Archive for ‘Pianeta X’

19 gennaio 2017

L’appello del Dj Fabo: ‘Presidente vorrei essere libero di morire’

Il video di Fabiano Antoniani a Mattarella sull’eutanasia”Sono sempre stato un ragazzo molto vivace. Un po’ ribelle, nella vita ho fatto di tutto. Ma la mia passione più grande è sempre stata la musica. Così divento Dj Fabo”. Inizia così l’appello di Fabiano Antoniani al Presidente Mattarella affinché intervenga sul fine vita. In seguito ad un grave incidente stradale Dj Fabo oggi è un ragazzo di 39 anni cieco e tetraplegico. (ANSA)

Come prevedibile, gli adoratori del tizio cornuto, dopo i registri delle unioni civili, partono alla carica con queste “notizie false” in favore dell’eutanasia. I fasulli lanci d’agenzia sulle “stragi di migranti” e del famoso bambini siriano Aylan, completamente inventata per costringere l’Europa ad accollarsi milioni di africani e arabi in funzione anticristiana.
Per non dire delle “fake news” secondo le quali legalizzare la marijuana incrementa il PIL, guarisce il cancro, diminuisce il debito pubblico e previene la comparsa di forfora sui capelli. Onde cancellare il reato d’immigrazione clandestina, oltre a imporci personaggi schifosi quali Kyenge e Balotelli, hanno assoldato gente come i grillini e parlamentari di tutti i partiti in cambio di 10 mila euro netti mensili e ogni tipo di privilegio.
Lo scopo è abrogare ogni legge civile mutuata dai 10 Comandamenti e dai Sacramenti. E badate, nessuna di queste cose verrebbe approvata da un referendum democratico.

19 gennaio 2017

All’hotel Rigopiano peggio del previsto, il punto dell’inviato ANSA

Ma scusate, cosa ha innescato la slavina? Il sisma? Fonti americane dicono di sì. Per me l’anno fatto apposta a provocare il terremoto per vedere cosa succedeva con grandi masse di neve depositate sui pendii. Mah
http://www.ansa.it/sito/videogallery/italia/2017/01/19/allhotel-rigopiano-peggio-del-previsto-il-punto-dellinviato-ansa_90a71469-0fa4-409c-a014-d91272339277.html

18 gennaio 2017

Passaporto di Obama: alcune considerazioni

Passaporto Obama
http://www.qwiki.com/q/#!/World_Service_Authority/a>

Questa è una foto del suo passaporto attuale emesso subito dopo la sua elezione POTUS. Capisco perché vuole tutti i documenti sigillati e perché Lt Quarles Harris aveva la testa portata fuori dopo aver collaborato con l’FBI sulla eliminazione dei documenti da record passaporto di Obama. Questo ha inviato un messaggio agli altri di tacere sulla questione o la morte verrà a voi. Ha speso 2,5 milioni di $ per nascondere i documenti e uccide le persone. Egli è molto grave di nascondere la verità.
Obama ha rinunciato alla sua cittadinanza a tutte le nazioni il Nov 10, 2008 è diventato un cittadino del mondo.
Ho il sospetto che ha rinunciato alla sua cittadinanza indonesiano con questa registrazione. Egli non era un cittadino degli Stati Uniti per cominciare, come ha rinunciato a qualsiasi condizione di cittadinanza negli Stati Uniti quando ha rinnovato la sua cittadinanza indonesiana come un adulto.
Governo Mondiale dei Cittadini del Mondo.
Il Passaporto mondo viene rilasciato dall’autorità World Service, un’organizzazione internazionale fondata nel 1953 da Garry Davis dopo il suo discorso alle Nazioni Unite nel 1948. Il mondo passaporto è ormai riconosciuto sulla base di elementi di fatto da 172 paesi, e ha assistito decine di migliaia dei rifugiati e viaggiatori di tutto il mondo senza carta di fuggire dalle zone di guerra o in altri ambienti di pericolo di vita. Oltre 950.000 titolari di passaporto mondiale da tutti i ceti sociali hanno utilizzato con successo il passaporto per ottenere timbri di immigrazione o permessi di soggiorno in decine di Stati membri delle Nazioni Unite. ( https://2012patriot.wordpress.com/ )

Sembra che diversi presidenti americani dispongano di questo passaporto “speciale”. Sistemi creati dai poteri occulti per consentire loro a ai loro satrapi, quale l’abbronzato è, di agire impunemente sotto la protezione di questi stati fantomatici. Dimostrazione che la divisione in stati (notate che non ho scritto “popoli”) è artificiosa e atta al controllo delle masse limitandone gli spostamenti al di fuori del loro “stato”.
Diversamente, gli agenti delle élite dominanti usufruiscono di passaporti di questo tipo per rendersi intoccabili e impunibili.
Un altro fatto che pochi conoscono è il caso della Liberia. Uno stato africano posticcio, creato dalla Gran Bretagna, i cui suoi governati, solitamente dittatori, sono sempre al soldo della CIA. Le famose navi “battenti bandiera ombra” vagano per i sette mari impiegate per i traffici marittimi più indicibili (non escluso lo smaltimento illegale di rifiuti tossi e scorie radioattive) al riparo del suo status, appunto l’essere uno “stato” sovrano. Il quale è stato congegnato appositamente in modo da offrire una scappatoia extraterritoriale a controlli verso le navi liberiane o quantomeno iscritte presso il Registro Navale di quel paese fittizio.
Basta possedere abbastanza soldi da permettersi un passaporto della Autorità Mondiale Passaporti e noleggiare una nave liberiana e qualunque nefandezza diviene, sebbene a caro prezzo, perfettamente lecita,  irreprensibile finanche. Non è una bellezza ragazzi?

http://www.thenewamerican.com/usnews/foreign-policy/item/1503-liberian-war-lord-and-dictator-worked-with-cia

16 gennaio 2017

Matteo Salvini: “Il centrodestra è finito, siamo pronti a correre da soli”

Il leader leghista: “Silvio come Merkel, io come Trump. Molti suoi elettori ci voteranno” (La Stampa)

Come vi anticipai un anno fa, la Casa Bianca vorrebbe imporre un governo a Cinque Stelle come ha fatto in Grecia con Tsipras, per spingere l’agenda globalista. Della pericolosità e ambiguità di Grillo, io parlo dal 2010.
Si prospettano 2 scenari nel 2017:

  1.  Governo M5S senza elezioni, ma in tal caso non ci sarebbero facilmente i numeri. Alla camera e al senato (che non sono riusciti ad abolire) i “pentastellati” dovrebbero allearsi col PD o addirittura con Forza Italia, sputtanandosi ulteriormente.
  2. Elezioni politiche con un sistema elettorale e una campagna mediatica forsennata per favorire Grillo con premier designato Di Maio, si presume. Questa evenienza comporterebbe dei rischi per i poteri occulti. A cominciare dal programma politico di cui l’M5S dovrebbe fornire dettagli dato che hanno detto tutto e il contrario di tutto.

Un annetto fa, vi dissi pure che la decisione di Berlusconi di non appoggiare la Meloni nella corsa al Campidoglio era per fare vincere un grillino (non sapevo ancora che il candidato loro fosse una donna). Lo stesso sta facendo a livello nazionale, onde favorirli, oggi più europeisti ed “euristi” di Mario Monti in persona. Anche questo ve lo dissi in tempi non sospetti, se ben rammentate.
Tutto un sordido gioco delle parti per salvare il progetto ignobile di super-stato europeo massonico. Mi sono perfino stancato di continuare a ripeterlo.

Salvini 2017

15 gennaio 2017

Mimas, la luna di Saturno che sembra Pac Man e la Morte Nera

Le foto delle lune di Saturno assomigliano alla Morte Nera di Guerre Stellari… e all’infrarosso anche Pac-Man.
Ecco un’immagine colta dalla sonda Cassini: si tratta della luna di Saturno, Mimas, con gli anelli del pianeta nello sfondo. Mimas è il settimo satellite di Saturno e orbita attorno ad esso a oltre 180 mila chilometri. Ha un diametro di 392 chilometri: per comprenderne le dimensioni, si pensi che il nostro satellite, la Luna, ha invece un diametro quasi 10 volte maggiore (3.476 km).
Di cosa è composto? Ghiaccio, per la maggior parte, con una bassa percentuale di roccia. Il nome di origine mitologica è quello di uno dei Titani uccisi da Ercole. (Focus.it)

Dopo il pianeta Plutone fra le cui fattezze è effigiato il cane disneyano Pluto, un altro episodio di commistione sospetta fra finzione e realtà. Un “caso”?

Mimas Morte Nera

15 gennaio 2017

Carrie Fisher e Rosario Marcianò vittime della sindrome aerotossica

Carrie FisherIl signor marcianò non perde occasione per scendere nell’arena del più squallido complottismo.
Tutti sanno che la morte dell’attrice è stata simulata. Al pari di quelle recenti di George Michael, David Bowie e molte altre. Da noi, noto il caso di Moana Pozzi anche se non di recente.
Queste persone, piene di soldi fino a scoppiare, fingono di dipartire per vivere una vita normale, almeno per il resto dei loro giorni. La attrice in questione dichiarò di avere vissuto in maniera traumatizzante la straripante notorietà derivatale dall’avere interpretato il ruolo della principessa Leila. Non poteva nemmeno andare in bagno in aeroporto senza venire additata a causa del fantastico successo della saga di Guerre Stellari.
Alcuni di queste morti sono state inscenate per a creare nuovo personaggi. È stato il caso di Bill Hicks reinventato come Alex Jones, il finto “truther”.
Marcianò, si svela anche in questo post come gatekeeper. Non meno di Attivissimo e Mazzucco, non esita a tirare in ballo il mondo del cinema che è, a sua volta, una arma di distrazione di massa al pari della TV. Mazzucco fa il complottista ma invita i suoi accoliti a guardare assiduamente la TV a caccia di “fake news”. Esponendoli al più grande mezzo di formazione di pubblica opinione e influenza psicologica che sia mai stato inventato. Mentre, un vero complottista dovrebbe avere gettato la TV fuori dalla finestra già da una decina d’anni.
Anche Luogocomune si sta velocemente rivelando un covo di cialtroni, celebrolesi e massoni travisati da paladini della verità. Esempio banale fra mille che si potrebbero fare. Mazzucco ha sempre indicato, per gli attentati di Oklahoma City e 11 settembre, le immani incongruenze nei fatti e la questione dei passaporti a riprova che si trattava di “fake news”. Gli identici rilievi si potrebbero muovere agli attentati “islamici” in Europa (dato che hanno la medesima matrice). Tuttavia, per il regista rintanatosi in Calabria, al pari del suo compagno di merende Giulietto Chiesa, gli attentati di Parigi, Bruxelles, Nizza e Berlino sarebbero assolutamente autentici. E la cura è senz’altro di rafforzare l’euro, la UE e finanziare col reddito di cittadinanza milioni di clandestini africani e arabi “altrimenti si arruolano nell’Isis”.
Nei giorni scorsi, ho ricevuto diversi messaggi di critica per la mia presa di posizione su Marcianò. A costoro rispondo che, prima di scrivermi, farebbero bene fare girare le rotelle del cervello anzichè mandarlo all’ammasso.
ADDENDUM Con questo, non voglio negare l’esistenza delle scie chimiche che ho visto e fotografato personalmente molte volte da casa mia.

13 gennaio 2017

Fiat Chrysler nega di essere come Volkswagen, il titolo recupera in Borsa

Le notizie giunte ieri dagli Stati Uniti hanno rappresentato un vero e proprio terremoto per il gruppo italo americano Fiat Chrysler Automobiles. Questo ha provocato un crollo in Borsa che ha spinto il numero uno del gruppo, l’amministratore delegato Sergio Marchionne, ad intervenire sulla vicenda. Ovviamente il Boss di Fiat Chrysler ha respinto tutte le accuse affermando che la posizione del suo gruppo è totalmente diversa da quella della società tedesca Volkswagen, a cui la stampa di tutto il mondo ieri ha accostato FCA. Ovviamente i media internazionali hanno dato grande risalto alla notizia e questo ha provocato un po’ di panico sui mercati. Oggi però per il titolo di FCA le cose sembrano andare decisamente meglio rispetto a ieri. ( http://www.clubalfa.it/ )

Io lo scrissi nel 2009, il giorno dopo l’annuncio dell’accordo Fiat-Chrysler. Mentre i creduloni alla Berlusconi festeggiavano scendendo in piazza, io scrissi che gli americani impiegavano la Fiat per salvare la loro azienda e poi avrebbero rottamato la casa del Lingotto (dandole un calcio in culo, ricordo vergai). Tenendosi ben stretti, però, i marchi di prestigio quali sono Ferrari e Maserati.
A distanza di otto anni s’è verificato ciò che profetizzai.
Un paio d’anni fa scrissi anche che l’attacco alla Volkswagen, ora ripetuto con la Fiat, era di tipo politico per costringere i tedeschi sobbarcarsi il costo economico del salvataggio dell’euro e del progetto di super-stato europeo americanizzato.
Non è altro che la sommatoria degli interessi degli USA previsto dal PNAC. Molto interessante il fatto che gente come Blondet, che da lustri ci triturano i maroni col Project for a New American Century, di tali quisquilie paiono non accorgersi. Pure ciò devo averlo già scritto.
ADDENDUM Toh. Sembra che Blondet si stia destando dal suo sonno letargico: http://www.maurizioblondet.it/india-la-manina-usa-dietro-la-guerra-al-contante/

Fiat Chrysler

13 gennaio 2017

“Valeria Solesin è viva”: i genitori della ragazza morta nell’attentato di Parigi del 2015 querelano il complottista sanremese Rosario Marcianò

valentina solesin rosario marcianò

Sanremo. Guai giudiziari in vista per Rosario Marcianò. Il “complottista” web della Città dei Fiori, tra i primi in Italia e nel mondo a puntare il dito contro le “scie chimiche” – secondo quando scrive il quotidiano “Il Mattino” – è stato querelato dai genitori di Valeria Solesin, la ragazza veneta morta durante la strage dell’Isis al teatro Bataclan di Parigi del 13 novembre 2015. L’azione legale è partita perché, da tempo tramite Facebook prima e Twitter dopo, Marcianò continua a sostenere che l’attentato sia stato una “false flag” (una montatura) e che Valentina sia ancora viva, se non addirittura mai esistita.
A provarlo, sempre secondo il “profeta delle scie chimiche” ci sarebbero foto e video che la ritraggono sana e salva dopo la strage. Marcianò ha continuato a propagandare le sue teorie su Facebook finché, dopo varie segnalazioni alla Procura di Venezia, il suo profilo non è stato chiuso e poi è andato avanti su Twitter. E questa è la goccia che avrebbe fatto , per i genitori di Valeria, definiti perfino “attori” da Marcianò, letteralmente fatto traboccare il vaso. ( http://www.riviera24.it/ )

Tale notizia non fa che confermare la mia intuizione che anche Rosario Marcianò faccia parte del sistema dell’opposizione controllata al pari dei vari Mandarà, Mazzucco e G. Chiesa, Border Nights, Accademia della Libertà e porcherie varie.
Ovvio che la querela non porterà da nessuna parte come ogni indagine sugli “attentati islamici” (che “uniscono l’Europa”), sono inscenati per islamizzare il Vecchio Continente costringendo gli stati a unirsi contro un falso nemico comune e accettare migliaia di moschee in funzione anticristiana. E imporre l’accoglienza di milioni di neo-consumatori mantenuti col “reddito di cittadinanza”. Padre Amorth, massimo esorcista italiano recentemente scomparso, soleva dire che, più ci si avvicina al diavolo, più egli e soggetto a tremolii e scosse che lasciano trapelare la sua presenza. Marcianò scrive la parola “stato” con la “s” maiuscola. La lista dei falsi complottisti è solo destinata ad allungarsi.
E ciò rafforza il mio sospetto che le cosiddette scie chimiche siano una sorta di operazione psicologica (psy-op) globale al pari di “Isis”. Difatti, esse vengono irrorate principalmente sui centri abitati e grandi città dove le élite tengono le loro dimore aristocratiche. Se le chemtrails fossero realmente dannose, ciò non sarebbe possibile. Certi livelli di potere sono davvero intoccabili, e, nuovamente, parlo per conoscenza diretta.

https://pianetax.files.wordpress.com/2017/01/4a5ed-img_1732-animation.gif?w=370

12 gennaio 2017

Italia terminale

Resistenza allo sfratto. Patteggia tre mesi il 42enne
Daniele Taietti, l’uomo arrestato martedì a Roverbella per resistenza a pubblico ufficiale processato per direttissima. Era intervenuto per difendere la sua famiglia e gli zii che si opponevano allo sfratto

ROVERBELLA. Ha patteggiato tre mesi, con pena sospesa, Daniele Taietti, l’uomo arrestato martedì a Roverbella per resistenza a pubblico ufficiale. Taietti era intervenuto per difendere la sua famiglia, e quella degli anziani zii, che si erano opposti alle forze dell’ordine arrivate in via dell’Artigianato per dare esecuzione ad un’ordinanza di sfratto per due appartamenti. In uno vivono Remigio Taietti, 85 anni e la moglie Lisetta Trentin, di 79 anni.
Nel secondo risiedono Giampaolo Taietti, Paola Maggio e i tre figli. Uno sfratto turbolento, che ha reso necessaria una task force delle forze dell’ordine che hanno tagliato l’inferriata del cortile con un flessibile. L’opera di mediazione con la famiglia, per nulla intenzionata a lasciare le abitazioni, è andata avanti per ore. Mentre un fabbro cambiava tutte le serrature, la signora Lisetta si è anche sentita male ed è stata soccorsa sul posto. L’abitazione fa parte del complesso di edifici dell’azienda di famiglia, nata nel 1959, spostata in via dell’Artigianato nel 1984 e dichiarata fallita nel 2015. Ai sigilli all’azienda, che produceva infissi i legno, per far fronte ai creditori, ha fatto seguito il provvedimento del giudice sulle due abitazioni. I Taietti vivevano in questi appartamenti dal 1987.
Nessun processo invece, per Andrea Castellani, il sedicente rappresentante legale della famiglia. L’uomo, conosciuto in zona per i suoi interventi a difesa dei diritti della gente, privo di documenti, era stato arrestato dalle forze dell’ordine con cui aveva avuto un’accesa discussione. Ma la sua vicenda si è risolta con un nulla di fatto. ( http://gazzettadimantova.gelocal.it/ )

11 gennaio 2017

Troll, draghi e mulini a vento

ciao Albino, secondo me ti conviene bloccare alcun utenti su youtube per evitare che diventi un circo, se fanno commenti costruttivi ok ma quando perdono il loro tempo (perchè sono pagati) solo per prendere in giro allora è meglio dare un taglio.

ciaoooo

Ho ricevuto alcuni messaggi di questo tenore ultimamente, riguardo ai commenti sul mio canale Youtube, PianetaX, di appoggio a questo sito:

https://www.youtube.com/channel/UCKNLf-WoDaO76v6rTB3v4kw

ma perché dovrei bloccare i troll? Internet è stato creato per controllare la popolazione facilitando la diffusione della pedofilia, pornografia e traffico di sostanze stupefacenti tramite il dark web (che, come avevo dimostrato in passato, è stato creato dalla CIA).
I troll sono pagati per fare perdere tempo e ammorbare psicologicamente le persone.
Dato che Google e gli altri colossi americani della rete non desiderano spendere per ripulire i loro siti, da questa gente, hanno fatto produrre una sentenza alla corte di giustizia UE che dice che i proprietari dei siti non sono responsabili di ciò che gli utenti scrivono.
Quindi i troll facciano pure.
Internet NON è la vita reale.
È uno dei tanti casi di dissonanza cognitiva: persone che credono di essere complottisti parlando di scie chimiche e vaccini quando magari spendono centinaia di euro il mese in sigarette e droga, quelle si fanno veramente male (se non altro al portafoglio! Oltre che alla salute.) Mi ricorda quelli che stanno insieme a una brutta figa e poi frequentano assiduamente siti che fanno le classifiche delle fotomodelle (ho scoperto che esistono pure questi).
Non lo capite che internet è uno sfogatoio per sfigati? Inteso per controllare la gente ai margini, meno integrata, quali i troll i quali così si sfogano e non scendono in piazza contro il NWO.
Ci sono terrapiattisti americani, di prima fascia, che hanno dichiarato di guadagnare non più di 200 dollari il mese con la monetizzazione del loro canale YT. Ed è gente con video da oltre mezzo milione di visualizzazioni ciascuno. Il guadagno ce l’ha Google, proprietaria di Youtube, mica di certo chi apre canali, inispecie in una lingua poco diffusa come l’Italiano.
Volere cancellare i troll equivale a combattere i donchisciotteschi mulini a vento scambiandoli per draghi. Capito?

pianetax-youtube

5 gennaio 2017

Gabbie senza sbarre

Osservando la realtà per ciò che è, risulta assai facile comprendere come l’umanità sia costretta a vivere all’interno di recinti precostituiti alimentati da un effimero ma potente apparato simbolico. Tali sistemi di controllo svolgono la loro funzione grazie alla suggestione che diffondono attorno a loro, secondo una narrazione articolata ma desolante nel suo algido minimalismo.
La storia moderna e contemporanea, ove tali sistemi hanno raggiunto il massimo livello di pervasività, dovrebbe permettere a chiunque di sollevare facilmente il velo delle menzogne organizzate e prendere coscienza della banale semplicità del male, in favore della straordinaria ricchezza del reale.
La narrazione però, come tutte le favole che si rispettano, possiede un grande potere seduttivo. La finzione dona un benessere oppiaceo, una serenità attonita, una sensazione di benessere artificiale, come se si trattasse di una preanestesia desiderabile, suadente, invitante.


I cosiddetti attentati terroristici, ad esempio, non sono altro che eventi progettati ed eseguiti dal sistema che, così facendo, alimenta se stesso, con il sempre valido stratagemma della creazione del nemico, dell’elargizione della sensazione inebriante di un pericolo generalizzato, imprevedibile, feroce.
Nelle favole di solito questa parte è assicurata da animali predatori (lupi, orsi, aquile …) oppure da personaggi inquietanti (streghe, maghi, giganti, orchi …).
La narrazione contemporanea, che si avvale degli ubiqui mezzi della produzione POP, è forzatamente globale: un evento deve essere leggibile ed esecrabile in ogni dove. Questo è il motivo per cui ci hanno tenuti per decenni in ambasce sotto lo spauracchio del ‘blocco sovietico’ e delle sue bombe atomiche, mentre oggi prediligono il terrorismo islamico frutto di improbabili associazioni integraliste, dal carattere imponderabile, sfuggente, insidioso.


Dovrebbe essere noto a tutti come la guerra fredda sia stata solo un’astuta operazione internazionale di soggezione e controllo dell’umanità, buona da entrambe le parti del recinto. Il terrorismo odierno svolge la stessa funzione. E’ una tigre di carta (mal confezionata per altro) in grado però di mantenere la stessa funzione di memento, di diffondere quell’inebriante sensazione di pericolo, indispensabile per tenere in piedi tutto il costrutto artificiale nel quale conduciamo le nostre esistenze, dominate da sostituzioni artificiali di pulsioni naturali, re-indirizzamenti e manipolazioni. Scoperta che sarà l’inconsistenza della minaccia, verrà la volta dell’invasione aliena?
L’individuo che vive immerso nella narrazione desolante del sistema non si accorge della sua incapacità di comprendere, di incidere sull’ambiente e sulla storia. Vive trascinato da ritmi stordenti ed aspirazioni svuotate di senso.
Non è facile rinunciare alla seduzione della narrazione artificiale così come non è facile uscire da una tossicodipendenza. E’ un percorso però che tutti dovrebbero fare, con coraggio e serenità, prima che sia troppo tardi. Ne va della sopravvivenza stessa del nostro genere, selvaggio e perfettibile, ma pur sempre il nostro ed il solo di cui disponiamo. ( http://offskies.blogspot.it/ )

4 gennaio 2017

Carta di identità elettronica: come richiederla

La nuova carta d’identità elettronica (cosiddetta CIE) si presenta come una smart card (in cui le informazioni personali sono memorizzate su un microchip e su una banda ottica) e sostituirà pian piano la carta di identità tradizionale. Vediamo come richiedere la nuova carta di identità elettronica (per brevità: CIE).

Come richiedere la carta di identità elettronica

La CIE può essere richiesta presso il proprio Comune di residenza o presso il Comune di dimora, portando una fototessera, in formato cartaceo o elettronico, su un supporto USB. La fototessera dovrà essere dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto.
È consigliabile, all’atto della richiesta, munirsi di codice fiscale o tessera sanitaria al fine di velocizzare le attività di registrazione. È inoltre necessario il versamento, presso le casse del Comune, della somma di € 16,79 oltre i diritti fissi e di segreteria, ove previsti, quale corrispettivo per il rilascio della CIE. Occorre inoltre conservare il numero della ricevuta di pagamento.
In caso di primo rilascio occorre fornire all’operatore comunale un altro documento di identità in corso di validità (per esempio patente). Se non se ne è in possesso occorre presentarsi al Comune accompagnato da due testimoni.
In caso di rinnovo o deterioramento del vecchio documento, invece, bisogna consegnare quest’ultimo all’operatore comunale.
Al momento della richiesta, l’operatore comunale procede all’acquisizione delle impronte digitali.
In questa sede il cittadino può fornire, se lo desidera, il consenso o il diniego alla donazione degli organi.
Una volta completata la procedura di richiesta allo sportello, Il cittadino riceverà la CIE, entro 6 giorni lavorativi, all’indirizzo indicato all’operatore comunale. Una persona delegata potrà provvedere al ritiro del documento, purché le sue generalità siano state fornite all’operatore comunale al momento della richiesta.
Se il cittadino non può presentarsi personalmente allo sportello del Comune a causa di malattia grave o altre motivazioni, può delegare un’altra persona (per esempio un familiare) che dovrà recarsi presso il Comune con la documentazione attestante l’impossibilità del delgante a presentarsi presso lo sportello. Il delegato dovrà fornire la carta di identità del titolare o altro suo documento di riconoscimento, la sua foto e il luogo dove spedire la CIE.
Effettuato il pagamento, concorderà con l’operatore comunale un appuntamento presso il domicilio del titolare, per il completamento della procedura.
In quali Comuni è già attiva la Carta di identità elettronica?
I comuni italiani stanno progressivamente aderendo al progetto della nuova carta elettronica (entro il 2018).
È possibile verificare se è disponibile la CIE presso il proprio Comune di residenza, cliccando sul seguente link: Comuni in cui è attiva la Carta di identità elettronica. ( http://www.laleggepertutti.it/ )

La carta di identità elettronica è uno dei tanti passi verso la schiavitù globale. Esempio di come funziona il sistema di controllo maggioranza-opposizione, politica-antipolitica. Infatti, a insistere forsennatamente per la “cittadinanza digitale” sono Beppe Grillo e il M5S i quali, in teoria, dovrebbero essere “contro” il Sistema. Poi daranno una carta simile agli immigrati clandestini che, dopo un breve periodo di rieducazione allo stile di vita occidentale, con un semplice clic su un PC dal Viminale, li trasformeranno tutti in cittadini “europei” idonei a percepire il “reddito di cittadinanza”, sempre “pentastellato”. È il piano Kalergi per forgiare il popolo paneuropeo.
Scrissi ciò già nel 2012 [che entro il 2020 ne avrebbero fatti entrare milioni] e mi presi un sacco di insulti (quando ancora si poteva commentare su questo sito).
PS Notate che nell’articolo si parla di “cittadini” senza espressamente impiegare l’aggettivo qualificativo “italiani”.

Carta di identità elettronica

2 gennaio 2017

Turchia, l’Isis rivendica la strage in discoteca a Istanbul. Continua la caccia al killer. Potrebbe essere asiatico

Trentanove le vittime. Terrorista avrebbe urlato ‘Allah Akbar’, ha sparato a caso
L’autore della strage di Capodanno al nightclub ‘Reina’ di Istanbul potrebbe provenire dallo Xinjiang, nella Cina nordoccidentale, dove risiede la comunità degli uiguri, una folta minoranza musulmana e turcofona. È una delle ipotesi che in queste ore stanno vagliando gli inquirenti turchi, secondo quanto riportano diversi media locali. Seguendo anche le indicazioni offerte dai tratti somatici del presunto killer, apparso in alcune istantanee catturate dalle telecamere di sorveglianza, le indagini seguono inoltre la pista secondo cui potrebbe essere originario dell’Asia centrale (Uzbekistan o Kirghizistan), come alcuni dei responsabili della strage di fine giugno all’aeroporto Ataturk di Istanbul. Il ministero degli Esteri kirghizo ha fatto sapere che sta indagando a sua volta su questa possibilità.
L’Isis ha rivendicato in un comunicato, tramite la sua agenzia di stampa Amaq, l’attentato al ‘Reina’ nightclub di Istanbul. Lo riferisce SkyNews. Oltre che in arabo, per la prima volta il comunicato di rivendicazione dell’Isis, è stato diffuso anche in lingua turca.
(ANSA)

Messa in scena globalizzante, per segnalare l’esistenza di una sconosciuta “minoranza turcofona” in Cina. Monito americano all’integrità monolitica cinese. Colpito il capodanno occidentale. Tutto finto, intriso di simbologia esoterica da fare spavento: “Iside” colpisce ancora, sempre in stati membri NATO, cercando di alimentare il terrore contro il capitolo 11 della Genesi. Ma forse l’afflato esoterico è una mascherata, dietro la quale si cela in PNAC e la disperata volontà di salvare l’ultima superpotenza rimasta.
PS Vi ricordate la serie Tv Masquerade? In cui una troupe di americani organizzava eventi inscenati in giro per il mondo?

© ANSA

31 dicembre 2016

Buon anno 2017!

Auguri di Buon Anno a tutti i lettori di PianetaX e del canale Youtube dal medesimo nome! Iscrivetevi, se vi interessano.
Cosa prospettare per l’anno entrante? Cose che ho già scritto e riscritto, detto e ridetto. Ripropongo alcuni articoli significativi pubblicati in passato in cui avevo anticipato cosa sarebbe successo:

Risultato delle elezioni del 24-25 febbraio 2013

Previsioni per il 2014, facili profezie

Il trasformista

Chi è in realtà Matteo Salvini

Il giochetto sporco dei sondaggi immaginari

Clandestini, in Sardegna non ce ne stanno più ma ne continuano lo stesso ad arrivare

Meningite, le due studentesse uccise dallo stesso batterio

Il piccolo grande segreto del sistema finanziario

I bilanci di Trenitalia e NTV sono fasulli?

Immigrazione: la Casa Bianca si affida ai privati

23 dicembre 2016

L’attentatore di Berlino ucciso in una sparatoria nel Milanese

Era appena arrivato in treno dalla Francia. Fermato da una volante a Sesto San Giovanni, Anis Amri ha sparato agli agenti urlando “Allahu akbar”. E viene ucciso durante la sparatoria. (Il Giornale)

Chiaramente un monito a Berlusconi e Salvini (entrambe milanesi) a non intralciare il percorso verso il super-stato europeo multirazziale americanizzato. Solo ieri, il Cav aveva proposto Mario Draghi come presidente del consiglio e speso parole di stima verso Di Maio e Di Battista. Quelli che da un decennio, ormai, lo apostrofano con i peggiori epiteti. Il riferimento alla provenienza dalla Francia in treno, mi rammenta l’operazione Vivendi, atta a ammorbidire l’omino di Arcore. Non escludo anche minaccino un attentato “islamico” per assassinare Marine le Pen.
Gli angloamericani ormai hanno imposto l’accoglienza coatta degli immigrati clandestini e intendono costringere gli enti locali a regolarizzarli tutti dando loro la carta di identità. ne faranno entrare milioni come vi dissi già nel 2008.
Ora mancano lo ius soli, il reddito di cittadinanza (ma preferibilmente per neri e arabi) e la droga legale che questi devono vendere. Le nostre città sono invase da negretti importati ad hoc su navi militari che spacciano droga e nessuno può farci nulla altrimenti ci becchiamo un attentato. Vero stavolta.
ADDENDUM La lettura, in chiave esoterica, è alquanto semplice: San Giovanni, patrono dei massoni, AA = 11 in riferimento al capitolo 11 della Genesi e Rivelazioni 9-11, l’unico passo della Bibbia in cui l’anticristo viene citato per nome: “Esse hanno su di loro un re, l’angelo dell’abisso. Il suo nome in ebraico è Abaddon, ma in greco ha nome Apollion [Apollo]”.

22 dicembre 2016

Sono tutti finocchi col culo degli altri

Pensioni, Inps: reversibilità anche per unioni civili
Reversibilità sulla pensione anche nelle unioni civili. L’Inps ha dato l’ok per avviare le procedure per estendere i diritti previdenziali.
Reversibilità sulla pensione anche nelle unioni civili. L’Inps ha dato l’ok per avviare le procedure per estendere i diritti riconosciuti dall’ordinamento che regola le pensioni anche alle coppie omosessuali.
L’Inps con una nota ha ricordato che dallo scorso 5 giugno con l’entrata in vigore della legge 76/2016 il componente dell’unione civile è stato equiparato sul fronte delle prestazioni previdenziali al pari del coniuge. E così con l’adeguamento delle norme, nel caso in cui uno dei due componenti della coppia dovesse morire, il compagno avrà diritto alla pensione di reversibilità oppure all’indennità di morte. In questo caso il compagno otterrà il 60 per cento della pensione che percepiva l’altro componente della coppia con le eventuali riduzioni legate al possesso dei redditi che superano una determinata soglia.
L’Inps ricorda, inoltre, che “l’articolo 1, commi da 66 a 69, della legge 76 prevede la copertura finanziaria degli oneri derivanti dall’attuazione delle disposizioni relative alle unioni civili, nonché la comunicazione da parte dell’Inps al Ministro del lavoro e delle politiche sociali dei dati relativi agli oneri di natura previdenziale ed assistenziale”. (Il Giornale)

Tutte le riforme di Renzi hanno un valore esoterico. Quando vogliono, i soldi li trovano, sempre. E sempre con la complicità di Berlusconi e Grillo.
Così, assisteremo ad un dilagare di finocchi e lesbiche (o sedicenti tali) pronti a sposarsi nella speranza di intascare una qualche prebenda statale. Arriveranno dall’estero a frotte. Molti immigrati già si fingono gay onde chiedere lo status di “rifugiato” causa persecuzione “religiosa”.
Come non rammentare il rimbrotto del Vaticano contro Radio Maria, rea di avere criticato i matrimoni fra omosessuali.
Tutto in dispregio dei sacramenti e dei comandamenti cristiani.
La sparata della Cirinnà sul Natale: “Chi mangia la carne è cannibale”
Monica Cirinnà attacca i carnivori: “Perché bisogna festeggiare il giorno più bello della natività con qualcuno che è morto?”
Il diavolo si nasconde nei dettagli. Sempre dal Giornale prendo questa affermazione attribuita a una pupazza dell’Abisso. la prossima tappa, dopo i matrimoni-gay, sarà la legalizzazione delle unioni con animali con tanto di regolamentazione “animalista” delle pratiche sessuali con essi.
Perciò la sgualdrina parla di “cannibalismo” elevando un animale allo status umano, sempre in sfregio alla Bibbia.
Hanno escogitato il la parola “veganismo” per cancellare le identità locali anche dal punto di vista culinario e imporre il BigMac globale. Notare l’astuzia, non dicono vegetarianismo, poichè sotto l’ombrello del veganismo faranno passare anche la alimentazione a base di insetti e di cane (per non “offendere” l’ambasciata cinese, scommetto diranno).
Confermata la morte di Fabrizia: il jihad uccide un altro italiano
Dalla Germania confermata la morte della trentenne di Sulmona. Fabrizia è l’ennesima vittima del fondamentalismo islamico. Che dal 2003 a oggi ha già fatto 40 morti
Anche questa laureata in una grande università, anche lei ‘mediatrice linguistica’, ‘assistente sociale’, ‘sociologa’ come la Solesin e altre false vittime di questi ridicoli attentati pro-NWO. Ma quante cameriere ai piani e lavapiatti italiane ci saranno in Germania e a Parigi? Vengono ammazzate solo laureate in studi di “accoglienza”?

21 dicembre 2016

Delitto in palcoscenico

ambasciatore russo
L’assassinio dell’ambasciatore russo ad Ankara, in Turchia, contiene in sé tutte le caratteristiche della pièce teatrale.
Prima di tutto, la scena perfettamente illuminata, come si conviene in una rappresentazione, poi la scenografia su tre lati e il quarto riservato alla platea degli spettatori.
Inoltre la gestualità ampia dei due unici attori in scena: la vittima ed il suo carnefice. nessuna macchia di sangue visibile sul pavimento e l’ambasciatore “platealmente” sdraiato a braccia aperte (come crocifisso) e sulla schiena in modo tale da non vedersi i fori dei proiettili in quanto gli spari erano a salve. Come in un dramma teatrale.
L’assassino è vestito come nel film Le Iene di Quentin Tarantino la qual cosa denota la matrice hollywoodiana. Mi ricorda l’assalto a una TV olandese di qualche anno fa. Non escluderei trattarsi del medesimo attore. L’esecutore, in entrambi i casi, non si era minimamente preparato una via di fuga mettendosi in condizione di farsi acchiappare.
Il mondo in cui viviamo è un immane palcoscenico a cielo aperto animato a nostro beneficio. La differenza con le pellicole cinematografiche vere e proprie sta unicamente nel fatto che la maggior parte della popolazione ritiene solo quelle siano sceneggiate.

immagini Ankara

terrorista TV Olanda

19 dicembre 2016

Rosario Marcianò si smaschera come agente dei poteri occulti?

Avevo sempre avuto dei sospetti sull’operato di Rosario Marcianò. La sua renitenza ad occuparsi di Terra piatta e sbarco sulla Luna, qualche post sulla ISS che mi aveva dato l’idea essere stato pubblicato apposta per darsi una patina di credibilità.
Questo post lo conferma. Scrivere alla Boldrini significa legittimarla. Quando essa, imposta come indipendente nelle liste SEL (quindi non è neanche comunista), agisce chiaramente per conto dei poteri occulti.
Vi avevo già fatto osservare due cose: la prima è che le scie chimiche sono probabilmente un’arma di distrazione di massa, in quanto, i poteri occulti le spruzzerebbero già completamente trasparenti. Ovviamente LE SCIE CHIMICHE ESISTONO ma, al pari dei dibattiti sui vaccini, sono impiegate anche a scopo mediatico. La seconda cosa che mi da da pensare è il coinvolgimento di Marcianò in processi e cause giudiziarie reali. Tutti sanno che l’apparato giudiziario è una messa in scena e tutto ciò che vi finisce dentro è automaticamente legittimato. Se la massoneria vuole ostacolare qualcuno, non lo trascina di certo in tribunale. E parlo per esperienza personale.
Il siciliano residente in Liguria si rende, a dir poco, ridicolo quando, riferendosi ai debunker, scrive: Allora mi sorge un dubbio: che siano davvero agenti governativi? La Boldrini è stipendiata dallo stato e “da lavoro” ad altri statali come ogni azienda “da lavoro” prima alle imprese appartenenti al suo stesso proprietario.
A naso, direi che con questo post, Marcianò si smaschera definitivamente come gatekeeper, al pari dei vari Mazzucco, Mandarà, Chiesa e altri ancora insospettabili. Peccato.

19 dicembre 2016

I bilanci di Trenitalia e NTV sono fasulli?

Italo sbarca sulla Milano-Venezia Acquistati 12 treni, 150 le assunzioni
Per Alstom una commessa del valore di 1,2 miliardi di euro considerando anche i servizi di manutenzione. La competizione con Trenitalia sui prezzi e sui servizi (Corriere della Sera)

Gli investimenti per la TAV, sia infrastrutturali che per il servizio, sono immensamente superiori ai ricavi previsti. Vuol dire che il progetto TAV transnazionale europeo ha altri scopi: costruire una nuova rete ferroviaria che “unisca” il super-stato continentale in fase di realizzazione.
L’immane costo economico (e ambientale) dell’alta velocità Torino-Lione non sarà mai recuperato, nemmeno in 100 anni.
Hanno inscenato una finta concorrenza, in Italia, fra Italo e Frecciarossa in modo tale da avere il pretesto di abbassare il costo dello spostamento della gente favorendo la mescolanza delle razze. Abbiamo osservato, di recente, le proteste dei dipendnti statali meridionali che non vogliono venire al Nord causa costo della vita elevato. Almeno col pretesto delle “promozioni” quasi gli regalano il biglietti per viaggiare in treno. Idem con gli scafisti, raramente arrestati e mai condannati, che traghettano clandestini in Italia a nessun rischio.
Solito esempio: in Piemonte hanno chiuso ben 13 (tredici) ferrovie locali per risparmiare miseri 4 milioni di euro annui. Non si capisce perchè, onde incrementare il trasporto passeggeri su rotaia, sconti e promozioni non vengano applicati sulle tratte secondarie.
Il governo Renzi ha stanziato 4 miliardi di euro per l'”accoglienza”, mille volte tanto. Quindi, i soldi ci sono. Tutta la manfrina sugli “sprechi” e il “rigore nei conti” è servita a ridislocare stanziamenti da capitoli di spesa ad altri.
Capito?

18 dicembre 2016

Stephen Hawking è stato rimpiazzato come Nelson Mandela e Paul McCartney?

Verosimilmente ci troviamo di fronte a un altro caso di Effetto Mandela. Cioè di personaggi storici che sono stati sostituiti da sosia per scopi di manipolazione delle masse. Nelson Mandela perì in carcere negli anni ’80 rimpiazzato da un uomo somigliante impiegando il quale fu sceneggiata l’abolizione dell’apartheid in Sud Africa. Come in un film epico, una volta rilasciato divenne presidente del suo paese. Probabilmente, come suggerisce il video, il vero professor Hawking morì di malattia ed è stato rimpiazzato da un attore che recita nel ruolo di handicappato in modo tale da impiegare il mezzuccio psicologico per meglio inoculare il NWO. Altro caso clamoroso, e più noto, è quello di Paul McCartney, morto in un incidente stradale nel 1966 e rimpiazzato da un uomo che aveva vinto un concorso di sosia dei Beatles. Lo ha detto senza mezzi termini Ringo Starr, il solo componente del quartetto di Liverpool rimasto in vita, e non è stato ancora smentito.

17 dicembre 2016

Boldrini contro l’odio e le fake news: ”Appello ai cittadini per smascherare le bufale web’

Boldrini contro l'odio e le fake news: ''Appello ai cittadini per smascherare le bufale web''

Il presidente della Camera annuncia il debunking. ”Sono in contatto con esperti contro la disinformazione”. Attivissimo: ”Responsabilità dei social network? Molta, perché non compie vigilanza (pur avendo gli strumenti tecnici per farlo) e anzi spesso incamera parte dei guadagni”
ANTICIPO che sto per lanciare un appello ai cittadini italiani, a tutti quelli che vogliono dare una loro partecipazione contro la disinformazione e le notizie false per la tutela del loro diritto a essere informati correttamente”. La presidente della Camera, Laura Boldrini, torna sul caso delle bufale online annunciando un’azione concreta: il debunking. L’obiettivo è quello di smascherare le fake news coinvolgendo i social network.
“Sono in contatto con esperti, i cosiddetti debunker: – ha spiegato la presidente durante un incontro con la stampa – il debunking è l’attività che smaschera le bufale” attraverso una verifica attenta e puntuale sulle fonti e sulla trasmissione della notizia. ”Sono Paolo Attivissimo (Il Disinformatico), Michelangelo Coltelli (Bufale un tanto al chilo), David Puente (Davidpuente.it) e Walter Quattrociocchi del CSSLab dell’IMT di Lucca – prosegue Boldrini – e consegneremo l’appello ai grandi social network che devono essere seri”.
“Il tema delle bufale è fondamentale” sul fronte dell’odio via internet e sui social network. La presidente Boldrini lo ricorda dopo essere stata al centro di diverse bufale e averne vissuto in prima persona le conseguenze. Sulla sua bacheca personale sono piovuti a lungo insulti e frase sessiste, che la presidente ha deciso recentemente di ‘sbugiardare’ pubblicando i nomi degli account dai quali erano stati postati. Una vicenda non così dissimile da quella che ha visto il neo presidente del Consiglio Paolo Gentiloni protagonista di un articolo basato su false dichiarazioni su un sito satirico poco trasparente, Libero Giornale. ( http://www.repubblica.it/ )

Dopo l’elezione di Trump la presidentessa della camera dichiarò che non avrebbe lasciato la politica, subito prona al nuovo presidente. Vi ho sempre detto che è un’agente degli USA e dell’Abisso pronta a farci diventare un’immensa periferia di Lagos. In America, da un po’ di tempo, stanno inscenando la campagna contro le “fake news” (“notizie false”) e lei, da buona satrapa, rilancia qui. Però, in Italia non ci sono buoni debunker come Alex Jones (alias Bill Hicks). Da noi, i 4 cavalieri dell’Apocalisse che ha nominato sono sostanzialmente dei poveracci, prezzolati e mistificatori. Guardacaso, ogni tanto la citano, si capisce sono al suo soldo. Servi della satrapa.
Notare che molte delle “bufale” che ‘sti signori sbufalano sono create ad arte per attizzarli: notizia a sfondo religioso, razziale, che coinvolgono le “parole d’ordine” dell NWO. Conflitti religiosi, immigrazione, veganismo, internet, vaccini e sostanze stupefacenti.
PS ‘I diktat degli uomini del governo. La Prefettura obbliga i Comuni ad accogliere gli immigrati’ Il governo italiano (di certo con l’aiuto dei debunker) sta stringendo i tempi per attuare il piano Kalergi.

16 dicembre 2016

Lo staff della Fedeli conferma: mai fatto l’esame di maturità

Dopo le accuse di Adinolfi al neo-ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, arriva una conferma dal suo staff: il ministro non ha mai sostenuto l’esame di maturità
Dopo le accuse di Adinolfi al neo-ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, arriva una conferma dal suo staff: “Non ha mai sostenuto l’esame di maturità”.
Insomma la Fedeli non solo non ha nessun titolo accademico ma di fatto non si è mai seduta tra i banchi per sostenere l’esame di maturità. Tutto parte da un post su Facebook di Mario Adinolfi che dopo aver smascherato il ministro sulla tanto contestata laurea in Scienze Sociali, ha messo nel mirino il minstro sulla maturità: “Fedeli – assicura Adinolfi – non ha mai fatto neanche la maturità, ma solo i tre anni di magistrali necessari a prendere la qualifica di maestra d’asilo e poi il diplomino privato all’Unsas da assistente sociale, quello spacciato per diploma di laurea in Scienze Sociali. Abbiamo il record mondiale di un ministro della Pubblica Istruzione che non solo mente sui propri titoli di studio, non solo non è laureato, ma non ha mai neanche sostenuto quell’esame di maturità che ogni anno agita così tanto centinaia di migliaia di studenti”. E così lo staff, contattato da Libero non ha potuto far altro che confermare le parole di Adinolfi. Il corso frequentato – sottolineano dallo staff – è quello triennale della Scuola magistrale. E alla fine del percorso di studio non è previsto l’esame di maturità. Inoltre affermano, sempre dallo staff, che in questo caso il ministro non ha mai inserito nel Cv informazioni imprecise su questo punto. (Il Giornale)

Sono sempre quelli che “siamo tutti clandestini”, quelli del “6 politico” solo perchè favorevoli ai gay, all’euro, aborto, droga e UE. Ve l’ho sempre detto: in Italia comanda la gente che non lavora (e nemmeno studia) e ‘sta tizia pure l’hanno appena fatta ministro dell’istruzione. (!) W l’Italia…
ADDENDUM ‘Il fedelissimo di Raggi nei guai Marra arrestato per corruzione’ Siccome la Raggi ha detto no alle olimpiadi, le hanno subito tirato fuori lo scheletro dall’armadio. Così il Potere controlla i politici.

16 dicembre 2016

Joan Rivers: morte simulata facile da provare

joan-rivers
Joan Rivers era una personalità della TV americana. Non lo è più ma viva ancora lo è. Infatti, nel filmato si vede la donna, febbraio 2015, sotto altro nome. Il video mostra una signora che ha la stessa voce e lo stesso aspetto e avrebbe la medesima età. Già questo avvenne con David Bowie, (subito riapparso in TV a commentare il proprio decesso nei panni di Jack Steven) forse Robin Williams, Michael Jackson e diversi altri. In effetti, la donna all’anagrafe non si chiamava “Joan Rivers”, quindi a defungere è stato il carattere non la persona fisica.

15 dicembre 2016

Clandestini, in Sardegna non ce ne stanno più ma ne continuano lo stesso ad arrivare

Invasione programmata. Clandestini, in Sardegna non ce ne stanno più ma ne continuano lo stesso ad arrivare. Ancora 854, tra i quali 198 marocchini, approdati al porto di Cagliari. L’isola però è satura e probabilmente verranno inviati in altre località della penisola
Approdata nel pomeriggio di martedì al molo Ichnusa del porto di Cagliari la nave Diciotti dalla Guardia costiera con a bordo 854 clandestini, recuperati nei giorni scorsi al largo delle coste libiche. Si tratta di 771 uomini, 45 donne e 38 minori: 597 arrivano dall’Africa Subsahariana e 206 dal nord Africa; 198 sono di loro marocchini. Tra le altre nazionalità 57 sono i cittadini del Bangladesh, 145 i senegalesi, 5 i siriani e 4 gli egiziani. La Capitaneria di porto di Cagliari ha coordinando tutte le operazioni al molo dove la Prefettura ha predisposto tende e attrezzature per la prima accoglienza. ( http://www.ilpopulista.it/ )

Stanno realizzando il piano Kalergi a tappe forzate. Si tratta di un risvolto della dottrina luciferina contro il capitolo 11 della Genesi (Bibbia).
Perchè la Sardegna?

  1. È poco popolata e ben infrastrutturata (scuole, poste, ospedali), una regione “ricca” (rispetto quantomeno agli standard africani).
  2. È poco multirazziale, essendo terra di emigrazione più che l’opposto.

In parlamento, dal governo Monti in poi, (sempre col pieno appoggio dei 5S) non passa settimana che venga approvata una legge di stanziamento a favore degli immigrati mentre per gli italiani solo più tasse e tagli ai servizi.
Intanto che realizzano ciò, distraggono il popolino. Il nuovo “leit motif” da dibattere in TV è il referendum, promosso dalla CGIL sullo Steve Jobs Act. Tutti sappiamo, se mai si svolgerà, che verrà fissato in una domenica in cui non si raggiungerà il quorum. Quindi, tutto rimarrà come prima. Anzi, lo Steve Jobs Act lo peggioreranno per “favorire l’integrazione lavorativa dei migranti”.
La CGIL aveva, del resto, chiesto di regalare case in Sardegna ai clandestini e Beppe Severgnini di regalare terreni demaniali incolti, sempre agli immigrati, in Abruzzo e Sardegna.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/migranti-idea-cgil-usarli-ripopolare-aree-disabitate-1270875.html

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/stramba-idea-severgnini-ai-profughi-terre-incolte-sardegna-e-1191126.html

In tal modo, avranno pure il pretesto, di obbligare i comuni a costruire le moschee in funzioni anticristiana (col pieno appoggio del Vaticano!) eliminando ogni riferimento religioso nella società civile e scuola “per non turbare i bimbi migranti”. Ci aveva già provato Tremonti (gruppo Aspen, Rockefeller) con l’abolizione delle festività patronali “per incentivare il PIL”. Un fattore economico che non esiste, è incalcolabile, numero puramente inventato. Di recente, la massona romana Serracchiani, che hanno fatto eleggere dai coglioni friulani ha ridotto le vacanze scolastiche di Pasqua. Nel programma della P2 c’è l’abolizione della Pasqua in spregio a Gesù Cristo.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/friuli-serracchiani-cancella-vacanza-gioved-santo-1274265.html

E siccome in Sardegna di lavoro non ce n’è, per loro è pronto il “reddito di cittadinanza ” pentastellato. Vi spiego da anni che il rdc è destinato quasi esclusivamente agli stranieri, per gli italiani bisognosi, rimarranno le briciole.

http://www.giornaledibrescia.it/bassa/natale-e-polemica-cancellato-ges%C3%B9-dalle-canzoni-delle-elementari-1.3137720

Notare che quelli che non vogliono le canzoni di Natale con Gesù sono gli stessi favorevoli all’islam e al burqa. Non è magico?


NOTA PERSONALE Ieri s’è ammazzato il mio vicino di cascina in un incidente stradale. In Italia, decedono più di 10 mila persone causa sinistri stradali ma le statistiche vengono edulcorate in nome del dio petrolio, quello cui vengono intonati inni di lode senza questioni.
http://www.bresciaoggi.it/territori/bassa/tragico-scontro-nel-mantovano-muore-pensionato-di-80-anni-1.5353998?refresh_ce#scroll=627