128 e le osservazioni di altre stelle immediatamente prima e dopo non hanno mostrato nulla di simile.
Il team ha nuovamente osservato con successo la nana rossa e la stella Barnard il 16 luglio, in collaborazione con il progetto Red Dots dell’European Southern Observatory (ESO) e rilascerà probabilmente alcuni risultati entro questo settimana. Stay tuned! ( http://aliveuniverse.today/ )

Siccome devono arginare il fenomeno “terra piatta”, stanno rispolverando i vecchi ferri del mestiere globalista.

25 giugno 2017

Nuova mummia scoperta in Perù pare essere di origine aliena

Nazca crani allungati

Una nuova misteriosa mummia è stata appena trovata nella regione di Nazca (Perù).
I produttori di documentari del sito gaia.com e ricercatori provenienti da vari paesi sono arrivati per indagare sulla scoperta di un corpo mummificato al fine di determinare se si tratta di un essere appartenente ad una razza umana, o no. Le università e gli scienziati indipendenti stanno attualmente analizzando la mummia e hanno trovato materiali, che sono diversi da qualsiasi cosa mai scoperta prima in Perù.

Alieni mummia Perù

Il radiologo dell’ Ospedale ha fatto l’esame muscoloscheletrico presso l’University of Colorado, negli Stati Uniti. MK Jessie ha detto che da quello che ha potuto vedere sulle immagini CT, sono state riscontrate anomalie nelle dita e il teschio allungato che non sembra essere diventato così artificialmente ma sia naturale.
Il Dr. Zaloznaja Natalia, Direttore dell’Istituto di Medicina di Image Analysis MIBS, in Russia ha detto che non è tecnicamente una mummia perché i suoi organi interni non sono stati rimossi, come avviene nel processo di mummificazione. Tuttavia, il corpo è in realtà mummificato.
Jay Weidner, direttore di Gaia, ha detto che subito dopo che il corpo è stato trovato , ha cominciato ad esplorare il sito del ritrovamento, ed ha trovato una figura umanoide incisa in una parete (petroglifo).
Melissa Tittl, Content Director di Gaia dice che sono tutti impegnati per rivelare la verità su questa scoperta.
Sarebbe questo un essere umano primitivo con deformità o la prova innegabile che gli alieni hanno visitato la Terra?
Maggiori informazioni saranno pubblicate non appena saranno disponibili. ( http://www.hackthematrix.it/ )

Mummia UFO in Perù

22 giugno 2017

Cos’è e come lavora il Sistema giudiziario

Il caso giudiziario e criminale relativo alla tragica morte di Yara Gambirasio, mostra in modo quasi ostentato come funzioni realmente il sistema giudiziario italiano e quale sia il suo obiettivo. Ciò che viene denominato ‘giustizia’ infatti altro non è che uno strumento di intimidazione e controllo della popolazione umana, asservito ad un sistema privatistico com’è quello della Repubblica d’Italia spa. Una società per azioni appunto che è un ente privato in mano a privati. In un tale contesto, come può il sistema giudiziario rappresentare equilibrio e verità? Consiglio caldamente la visione di questo ottimo cortometraggio d’inchiesta che fa luce in modo inoppugnabile sulle vicende di questo orrendo omicidio e del destino del Bossetti, il capro espiatorio della situazione. ( http://offskies.blogspot.it/ )

In verità, il filmato è ridicolo. “La più potente famiglia mafiosa del Nord”. Tutti sanno che la mafia non esiste. La mafia è la mentalità meridionale di cosca la qual cosa, per motivi etnici, non ha ,ai accettato l’unificazione savoiarda. La parola “mafia” neanche esisteva prima del 1866. L’autore del filmato è solo un mistificatore a sua volta al servizio del potere.
Il caso Yara Gambirasio può essere ricondotto a due e solo due tipologie:

  1. DELITTO A SFONDO ESOTERICO
  2. EVENTO PARANORMALE QUALI RAPIMENTI ALIENI

In entrambi i casi possibili, la verità non verrà mai a galla. Nel primo poichè, attraverso la massoneria, i poteri occulti controllano e manovrano ogni apparato dello stato.
Nel secondo idem, dato che, nel corpus delle leggi (che è stato forgiato da esoteristi), è stato volutamente omesso il soprannaturale inteso sia come fatto religioso che come fenomeno “UFO”, per così dire.
Ho già scritto che trasmissioni TV quali “Chi l’ha visto?” sono congegnate ad arte per mascherare le sparizioni dovute ai due motivi di cui sopra. Ho pure detto che personaggi viscidi quali Saviano, non a caso citato nel filmato che è un fake, sono gli esecutori stessi dei delitti che descrivono minuziosamente nei loro libri.

17 giugno 2017

Giulia Di Sabatino, tutto archiviato: la sua morte non ha colpevoli

Giulia di Sabatino UFO

Ad un anno e mezzo dalla morte di Giulia Di Sabatino, la 19enne di Tortoreto (Teramo) i cui resti furono rinvenuti sotto un cavalcavia lungo la A/14, la Procura di Teramo chiude definitivamente le indagini sul decesso della ragazza e lo fa con una richiesta di archiviazione del fascicolo per istigazione al suicidio, e quindi della posizione delle tre persone indagate, aperto all’indomani della sua morte.
Nel corso delle indagini, infatti, non sarebbe emerso alcun elemento a carico dei tre uomini, tanto da far ritenere alla Procura che non ci siano dubbi sul fatto che Giulia si sia suicidata. Adesso a decidere se archiviare o meno il fascicolo sarà il gip, con il legale della famiglia di Giulia, l’avvocato Antonio Di Gaspare, che annuncia fin da ora l’opposizione all’archiviazione. «La richiesta di archiviazione mi è stata notificata oggi. Faremo sicuramente opposizioni all’archiviazione – sottolinea il legale – Ci sono tante contraddizioni, tante cose che non sapevamo. E riteniamo che ci siano tutti gli elementi quanto meno per proseguire le indagini». Il cadavere di Giulia, straziato dalle auto, fu trovato il 1 settembre del 2015 sotto un cavalcavia lungo la A/14. Cavalcavia dal quale la ragazza si sarebbe buttata alle prime luci dell’alba, nello stesso giorno in cui avrebbe compiuto 19 anni. Un suicidio al quale la famiglia di Giulia non ha mai creduto, tanto da rivolgere più volte accorati appelli da giornali e televisioni. Inizialmente la Procura, come atto dovuto a fronte di tutta una serie di accertamenti, iscrisse due persone nel registro degli indagati:il 41enne che quella notte diede a Giulia un passaggio con lo scooter e il 25enne che, alla guida di una Panda Rossa, la accompagnò sul cavalcavia dopo aver avuto un rapporto sessuale con lei. A questi si aggiunse poi anche una terza persona: l’uomo già indagato per pedopornografia dalla Procura distrettuale dell’Aquila dopo che la Procura di Teramo, sempre nell’ambito degli accertamenti sulla morte di Giulia, aveva rinvenuto delle foto osè sul cellulare della ragazza. Foto, che secondo gli accertamenti, sarebbero partite proprio dal telefono dell’uomo. Fascicolo, quello per pedopornografia, che al momento è ancora aperto. ( http://www.leggo.it/ )

Che sarebbe finita così, io lo scrissi tre o quattro giorni dopo il fatto. Se si è trattato di un delitto a sfondo esoterico, nessuna verità poteva uscire, dato che loro controllano tutto, a partire dalla Giustizia e ogni apparato dello stato.
Se si è trattato di un rapimento alieno con mutilazione (come appare essere stato), certamente non possono ammettere l’esistenza di tali fenomeni.
Per riconoscere se una sparizione di persona sia riconducibile ad attività UFO, penso l’unico testo disponibile sia il mio: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.

10 giugno 2017

Sparisce da casa, lo trovano morto in un fiume: è il terzo caso da inizio anno nel Bresciano

Per tutta la mattina un intero paese lo aveva cercato ma di Francesco Baronio, 36 anni di Visano, comune di mille anime nel Bresciano, nessuna traccia. Non era infatti normale che non si facesse vivo per ore, tant’è che i familiari avevano temuto il peggio e così purtroppo è stato. Il corpo di Baronio è stato ritrovato nel pomeriggio nelle acque del fiume Chiese, poco lontano dal confine con Acquafredda. Ad accorgersi del cadavere tra le rocce, un agricoltore della zona, il primo a lanciare l’allarme. Stando a una prima ricostruzione il 36enne avrebbe perso l’equilibrio, scivolando sull’argine, caduta che si sarebbe rivelata per lui fatale.
Per tutta la mattina un intero paese lo aveva cercato ma di Francesco Baronio, 36 anni di Visano, comune di mille anime nel Bresciano, nessuna traccia. Non era infatti normale che non si facesse vivo per ore, tant’è che i familiari avevano temuto il peggio e così purtroppo è stato. Il corpo di Baronio è stato ritrovato nel pomeriggio nelle acque del fiume Chiese, poco lontano dal confine con Acquafredda. Ad accorgersi del cadavere tra le rocce, un agricoltore della zona, il primo a lanciare l’allarme. Stando a una prima ricostruzione il 36enne avrebbe perso l’equilibrio, scivolando sull’argine, caduta che si sarebbe rivelata per lui fatale.
ADVERTISING
Il magistrato ha comunque disposto per oggi l’autopsia per far luce sull’intera vicenda. Il caso di Francesco Baronio, allontanatosi da casa per una passeggiata e poi ritrovato morto annegato non è il primo nel Bresciano in questi primi sei mesi dell’anno. Il 19 marzo era toccato a Marco Sossi, mandriano di 29 anni, scomparso improvvisamente mentre andava al lavoro in un’azienda agricola di Genivolta, tra la Bassa Bresciana e il Cremonese. Una settimana più tardi il sindaco di Borgo san Giacomo, impegnato nelle ricerche lo aveva ritrovato morto in un canale di campagna, posizionato a testa in giù con la testa immersa nell’acqua.
Martedì 25 aprile a Lumezzane in Val Gobbia, era invece toccato a Ndour Modou, 49 anni, venditore ambulante di origine senegalese ma residente in paese da oltre 25 anni. Dell’uomo non si avevano più notizie da oltre dieci giorni. La sua scomparsa aveva infatti lasciato nello sconforto più totale l’intera comunità senegalese. A trovarlo morto nelle acque del Gobbia, un passante. Sebbene sui corpi dei due uomini non ci fossero segni di violenza nessuno è più riuscito a dare una spiegazione alle morti, tutt’oggi avvolte nel mistero. ( http://www.lastampa.it/ )

Questi ritrovamenti, e ce ne sono ovunque ogni giorno, conservano sempre tre cose in comune:

  1. Rimangono insoluti anche se gli inquirenti, per fare vedere che fanno qualcosa, alimentano i giornali con ipotesi.
  2. Avvengono in luoghi isolati senza mai testimoni.
  3. Avvengono in prossimità di bacini o corsi d’acqua.

Cosa c’è dietro?

ADDENDUM Come preventivato da me subito, anche il caso di Giulia di Sabatino è stato archiviato senza colpevoli ne movente: http://www.leggo.it/news/italia/giulia_di_sabatino_tutto_archiviato_la_morte_non_ha_colpevoli-2315226.html

26 gennaio 2017

Apollo 20: filmato del presunto ritrovamento di una ragazza extraterrestre

Apollo 20 Una missione della massima segretezza col ritrovamento di una ragazza aliena. Per alcuni, invece si è trattato di una perfetta bufala, con la testimonianza di colui che l’avrebbe progettata. Una pagina di WikiBooks indicherebbe in questo caso che la presunta missione segreta è proprio una messinscena di un artista video francese di nome Thierry Speth, che a quanto pare ammise di aver diffuso i filmati il 9 luglio 2007. Non abbiamo ancora certezze di verità.

30 dicembre 2016

I Rottami, il Jumbo Jet e l’Uragano

Francis Crick (8 giugno 1916/28 luglio 2004) è stato uno scienziato inglese noto per essere il co-scopritore della struttura della molecola del DNA nel 1953, al fianco di James D. Watson.

Arjun Walia per humansarefree

Francis Crick e James Watson hanno ricevuto congiuntamente il premio Nobel nel 1962 per la Fisiologia e per la Medicina “per le loro scoperte riguardanti la struttura molecolare degli acidi nucleici e la loro importanza per il trasferimento di informazioni nella materia viva.”
Era chiaramente un brillante scienziato a cui purtroppo, come per molte altre menti brillanti che sono emerse con teorie che sfidavano i quadri accademici accettati in quel momento, non è stato dato allora molto risalto sulla ‘stampa’.
Nel suo libro pubblicato nel 1982 ‘La vita stessa’ egli sostiene come non sia possibile che la molecola del DNA abbia cominciato qui il suo cammino sulla Terra e che doveva quindi essere giunta da qualche altra parte.
All’interno della comunità scientifica ufficiale, la teoria generalmente accettata è che siamo il risultato di un gruppo di molecole urtatesi e combinatesi accidentalmente l’una nell’altra, creando così la vita.
Tuttavia, secondo Francis, siamo il risultato di ciò che ora è universalmente conosciuto come Panspermia Diretta. Crick ed un chimico britannico, Leslie Orgel, pubblicarono la loro ricerca sulla panspermia nel mese di luglio del 1973.
La loro teoria spiega che: “Gli organismi sono stati volutamente trasmessi alla Terra da esseri intelligenti provenienti da un altro pianeta. Abbiamo concluso che è possibile che la vita abbia raggiunto la terra in questo modo, ma che l’evidenza scientifica è insufficiente al momento per affermare qualcosa sulla probabilità dell’evento. Richiamiamo l’attenzione ai tipi di prove che possano gettare ulteriore luce sull’argomento“.
Per quanto riguarda i pensieri di Crick sulla teoria che siamo il risultato di molecole urtatesi accidentalmente le une nelle altre, ciò ha la stessa probabilità di un assemblaggio di un jumbo jet colpito da un uragano in un deposito di rottami. In altre parole, la teoria ufficiale ha poca o nessuna credibilità.


Quando si tratta della teoria di Crick, ci sono stati alcuni che hanno esteso il suo lavoro ed hanno effettivamente trovato alcune prove a favore. Forse Crick aveva qualche prova o non è stato in grado di collegare alcuni punti?
Dopo tutto, le teorie di questo tipo non nascono dal nulla e questo signore ha vinto il premio Nobel per lo studio del DNA. Pensieri come questo non dovrebbero essere presi alla leggera e le prove dovrebbero essere esaminate con attenzione per vedere se si tratta di una ipotesi plausibile.
Si prega di tenere a mente durante la lettura dell’articolo che segue che, anche se abbiamo scoperto molto, dobbiamo ancora identificare le funzioni biologiche di grandi porzioni del nostro DNA. ( http://offskies.blogspot.it/ )

24 dicembre 2016

Da Ufologi a Terapeuti (e viceversa)


Alcuni dei più eminenti ufologi contemporanei sono diventati terapeuti (o viceversa, come nel caso del Prof. John Mack, nella foto qui sopra). Dalle speculazioni e dalla ricerca esteriore infatti sono giunti all’essere umano ed hanno compreso come il vero campo di battaglia sia proprio quello.
Attraverso i nostri contenitori materiali insistono da millenni anime disincarnate ed alieni predatori, che si inseguono in un torneo medievale fatto di patti, giuramenti, inganni ed illusioni, simboli e colpi di scena, predazioni e malefatte. Attorno a tutto ciò aleggiano i manipolatori della biosfera che si affannano da millenni ad elaborare il contenitore umano più utile ai loro scopi.

In mezzo il mistero: noi umani. Un cesto di larve, un contenitore pieno di elementi sorprendenti, un sistema aperto multilivello tutto ancora da decifrare ed inquadrare, sempre che sia possibile. Esseri bipedi comunque poco coscienti.
Di questo mondo multiforme e variopinto ne emerge un quadro interessante dalle ipnosi terapeutiche di Calogero Grifasi. Sono ormai centinaia i casi da lui trattati disponibili in rete dal suo canale di you tube grazie ai quali è possibile rendersi conto dell’infinita diversità biologica dell’universo.

La nostra natura, nel bel mezzo del bene e del male, è situata in una dimensione densa e poco evoluta eppure ricca ed avvincente, preda ambita di numerosi algidi esseri predatori.
Se avete qualche ora di tempo a disposizione e molta pazienza, vi suggerisco quindi di ascoltare e vedere i video delle sue ipnosi. Molti dubbi sulle realtà terrifiche di cui non siamo in grado di farcene una ragione, prendono invece corpo grazie alle argute domande di questo insolito e potente terapeuta. ( http://offskies.blogspot.it/ )

PS Buon Natale! Una storia di Natale

1 dicembre 2016

“Sono aliena, ho Dna extraterrestre”: ragazza australiana racconta che…

bambini ibridi UFO

MELBOURNE – “Sono aliena, ho Dna extraterrestre“: Lea Kapiteli, 22 anni, di Melbourne (Australia), è convinta di non appartenere al genere umano. Secondo quanto riportato dal Daily Mail, si definisce una “starseed”, un essere che ha origini miste, proveniente da un altro pianeta, se non da un’altra galassia. A rivelarle la sua vera natura sarebbe stato uno spirito di nome Mezreth, che all’età di 13 anni le avrebbe fatto visita più volte. Lea ritiene di essere il frutto di una fecondazione ibrida. Qualcuno avrebbe rubato gli ovuli di sua madre mentre dormiva, per poi unirli a un alieno, dando vita a un tipo di Dna extraterrestre. Ipotesi oltremodo fantasiosa, che tuttavia la donna propone come veritiera.
A detta della 22enne, la “rivelazione” di Mezreth è stata di grande aiuto per lei. Prima di allora la sua vita non aveva molto senso e spesso si sentiva estranea alla realtà, o almeno, questo era quello che pensavano gli altri di lei. “Quando ho scoperto di essere una starseed, sapevo di essere qui per un motivo: per testimoniare la vita sulla terra”, ha detto. Lo spirito, o “presenza”, come lei ama definirlo, le avrebbe persino insegnato a fare viaggi virtuali fuori dalla Terra. “Con un po’ più di concentrazione e meditazione, volendo posso andare su Marte“, specifica Kapiteli.
Anche la madre di Lea sta iniziando ad accettare la presunta natura non umana della figlia, assecondandola di fatto nelle sue fantasticherie. “Mia mamma ci ha messo po’ di tempo per capire, ma è stata grande e ha cominciato a fare qualche ricerca su Internet “, racconta la giovane, che specifica: “Quando ero una bambina, spiegavo sempre queste cose e sono stata accusata di avere un’immaginazione troppo creativa. Ma dopo aver fatto le ricerche, anche per lei tutto ha perfettamente senso”. ( http://www.blitzquotidiano.it/ )

Personalmente, sono aperto all’idea di ciò. Gli alieni potrebbero essere di provenienza “intra-terrestre”. Notizie possibilmente inventate per distrarre l’attenzione. Forse vere.

Rapimenti donne alieni

23 ottobre 2016

ALIENO esposto ai musei Vaticani. Papa Francesco apre un forte mistero.

Da stamattina, ai Musei Vaticani, è possibile vedere un corpo alieno. La decisione di aprire una parte dei sotterranei vaticani spetta al nuovo pontefice. Papa Bergoglio, infatti, dopo anni di mistero ha deciso di dare il via libera.
Così ha parlato il portavoce vaticano Alejandro Porfaido: “In tutti questi anni, mai nessun Papa ha osato così tanto. Oggi, invece, possiamo dire che la Chiesa sta, lentamente, svelando anche i suoi misteri più reconditi”.
Ma da dove proviene questo corpo alieno? Ce lo siamo fatti spiegare dal noto ufologo Klaus Scario: “L’alieno proviene da un incontro che Papa Giovanni Paolo II ebbe con un rappresentante di un altro pianeta. Secondo i documenti ufficiali, mai divulgati dalla Santa Sede. Questo rappresentante extra-terrestre, affidò alle cure vaticane, un suo amico. Non si conoscono ancora i documenti riguardanti l’incontro avvenuto fra l’alieno e il papa. Si pensa che questo avvicinamento sia avvenuto nel 1985, e che si discusse di futuro del pianeta. A questo incontro era presente anche un noto banchiere ancora vivente, che non mi è concesso rivelare. Credo che con questo Papa molte altre verità verranno a galla molto presto”.
La decisione ha aperto finalmente uno scenario di comunicazione, sembra infatti che la Chiesa sia ad oggi disposta a rivelare tutto ciò che sa sull’universo. Grazie a Papa Francesco, che ancora una volta ha rivoluzionato la chiesa aprendo tutti a una visione dell’universo più completa.
Il flusso di fedeli è aumentato di dieci volte da stamattina. Si stima che nei prossimi giorni giungeranno in Vaticano 10 milioni di persone almeno. Una sorpresa scandalosa che giunge proprio nell’anno del Giubileo. “Assurdo. Altre forme di vita esistono” ha detto Michele, uno dei tanti presenti oggi in Santa Sede. Fra i fedeli c’è sconcerto ed emozione. Nelle prossime ore è attesa una conferenza stampa proprio con Bergoglio. Questo Papa non smetterà mai di stupirci. L’alieno potrà essere visitato fino al 22 giugno. Affrettatevi! ( http://www.ilfattoquotidaino.it/alieno-esposto-ai-musei-vaticani-papa-francesco-apre-un-forte-mistero/ )

Probabilmente l'”alieno” l’hanno fabbricato a Hollywood e portato nottetempo a Roma. urge contrastare il fenomeno della Terra Piatta. Di questo passo, Bergoglio dirà che Stalin era un santo e Cicciolina un esempio di castità encomiabile. Una bufala, ma aliemta l’idea che gli alieni esistono alimentando l’idea dell’esistenza di altri mondi.

28 luglio 2016

Sono stato addotto dagli UFO? Il test per scoprirlo

Il fenomeno delle adduzioni da parte di esseri extraterrestri è uno dei risvolti più sconvolgenti dell’ufologia. La maggior parte degli addotti non ricorda nulla perché, ovviamente, una parte preminente del trattamento è la cancellazione della memoria dell’evento. Il motivo è intuibile: rimuovere il ricordo traumatico assimilandolo ad un “brutto sogno” serve a controllare i sequestrati che altrimenti impazzirebbero all’idea di essere presi contro la loro volontà in piena notte e portati dentro un UFO per essere esaminati. Le donne sono probabilmente sottoposte a tentativi di innesti artificiali per creare ibridi. Dopo qualche settimana sono riaddotte per prelevare gli embrioni. (Vedi il mio articolo sulla Morfogenesi Umana – ArcheoMisteri – aprile 2013)

Un elenco di “sintomi” che potrebbero indicare di essere stati vittime di “attenzioni” a scopo scientifico da parte di razze aliene:

  1. SOGNI CATASTROFISTI Esperienze oniriche di cataclismi e di essere inseguiti nascondendosi vanamente.

  2. PRESENZA SUL CORPO DI PICCOLE CICATRICI O PUNTI INSPIEGATI Presenza di ‘ferite’ rimarginate e punti di cui non c’è una spiegazione naturale.

  3. IRREGOLARITÀ NELLA CRESCITA DI MEMBRA O ORGANI CORPOREI Ciò è probabilmente provocato dalla presenza di impianti.

  4. ASSENZA DI VESTITI Ritrovarsi senza qualche capo di vestiario senza ricordarsi dove e perchè ce lo si è tolto.

  5. SANGUINAMENTO INSPIEGABILE DAL NASO Fenomeni di epistassi dopo un episodio di adduzione.

  6. PROBLEMI ALLA SCHIENA Conseguenze simili come se si fosse reduci da un’epidurale.

  7. IMPROVVISO INTERESSE NEGLI ALIENI E SENSAZIONE CHE “POTREBBERO VENIRE A CERCARMI” Sensazione di avere a che fare con entità aliene che potrebbero venire in contatto con noi.

  8. RICORDO DI ESSERSI SVEGLIATI IN UN LUOGO AMENO SENZA SAPERE PERCHÉ CI SI TROVA LÌ. Tipicamente si è tanto intontiti che si fila a letto dimenticando la cosa che affiora dopo un certo tempo.

  9. SENSIBILITÀ NEL CAPIRE COSA VOGLIONO LE PERSONE OLTRE LE LORO AFFERMAZIONI Affinamento dell’intuitività percependo le vere intenzioni delle persone.

  10. SENSO DI DISAGIO PSICOLOGICO SENTENDO QUALCUNO PARLARE MALE DI QUALCUN ALTRO Una coscienza cosmica della unitarietà della vita nell’Universo.

  11. TEMPO MANCANTE La sensazione di non sapere dove si è stati o cosa si è fatto un un dato lasso di tempo ma di non di avere dormito.

  12. INTERAZIONE CON MECCANISMI ELETTRONICI Interferenze avvicinandosi ad apparecchi radio TV, blocco di orologi digitali, malfunzionamento di computer e simili.

  13. SCOTTATURE SOLARI Presenza di bruciature da tintarella senza crema protettiva senza avere mai preso il sole in quel periodo, magari in pieno inverno.

  14. CAPACITÀ PRANOTERAPEUTICHE E SENSITIVITÀ EXTRASENSORIALE Possesso di capacità di guarigione in vario grado e percezioni extrasensoriali di varia profondità.

  15. IMPROVVISO ATTIVISMO SOCIALE Interesse nel volere aiutare a creare un mondo migliore lottando contro inquinamento e palesi ingiustizie e disinformazione.

  16. RALLENTAMENTO NEL PROCESSO DI INVECCHIAMENTO Persone di 50 anni con capelli, pelle e baldanza da trentenni.

Se voi corrispondete al 75% o più, di questi punti, avete molta probabilità di essere stati almeno una volta rapiti da extraterrestri a scopo di studio.
In tal caso, che fare?
Niente, non possiamo farci niente. Io di addotti ne ho conosciuto e la loro vita è normale, se non per il fatto di sapere che “loro” esistono e che sono tra di noi. La cosa che mi sono sentito rispondere alla domanda “Se tornano a riprenderti?” è stata “Spero di non ricordarmi”.
Quindi è necessario considerare l’adduzione come un’operazione chirurgica in anestesia generale alla quale non possiamo sfuggire per cui speriamo di riemergere rigenerati.

Della ibridazione alieni-umani si parla estesamente nel libro: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.
https://i1.wp.com/www.costaricantimes.com/wp-content/uploads/2014/02/alien-abduction.jpg

5 luglio 2016

Due Ibridi umani-alieni scoperti nell’arco di una settimana

Mentre le storie di avvistamenti e rapimenti alieni stanno diventando sempre più comuni, non è cosa di tutti i giorni sentir parlare di incontri con degli ibridi umani-alieni.E ‘ancora più raro che due storie del genere si verificano nel corso di una settimana.
Eppure questo è uno dei due casi risalenti alla scorsa settimana, entrambi riportati dalle cronache che parlavano di un possibile incontro con delle creature ibride. 
Una di queste è stata scoperta durante lo scavo di un pozzo in India. Per capire meglio cosa sta succedendo dobbiamo tornare indietro nel tempo quando la polizia di Pacific Palisades, in California è stata chiamata per indagare su un corpo in decomposizione rinvenuto all’interno di un SUV. 
I resti che appartenevano a Jeffery Alan Lash apparentemente si trovavano a bordo del veicolo da circa due settimane. 
La fidanzata, Catherine Nebron, ha riferito alla polizia che era convinta che il suo amato fosse una sorta di agente della CIA sotto copertura. Jeffery Alan Lash morì il 4 luglio 2015 e, secondo le sue istruzioni lasciate a Nebron il suo corpo doveva essere abbandonato in SUV appositamente parcheggiato affinché venisse scoperto dai funzionari governativi che avrebbero dovuto procedere nell’identificazione.
Due giorni dopo, uno dei dipendenti di Jeffery Alan Lash – Alba VadBunker – e’ stata data per dispersa da sua madre la quale ha dichiarato che sua figlia era convinta che Lash era un alieno o un ibrido umano / alieno “inviato sulla Terra per proteggerci”. 
Alcune delle armi trovate all'interno della casa del presunto umano-alieno Jeffrey Lash

Alcune delle armi trovate all’interno della casa del presunto umano-alieno Jeffrey Lash

Se Lash era un alieno o un ibrido, probabilmente i suoi parenti non umani decisero di lasciargli in custodia delle armi aliene, perché la polizia ha scoperto  in casa sua oltre 1.200 pistole dal valore stimato intorno ai $ 5000000, oltre 6 tonnellate di munizioni, un certo numero di SUV modificati per la guida su terreni accidentati e $ 230.000 in contanti. 
Jeffery Lash era veramente un ibrido alieno-umano? 
Non è stato redatto alcun rapporto su una eventuale autopsia e Dawn VadBunker – la donna che ha fatto la denuncia – risulta ancora dispersa.L’unica foto conosciuta del presunto ibrido sembra essere quella estrapolata da un annuario del liceo dove ha studiato da adolescente. 
Jeffery Lash

Jeffery Lash

D’altra parte, la creatura trovata recentemente in India appare decisamente come un ibrido alieno-umano o qualcosa di simile.
Essa è stata scoperta da alcuni operai mentre scavavano un pozzo nel villaggio Bawadi di Jodhpur in Rajasthan.
La creatura è troppo piccola per essere un ibrido anche se sembra sicuramente un aborto umano o un piccolo rettile. 
C’è qualche fondamento di verità in tutta questa storia? Fonte di riferimento:mysteriousuniverse
7 giugno 2016

Chirurgia aliena


Se usiamo il termine “clonazione”, il pensiero corre subito alla pecora Dolly, agli animali “duplicati” in questi ultimi decenni. Eppure la clonazione potrebbe essere una tecnica ben più antica di quanto si pensi: Enki ed altri “dei” furono ingegneri genetici, come lasciano supporre alcuni cenni all’interno di testi vergati in un lontano passato o simboli quali il serpente ed il caduceo? L’ingegneria genetica fu finalizzata presumibilmente alla selezione di una specie dominabile (Z. Sitchin, B. Russo et al.): gli antropologi l’hanno definita Homo sapiens sapiens, ma essa non sa chi fossero e siano i manipolatori.
Sempre più spesso ci imbattiamo in cloni o presunti tali: attori, “politici”, cantanti, pseudo-informatori (si pensi ad Alex Jones) paiono avere delle copie. Alcuni “muoiono” e “rinascono” (David Bowie), altri si riciclano in nuovi involucri, in nuove identità con vecchie sembianze.
Clonazioni ed ibridazioni: creature cross over, un po’ umane, un po’ aliene dalle fattezze stranite e stranianti. Come nella celeberrima pellicola “L’invasione degli ultracorpi” (“Invasion of the body snatchers”, 1956 ) per la regia di Don Siegel e tratto dall’omonimo romanzo di Jack Finney (1911-1995), l’invasione è in realtà una lenta e letale infiltrazione: avviene in maniera impercettibile. L’agenda aliena include la creazione di ibridi e le mutilazioni sia animali sia umane che non sono peculiari dei nostri tempi, sebbene le escissioni di organi ed i dissanguamenti si siano ultimamente moltiplicati. Inoltre non sono più soltanto vacche e cavalli ad essere vittime di questa chirurgia aliena, ma sempre più spesso cani, gatti, conigli, volpi, volatili: nei dintorni di Londra (Croydon, West Norwood) sono stati segnalati gatti cui sono stati asportati gli organi interni; eravamo semmai abituati ad aver notizia di capi di bestiame “operati” da chirurghi allotri negli assolati e desolati pascoli del Midwest. La minaccia è sempre più vicina, sin quasi sulla soglia di casa.
William M. Tompkins, ingegnere aerospaziale in pensione ed autore del saggio-autobiografia “Selected by extraterrestrials: my life in the top secret world of U.F.O.s, think-tanks and Nordic secretaries”, 2015, sostiene che i cosiddetti Nordici, alti, aitanti e biondi ed i Draconiani (alias Rettiliani) non solo cooperarono prima e durante la Seconda guerra mondiale con il Terzo Reich, ma che essi stessi sono talora ibridati: ecco perché alcuni Nordici hanno gli occhi con la pupilla verticale. Stando a Tompkins, un conflitto tra extraterrestri per il controllo del sistema solare e non solo, fu combattuto per mezzo degli uomini. Divide et impera.
Ancora oggi agiscono dietro le quinte i soliti manipolatori, quelli che trasmisero conoscenze e tecnologie alla Germania nazional-socialista per poi passare a sostenere gli Stati Uniti, falsi rivali del Terzo Reich. Oggi l’adulterazione psicologica è perpetrata attraverso la retorica delle “democrazie”, quella biologica mediante la bioingegneria aerea: è evidente lo scopo di degradare (altro che evoluzione!) l’umanità, di rimpiazzarla con cloni, automi ed innestati. Il Transumanesimo è la progressiva transizione verso il trapasso della psiche.
Le razze coinvolte in questi progetti sono probabilmente parecchie e gli obiettivi, vista tale premessa, disparati: si va dall’uso di ormoni per la produzioni di copie al tentativo di intaccare (o staccare?) la coscienza, dall’interfacciamento uomo-macchina all’agguato post-mortem, dal continuo aggiornamento di tecnologie hard al tentativo di intervenire sullo spazio-tempo, sull’essenza stessa del cosmo. E’ tutto un brulichio di Insetti, demoni, men in black, repliche, esseri bionici, falsi Messia (William?).
Scenari sinistri, spesso sotterranei, gremiti di gallerie, ascensori, laboratori, cilindri per imprigionare e duplicare corpi e menti. Sub divo involucri atti ad imprigionare anime che non sanno di esserlo. ( http://zret.blogspot.it/ )

Articoli di approfondimento: Mamma di due bambini ibridi alieniGineceo alieno: donne impiegate come fattrici di bimbi ibridi

 

20 maggio 2016

Generale americano allude a un conflitto contro gli “omini verdi”

In un video del 21 aprile scorso, il capo dello staff dell’esercito USA generale Mark Milley, ha tenuto un discorso alla Università Norwich. Esso è il più vecchio college militare americano e ha sede nel Vermont.
Ha detto, fra l’altro: “Avrete a che fare con terroristi, avrete a che fare con eserciti ibridi, avrete a che fare con omini verdi, avrete a che fare con tribù, state per avere a che fare con tutto ciò e avrete a che fare con ciò nel medesimo tempo.” (“You’ll be dealing with terrorists, you’ll be dealing with hybrid armies, you’ll be dealing with little green men, you’ll be dealing with tribes, you’re going to be dealing with it all, and you’re going to be dealing with it simultaneously,”)
Secondo il giornale dell’esercito The Army Times, tuttavia, gli alti gradi militari avrebbero ridimensionato ogni riferimento a battaglie contro alieni o guerre intergalattiche.
Di solito, hanno chiarito “omini verdi”, in gergo militare USA, viene riferito a truppe paramilitari o milizie vestite di verde.
Un amico mi segnala prontamente che “Omini Verdi” è anche un’espressione gergale con cui, più volte, sono state identificate le truppe speciali russe, operanti in maniera “coperta” in Crimea e successivamente in Siria e verosimilmente altrove.
Non significa, quindi, combattere contro soldati provenienti dallo spazio profondo, è stato precisato.
Però, lo strano riferimento agli extraterrestri e una possibile minaccia cosmica lascia perplessi.

28 aprile 2016

Strutture artificiali su Venere fotografate dalla sonda Magellano della NASA

Congiunzione planetaria di Mercurio Marte Venere GioveLa Sonda Magellano venne lanciata nel 1989 e orbitò attorno a Venere tra il 1990 e 1994. Fu la prima di tre sonde dirette verso altri pianeti ad essere lanciata dallo Space Shuttle. La Magellano creò la prima (e attualmente la migliore) mappatura della superficie del pianeta ad alta risoluzione con una qualità paragonabile a quella di una foto. Le missioni precedenti avevano dato una più bassa risoluzione radar del pianeta e delle sue formazioni superficiali. La Magellano, tuttavia, ha alla fine permesso immagini dettagliate e analisi di crateri, colline, catene montuose e altre formazioni geologiche, comparabili con le mappe fotografiche in luce visibile di altri pianeti. La mappa radar della Magellano rimarrà la mappa più dettagliata di Venere per il prossimo futuro, anche se la missione russa Venera-D (il cui lancio è previsto in questi mesi) utilizzerà un radar con una risoluzione ancora più grande di quella del radar usato dalla Magellano.
Come detto sopra, la sonda Magellano, ha raccolto una quantità enorme di immagini che sono state finalmente pubblicate dalla NASA, in cui si pososno osservare delle anomalie. In alcune fotografie si possono osservare delle strutture artificiali, mentre in altre immagini ci sarebbe tutti gli elementi per poter sospettare che ci siano misteriosi edifici, forse chissà, costruiti da una razza aliena che ha abitato o colonizzato il secondo pianeta del nostro sistema solare.
Nel seguente video, vi mostriamo gli edifici che abbiamo trovato nelle immagini della NASA e le loro interpretazioni in 3 dimensioni. Il link dove le mappe sono reperibili e dove è possibile verificare voi stessi le immagini mostrate nel video, così come poter trovare nuovi luoghi con sospetto elementi artificiali, è il seguente: http://webgis2.wr.usgs.gov/Venus_Global_GIS/

Redazione Segnidalcielo ( http://segnidalcielo.it/ )

10 aprile 2016

Le imperscrutabili “onde lunari”

UFO onde lunari firmamento
Sono innumerevoli i fenomeni legati al nostro satellite naturale di cui si sa poco, e meno ancora se ne parla. Uno di essi riguarda le cosiddette “onde lunari”. Si tratta di ondulazioni, simili a quelle formantisi in acqua, che attraversano la Luna come se essa fosse immersa in un oceano di acqua cristallina.
Tale evento è sovente associato all’apparizione di UFO come se questi, tuffandosi in un mare sospeso in cielo, perturbassero tale superficie generando onde di un qualche tipo. Di solito, appaiono in coppia susseguendosi in pochissimi istanti.
I sostenitori della “terra piatta” ritengono si tratti di acqua come viene riferito nella cosmologia biblica.
Molti filmati illustrano questo misterioso fatto ed è arduo sostenere che siano tutti frutto di manipolazione digitale o altro. Alcuni sostengono trattarsi di onde reali ma sono l’effetto dell’attrazione gravitazionale lunare sull’alta atmosfera terrestre. Che ne pensate?

4 marzo 2016

Paura al Sud: avvistati bambini dagli “occhi neri”

Chi sono questi strani bambini pallidi e dagli occhi neri che vorrebbero entrare in casa vostra  bussando alla porta e fissando attraverso le finestre? Perche’ chiedono di entrare all’interno delle abitazioni?
Dalle descrizioni fatte da molti testimoni,  un piccolo gruppo di bambini con gli occhi tutti-neri si avvicina ad un adulto che è solo in una macchina o in casa. I bambini, di solito due ragazzi di età compresa tra i 10 ei 13 anni, cercano di chiedere un passaggio a casa o di entrare nell’abitazione per andare in bagno o per telefonare. La loro pelle è pallida e pastosa di colore, descritta da alcuni come di plastica o di natura artificiale. I testimoni descrivono il loro abbigliamento come strano e squallido – blue jeans e una felpa vecchio stile. Fenomeni elettrici bizzarri si verificano quando sono in giro, come una porta del garage che inspiegabilmente si apre o lampadine dei lampioni che improvvisamente scoppiano.
Purtroppo si stanno verificando strani casi anche nel Sud Italia(leggi L’articolo) dove si registrano diversi avvistamenti e contatti con questi strani bambini dagli occhi neri. Ecco alcune drammatiche testimonianze:
 
1) Un avvocato di Reggio Calabria appena arrivato a casa, vide un ragazzo nell’uscio di casa sua che gli dice: “dovresti invitarmi dentro così mangio qualcosa e magari faccio una partita a Grand Theft Auto”. Ma il pitbull iniziò a ringhiare. Ma nel momento in cui il bambino alzò la testa e si scorsero gli occhi neri, il cane scappò e si nascose sotto il letto dell’avvocato per tre giorni senza mangiare e bere.
2)Pietro Quattrone si trovava nel parcheggio di fronte al suo palazzo a Messina zona Laboccetta, e la brace della sua sigaretta era molto visibile quella notte. Ben presto scoprì che non era solo. “Di notte, di solito esco fuori per fumare la mia sigaretta al mentolo; ebbene in quell’occasione avevo notato un bambino ” ha riferito Pietro.
Aveva notato il ragazzo che camminava a piedi lungo la strada dirigendosi verso di lui; La sua andatura era insolita. “Ho vissuto in questi edifici tutta la mia vita, e non ho mai visto questo ragazzo da nessuna parte”, ha detto Pietro. “Il ragazzo era apparso intorno alle 22.00 di sera e camminava lentamente, lungo la strada principale.”
“E ‘stato sufficiente lo spavento di quella notte che da allora ho smesso di uscire per fumare una sigaretta.”  Ma il ragazzo sembrava avere un particolare interesse per il signor Quattrone. Da quella notte Quattrone lo avrebbe visto notte dopo notte, mentre camminava lentamente su e giù per la strada fino a alle 03:00 del mattino. Alla fine Pietro Quattrone dimenticò il ragazzo e una notte uscì fuori a fumare la solita sigaretta. Quello che vide lo terrorizzò. “In piedi accanto alla mia porta c’era il ragazzo ritto in piedi che mi guardava, chiedendomi se potevo suonare all’interno dell’edificio. Il volto del ragazzo era coperto dalla sua felpa, che non ha impedito a Quattrone di vedere i suoi occhi che erano totalmente neri. Quattrone a questo punto disse al ragazzo che non poteva lasciarlo all’interno dell’edificio, per cui chiuse con cura la porta assicurandosi che fosse ben chiusa a chiave. “Ho avuto una opprimente sensazione di terrore assoluto nel mio corpo e scariche di diarrea incontrollate”, ha riferito Quattrone “Quella notte non ho dormito e, occasionalmente, guardavo fuori dalla mia finestra sperando di non vedere il ragazzo lungo la strada.”

Che cosa è esattamente questo fenomeno in crescita? Chi sono questi sinistri bambini dagli occhi neri? Sono esseri interdimensionali che si nutrono dell’energia  creata dalla paura che suscitano.? Sono essere ibridi alieni-umani?  Sono entità demoniache? ( http://notiziepericolose.blogspot.it/ )

Si tratta di un fenomeno crescente. Forse un tentativo degli extraterrestri di venire in contatto dialetticamente con la specie umana attraverso degli ibridi. Se vi capita di incontrarli, non fateli entrare in casa o salire in auto per nessun motivo, chiamate immediatamente la polizia. Dovrebbe bastare a farli svanire nel nulla nel giro di qualche secondo. Non escludo che il numero esorbitante di bambini clandestini fatti entrare dal governo italiano, serva a mascherare questo fatto.

3 marzo 2016

UFO disintegra missile lanciato per distruggerlo

Sembra la realizzazione di uno degli infiniti cartoni animati giapponesi di fantascienza.
Il filmato, risalente al 2008 e girato in Giappone, mostrerebbe il tentativo di abbattere un disco volante tramite un missile a lunga gittata. Come facilmente prevedibile, l’ordigno a razzo viene disintegrato a una certa distanza dal suo obbiettivo. Video vero o falso?

26 febbraio 2016

Gineceo alieno: donne impiegate come fattrici di bimbi ibridi

Un gruppo di donne nella domanda di avere figli cui padre alieni – e descrivere i loro incontri sessuali con gli extraterrestri come il ‘migliore che abbia mai avuto’.
Bridget Nielson, da Sedona, in Arizona, e Aluna Verse, da Los Angeles, California, sono tra i membri della ‘Comunità bambino Hybrid’ che credono i loro figli vivono sul gigante astronavi aliene.
La coppia sostiene che loro due in tutto hanno 13 figli con gli “stranieri” – e che le concezioni avvengono sia attraverso l’inseminazione artificiale o incontri sessuali reali.

Bridget Nielson, da Arizona, e Aluna Verse (nella foto), dalla California, sono tra i membri della 'Comunità bambino Hybrid' che credono i loro figli vivono giganti astronavi aliene

Bridget Nielson (nella foto), da Arizona, e Aluna Verse, dalla California, sono tra i membri della 'Comunità bambino Hybrid' che credono i loro figli vivono giganti astronavi aliene

La verità è là fuori: Bridget Nielson (a destra), da Arizona, e Aluna Verse (a sinistra), dalla California, sono tra i membri della ‘Comunità bambino Hybrid’ che credono i loro figli vivono giganti astronavi aliene
I membri del gruppo ritengono che gli alieni sono state raccogliendo il loro DNA per creare i bambini che combinano il meglio dei due caratteristiche umane e aliene per un periodo di diversi anni.
Nielson, 27 anni, ha detto che il sesso era il ‘migliore di sempre’ e che migliaia di donne in tutto il mondo sono mancanti su queste esperienze, perché non si rendono conto che hanno avuto figli ibridi.
L’ex dirigente di marketing smentisce affermazioni che puntano ad una mancanza di prove di tali incontri con gli alieni, dicendo che gli extraterrestri hanno solo le donne che, in qualche modo, ‘vogliono essere prese’.
Anche se lei vive con il padre, lei sostiene di aver avuto contatti regolari con gli alieni e ora ha dieci figli extraterrestri – quattro maschi e sei femmine.
Ha detto: ‘Non sono solo prendendo i nostri figli – che stanno creando una razza ibrida per migliorare l’umanità.’
Le madri fanno disegni di ciò che i loro figli ibridi sembrano e mentre hanno caratteristiche umane, più visualizzare le caratteristiche da rettile con grandi occhi neri.
Richiamo di un incontro sessuale con un alieno a bordo di una navicella spaziale, la Nielsen ha detto: ‘E’ stato grande.
E ‘stato un incredibile super-prime esperienza super-super-primordiale primordiale,, sessuale.
‘C’era una davvero la libertà e siamo stati davvero andare per esso.
E ‘stato il miglior sesso che abbia mai fatto’.

La fede: Aluna Verse dice che è stata presa a bordo di una navicella spaziale in uno 'stato di sogno' e descritto il sesso che aveva come uno dei suoi ricordi più vividi ''

La controprova: Aluna Verse dice che è stata presa a bordo di una navicella spaziale in uno ‘stato di sogno’ e descritto il sesso che aveva come uno dei suoi ricordi più vividi ”

Neilson (nella foto) ha detto che il sesso è stato il 'migliore di sempre' e che migliaia di donne in tutto il mondo stanno perdendo perché non si rendono conto che hanno avuto figli ibridi

Aluna Verse (nella foto) crede che lei ha tre figli alieni

La Verse è, a sua volta, palesemente un ibrido.

Nielsen ha detto che il sesso era la ‘migliore di sempre’ e che migliaia di donne in tutto il mondo stanno perdendo perché non si rendono conto che hanno avuto figli ibridi. Verse (a destra) crede che lei ha tre figli alieni.
Parlando sua concezione, madre di tre bambini alieni Verse, 23, un designer videogiochi, ha aggiunto: ‘Ero in un ambiente con altri esseri umani in aula.
‘Improvvisamente mi sono seduto accanto a questa creatura rettile verde e subito sono così sessualmente acceso guardando questo essere.
‘Ero molto sorpreso.
Stiamo facendo l’amore in questa aula davanti a tutti. Ognuno rivolto la loro attenzione a noi ‘.
Sembra pazzesco e la gente ha chiesto se sono fuori di testa. Aluna Verse

Ha continuato: ‘Sembra pazzesco e la gente mi ha chiesto se sono senza le mie medicine. Ma questo sta realmente accadendo. ‘
Il versetto dice che è stata presa a bordo della nave in un ‘stato di sogno’ e descritto il sesso che aveva come uno dei suoi ricordi più vividi ”.
Alcune delle donne nella Comunità bambino ibrida, che ha le madri di età compresa tra 19 a qualche sulla sessantina, affermano di avere più di dieci bambini con gli alieni.
Tuttavia, non si incontrano mai i loro figli sulla terra e Nielsen ha detto: ‘C’è tristezza perché non si può essere con loro. ‘Crediamo che ci possano essere centinaia di migliaia di donne in tutto il mondo che hanno i bambini ibridi, che semplicemente non sanno su di loro.’

Le madri fanno disegni di ciò che i loro figli ibridi sembrano e mentre hanno caratteristiche umane, più visualizzare le caratteristiche da rettile con grandi occhi neri

Le madri fanno disegni di ciò che i loro figli ibridi sembrano e mentre hanno caratteristiche umane, più visualizzare le caratteristiche da rettile con grandi occhi neri

Le madri fanno disegni di ciò che i loro figli ibridi sembrano e mentre hanno caratteristiche umane, più visualizzare le caratteristiche da rettile con grandi occhi neri.

Nielson ha fallito di legare giù un rapporto e le sue amiche le ha detto che venire pulito avrebbe rovinato la sua credibilità per una futura carriera nella pubblicità e pubbliche relazioni

Nielson ha fallito di legare giù un rapporto e le sue amiche le ha detto che venire pulito avrebbe rovinato la sua credibilità per una futura carriera nella pubblicità e pubbliche relazioni
Perché le donne hanno scelto di essere aperti sui loro incontri con gli alieni, hanno lottato nel mondo reale.
Nielson ha fallito di legare giù un rapporto e le sue amiche le ha detto che venire pulito avrebbe rovinato la sua credibilità per una futura carriera nella pubblicità e pubbliche relazioni.
Sua madre rifiuta anche la sua storia, ma Nielson ha detto: ‘Io in realtà non hanno relazioni normali più.
Questo è diventato il mio normale.
‘So che le persone che sono sposate o hanno fidanzati e quando li dicono che va giù male.’
Il gruppo crede alieni prendono le persone dalla stessa piscina di famiglia o di geni, e che sono i più interessati a allevamento con le generazioni più giovani di donne.
La gente dice che siamo pazzi, ma non siamo, questo sta davvero succedendo a noi

Bridget Nielson

Nielson, che dice di aver perso un bambino alieno in circostanze ‘devastanti’ quando non ha forma correttamente, ha detto alieni prendono le uova delle donne ‘principalmente a bordo delle loro astronavi, ma che può accadere sulla Terra.
Ha detto che una volta visto una nave nel cielo e, pochi istanti dopo, le sue ovaie facevano male.
Per le donne che credono di avere figli alieni, Nielson ha detto che ci sono alcune cose che possono cercare nella loro vita che potrebbero suggerire altrimenti.
Ha detto: ‘Ci sono segnali che indicano che si può cercare, come ri-verifica sogni di uffici o aule del medico, volte mancanti o falsi gravidanze.
Questi potrebbero significare avete bambini ibridi ‘.
La coppia ora hanno piani in cui tutte le madri ibridi possono vivere insieme nella stessa casa per agire come un luogo sicuro per i loro figli da visitare.
Nielson ha detto: ‘Sarà da qualche parte lontano dalle città, in qualche luogo dove i bambini possono visitare, correre liberi ed esprimersi.
La gente dice che siamo pazzi, ma non siamo, questo è davvero succedendo a noi ‘.
( http://www.dailymail.co.uk/ )

 Non voglio commentare più di tanto se non il fatto che alcuni disegno sembrano contenere significati esoterici molto terreni. Chiaro che le due sono manipolate mentalmente per ‘tenerle buone’. Tuttavia, una considerazione che ho già fatto: avete notato come queste ragazze abbiano dei volti molto simmetrici, più della norma. Certamente gli extraterrestri non sono in grado di apprezzare la bellezza femminile se non per simmetrie cioè persone la cui espressione genica è stata equilibrata tanto da produrre corpi molto simmetrici. La mia forse è una congettura ma chissà.

Libri di approfondimento: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.

12 febbraio 2016

Spazio, scoperte le onde gravitazionali: Einstein le predisse nel 1916

“Nel 1916 Einstein ha predetto le onde gravitazionali. Oggi siamo felici di annunciare che abbiamo rilevato per la prima volta le gravitazioni universali”. E’ l’annuncio con il quale si è aperta la conferenza stampa all’Osservatorio gravitazionale europeo (Ego), a Cascina, in provincia di Pisa. E’ stata la collisione tra due buchi neri avvenuta un miliardo di anni fa a provocare il primo segnale delle onde gravitazionali. ( http://www.tgcom24.mediaset.it/ )

Per me è tutto finto. Se ci avete fatto caso, in ogni film americano di fantascienza, Einstein viene citato. Probabilmente anche tutte le teorie di Albert Einstein sono una bufala. Anche in Italia, il governo statunitense in carica vuole imporre più matematica nelle scuole, la notazione anglosassone nella scrittura matematica.
Già Bob Lazar rivelò oltre 25 anni fa che in Area 51 avevano scoperto le onde gravitazionali tramite la ingegneria inversa per duplicare i reattori dei dischi volanti. Il velivolo a propulsione antigravità TR-3B sarebbe appunto il frutto di quegli studi sul sistema propulsivo degli UFO.
La Fisica Teorica è una presa in giro, a mio avviso. Mi riferisco, in particolare, alla “materia oscura” che hanno dovuto escogitare poiché non gli tornavano le equazioni sulla massa dell’Universo.

Articoli di approfondimento: Come funziona la propulsione antigravitazionale degli UFO

Einstein onde gravitazionali

15 gennaio 2016

Morte Giulia Di Sabatino, tracce di un uomo sul corpo della vittima

Giulia di Sabatino chi l'ha visto

Ipotesi abuso prima della morte
TORTORETO. Una traccia biologica maschile è stata trovata su un frammento dei vestiti di Giulia Di Sabatino, la diciannovenne di Tortoreto precipitata da un viadotto della A 14 il 31 agosto, la notte del suo compleanno.
La notizia l’ha data ieri la trasmissione televisiva ‘Chi l’ha visto?’ alla quale hanno partecipato anche i familiari della vittima. La traccia è stata isolata dai Ris che dopo il ritrovamento del corpo della giovane vittima hanno cominciato a lavorare sui suoi poveri resti alla ricerca di qualche indizio utile per ricostruire cosa sia accaduto quella notte maledetta.
«Il corpo di Giulia ha cominciato a parlare», ha confermato il legale della famiglia Di Sabatino, Antonino Di Gaspare. «Noi non abbiamo ancora la relazione dei Ris e si tratta di un atto irripetibile».
Secondo le ultime ipotesi investigative, dunque, qualcuno potrebbe aver abusato fisicamente di Giulia (le tracce svelano infatti un contatto intimo poco prima del decesso) e poi averla uccisa. Resta da capire chi sia questo uomo che mai in questi mesi si è fatto avanti per raccontare di aver visto la ragazza la sera della tragedia.
I genitori sono convinti che ci sia qualcuno che abbia abusato fisicamente della figlia, che l’abbia costretta a bere o prendere qualche sostanza stupefacente e poi l’avrebbe uccisa gettando il corpo dal cavalcavia.
«Se mia figlia è stata con qualcuno quella notte e quel qualcuno non ha detto ai carabinieri che stava con mia figlia allora evidentemente ha qualcosa di brutto da nascondere, altrimenti si sarebbe fatto vivo», ha detto la mamma di Giulia alle telecamere di ‘Chi l’ha visto?’.
Quella sera la ragazza era uscita di casa truccata e vestita bene ed era riuscita a sfuggire al controllo della madre lasciando il telefono a casa. Giulia, sostengono i genitori, aveva un appuntamento con qualcuno. «Tutti vogliono trasgredire un pochino e fare cose nella norma ma mia figlia ha pagato con la vita», ha detto ancora la mamma. «E’ evidente che lei non mi ha raccontato tutto, forse l’avrebbe fatto a 30 anni, dicendomi ‘sai mamma quella sera ti ho detto una bugia….’ Ma non lo potrà fare».
E che Giulia nascondesse qualcosa secondo la famiglia è confermato anche da un recente ritrovamento. Nei giorni di Natale, infatti, la mamma ha trovato nei pantaloni della figlia uno scontrino di una gelateria di Giulianova: due gelati comprati alle 3 di notte nel mese di agosto. Forse dopo il lavoro la ragazza era uscita con qualcuno (due le consumazioni registrate sullo scontrino) invece di tornare subito a casa. Ma la famiglia non sa chi frequentasse Giulia in quel periodo.
Gli inquirenti sulla rete di protezione del cavalcavia dal quale è caduto il corpo hanno poi trovato un capello biondo, risultato essere proprio della vittima dopo le analisi del dna. E sempre lì è stata ritrovata anche una impronta di una scarpa compatibile con il modello calzato dalla giovane.
«L’ho vista quando fumava qualcosa di strano», ha raccontato ancora la mamma, «cambiava totalmente, diventava nervosa, diceva cose insensate, camminava a vuoto, diventata fragile e qualunque cosa dicevi la faceva». E così cresce il dubbio che qualcuno l’abbia indotta a fare qualcosa che non volesse fare per poi disfarsi del corpo in modo tragico. ( http://www.primadanoi.it/ )

Per me è tutto inventato. Siccome sanno che non possono dire la verità, e nessuno si farà avanti a smentirli, ci stanno ricamando sopra creando una “telenovela” infamando la povera Giulia e i suoi famigliari. A uso e consumo dei babbei teledipendenti e pruriginosi. Con tutte le paturnie che hanno le adolescenti d’oggi, che fumasse nervosamente è il minimo. Come Bossetti con Yara, tutto creato dai RIS che sono corpi speciali ideati per “certificare” le verità che fanno comodo al potere.

11 gennaio 2016

Cadavere rinvenuto al passo Dyatlov

Cadavere passo Dyatlov UFO

Il corpo senza vita di una persona è stato scoperto da alcuni turisti presso il passo Dyatlov, negli Urali in Russia. Il luogo, nell’impervia regione di Sverdlovskaya, è famoso dato che, nel 1959, una squadra di 9 escursionisti scomparve misteriosamente, i cui componenti furono trovati morti e orribilmente mutilati da ferite molto peculiari. Il caso rimane tuttora irrisolto.
Un gruppo di 9 turisti provenienti da Perm avrebbe fatto la macabra scoperta avvertendo le autorità tramite telefono satellitare ma, causa maltempo, gli investigatori non sarebbero potuti ancora giungere sul luogo del rinvenimento. Il cadavere potrebbe appartenere a un uomo sui 50 anni.
Ho già pubblicato materiale sul caso del ’59. Molto probabilmente si trattò di mutilazioni inferte da extraterrestri a scopo di ricerca. Gli ufologi si tengono ben abbottonati sull’argomento e difficilmente ammettono che episodi identici alle mutilazione del bestiame bovino interessano anche gli esseri umani. Evidentemente, per non scatenare il panico fra la popolazione.
Questa notizia tuttavia, riportata dal sito V-kurse.ru, mi da l’idea di essere una sorta di bufala a scopo turistico o una mossa del potere per richiamare l’attenzione sulla vera essenza degli UFO.

Articoli di approfondimento:
L’agghiacciante enigma degli escursionisti sul Passo Djatlov [1]

L’agghiacciante enigma degli escursionisti sul Passo Djatlov [2]

9 gennaio 2016

Motori a propulsione antigravitazionale nelle antiche civiltà

tecnologia Maya UFO

L’antigravità rappresenta per l’ingegneria aeronautica ciò che il Santo Graal rappresenta per l’archeologia, qualcosa a metà tra il mito e la massima aspirazione possibile, ritenuto impossibile da alcuni e sognato da altri. Eppure la Boeing, azienda statunitense, ha ammesso di star conducento ricerche per sviluppare un velivolo funzionante ad antigravità e a tal proposito avrebbe tentato di contattare, con esito negativo, il Dott. Evgeny Podkletnov, scienziato russo a capo di un team che lavorerebbe al progetto “GRASP” – Ricerca sulla Gravita’ per una propulsione avanzata spaziale. D’altronde se è possibile ricreare la forza di gravità in sua assenza perché non dovrebbe essere altrettanto possibile far avvenire l’esatto contrario, e cioè annullarne gli effetti in sua presenza?
Motori antigravità esistevano anche 12.000 anni fà qui ne vediamo rappresentato uno inciso nella pietra, si tratta della raffigurazione di “Pacal sovrano Maya e astronauta ovvero del viaggiatore di Palenque”.
Un’antigravità in condizioni controllate non è una chimera come potrebbe pensare, basti pensare all’effetto Casimir, dal nome del suo scopritore, il fisico olandese Hendrik Casimir. Negli anni ’40 Casimir lavorava presso la Philips e fu proprio in quel periodo che ipotizzò tale teoria. L’effetto Casimir è la forza che si esercita fra due corpi estesi situati nel vuoto e dovuta non all’azione di un campo gravitazionale o elettromagnetico, ma alla presenza – nello spazio circostante i corpi – di un campo quantistico, detto di punto zero. Tale forza viene indicata come punto di partenza per l’eventuale sviluppo non solo dell’antigravità ma anche di un’energia a costo zero.
Nel suo libro “The hunt fo zero point” Nick Cook, giornalista di ricerche aerospaziali e collaboratore per il Jane’s Defence Weekly, riporta un misterioso articolo pervenuto al suo ufficio in cui è menzionata una ricerca di USA e Canada per lo sviluppo di un motore ad antigravità, capace di far volare un velivolo ad oltre 170000 miglia al secondo, cioè circa 273588 Km/s. Il che equivarrebbe quasi alla velocità della luce che è stimata in 299792458 m/s.
Un nome ricorrente nell’ambito degli studi sull’antigravità è quello di Thomas Townsend Brown, un ingegnere nato in Ohio nel 1905 e morto nel 1985, in una località denominata Avalon, nell’isola di Catalina, nello stato della California. Nel 1951 pubblicò sul Physics observer una ricerca su un’apparecchiatura elettrocinetica che pare fosse in grado di vincere la forza di gravità. Difatti nel 1956, la rivista di areonautica Interavia riportava che Brown avesse conseguito sostanziali progressi nella ricerca sull’antigravità e sulla propulsione ad elettrogravità. Dimenticati nei meandri dell’ufficio brevetti statunitensi esistono decine di progetti riguardanti presunti motori ad antigravità basati proprio sugli studi di Brown, ma a nostro avviso questo dimostra solo quanto sia facile ottenere un brevetto per un’invenzione negli USA.
In ogni libro sui cosiddetti ufo nazisti che si rispetti vengono sempre fatti due nomi, Victor Schauberger e Richard Miethe. Il principio alla base dei dischi volanti progettati dai due scienziati è diverso dall’elettrogravità di Brown, si tratterebbe infatti in questo caso del ben noto effetto Coanda, secondo cui un fluido tende a seguire il contorno della superficie sulla quale incide, se la curvatura della superficie, o l’angolo di incidenza del flusso con la superficie, non sono troppo accentuati. Tale effetto fu scoperto nel 1910 dall’ingegnere areonautico Henri Marie Coandă, originario di Bucarest. Coandă sfruttanto questa sua nuova scoperta progettò l’Aerodina Lenticulara, una sorta di antesignano dell’hovercraft.
Nell’articolo del 1956 pubblicato da Interavia l’autore affermava che esistessero ricerche riguardanti l’antigravità in tutti principali stati del mondo, alcuni in corso da più di 30 anni altri da poco cominciati. Alcuni basati su presupposti puramente teorici riguardanti lo studio dei quanti, come all’Institute for Advanced Study di Princeton, New Jersey; all’University of Indiana’s School of Advanced Mathematical Studies; alla Purdue University Research Foundation; in varie Università in Germania, Francia, Italia, Giappone e altrove, per una lista di centinaia di università ed istituti di ricerca.
Le compagnie coinvolte in tali esperimenti includevano la Lear Inc., la Gluhareff Helicopter and Airplane Corp., la Glenn L. Martin Co., la Sperry-Rand Corp., la Bell Aircraft, i Clarke Electronics Laboratories, la U.S. General Electric Company. Sempre stando all’articolo in questione in tali ricerche è stato possibile diminuire il peso di alcuni oggetti fino al 30% in meno, semplicemente “energizzandoli”. Se negli anni ’50 le ricerche erano davvero arrivate a questi risultati cosa potrebbe celarsi oggi nei laboratori finanziati dai black budget governativi statunitensi e non solo?
Non si può affrontare l’argomento antigravità senza chiamare in campo un altro grande scienziato del passato, spesso sottovalutato, ed altrettanto spesso mitizzato, ovvero Nikola Tesla, fisico, inventore e ingegnere serbo nato a Smiljan il 10 luglio 1856 e morto a New York il 7 gennaio 1943. Padre della corrente alternata e di numerose altre invenzioni e scoperte, ciò che c’interessa adesso sono i suoi studi sull’elettromagnetismo. Dicevamo mitizzato, dato che a lui sono attribuite invenzioni tanto eccezionali quanto prive di qualsiasi fondatezza storica. Secondo Tesla tramite le onde elettromagnetiche sarebbe possibile alterare la gravità. Tesla credeva nelee cosiddette onde gravitazionali, in grado di attraversare la materia. Anche Einsten ammise la possibilità della loro esistenza nella sua Teoria sulla relatività generale. Tra le possibili sorgenti di onde gravitazionali citiamo i sistemi binari di stelle, le pulsar, le esplosioni di supernovae, i buchi neri in vibrazione e le galassie in formazione. Tra queste l’unico che dovrebbe produrre onde gravitazionali continue è un sistema stellare binario, formato cioè da due stelle che orbitano intorno ad un centro comune. Dunque ricreando in condizioni controllate una di queste situazioni si dovrebbe ottenere un generatore di onde gravitazionali capace non solo di alzare in volo un’aeronave senza propellente ma anche di spingerlo a velocità impensabili, prossime a quelle della luce. Ma per produrre una tale situazione “limite” servirebbero energie iniziali elevatissime. Dato che la free energy derivante dal punto zero è per ora solo un’utopa l’unica soluzione al momento plausibile sarebbe la fusione nucleare. Un progetto internazionale denominato ITER (International Thermonuclear Experimental Reactor) è in cantiere per la realizzazione di un reattore a fusione che produca più energia di quanta ne consumi. Sarà seguito da DEMO, un progetto più grande e costoso che dovrà dimostrare che è possibile produrre in modo continuo energia elettrica sfruttando reazioni di fusione nucleare.
Anche la NASA non sta certo a guardare. La rivista POPULAR MECHANICS ha riportato che un gruppo di ricercatori al NASA’s Marshall Manned Space Flight Center in Huntsville, Alabama, avrebbe quasi ultimato la costruzione di un mezzo capace di ridurre l’attrazione gravitazionale nelle sue immediate vicinanze. Questo accadeva nel 1997, non è dato sapere quali e quanti progrssi siano stati compiuti nel periodo successivo, sappiamo però che il budget era di circa 600000$.
Edgar Fouche in un articolo apparso su Ufo Notiziario del Febbraio 2000 ci parla del TR-3B, un misterioso velivolo supersonico funzionante grazie all’MFD, “Magnetic Field Disrupter” (disturbatore del campo magnetico), un anello circolare di accelerazione, riempito di plasma, generante un campo magnetico a vortice, che interrompe o neutralizza l’89% degli effetti della gravità su una massa posta nelle sue vicinanze. In tal modo il velivolo diventerebbe così leggero da essere capace di raggiungere velocità sbalorditive con il minimo dispendio di propellente.
Il Dr. Franklin Felber il 14 Febbraio 2006 allo Space Technology and Applications International Forum (STAIF) di Albuquerque ha proposto un sistema di propulsione ad antigravità. Felber, già direttore di ricerca della Defense Advanced Research Projects Agency e attuale vice-presidente della Starmark, Inc., società di consulenza scientifica per diverse agenzie governative degli Stati Uniti, afferma che, come conseguenza della teoria della relatività di Einstein, qualsiasi massa che si muova a oltre il 57,7 per cento della velocità della luce proietta avanti a sé una sorta di “fascio antigravitazionale” che esercita un’azione repulsiva sui corpi a essa vicini. E quanto più ci si approssima alla velocità della luce, tanto più intenso risulta tale fascio. Inoltre sarebbe possibile utilizzare questa forza repulsiva per fornire l’enorme quantità di energia necessaria ad accelerare a una velocità prossima a quella della luce una massa. Accellerare una tonnellata di carico al 90% della velocità della luce richiederebbe l’energia di almeno 30 miliardi di tonnellate di TNT. Nel supposto fascio antigravitazionale il carico in questione trarrebbe invece tale energia direttamente dal fascio stesso.
Tornando all’ufficio brevetti americano c’imbattiamo nel nome di Boris Volfson, depositario del brevetto numero 6.960.975, dal nome di Veicolo spaziale spinto dalla pressione dello stato di vuoto inflazionario e descrive un congegno che grazie a uno scudo superconduttore sarebbe capace di modificare la curvatura dello spazio-tempo, neutralizzando in questo modo la forza di gravità.
Nel suo libro “Reich of the black sun” (pubblicato in italia dalla profondo rosso e diviso in due volumi “La bomba atomica di Hitler” e “Hitler, i dischi volanti e le altre super-armi del terzo reich”) Joseph P. Farrell parla della cosiddetta “campana” di Kecksburg, precipitata in Pennsylvania (a Kecksburg appunto) nel Dicembre del 1965. Secondo l’autore quest’oggetto sarebbe lo stesso a cui stavano lavorando gli scienziati nazisti durante la seconda guerra mondiale, ovvero una campana metallica del diametro di tre o quattro metri ed altezza di quattro o cinque metri, comprendente due cilindri contro-rotanti che facevano girare ad alte velocità una sostanza altamente radioattiva liquido-metallica detta Xerum 525. Tale campana richiedeva grosse quantità di energia per funzionare. L’oggetto precipitato a Kecksburg aveva le stesse dimensioni e forma. Alcuni testimoni videro su di essa degli strani simboli simili a geroglifici. Si trattava forse delle utilizzate dalle antiche popolazioni germaniche? La cosa non stupirebbe più di tanto dato che come sappiamo i nazisti, ed Hitler in particolare, erano ossessionati dall’occulto e dall’origine della razza ariana, dunque non ci sarebbe nulla di strano se in esperimenti di alta tecnologia avessero voluto dare un tocco di esoterismo utilizzando questa antica scrittura dal forte contenuto simbolico e misterico.
Concludiamo questa rassegna parlando di Gary McKinnon, l’hacker inglese accusato di aver violato numerosi server governativi e militari statunitensi. McKinnon afferma di aver trovato prove dell’esistenza di progetti riguardanti l’antigravità durante le sue intrusioni informatiche a caccia di prove sull’esistenza di vita extraterrestre. E forse non si tratta di semplici progetti teorici ma anche realizzati, infatti racconta l’hacker:
“Ho estratto una foto da una cartella, e tenendo a mente che era una connessione internet molto lenta, a 56k, all’epoca del dial-up, ho abbassato la risoluzione. Ciò che è comparso sul mio schermo era straordinario. Era il culmine di tutti i miei sforzi. Era l’immagine di qualcosa che non poteva essere prodotto da mani umane. Si trovava sopra l’emisfero terrestre. Assomigliava un po’ a un satellite. Era a forma di sigaro e aveva cupole geodesiche sopra, sotto, e a entrambe le estremità, e malgrado fosse a bassa risoluzione, l’immagine era molto ravvicinata. Questa cosa era sospesa nello spazio, e non aveva giunture, nessuno dei segni della normale fabbricazione umana”.
Non sappiamo a quali livelli siano arrivate le ricerche dei nazisti, dell’apparato scientifico-militare, dei centri di ricerca specializzati, possiamo, per ora, solo continuare a sognare di straordinari velivoli funzionanti ad antigravità, Santo Graal moderno, tanto irragiungibile quanto inseguito e agognato dagli uomini, di scienza e non. ( http://metaldetectornewgolddream.forumfree.it/ )

8 dicembre 2015

Dischi volanti fotografati da sempre

Molti ritengono che il fenomeno UFO sia un fatto recente, connaturato allo sviluppo socio-culturale della società occidentale dal dopoguerra. In verità, di dischi volanti e di loro rappresentazioni se ne trovano fino dai tempi degli uomini delle caverne decine di migliaia di anni fa.
Nei 2 secoli dall’esistenza della fotografia, numerosi oggetti volanti non identificati sono stati accidentalmente catturati dai primi fotografi.