Archive for ‘Nuova cronologia storica’

24 giugno 2022

Stasera si parla di Tartaria con Lupo Grigio

Un grande mistero della Storia. Si trova su mappe e antiche cartine geografiche ma se ne parla in nessun libro di scuola. Come mai?
Ne parliamo stasera in diretta, non mancate!

“Relationi Universali” di Giovanni Botero, Brescia, 1599. (Riproduzione dal libro ANNO DOMINI di Albino Galuppini.)
6 giugno 2022

Cattedrali indiane

Se il nuovo mondo non era tanto nuovo, il vecchissimo mondo era in parte seminuovo. Parliamo dell’India, paese di templi millenari, fantasiosi ed elaborati. Siamo abituati a considerare questa terra come il luogo dove abbondano i templi induisti, invece ci sono anche molte chiese cristiane, anzi cattedrali gotiche. Sono poco conosciute perché i turisti preferiscono visitare i monumenti associati all’antica civiltà indiana e anche perché le cattedrali, essendo state ridipinte, hanno perduto in parte la fisionomia originaria, che caratterizza queste specifiche costruzioni in tutte i paesi del mondo, a riprova che un’unica visione architettonica animava la Terra intera. Ci sono anche qui, vicino ai templi indiani e la loro presenza richiedeva una spiegazione. Pe questo si è fatto ricorso a un copione già collaudato. Se, infatti, i templi della Magna Grecia sono stati attribuiti ai coloni greci che viaggiavano per il Mediterraneo con decine di architetti e centinaia di scalpellini, in India giunsero i conquistadores portoghesi portandosi dietro altrettanti architetti e manovali. La costruzione delle cattedrali gotiche indiane viene attribuita infatti a navigatori come Vasco de Gama, ai missionari cattolici e a figure carismatiche della Compagnia di Gesù. Ma noi sappiamo che quasi tutti i paesi extraeuropei venivano considerati solo in funzione delle risorse che potevano offrire: spezie dall’India, oro dalle Americhe, diamanti dal Sud Africa, etc. e a questo scopo venivano organizzate spedizioni, flotte e compagnie di ventura. Non certo per costruire cattedrali o promuovere il riscatto di quelle popolazioni.

2 giugno 2022

“La furia degli angeli” (film completo in italiano)

Tra il Paradiso e l’Inferno esiste un luogo dove si trovano le anime contese tra il regno del Bene e quello del Male, questo luogo è il Purgatorio. Per secoli sette arcangeli, protettori della luce, hanno lottato contro gli angeli caduti, soldati delle tenebre, per riconquistare queste anime. Ora le tenebre stanno per avere la meglio, ma rimane una speranza di vittoria, una sola, l’ultima: Gabriel, l’ultimo arcangelo.

Sicuramente ispirato al libro di Enoc.

6 Maggio 2022

Legge dell’Ammiragliato: Barbara Banco & Marco Missinato – Noi È Io Sono

Video molto interessante. Tuttavia, superato dalla conoscenza che la Terra è piatta e che la Storia prima del (1)750 è discutibile. Chi omette queste due verità, non è attendibile. Un diluvio universale può avvenire solo su di una terra piana, stazionaria e le acque contenute entro la muraglia di ghiaccio antartica.
Non sappiamo chi erano e quando sono esistiti ed estinti i cosiddetti antichi romani e il loro impero. Qual è la vera età dei cosiddetti “ruderi” di epoca classica e quale evento catastrofico li abbia prodotti.
In questi giorno, si è parlato dei cognomi e del caos che la consulta vuole generare. Non tutti sanno che i cognomi non sono di origine medievale ma rinascimentale. Sembra che in alcune parti d’Italia, l’utilizzo del cognome non sia stato obbligatorio fino all’inizio del (1)800, pochi decenni prima dell’unità d’Italia.
Gli antichi romani invece adottavano un sistema articolato di nomenclatura trinomia delle persone:

https://www.romanoimpero.com/2009/09/i-nomi-romani.html

Nel video si parla della questione della “Republic of Italy” registrata alla SEC di New York dal 1933. Molti ne parlano ma nessuno che nota la cosa più importante. Ciò avveniva ben 13 anni prima della caduta della monarchia in Italia tramite un referendum farlocco gestito dagli americani occupanti. Quindi, il destino del Fascismo era già stato scritto una dozzina d’anni prima di piazzale Loreto.
Anche nella guerra russo-ucraina dei giorni nostri, ho notato che alcune mosse russe, quasi tutte invero, vengono preannunciate dal Pentagono e dalla stampa americana, in genere, una settimana prima. Grande intuizione, buone fonti o Putin esegue ciò che la massoneria internazionale gli suggerisce dai veri centri di potere?
Qualcuno dei miei lettori sa rispondere?

Libertà individuali e Legge dell’Ammiragliato

2 Maggio 2022

San Giovanni apostolo è ancora vivo?

Vangelo di san Giovanni capitolo 21, versetti 20-23 nella bibbia Diodati del 1607.

Pietro allora, voltatosi, vide che li seguiva quel discepolo che Gesù amava, quello che nella cena si era trovato al suo fianco e gli aveva domandato: «Signore, chi è che ti tradisce?». Pietro dunque, vedutolo, disse a Gesù: «Signore, e lui?». Gesù gli rispose: «Se voglio che egli rimanga finché io venga, che importa a te? Tu seguimi». Si diffuse perciò tra i fratelli la voce che quel discepolo non sarebbe morto. Gesù però non gli aveva detto che non sarebbe morto, ma: «Se voglio che rimanga finché io venga, che importa a te?». [Vangelo di Giovanni, cap. 21:20-23]

Quante volte ci siamo domandati che fine abbia fatto il discepolo prediletto di Cristo, ovvero san Giovanni l’Evangelista? E’ morto seguendo il corso naturale della natura umana presente, oppure ha subìto una sorte speciale? 

La prima menzione di un destino particolare per san Giovanni il Teologo è menzionata nell’apocrifo Atti di Giovanni [1] i quali affermano che l’Apostolo Giovanni morì, ma la tomba fu trovata vuota, e quindi si assume che fu assunto in Cielo: il parallelo con la Madre di Dio è evidente. Negli Atti è specificato che i discepoli di Giovanni “non trovarono niente se non i suoi sandali” nel luogo dove lo avevano lasciato il giorno precedente, nel quale il santo apostolo aveva pregato Dio di prenderlo con sé. A Efeso, luogo del suo sepolcro, si sono sempre celebrate le liturgie sopra la sua tomba. Il giorno 8 maggio si commemora un miracolo accaduto proprio al suo sepolcro, dal quale uscì una sorta di polvere (chiamata “manna” dai fruitori del miracolo) che si depositava sui fedeli. Circa verso l’anno Mille, il miracolo ha smesso di manifestarsi.

Affresco dell’Assunzione al Cielo di Giovanni il Teologo, al monastero della Sacrissima Vergine Mavriotissa a Kastoria (Grecia).

Al quinto Idiomelo del Mineo, per la festa di san Giovanni il Teologo, si canta: 

Trasferito dalla Terra (methistamenon) [in Cielo] senza ritirarsi (afistamenon) da questa, vivi e aspetti la seconda Venuta del Maestro

Inoltre, fra i vari Canoni poetici al santo, un Canone scritto da un tale Giuseppe cita il fatto che Giovanni “è stato portato via” dalla Terra e ora “si trova in Paradiso” (en ouranois genomenos). Fra gli autori antichi, menzioniamo Policrate di Efeso (+196), ripreso da Eusebio di Cesarea nel suo Storia Ecclesiastica, il quale afferma: 

Grandi luminari della Fede dormono in Efeso, e questi risorgeranno nel giorno della Parusia del Signore… come Giovanni, colui che poggiò la testa al petto del Signore: anche lui dorme in Efeso. [2]

Come sappiamo, “dormire” nella poetica cristiana significa essere morto. Fra le note dei nuovi Minei, difatti, compare questa nota alla parola metastasi (“Assunzione”), riferita a san Giovanni il Teologo: 

Sarebbe più corretto cantare la parola Komisis (Dormizione) in luogo di Metastasi (Assunzione), perché il Teologo non fu tradotto al Cielo, bensì si addormentò. [3]

Sant’Ippolito di Roma (+236) nel suo Racconto dei Dodici Apostoli, così si esprime su san Giovanni Apostolo: 

Giovanni, il fratello di Giacomo, visse e predicò nell’Asia Minore, venne ad Efeso e qui si addormentò nei tempi di Traiano. Gli abitanti cercarono il suo cadavere, ma non lo trovarono. [4]

Nella Legenda Aurea, composta nel XIII secolo in ambiente latino (ma tratta solo di santi pre-scisma), invece, si dice chiaramente che san Giovanni fu rapito al Cielo circondato dalla Gloria divina e dalle energie increate, e al suo posto rimase la “manna”. 

—————————————–

NOTE

1) M. B. Riddle, Acts of st. John the Evangelist, in Ante-Nicene Fathers, libro VIII, pp. 560-64.

2) Eusebio di Cesarea, Historia Ecclesiastica, 3.31.3 (M.20.280B)

3) Mineo, Santa Sofia Edizioni, pag. 191 (inglese-greco). 

4) M. B. Riddle, Ante-Nicene Fathers libro V, p. 255 ( http://luceortodossamarcomannino.blogspot.com/2017/11/la-fine-di-san-giovanni-evangelista.html )

Mi ha intrigato parecchio una risposta di don Minutella su san Giovanni: del discepolo non si conosce la tomba, a differenza degli altri, e potrebbe essere ancora vivo per desiderio di Gesù. Alla luce della scoperta che il Messia è vissuto mille anni fa, l’ipotesi assume un aspetto intrigante, lo ripeto.
E dove potrebbe dimorare san Giovanni, certamente in abiti di foggia come ai tempi, in attesa del ritorno del suo Signore?
In un posto di monaci isolato dal mondo in cui il tempo non passa mai.
Il monte Athos è una montagna e una penisola in Macedonia, nella Grecia settentrionale, chiamata in greco Ἅγιον Ὄρος (“Santa Montagna”). La penisola, la più orientale delle tre “dita” della Calcidica, si sporge nel mar Egeo per circa 60 km, con una larghezza tra i 7 e i 12 km, e copre un’area di circa 390 km²; la montagna dell’Athos propriamente detta culmina a sud in una vetta alta 2.033 metri. L’Athos costituisce un’unità amministrativa autonoma sotto la sovranità dello stato greco. Vi si accede, solo dal mare, grazie a un permesso di soggiorno, il diamonitirion, attualmente rilasciato da un ufficio speciale a Salonicco (c’è un numero fisso ogni giorno per gli ortodossi e uno per i non ortodossi. E, secondo un’antica tradizione risalente all’epoca bizantina, non è consentito l’accesso alle donne).
Uno di quegli anziani monaci dalla lunga barba bianca è san Giovanni l’evangelista in incognito? I patriarchi biblici campavano secoli, prima del Diluvio. Alcuni superavano i 900 anni di età, Giovanni sarebbe di una decina d’anni più giovane del Cristo, oggi avrebbe circa mille anni.
Perché esiste una comunità del monachesimo greco ortodosso così riservata?
Forse per celare qualcosa o qualcuno?

25 aprile 2022

Datazioni medievali

Notate che la lettera “i” è di dimensioni ridotte rispetto alle cifre “486”.

Una delle prime monete medievali con datazione in numeri arabi. Si legge I486 e non 1486.
Questo fenomeno si ripete sempre. MI viene il sospetto che la intensa religiosità e misticità che caratterizzava il periodo fosse dovuta al fatto che loro sapevano che Gesù (o meglio Iesus) era vissuto poco tempo prima, quindi, era un personaggio davvero esistito. Ricordavano gli eventi catastrofici che avvennero alla sua crocifissione dei quali i vangeli fanno una vaga menzione.
Mi verrebbe da dire, anche, che la definizione dell’epoca medievale come “periodo oscuro” si riferisse al fatto che al tempo il clima era molto più freddo e nuvoloso/nebbioso di oggi con un meteo molto soleggiato sostanzialmente solo in estate. Del resto, tale clima lo si ritrovava nella pianura padana sino soltanto poche decine di anni fa. A Londra la nebbia era comune come a Milano, oggigiorno inesistente. Nelle fotografie ottocentesche, si scorge spesso una foschia di fondo, se non una vera e propria nebbia.
Il clima è cambiato ma perché?

https://tartaria.video.blog/category/anno-domini-1000/

16 aprile 2022

Chi ha affondato l’incrociatore Moscova (se è affondato)?

L’affondamento della Moscova è stato l’evento militare più importante delle ultime ore. Oggi il Pentagono ha confermato: colpito da missili ucraini. La sorte del comandante resta incerta. Ma per Mosca è diventato più improbabile uno sbarco sulla costa ucraina
L’affondamento dell’ammiraglia, l’incrociatore Moskva, ha continuato ad essere l’evento militare più importante delle ultime ore. Le notizie si sono incrociate, alcuni hanno rifiutato, altri hanno confermato. Ecco cosa sappiamo finora.
Perché Mosca è affondata?
Dopo 24 ore di supposizioni il Pentagono ha confermato la versione di Kiev: L’incrociatore russo viene colpito due missili lanciati dagli ucraini. Un colpo che avrebbe innescato una fatale reazione a catena. Il viaggio è approssimativo 105 km a sud di Odessa, all’interno della gamma Nettuno, un’arma prodotta localmente e in servizio in alcuni esempi. Resta il cloud sulla possibile presenza di un drone di fabbricazione turca che renderà lo scatto più preciso. C’è chi ipotizza l’utilizzo di un altro dispositivo, magari uno di quelli promessi (e arrivati) dalla Gran Bretagna. Per scoprire il luogo esatto della distruzione. ( https://newsfounded.com/italy/lincrociatore-russo-moskva-e-stato-colpito-da-missili-ucraini-corriere-it/ )

Mah, per me, sono stati gli americani, una false flag. Gli ucraini, a mio avviso, non avrebbero tale potenzialità. Potrebbero essere stati missili lanciati da un sottomarino americano. La vera guerra è tra Russia e America.
Ma potrebbe trattarsi di una bufala completa. Una notizia fasulla, stile Pearl Harbour, per ravvivare il nazionalismo bellicista in Russia. Alla nave, potrebbero avere cambiato in mare nome sigle identificative e rientrata in porto sotto la maschera di una delle sue gemelle. Ciò che fecero col Titanic.
Essa era una nave della Tartaria alla deriva e riutilizzata dai sopravvissuti all’ultimo azzeramento sotto diversi nomi fra cui quelle delle sedicenti “gemelle” Olympic e Britannic.

13 aprile 2022

Un mistero di Amazon

Non so se capita pure ad altri. verificavo i miei libri su Amazon e scopro che la immagine con la copertina non è corretta. Nel volume ANNO DOMINI, il retro è corretto ma il fronte è quello vecchissimo, originale, che era durato un mese prima della copertina definitiva:

Discorso inverso per LA LUNA DI CARTA per cui è il retro a non essere stato aggiornato. Chissà cosa è successo. Boh.

Per finire. la prima parte della biografia di Bill Kaysing in edizione spagnola non è mai comparsa in vendita su Amazon a dispetto del fatto che avessi attivato la regolare distribuzione globale.

9 aprile 2022

La Madonna e i 3 giorni di buio

Dopo il castigo pandemico, la guerra di tutti contro tutti. In arrivo con tempistica perfetta, la carestia. Si parla sempre di più dei tre giorni di buio, i quali, verosimilmente, segneranno la fine della nostra epoca dando avvio a una nuova attraverso un ulteriore doloroso reset. Anche di ciò si parla sempre di più con insistenza. Secondo i miei studi, pubblicati nel libro ANNO DOMINI, fino al 1500 (in verità, 500 d.C.) tutto il mondo era cristiano, perfino il Giappone. Col nuovo “riassetto”, grazie al prodigio dei tre giorni di buio, il mondo tornerà a credere in Dio e nella essenza della sua creazione.

4 aprile 2022

Il drago e Yara

Lo chiamano “mitico” ma ci sono le prove sedimentologiche e orografiche che il lago Gerundo è esistito.

l lago o mare Gerundo (o Gerondo) si suppone fosse un vasto specchio d’acqua stagnante, a regime instabile, situato in Lombardia a cavallo dei letti dei fiumi Adda e Serio.

Poco o per nulla descritto dalle fonti antiche, conosciuto più per tradizione orale, secondo i dati geologici tale lago sembrerebbe esistito quanto meno in età preistorica. Storicamente la zona è stata sì soggetta ad alluvioni dei fiumi, ma, piuttosto che paludosa, sembra essere sempre stata sostanzialmente poco fertile, costituita essenzialmente da gerali ricoperti da, in media, solo 45 cm di torba.

A tale supposto “lago” è strettamente legato il promontorio dell’Insula Fulcheria (forse da pulchra, “bella”), l’unica zona fertile nel centro di un’arida distesa di ghiaia.

Etimologia

È probabile che il toponimo “Gerundo” derivi dalla géra o “ghiaia” (oppure gérola, “sasso”), e infatti i gerali la fanno da padroni (vedi la toponomastica locale, come in Gera d’Adda).

Valerio Ferrari, conoscitore del territorio cremasco, ha suggerito al contrario che il termine possa derivare dal greco gyrus (spira, curva), con riferimento ai meandri fluviali che abbondano nell’area.

Un’ipotesi più fantasiosa farebbe invece derivare il termine Gerundo dal greco Ăchĕrōn, ossia Acheronte, un fiume infernale nella mitologia greca, poiché il lago sarebbe dovuto essere paludoso, e quindi inospitale e malsano

La fantasia popolare narra che un tempo nelle acque del Lago Gerundo vivesse un drago di nome Tarantasio che, avvicinandosi alle rive, faceva strage di uomini e soprattutto di bambini e che ammorbava l’aria circostante con il suo alito asfissiante. Le esalazioni, in effetti, erano dovute alla presenza nel sottosuolo di metano e di idrogeno solforato, un fenomeno misterioso per la popolazione che, pertanto, incolpava esseri sconosciuti e fantasiosi.

La bonifica del territorio fu in realtà fatta dai monaci delle abbazie vicine. Si ritiene comunemente che in verità le acque scomparvero in seguito a progressive opere di bonifica in atto già da tempo, in particolare il potenziamento del canale della Muzza da parte dei lodigiani, oltre a fattori di drenaggio e assestamenti geologici, come il livellamento di depositi morenici nei pressi dell’immissione dell’Adda nel Po.

Ubicazione

Il lago occupava un ampio tratto di territorio tra Adda e Serio, ma anche, secondo alcuni, Brembo e Oglio. Tale localizzazione comprende quindi le province di Bergamo, Lodi e Cremona e Milano.

La costa est del lago, secondo alcuni autori, raggiungeva Fara Olivana e proseguiva, passando ad est di Crema, sino a Grumello Cremonese; continuando poi ad occupare parte delle valli del Chiese e dell’Oglio sin quasi alla sua immissione nel Po. In particolare, si può osservare una vasta zona delimitata da una scarpata che indica l’antico alveo del lago, o meglio la zona più profonda; tale demarcazione è oggi fortemente visibile nei pressi della sponda occidentale dell’Adda, da Cassano a Castiglione. L’ampiezza massima del lago, comprendente le zone paludose, è andata comunque oltre, a causa dell’abbandono delle opere di bonifica durante il medioevo. Al centro del lago si ergeva una lunga e stretta striscia di terra , l’insula Fulcheria, che iniziava presso Caravaggio, raggiungeva Crema e proseguiva sin oltre Castelleone. ( http://prolocotarantasio.altervista.org/il-lago-gerundo.html )

Un lettore mi chiede dell’assonanza, rifacendosi e un mio libro, fra il nome del drago Tarantasio, che infestava il lago Gerundo e Yara Gambirasio. Il suffisso celtico –asio indicava la vicinanza con la riva di un corpo idrico. Brembate Sopra era sulla sponda del lago Gerundo esistito nel Medioevo e poi, riassorbito nel riassetto idrogeologico avvenuto attorno al (1)600 che dette origine al Rinascimento.
Gambirasio riecheggia i gamberi. Oggi pressoché scomparsi nelle acque dolci lombarde.
I draghi sputafuoco erano parte di quelle creature ibride e mostruose generate dai giganti ( i “peccati contro gli animali” di cui scrive il libro di Enoc). Essi esistevano non sono leggendari. Essi erano sopravvissuti al diluvio parimenti ai loro creatori ma estinti definitivamente (?) con l’avvento del reset moderno di circa 400 anni fa.
Ci sono state scomparse misteriose nella zona del lago Gerundo, oltre a quella di Yara. Che lo spirito del mostro Tarantasio ghermisca i bambini come quando egli era in vita?
Sono persuaso che i resti dei “dinosauri” siano, in verità, le ossa dei draghi medievali che ci dicono, invece, appartenere al mito. Non sono scaltri?
Chissà se si conserva, da qualche parte, l’enorme scheletro di Tarantasio.

https://www.milanofree.it/milano/storia/il-lago-gerundo-negli-scritti-degli-storici.html

30 marzo 2022

Un mistero napoletano

Napoli nei particolari

Galleria commerciale Umberto I a Napoli.

L’oggetto centrale della foto è la galleria commerciale denominata “Umberto I” a Napoli.
Essa conta ben 4 ingressi, uno per ogni lato, quello raffigurato è il principale e si apre su via San Carlo, breve ma celebre strada che ospita l’omonimo teatro napoletano il cui ingresso è frontestante quello della galleria.
Sul fronte della galleria a caratteri cubitali c’è un numero scritto in caratteri romani : MDCCCXC
Esso indica l’anno in cui venne realizzata, il 1890.
Proviamo a tradurre il numero romano:
In pratica “M” sta per 1000 a cui si deve aggiungere la “D” che vale 500, sommiamo ancora le tre “C” di cento cadauna che ci porta ad un totale di 1800, infine è aggiunto unaltra “C” ma anticipata da un “X” che rappresenta un 10 per cui la “X” si deve sottrarre alla “C” risultando 90 che aggiungiamo a sua volta al 1800 arrivando quindi ad un totale definitivo di 1890.
In effetti la galleria “Umberto I” fu costruita tra il 1887 e il 1890 e dedicata a Umberto I re d’Italia come omaggio al Re che mostrò l’esigenza di un “Risanamento” della città di cui la galleria fa parte.
Ma per chi passasse da quelle parti, la sua attenzione e ben attratta anche da altro:
«Gli occhi sono abbagliati, l’anima rapita. […] Non c’è nulla, in tutta Europa, che non dico si avvicini al teatro san Carlo, ma ne dia la più pallida idea.»
(Stendhal, Roma, Napoli e Firenze nel 1817)
«Finalmente un vero palco reale, più bello certamente di quello del Covent Garden»
(Margaret d’Inghilterra, in una visita al Teatro in occasione del 250º anniversario dalla fondazione)
Il teatro nacque nel 1737, sulla sinistra della foto fa capolino la sua arcata di ingresso realizzata in un secondo momento per dare modo a chi scendesse dalla carrozza di entrare nel teatro restando al coperto.
L’ora fermata dalla foto è probabilmente prossima alle 13.00 e la stagione è di quelle miti.
Gli anni sono quelli di inizio 1900 quando i tram cominciarono a funzionare ad elettricità per cui sono visibili sia i binari che i cavi elettrici, e l’assenza di auto ma la presenza di calessi e carrette fa pensare che la prima guerra mondiale fosse ancora da iniziare. ( https://d.facebook.com/Napolicittaunica/photos/a.462162580624270/1949001825273664/?type=3&source=57 )

Sembra tutto normale. Tuttavia esistono fotografie in cui la scritta in numeri romani la data a caratteri cubitali è 890 e poi corretta a 1890 tramite l’anteposizione di una lettera M. In base a miei studi, la lettera maiuscola M, nella datazione, non stava per il numero mille, neanche forse esisteva un tale numero ai tempi dei (cosiddetti) romani.
Ancora una volta, sembra esserci una prova che mille anni sono stati aggiunti al calendario.
E poi, cosa sono realmente i “numeri romani”? Immobili del tutto simili a quelli dell’antichità ma edificati 15 o 20 secoli dopo. Ma ci crediamo veramente? Nelle vecchie fotografie (similmente all’arco di trionfo a Parigi) la galleria napoletana sembra già antica a pochi anni dalla sua presunta costruzione.
O si tratta di vestigia antichissime riattate e recuperate all’uso?

Nella immagine a sinistra la data sul frontespizio è 890. Come mai l’edificio appare costruito appare già vecchio?
11 marzo 2022

Terra piatta: lo dice la Bibbia?

Filmato interessante, utile per la riflessione. In sintesi, le mie considerazioni:

  • Non c’è alcuna prova reale che la Terra si muova, ne ruotando intorno al proprio asse ogni 24 ore ne orbitante attorno al Sole ogni 365 giorni.
  • La fotografia a raggi infrarossi, in particolare, conferma che non si rileva curvatura terrestre per migliaia di km quando, per una sfera di 40.075 km di circonferenza a 300 km di distanza (es. Torino-Verona), ci dovrebbero essere già 7 km di abbassamento della superficie a causa della curvatura del globo.
  • La Bibbia suggerisce in molti passi che la Terra sia piatta, che esista una cupola che ci sovrasta, sia che siano Sole, Luna e stelle a muoversi.
  • La Bibbia viene di continuo “riveduta” per alterarne la Verità originaria. Col pretesto che sarebbe “ispirata” da Dio e non “dettata” (a differenza del Corano). Consiglio di scaricarsi la Giovanni Diodati originale del 1607. ( https://www.evangelici.info/files/diodati_1607.pdf )
  • Nelle scuole religiose, fino a un secolo fa, il sistema copernicano non era accettato di buon grado. Esso ha prevalso soltanto dopo il prevalere della scuola dell’obbligo statale e laica.
  • L’inganno eliocentrico (diabolico) è partito proprio con l’attribuire alle scritture sacre un valore allegorico anziché letterale. Per cui, anche l’esistenza dell’inferno è diventata un’allegoria! Non è furbo!?
  • Nel libro ANNO DOMINI ho abbondantemente dimostrato che la Storia è fasulla, Cristo è vissuto mille anni fa (come dimostrato dalle date su conii e documenti antichi), la civiltà “greco-romana” fu spazzata via da un cataclisma improvviso di cui è stata cancellata memoria storica.
  • Eratostene è un personaggio di cui non v’è traccia nei libri di Storia fino a qualche decennio fa. Per oltre 2000 anni, dove sono stati conservati e come sono stati tramandati i documenti contenenti la biografia e la descrizione del suo famoso esperimento? (Ciò vale per tutti i documenti pre-medievali)

Il tizio del video è completamente infuso della “matrix” in cui siamo stati ingabbiati per tutta la vita. Spero per lui che riesca a uscirne.

Moneta del 1659 o del X659?
10 marzo 2022

Significato esoterico della guerra [1]

Mariupol significa “città di Maria”. In spregio a suo figlio Gesù hanno bombardato proprio l’ospedale pediatrico. Tanto è vero che sotto il regime comunista (satanico) le avevano cambiato nome come per la “città di san Pietro” (San Pietroburgo). Come vi ho spiegato molte volte, l’ateismo è una beffa satanica. Tutti i maggiori teorici del comunismo e del socialismo ateo e materialista sono stati massoni o discepoli del diavolo. Non escludo il bombardamento di antiche chiese ed edifici onde cancellare i residui della Tartaria i quali dimostrano che la Storia che sta scritta sui testi scolatici è interamente fasulla.

Vi ho anche sempre spiegato che le guerre servono a mescolare le razze generando maree di profughi. Anche la guerra in Ucraina serve a riempire la UE (e solo essa) di profughi per ammorbare le identità nazionali creando il “popolo europeo”. Ve lo scrissi anche dopo le elezioni europee del 2014 commentando l’alleanza di Grillo con Farage. Avrebbero fatto uscire la GB dall’unione e poi riempito l’Europa continentale con profughi, cosa che Soros sta facendo imperterrito da decenni con la magistratura italiana che punisce senza tregua chiunque si opponga ai “migranti”. Se l’Italia non è ancora affogata per ai clandestini, è perché costoro da qui se ne vanno altrove. Quindi, dai magistrati italiani agli ordini di Washington a Putin, sono tutti complici, capito? E tutti al servizio di Belzebù.

9 marzo 2022

Arriva la carestia, come profetizzato nelle Scritture

Un’altra che recita a soggetto come Fusaro. Salvini lo hanno mandato in Polonia come spedirono Bossi in Serbia per magari farli processare dal Tribunale penale internazionale come complici di Milosevic e Putin.

“Costi alle stelle Panettieri nel baratro”

a guerra in Ucraina, granaio d’Europa, rischia di far schizzare il costo del pane a livelli record. Il prezzo delle farine di grano tenero, infatti, è già cresciuto del 4050%. Nel giro di anno sono aumentate del 150% e, secondo Unione Artigiani, “le scorte sono a rischio”. “Non possiamo scaricare questi aumenti in un colpo sul prezzo del pane”, spiega Stefano Fugazza, presidente di Unione Artigiani, terza generazione di panettieri da 73 anni a Lambrate.
“Si lavora in perdita per mantenere il rapporto con i clienti – prosegue –. Ma fino a quando noi panettieri potremmo reggere? Il caro energia ci ha già messo in ginocchio. Ci sono decine di panetterie a rischio chiusura”. E la situazione sembra destinata a peggiorare.
“L’intera filiera del pane è a un passo dal baratro – prosegue Fugazza – da tempo sono impazziti anche i valori di burro, lieviti, olio, marmellate, cioccolato. Fra poco mancheranno i fertilizzanti che arrivano dall’Ucraina per i campi di mais, i coltivatori sono già alle prese con il caro gasolio agricolo”.
( https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/costi-alle-stelle-panettieri-nel-baratro-1.7443592 )

Dopo la pestilenza e la guerra mondiale, si aggiunge la carestia. Le sacre scritture si stanno adempiendo. Significa che siamo davvero negli Ultimi Tempi.

http://www.benmelech.org/profezia/ultimi-giorni-sinottici.htm

1 marzo 2022

La miocardite è un messaggio di Cristo dalla croce?

La miocardite è un’infiammazione del tessuto muscolare del cuore (miocardio) che provoca la morte del tessuto. La miocardite può essere causata da molti disturbi, compresi infezioni, tossine e farmaci che influenzano il cuore, nonché patologie sistemiche come la sarcoidosi, ma spesso la causa è sconosciuta. A differenza della maggior parte delle cardiopatie tende a colpire più spesso i giovani.

https://www.repubblica.it/salute/dossier/sportello-cuore/2021/12/10/news/vaccino_per_covid-19_e_rischio_miocardite_le_indicazioni_dei_cardiologi-329538897/

Le élite stanno pianificando una guerra mondiale poiché ben sa che Lui sta per tornare dopo mille anni dalla Sua Resurrezione. Pura fantasticheria, dite voi?

L’Europa alimenta la guerra fornendo armi agli ucraini in netto contrasto con la costituzione italiana ma pochi lo notano. Facente parte della UE, l’Italia può essere esposta alla rappresaglia russa, fornire armi in un conflitto, significa prenderne parte. Attraverso stampa e TV, hanno fatto diventare la UE come gli immigrati clandestini: una “vacca sacra” intoccabile:

https://www.italiaoggi.it/news/l-europa-fornira-armi-a-kiev-usa-e-ue-intensificano-le-sanzioni-economiche-202202280936267795

10 febbraio 2022

Corrado Malanga intervistato da Red Ronnie

Devo dire che i pensieri di Malanga qui espressi sono veritieri e profondi. Però, è pure lui esotericamente ingabbiato nella matrix, sostenendo l’esistenza dell’universo infinito, vecchio di miliardi di anni, e la autenticità della Storia raccontata nei libri di scuola. In tal senso, non dissimile da don Minutella.
È verissimo che Satana (il “burattinaio”) si divide in due (o più) per carpire tutti con l’inganno, tramite una manovra “a tenaglia”, ma Malanga non lo menziona mai esplicitamente limitandosi a citare nomi di spiriti che sono demoni. Del resto, gli “alieni” che lui evoca (vale anche per Carsi) sono demoni e le “ipnosi” sono manifestazioni di possessioni diaboliche. Non ci vuole mica tanto a capirlo.

Documento russo del J774. Grossomodo dal 1750 al 1800, la datazione è stata cambiata aggiungendo mille anni al calendario basato sulla distanza temporale dalla nascita di Cristo. Non sappiamo veramente nulla della Storia antecedente quel periodo. (Vedi sezione del sito NUOVA CRONOLOGIA STORICA https://pianetax.wordpress.com/category/nuova-cronologia-storica/ )
1 febbraio 2022

La vera Storia non sta scritta sui libri di scuola

È perfino più angosciante della forma della Terra, scoprire che tutto ciò che abbiamo appreso sui banchi di scuola è fasullo. Completamente inventato. La vera Storia è appannaggio di pochi o, forse, di nessuno.
Interessante osservare come fino a un secolo fa, o poco più, risultasse normale parlare di giganti, quanti gli scheletri loro erano dissepolti e normalmente riconosciuti come tali.

Torino città tartara, direttamente dal Vecchio Ordine Mondiale:

20 gennaio 2022

I cannoni dei giganti

Il libro di Enoc ci dice che i Nephilim, cioè i giganti , erano “esperti nella guerra”. Dopo la loro distruzione ad opera degli arcangeli capeggiati da Michele, i cannoni sono stati evidentemente recuperati e riutilizzati nelle guerre di epoche successive. Infatti, nessuna fonderia di tre o quattro secoli fa sarebbe stata in grado di sfornare armi così grandi e rifinite. Per me, ai giganti esperti anche di minerali terrestri dobbiamo anche l’invenzione della polvere da spero.
Dei giganti mancano solo i resti ma ci sono, è che i loro scheletri vengono sistematicamente nascosti o distrutti.

9 gennaio 2022

A rigor di logica

Porte giganti pensate da giganti per giganti. E che magnifica fattura. In passato, la popolazione era di minore statura. Chi avrebbe avuto interesse a costruire battenti così grandi, elaborati e, sopratutto, pesanti da aprire e chiudere. Questi palazzi sono il residuo di un mondo esistito solo pochi secoli fa di cui abbiamo totalmente perso memoria.
Nel Medioevo, quando sarebbero state edificate le principali cattedrali europee, le impalcature erano di legno e tutto era movimentato con la sola forza delle braccia umane. Con tali ponteggi, sarebbe stato arduo ostruire palazzi più alti di 3 o 4 piani (15 metri). In effetti, gli edifici veramente medievali sono alti circa tanto tranne quelli dotati di porte giganti, riccamente decorati e rifiniti, composti da pesanti elementi litici, talora megalitici. Un banale esempio è costituito dal duomo di Orvieto.

Old wooden scaffolding 3D Model $19 - .unknown .skp .wrl .obj .fbx .xsi  .dae .3ds - Free3D
Ponteggio di legno in stile medievale con argano azionato a mano.
Duomo di Orvieto, architettura gotica affrescata da Luca Signorelli -  Goticomania
L’immane duomo di Orvieto, caleidoscopico nelle sue pietre colorate di cui è fatto circondato da monotoni, bassi edifici medievali.
Un Giorno o Mezza Giornata ad Orvieto - Guida Completa della Città
Interno fantasmagorico del duomo di Orvieto.
25 dicembre 2021

Yeshua è nato, Buon Natale!

Una nota personale. Mi ero sempre chiesto cosa avrebbe potuto rafforzare la mia fede dopo la conversione avvenuta nel 2010. Nel 2015 scoprii l’inganno della forma della Terra. Mi si rafforzò la mia convinzione che Cristo è il Salvatore e che il mondo è veramente, d’altronde l’aveva detto lui, in mano al Maligno.
I re Magi non erano una costellazione ma autentici re dell’oriente, la Cometa un segno dal cielo, ora che sappiamo che esse sono “buchi” nel Firmamento da cui trapela la luce del Paradiso. Lo stesso Sole è luce divina come confermato da medium posseduti da demoni.
Anche il nome del Messia è stato storpiato introducendo il suono G di “Gesù” mentre la iniziale dovrebbe essere una I per “Ie-sciu-a”.
Nella primavera del 2019, scopersi anche l’inganno della Storia con l’aggiunta di mille anni inesistenti apposta per allontanare Cristo dal cuore degli uomini aggregandolo al mito.
Anche io credevo che le fotografie dei giganti fossero dei falsi creati con Photoshop finchè uno non collega i punti del disegno nascosto.
Non è pazzesco?
Mi rendo conto solo oggi di quanto sia stato benedetto. Quante persone vivono e muoiono ogni giorno abbindolati dalle menzogne.
Tutto si chiarifica, tutto si svela in questi tempi terminali. Il castello di carte diabolico crolla inesorabilmente e miseramente.
La pandemia, castigo divino, sferza il mondo ma Draghi “blinda” la scuola in presenza dopo i dati del Censis sui “terrapiattisti”. La DaD si era rivelata, infatti, un fallimento colossale, urge mantenere il lavaggio del cervello del pecorame attraverso l’istruzione obbligatoria.
Buon Natale!

17 dicembre 2021

Frode del calendario, il miglior documentario

Peccato che sia in russo ma con sottotitoli in inglese. Eccelsa dimostrazione che sono stati aggiunti mille anni alla Storia. E non a una storia qualsiasi, bensì alla Storia dopo la nascita del Messia Gesù Cristo.
L’unico libro in italiano, forse al mondo, che descrive organicamente cosa è veramente successo (e quale sarebbe la causa) è il mio ANNO DOMINI.

Osservate la data in alto a destra: “ANNO 519”, ablativo latino di tempo “NELL’ANNO 519”, non “1519”.
8 dicembre 2021

Come sono state tagliate le pietre megalitiche?

Machu Picchu, Puma Punku, Giza. Gli antichi Maya, gli egizi, ma anche gli Indù hanno creato opere in pietra super precise utilizzando antichi laser ad energia solare, ma come facevano a possedere questa antica tecnologia ormai perduta?

Rimane irrisolto il mistero della tecnologia sviluppata dai giganti esistente prima del diluvio universale. L’errore commesso nel video è di non riconoscere l’azione di entità più evolute della nostra. Appunto i Nephilim che erano ibridi fra spiriti decaduti e donne umane.

The Unfinished Obelisk (Aswan, Egypt) | Ashtronort - History's Mysteries
L’obelisco di Assuan non terminato. Alto 42 metri sarebbe pesato circa 1200 tonnellate. Perché i suoi costruttori si sono fermati? Ma soprattutto, come avrebbero avuto intenzione di spostare un oggetto pesante più di un milione di kg?!
5 dicembre 2021

Stasera si parla di giganti con Lupo Grigio

History of Giants & Nephilim - Home | Facebook

Ormai solito appuntamento domenicale con l’amico Lupo Grigio alle 21:00. Il tema saranno di giganti. Le prove storico-bibliche e della lotta senza quartiere per cancellare le prove della loro esistenza sulla Terra.

https://tartaria.video.blog/category/nephilim-giants/

27 novembre 2021

Quanto era grande l’impero romano?

Filmato interessante, però mancano alcune tessere del mosaico.
Ci sono templi romani nello Sri Lanka e in India come ho pubblicato nei miei libri. Anche in Australia e Nuova Zelanda. Ci sono acquedotti romani in Messico.
Che cosa era davvero l’impero romano? Una civiltà di giganti, come dimostra la struttura megalitica degli edifici, distrutto in un momento imprecisato della Storia da un evento catastrofico.
Il cosiddetto impero romano non decadde per secoli. Nessun impero su base militare crolla gradualmente ma di colpo, in pochi giorni o settimane. Sembra strano che un’autorità centrale dotata solo di cavalli e carri potesse controllare un territorio così vasto. A meno che non si trattasse di una civiltà di statura superiore, anche in senso figurato.

Onde giustificare la presenza di templi, archi e anfiteatri lontano dal mondo greco-romano, gli archeologi dei miei stivali hanno dovuto escogitare la storiella dell’esistenza di “rapporti commerciali marittimi” con territori distanti.
Ma ai tempi, presumibilmente, il canale di Suez non c’era ancora (in realtà, c’era già col canale di Panama) e, pertanto, come avrebbero fatto le navi romane e greche a intrattenere rapporti commerciali con il golfo Persico e persino con India, Indonesia e Sri Lanka? Circumnavigando l’Africa?
nel corso dei secoli, tali “rovine romane” sono state demolite da intemperie o attività antropica. Gli edifici meglio conservati furono riattati e riutilizzati. In molti casi renderli irriconoscibili come “edifici di epoca romana”. Per rendere credibile ciò, gli storici fantasiosi hanno inventato il “romanticismo” e la “smania” di costruire edifici in stile “greco-romano” (esempio l’arco di trionfo a Parigi).

https://www.researchgate.net/publication/353920212_Sri_Lanka_and_Greco-Roman_Maritime_Trade_Relations

https://pianetax.wordpress.com/2021/09/16/acquedotti-del-mistero/

Tempio romano in Cile. Riedizione “romantica” o antico edificio recuperato?