Archive for ‘Pianeta X’

25 aprile 2017

Gli immigrati “acquisiscono” l’Italia

Alex Jones, del sito Infowars, è un agente della CIA il cui vero nome è Bill Hicks. Ce lo dice in faccia cosa gli USA vogliono fare di noi. Impiegarci come campo di rieducazione per africani mantenuti da sussidi statali stornando soldi dai fondi per pensioni, sanità, trasporti destinati ai cittadini italiani.
Ve lo scrissi giù nel 2010 che quando non avrebbero più avuto la scusa del “lavori che gli italiani non vogliono fare”, li avrebbero trasformati in “profughi”. Dietro c’è il piano Kalergi eil progetto luciferino di Nuovo Ordine Mondiale.
Nella ex Jugoslavia, il massone maresciallo Tito aveva ordinato da Belgrado di lasciare entrare gli albanesi in Kossovo senza opporre resistenza per non essere “nazisti”. Sappiamo tutti come è andata a finire. Ora, il giochetto lo stanno rifacendo con Italia su ordine di Bruxelles (che è sempre una emanazione di Washington).
Quindi la situazione socio-economica dell’Italia continuerà a deteriorarsi finché salteremo in aria. Io lo scrivevo nel 2005 (12 anni fa) che ci avrebbero trasformato in una sorta di super-Kossovo nel cuore dell’Europa.
Si salvi chi può!
PS Ah, dimenticavo. Buon 25 aprile!

20 aprile 2017

Targhe straniere. Niente multa alle auto se non sono assicurate

Niente multa per chi circola in Italia con un’auto con targa estera senza assicurazione. Lo ha ribadito il ministero dell’interno con la circolare 300/A/2792/17/124/9 del 3 aprile scorso: “si ritiene che per tali veicoli sia esclusa l’applicazione delle sanzioni di cui all’art. 193 del Codice della strada anche quando, attraverso qualsiasi mezzo, sia accertato che il veicolo sia effettivamente sprovvisto di copertura assicurativa”.
Quando la carta verde non è necessaria. Il Viminale si riferisce ai veicoli immatricolati nei seguenti paesi: Andorra, Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Slovenia, Romania, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria. Infatti, se un veicolo è immatricolato in uno di questi Stati, l’obbligo di assicurazione nel territorio italiano si considera automaticamente assolto e, addirittura, la polizia non deve nemmeno effettuare il controllo dei documenti assicurativi.
Accordi internazionali. Attenzione, però. La circolare del ministero dell’Interno non è frutto di un’iniziativa italiana. Tutto nasce da accordi e normative internazionali. Dapprima la «convenzione tra gli uffici nazionali di assicurazione degli stati membri dello Spazio economico europeo e di altri stati associati» del 30 maggio 2002, quella che, in pratica, ha reso non più necessaria la carta verde per circolare nei paesi firmatari; poi la decisione della commissione europea 2003/564, recepita in Italia con decreto del ministero dello Sviluppo economico 86/2008: “per i veicoli a motore immatricolati in Stati esteri, che circolano temporaneamente nel territorio della Repubblica italiana, della Città del Vaticano e della Repubblica di San Marino, l’obbligo della copertura assicurativa per la responsabilità civile verso i terzi, per la durata della permanenza in Italia, si considera assolto se la targa di immatricolazione è rilasciata” da uno degli Stati sopra citati. (Articolo completo: http://www.quattroruote.it/news/multe/2017/04/14/targhe_bulgare_niente_multa_se_non_sono_assicurate.html?wtk14=amc146192860632549 )

La “società multiculturale” e l'”internazionalizzazione dell’economia” vengono prima della sicurezza stradale. Così sembra. Un’altra vittoria dei petrolieri contro la quale nessuna associazione “ambientalista” osa protestare. Del resto, anche tutta la querelle sulle marmitte catalitiche e le “auto inquinanti” è una beffa inscenata per costringere la gente a cambiare automobile anche se ancora perfettamente funzionante.
Entrando nel merito della questione RCA, il provvedimento del governo Renzillo (Renzi+Grillo) è una totale assurdità. Cosa succede se uno ha un incidente con un veicolo straniero non assicurato? Tanto vale abolire l’obbligatorietà della Responsabilità Civile, se riguarda solo le targhe italiane. Dove sta scritto che le auto con targa straniera non sono soggette a sinistri? Notate che loro impiegano il solito trucchetto degli “accordi internazionali”.

19 aprile 2017

A cosa servono i Voucher

Voucher, cosa sono e come funzionano

di Federica Mochi
“Il voucher è un rapporto di lavoro, ma se il modello è quello attuale allora significa che l’Italia è un Paese in declino”. Solo qualche settimana fa parlava così Susanna Camusso, segretario generale della Cigl e maggiore promotrice del referendum su appalti e voucher.
Cosa sono e come funzionano i voucher – Nato inizialmente per retribuire il lavoro occasionale, il voucher o ‘buono lavoro’ è una modalità di retribuzione per lavoro occasionale di tipo accessorio introdotto nel 2003 dal governo Berlusconi. Spesso al centro delle polemiche per aver deregolamentato il mercato del lavoro, contribuendo, di fatto, a renderlo più precario, il voucher ha come finalità quella di “regolamentare quelle prestazioni lavorative, definite appunto ‘accessorie’, che non sono riconducibili a contratti di lavoro in quanto svolte in modo saltuario, e tutelare situazioni non regolamentate” come spiega l’Inps sul proprio sito web.
Quanto vale – Ogni voucher ha un valore di 10, 20 o 50 euro: una parte va al lavoratore e la restante finisce in contributi. Il valore netto di un voucher da 10 euro nominali, in favore del lavoratore, è di 7,50 euro e corrisponde al compenso minimo di un’ora di prestazione, salvo che per il settore agricolo, dove, in ragione della sua specificità, si considera il contratto di riferimento. Sono garantite la copertura previdenziale presso l’INPS e quella assicurativa presso l’INAIL. (ADNKronos)

I voucher, esattamente come lo (Steve) Jobs Act e StartUp, ci sono stati imposti dalla Casa Bianca per camuffare i dati sulla disoccupazione sancendo che uno che lavora legalmente due ore la settimana risulta “occupato”. Per rafforzare il governo che loro hanno insediato. Una pura operazione di maquillage statistico intanto che ci distruggono. Gli USA stanno manipolando l’opinione pubblica, truccando le elezioni in tutta Europa per fare vincere i partiti “equo-solidali”. In Italia, come da me annunciatovi anni fa, stanno facendo carte false per imporre il M5S dopo che l’altro loro “cavallo” Renzi appare ormai bolso.
Ho già segnalato il gioco sporco di certi personaggi tipo Giulietto Chiesa. Essi attaccano gli USA per le nefandezze che compiono in tutto il mondo ma evitano accuratamente di citare ciò che fanno in Italia. Come se noi fossimo portatori di una qualche sorta di “immunità” all’imperialismo a stelle e strisce!

13 aprile 2017

Economia e giurisprudenza non piacciono più alle matricole

Secondo la classifica del “Sole 24 ore” calano le iscrizioni alle facoltà classiche. In crescita agraria, lingue e ingegneria industriale.

Calano le immatricolazioni all’università. Secondo la classifica stilata dal quotidiano economico“Il Sole24ore”, alcune facoltà, storicamente più gettonate dalle matricole, segnano il passo più di altre: architettura e ingegneria edile -43,1%, farmacia – 33,3%, economia – 21%, giurisprudenza -22,7% e scienze della comunicazione -25,3. Calano gli iscritti anche a beni culturali -29,9%, lettere -19,8%, biotecnologie -20,7%, psicologia -18,4%, filosofia -15,6%, scienze politiche -12,2%, biologia -10,5%, medicina -7,3%.
Salgono invece agraria +72,2%, lingue +20,5%, ingegneria industriale + 20,2%, chimica +8,4%. ( http://www.varesenews.it )

Di cosa si stupiscono? Il diritto e l’economia sono materie fasulle inventate dalle élite per sottomettere il popolo. In nessuna facoltà di economia si insegna che, ad esempio, le crisi bancarie, tutte, sono fittizie. Infatti, gli istituti di credito possono, direttamente o indirettamente, creare denaro dal nulla. È sempre stato così. Oggi il denaro e le transazioni finanziare sono del tutto smaterializzate, la cosa si fa evidente. Loro fanno soffrire le famiglie (vedi caso Etruria  ecc.) quando, potendo ottenere tutti i soldi che vogliono dalla BCE (in quanto creati ex nihilo) restituendo il maltolto ai risparmiatori. Quindi, anche la storia del ‘bail in’ è pura fuffa.
La magistratura protegge assassini legati all’esoterimo, pedofili, narcotrafficanti e altri che commettono i reati più infami. La legge li tutela grazie alla legge sulla “privacy”. Mentre, se voi rubate un pollo, non solo vi perseguono, ma sbattono il vostro nome a caratteri cubitali in prima pagina sul quotidiano locale.
Il problema dell’immigrazione clandestina è stato giuridicamente risolto eliminando la parola ‘clandestino’.
Tutti i processi mediatici, dal processo Moro a quelli contro Berlusconi sono sceneggiature che non portano a nulla. Soap opera, telenovela (anche programmi come Forum o Un giorno in pretura) trasmessi apposta per fare credere che la giustizia non solo esiste ma pure funziona.
E pensate solamente alla legge Anselmi che viete ad appratenti a società segrete di ricoprire incarichi pubblici. I membri delle alte corti, i procuratori della repubblica i rettori delle università sono quasi tutti massoni cioè iscritti a combriccole occulte!
Il teatrino non durerà a lungo (almeno io spero). L’intero sistema universitario è destinato a collassare, meglio che i docenti di diritto ed economia comincino a cercarsi un’altra occupazione.

11 aprile 2017

Scuola italiana: una questione di razza

Carta di Identità elettronica

La CIE italiana non riporta la razza di appartenenza del suo possessore.

Va da se che la nuova carta di identità elettronica italiana è stata concepita per sottometterci al governo degli Stati Uniti. Infatti, la gestione via web implica automaticamente il controllo totale da parte della CIA dato che Internet è una emanazione del Pentagono. Non a caso, gli agenti degli USA in Italia fanno pressione sui sindaci affinché regalino cittadinanza e documento d’identtà ai milioni di terzomondiali che ci stanno costringendo ad accogliere e mantenere a nostre spese.

https://it.wikipedia.org/wiki/Carta_d%27identit%C3%A0_elettronica_italiana

Chi segue PianetaX lo sa bene poichè lo spiego da anni.
Ciò sul quale vorrei focalizzare la vostra attenzione è un altro aspetto. A differenza degli USA, nella carta di identità italiana non viene specificata la razza cui appartiene il soggetto.
Questo avrà delle ripercussioni a livello scolastico non indifferenti. Le razze sono diverse e il rendimento scolastico ne consegue.
Vediamo di partire da un esempio: da quando il test d’ingresso al corso di laurea in Medicina è nazionale, i punteggi più alti sono conseguiti al Nord a causa di differenze socio-culturali. Non è una questione di stanziamenti dato che lo stato italiano spende molto di più per il Sud che per Il Nord. Le tasse universitarie sono molto più basse nel Meridione, ad esempio. Anche per i figli dei dipendenti statali il cui stipendio è però identico a quello dei colleghi settentrionali. Il problema è etnico, quindi.

http://www.corriere.it/scuola/universita/16_settembre_20/medicina-online-risultati-test-migliori-sono-studenti-nord-8c70e394-7f2d-11e6-882b-8c36c80b948f.shtml

Con l’americanizzazione pianificata scientificamente della Penisola, nelle scuole di ogni ordine e grado ci sono studenti praticamente di tutte le razze ed etnie esistenti al mondo.
Succede che, con la progressiva estensione del “numero chiuso”, esattamente come in USA, certe etnie verranno penalizzate e certe altre favorite nei test d’ingresso.
In Italia, dimostrando l’assoluto controllo che la massoneria ha sui media, nessuno dice che uno dei motivi dei tumulti razziali scoppiati a Ferguson, Missouri, era che alcune università NON tengono conto della razza degli studenti. In altre parole, gli studenti di colore si sentivano discriminati in quanto NON AVVANTAGGIATI essendo neri.

https://newrepublic.com/article/125379/race-matters-college-admissions-now-ever

Quanti di voi, che hanno sostenuto un test di ammissione a un corso di laurea, sanno che in America bisogna indicare la propria razza sul foglio che viene consegnato?

http://www.nytimes.com/2011/06/14/us/14admissions.html

Questo perchè, sentenze della magistratura hanno obbligato gli atenei a dare un “aiutino” agli studenti neri altrimenti, in certe facoltà, entrerebbero in numero esiguo, non riuscendo a superare i test d’ammissione.
In Italia, con ius soli eccetera, ci sarà da sbellicarsi dalle risate. Il concetto di razza, buttato fuori dalla porta con la scuola “multiculturale anticristiana”, rientrerà dalla finestra quando bisognerà tenerne conto nei test d’ammissione, inclusi i concorsi pubblici. Ergo, prima o poi, la carta di identità digitale dovrà inserire giocoforza anche l’origine etnica del suo possessore. Alla faccia del peraltro inesistente “popolo italiano”.
La lezione qui è semplice: 1) i più razzisti di tutti sono coloro che ci dicono di non essere razzisti; 2) La “meritocrazia” nella scuola è una bufala al pari del sistema educativo nel suo insieme.
Come al solito, la pentola senza il coperchio. Troppo facile scriverlo.
ADDENDUM Per completezza di informazione, devo dire che in USA ci sono state anche pronunciamenti delle supreme corti contro la discriminazione razziale (a favore dei neri) nelle prove d’ammissione. Spesso, tali sentenze non vengono applicate poichè gli atenei temono accuse di razzismo, se hanno pochi iscritti di colore.

UniversitaMultirazziale

Testata dal sito dell’Università Cattolica del Sacro Cuore inneggiante alla società multirazziale americanizzata in spregio al capitolo 11 della Genesi.

9 aprile 2017

Il Sole si è Inclinato? Colpa di Pianeta 9…


Un team di ricerca coordinato dal Caltech ha ipotizzato che l’apparente inclinazione del Sole sia da imputare all’influenza del nono pianeta del Sistema solare, la cui esistenza è stata scoperta all’inizio del 2016. I risultati su Astrophysical Journal – (articolo di Giulia Bonelli tratto dal sito dell’ASI – Agenzia Spaziale Italiana)
Fino a poco più di otto mesi fa era un oggetto celeste del tutto sconosciuto, e ora viene fuori che potrebbe essere responsabile niente meno che dell’apparente inclinazione del Sole. Stiamo parlando di Planet 9, l’ultimo inquilino del Sistema solare scoperto lo scorso gennaio sulla base di calcoli matematici e da allora cercato incessantemente dagli astronomi. Scienziati di tutto il mondo hanno tracciato un primo identikit del pianeta numero nove, hanno avanzato varie ipotesi sulla sua provenienza e si sono persino imbattuti in scoperte inaspettate mentre andavano a caccia del fantomatico ‘Pianeta X’.
Ora un nuovo studio coordinato dal Caltech e in pubblicazione su Astrophysical Journal afferma che questo mondo distante potrebbe provocare una sorta di ‘ondeggiamento’ del Sistema solare, dando l’impressione che il Sole sia lievemente inclinato. “Planet Nine ha una massa molto grande e un’orbita pendente se confrontata con quella degli altri pianeti – afferma Elizabeth Bailey, prima firma dell’articolo – e per questo il Sistema solare non ha scelta: deve cambiare lievemente il suo allineamento”.
Rispetto al Sole, tutti i pianeti del nostro sistema planetario orbitano lungo un asse idealmente piano, che cambia di pochi gradi dall’uno all’altro.  Ma, sempre rispetto al Sole, l’intero piano di rotazione appare ruotato di circa sei gradi: questo fa sembrare il Sole stesso leggermente ‘pendente’ da un lato. Fino ad ora non era ancora stata trovata una spiegazione soddisfacente del fenomeno, ma ora gli scienziati del Caltech attribuiscono al nono pianeta la responsabilità di questa apparente lieve asimmetria della nostra Stella.
Secondo gli astronomi, questo implica che il momento angolare di Planet 9 avrebbe un immenso impatto sull’intera struttura del Sistema solare. Il momento angolare di un pianeta equivale alla massa dell’oggetto celeste moltiplicato per la sua distanza dal Sole, e corrisponde alla forza che il pianeta esercita sullo spin complessivo del sistema planetario.
Grazie alla loro disposizione ordinata, i pianeti del Sistema solare hanno un momento angolare che contribuisce a mantenere la regolarità dello spin complessivo. Invece l’orbita inusuale di Planet Nine aggiunge al Sistema solare una serie di oscillazioni: ecco perché ruotiamo attorno a una stella che sembra lievemente ‘pendente’. ( http://offskies.blogspot.it/ )

Azione e Reazione. Da quando ho trattato il fatto che le macchie solari non si muovono da sinistra a destra ma come si trovassero sul quadrante di un orologio, in senso orario, hanno escogitato questa notizia. Una delle grandi balle della scienza. Ora, gli “spaziali” italiort s’arrampicano sugli specchi. Pianeta 9 e non Pianeta X altrimenti la gente, cercando in Internet giungerebbero al mio sito e per loro sarebbe un autogol!

6 aprile 2017

Virginia Raggi transessuale, prototipo dell’uomo politico

Raggi transgender

Che la Raggi fosse destinata a divenire sindaco di Roma lo avevo scritto tre mesi prima delle elezioni comunali quando Berlusconi aveva deliberatamente diviso il Cdx così da fargli mancare il ballottaggio. Dopodichè, la destra avrebbe votato Grillo anzichè un sinostrorso. In combutta col papa massone, imposto dagli USA, il neosindaco ha il compito di distruggere Roma come città capitale del Cristianesimo. Deve rimuovere i crocefissi dai luoghi pubblici, le feste religiose, favorire gay e droga libera nonché accogliere i musulmani in funzione anticristiana. E ovviamente incentivare il wi-fi libero in modo che i “bimbi migranti” possano eesere adescati da siti pedopornografici ma acquistare felicemente giocattoli su Ebay, pagato con carta Paypal finanziata col reddito di cittadinanza “pentastellato”. Francesco è uno che perora in ogni modo l’arrivo di clandestini (parola ora proibita dalla neolingua orwelliana), è andato a Lesbo, dove Varoufakis e Tsipras , mentre fingevano il pianto greco, hanno fatto transitare un milione di clandestini verso la UE. Bergoglio ha dichiarato di preferire La Repubblica dell’ebreo De Benedetti all’Osservatore Romano, ha definito “importanti per l’Italia” Pannella e Bonino. Due esoteristi che hanno fatto campagna per aborto e divorzio, droga libera, “modica” quantità di pedofilia, suicidio assistito. Dissimulandosi col partecipare alla “marcia della pace” di Assisi. Come fanno sempre loro. Il pontefice di Babilonia lodato il comunismo,  mentre Gorbaciov, nel suo libro di memorie, ha scritto, senza mezzi termini, che il vero intento del socialismo reale è sempre stato quello di combattere la religione. Il Cristianesimo in particolare.
Bergoglio, nessuno lo nota, a pochi minuti dalla sua elezione non ha salutato la folla trepidante in piazza san Pietro con “Dio vi benedica” ma con un prosaico “Buonasera”. Costui ha il compito di demolire la cristianità dall’interno instaurando il regno dell’Abisso. Mentre Ratzinger, costretto a dimettersi, viene tenuto in stato di prigionia. Forse la Raggi, non è una trans ma solo una donna ossuta, di certo è una pedina nelle mani dei cospiratori. Una imposta dall’alto come la Appendino a Torino (figlia di un alto dirigente Fiat) e stessa operazione intendono fare a Genova con un “grillino” agli ordini dei poteri occulti, altro che “democrazia dal basso”! Sì, dagli Inferi.

5 aprile 2017

Inondare il commercio di banconote false per spingere il denaro elettronico?

adnkronos – ‘Ci siamo: i nuovi 50 euro iniziano a circolare da oggi in tutta l’area Euro. Come il biglietto da 20, porta su di sé il ritratto di Europa, figura della mitologia greca. Si tratta della quarta banconota di questa serie, dopo i 5, 10 e 20 euro. L’introduzione dei 50 euro, presentati il 5 luglio 2016 nella sede della Bce, è “frutto del costante impegno a rendere sempre più sicuri i biglietti”. Fra i vari tagli, quello da 50 è il più utilizzato: oltre 8 miliardi di banconote (ovvero circa il 45% del totale attualmente in circolazione) appartengono a questo taglio.
COSA ACCADE AI VECCHI 50 EURO? – “Le scorte residue di banconote da 50 euro della prima serie – fanno sapere da Francoforte – continueranno a essere immesse in circolazione insieme ai biglietti della nuova serie, fino a esaurimento. Per ciascun taglio, entrambe le serie circoleranno in parallelo”. La serie ‘Europa’ non comprenderà la banconota da 500 euro; saranno invece mantenuti gli altri tagli, da 5 a 200. I nuovi biglietti da 100 e 200 euro saranno introdotti prevedibilmente intorno alla fine del 2018.’


La sparizione del denaro contante è prossima. Fonti ben informate, paventano l’introduzione, nei prossimi mesi, di notevoli quantitativi di banconote false da 20 Euro. Tale introduzione costituirebbe un prologo ad un’azione autoritaria successiva, ritenuta necessaria, sempre per garantire la sicurezza dei consumatori.
In realtà, il piano è già segnato. Forme di pagamento elettroniche ed immateriali prenderanno il posto del contante, rendendo così il controllo pubblico delle transazioni impossibile. Gli istituti di credito privati potranno gestire il flusso della moneta virtuale senza impedimenti e controlli, per la felicità del malaffare organizzato. A rimetterci, come sempre, sarà il popolo, tenuto in ostaggio da tasse e balzelli e da forme di pagamento controllate sino all’ultimo centesimo. Queste ristampe delle banconote presuppongono un loro ritiro malcelato? Chi ha visto più infatti in giro le banconote da 10, 100, 200 o 500 Euro? ( http://offskies.blogspot.it/ )

4 aprile 2017

Misteriose scie chimiche circolari in Centro Italia

Come mai gli ambientalisti, tipo Legambiente ad esempio, dei danni causati dalle scie chimiche non se ne occupano? Il fatto che Rosario Marcianò sia anche lui un disinformatore è dimostrato dal suo silenzio verso le organizzazioni ambientaliste. Eppure, il tema scie chimiche è prettamente ambientalistico: inquinamento atmosferico e mutamenti climatici artificiali. I Verdi stanno zitti limitandosi a campagne antirazziste, antiomofobe, a favore di UE ed euro. Materie sulle quali anche Marcianò tace lasciando trasparire che pure lui fa parte della ‘matrix’. Esattamente come Massimo Mazzucco che parla della beffa del 11 settembre ma secondo cui gli attentati “islamici” in Europa sarebbero assolutamente autentici quando sono altrettanto fasulli. Identico discorso vale per Claudio Messora e altri. Ognuno di essi si occupa di un argomento “complottista”, negando altro, impedendo con ciò al pubblico di avere un quadro d’insieme della situazione.

3 aprile 2017

Metro BS, troppo facile profezia

Come avevo abbondantemente previsto, in questo post e altri sul mio altro blog…

https://trenoxtutti.wordpress.com/2011/10/13/metro-bs-il-fallimento-automatico/

… la metropolitana di Brescia si è rivelata un colossale fiasco. Al pari della inutilissima Brebemi, come il Crystal Palace e tutto il resto che susciterebbe il riso se non fosse costato un consumo di suolo terrificante. Scrissi 6 anni da che la metropolitana bresciana avrebbe fatto la fine della ‘monorotaia’ in un episodio dei Simpsons.
Sarebbe troppo facile dire che negri, zingari e magrebini a Brescia non pagano il biglietto poichè non si è voluto installare i tornelli. Troppo semplice chiedere che la Brebemi, visto che purtroppo c’è, sia gratuita come la Salerno Reggio Calabria.
In Piemonte, sono state chiuse 13 linee ferroviarie per risparmiare 4 luridi milioni di euro annui. Brescia ne sperpera 30 all’anno per tenere aperta una metropolitana che non serve a niente. Brescia è una città arretrata culturalmente, tutti vogliono scimmiottare Milano senza rendersi conto dei costi. Vero è che lo stato italiano, a ogni legge finanziaria, stanzia centinaia di milioni di euro per sistemare la famigerata Salerno Reggio Calabria, in realtà, il pizzo versato alle cosche calabresi per salvaguardare l’unità d’Italia. E l’autostrada rimane perennemente incompiuta come la nota sinfonia di Schubert.
Non paghi del disastro compiuto, questo sì, a Brescia stanno costruendo una mastodontica stazione della TAV invece di direzionare gli investimenti verso le infrastrutture già esistenti per creare una rete ferroviaria capillare di Intercity alternati a convogli locali con biglietti dai costi abbordabili.
Ma aveva ragione Montanelli, l’Italia è destinata a finire e Brescia è l’archetipo di sua tale condizione finale.

1 aprile 2017

Come gli americani fregano il mondo col “riscaldamento globale”

Io lo avevo scritto una decina di anni fa che il cosiddetto “global warming” era un trucco degli USA per sottomettere il resto del mondo obbligandolo a una tassa contro l’emissione di anidride carbonica.
Prima nella loro colonia Giappone vararono il “protocollo di Kyoto” cui loro non hanno mai aderito: prima perchè Bush era di destra, poi perchè Obama aveva contro il Congresso, oggi perchè Trump non ci crede.
Nel frattempo, sempre fonti americane che nessun “ambientalista” nostrano questiona, ci suggeriscono che le scie chimiche sono un’arma meteo. Segreto di Pulcinella.
Intanto, gli Stati Uniti (e la Cina dove le aziende statunitensi hanno le sedi produttive) se ne infischiano altamente del riscaldamento globale mentre il parlamento europeo “equo-solidale” non perde occasione per inasprire le normative continentali contro le emissioni di CO2.
Stesso paradigma per le “sanzioni alla Russia”. Varate per finta da Obama, ignorate da Trump, valgono solo in Europa onde liberare nicchie alle aziende americane sui mercati della sfera d’influenza russa.

31 marzo 2017

11 settembre 2001: ulteriori conferme


L’agenzia di stampa Adnkronos, pubblica alcune fotografie inedite dell’attacco al Pentagono dell’11 Settembre 2001. Tali immagini danno ulteriore conferma che ad impattare contro l’edificio non sia stato un aereo di linea ma un missile balistico. Esilarante poi il rinvenimento, in quell’inferno di fuoco, di un frammento della carlinga del presunto aereo con ben leggibili il logo della compagnia aerea ed alcuni dati di identificazione scritti a pennarello!

Davvero divertente, soprattutto se si considera che nulla o quasi è stato rinvenuto dell’aereo stesso. Da manuale infine il foro perfettamente circolare prodotto dal missile, ben 3 corpi di fabbrica dopo quello esterno.

Tutto l’evento è stato realizzato con scarsissima abilità e palesi errori, quasi a voler lasciare evidenti tracce di manipolazione in modo da lanciare un segnale di sfrontata sicumera a chiunque abbia avuto almeno qualche neurone funzionante. ( http://offskies.blogspot.it/ )

31 marzo 2017

L’invenzione della “mafia” per mescolare le razze

Scuola e legalità, nel Laboratorio urbano i “100 passi” dei ragazzi contro la mafia 

Scuola e legalità, nel Laboratorio urbano i “100 passi” dei ragazzi contro la mafia

 “Dovete iscrivervi tutti al partito delle cellule sane”. Questo è stato l’invito del magistrato Alberto Maritati, già senatore della Repubblica, rivolto ai numerosi presenti all’inaugurazione della mostra “I nostri Cento Passi” presso l’Open Space Hopera di piazza Falconieri a Monteroni.
L’istituto comprensivo Primo polo e l’istituto comprensivo “Vittorio Bodini” insieme all’Amministrazione Comunale hanno voluto promuovere una settimana a favore della legalità al fine di sensibilizzare le nuove generazioni nell’attuare comportamenti sempre corretti sin dai piccoli gesti.  La mostra propone cento passi realizzati dalle oltre quaranta scuole aderenti alla rete “Veliero Parlante” nell’anno scolastico 2015-16; tra tutti gli elaborati realizzati dagli alunni, reduci da un percorso che li ha resi consapevoli dell’imprescindibile necessità di promuovere la legalità e la lotta alla mentalità mafiosa, si sono potuti evidenziare frasi e disegni inerenti il tema e presentati all’interno di questo itinerario ricco di riflessione e soprattutto d’impegno civile; il tutto è divenuto anche un pregevole volume che diventa, nelle mani del lettore, uno scrigno in cui si può ritrovare l’affermazione di sani comportamenti nel ricordo della fatidica distanza che separava la casa di Peppino Impastato da quella del boss Badalamenti. ( https://www.tgmonteroni.it/ )

Tutti sanno che la mafia non esiste. È la mentalità meridionale che non accetta l’imposizione burocratica dell’unità d’Italia. La parola mafia compare nella lingua italiana solo nel 1866, a distanza di 5  anni dall’unificazione savoiarda.
Il concetto di “mafia” (e “camorra”, “ndrangheta”) è profondamente razzista. Significa additare i meridionali come “gente geneticamente cattiva” quando invece si tratta solo di differenze etniche fra Nord e Sud.
Sia il Fascismo che la Repubblica Italiana hanno tentato di ammorbare la mentalità meridionale mescolando le razze spedendo milioni di meridionali al Nord, col confino e soggiorno obbligato, regalando loro posti nella pubblica amministrazione senza manco un concorso. Mente sopra il Tevere, per essere assunti nella PA, ci dicono che ci vuole un “concorso”.
Impiegano la scuola pubblica per lavare il cervello ai giovani col mito dello “stato buono”. Molti delitti “di mafia” hanno altra “eziologia” oppure sono inscenati per generare paura.
Stesso giochetto fanno con gli immigrati che fanno entrare, coccolandoli in ogni modo, però dicendo che sono “sporchi e cattivi” perchè si comportano come al loro paese anzichè adeguarsi alle “normative europee”.
Dicono che i meridionali devono emigrare perchè “c’è la mafia”, similmente dicono ai giovani magrebini che devono venire in Italia “perchè c’è la guerra”.
Questo è il famoso sistema massonico, strano che nessuno dei sedicenti esperti di poteri occulti lo dica.

La comparsa di mafia è più o meno coeva a quella di camorra, ma priva di precedenti anteriori al periodo postunitario: ( http://www.linkiesta.it/it/article/2014/10/27/da-dove-viene-la-parola-mafia-la-crusca-risponde/23300/ )

27 marzo 2017

La parola inglese “dog” coniata in spregio a Dio

Chiunque abbia studiato la lingua inglese sa che ‘cane’ si dice dog e ‘Dio’ si dice God. Ora, alcuni ricercatori sostengono che la prima parola sia stata coniata dal nulla in spregio a Dio, cioè God scritto alla rovescia.
Può sembrare una teoria campata in aria, però la genesi di ‘dog’ è sconosciuta. L’inglese, ci viene detto, è la fusione di una struttura linguistica germanica, l’anglo-sassone, arricchita da apporti latini e franchi attraverso i normanni.
Però, nelle lingue neo-latine, ‘cane’ si dice similmente alla radice latina ‘canis’ e nelle lingue germaniche, in genere, si dice hond/hund (corrispettivo dell’inglese ‘hound’). La teoria “accreditata” è che una feroce razza canina fu selezionata e chiamata ‘dog’ e, col tempo, tale denominazione venne esteso a tutti i cani in luogo del termine ‘hund’. Come ci si aspetta, invece, l’origine di ‘God’, Old English di origine germanica simile all’olandese ‘god’ e al tedesco ‘Gott’.
Pure le altre spiegazioni sparute che si trovano in rete sull’origine del lemma ‘dog’ sono poco convincenti. Scommetto che il vostro insegnante d’inglese non lo sa.

[late OE. docga (once in a gloss); previous history and origin unknown. (The generic name in OE., as in the Teutonic langs. generally, was hund: see HOUND.) So far as the evidence goes, the word appears first in English, as the name of a powerful breed or race of dogs, with which the name was introduced into the continental languages, usually, in early instances, with the attribute ‘English’. Thus mod.Du. dog, late 16th c. dogge (‘een dogghe, vn gros matin d’Engleterre, canis anglicus’, Plantijn Thesaur. 1573), Ger. dogge, in 16-17th c. dock, docke, dogg (‘englische Dock’, Onomast. 1582, ‘eine englische Docke’, 1653), LG. dogge, Da. dogge, Sw. dogg; F. dogue (‘le genereux dogue anglais’, Du Bellay 15..), It., Sp., Pg. dogo, Pg. also dogue; in all the languages applied to some variety or race of dog.]

Why is “dog” one of the great mysteries of the English language?

24 marzo 2017

SCIE CHIMICHE. Tutti devono sapere!

Ottimo video di Tommix.
BREVE COMMENTO Le scie chimiche, a mio parere, sono ANCHE una psy-op di un qualche tipo. Fare volare questi aerei ha un costo immane, chi lo sostiene?
La spiegazione più semplice, sempre a mio avviso, è che siano un’arma meteorologica per causare il cosiddetto riscaldamento globale in modo da spingere verso il governo unico mondiale. Problema globale = soluzione globale.
Ci potrebbero essere altre spiegazioni, probabilmente preludenti alla rivelazione che la Terra è piatta.
Poi una correzione, le scie chimiche non sono un “crimine di stato” ma di coloro che hanno, fra l’altro, diviso la popolazione in stati per controllarla meglio.
NOTA A MERGINE Si desume, ahimè, in tutta la sua drammaticità, come l’ambientalismo associativo sia organico al potere, esempio i NOTAV. Silenzio di tomba sulle scie chimiche. Fingono solamente di esser contro i centri commerciali, contro l’asfalto e parcheggi che distruggono l’ambiente. Promuovono invece il “veganismo” per annientare l’identità culinaria locale.

23 marzo 2017

Il significato esoterico del “reddito di cittadinanza”

di MoVimento 5 Stelle Toscana

398 mila toscani vivono con un ISEE inferiore a 6500 euro (10,6% della popolazione). 155 mila famiglie che vivono quindi in povertà assoluta. Davanti a numeri del genere non potevamo stare fermi e in silenzio, queste sono le priorità.
Così, in attesa di veder approvata dal Parlamento la nostra proposta nazionale sul Reddito di Cittadinanza, abbiamo studiato una misura regionale per portare in tre anni la quasi totalità di queste 155 mila famiglie ad una condizione di dignità minima, possibile e necessaria. Il nostro Reddito di cittadinanza non è un’iniziativa assistenzialista, ma è una vera misura per l’economia e un azione di sostegno al ricollocamento lavorativo.
Per noi quando un povero cerca di uscire dalla sua condizione, recandosi al Centro per l’Impiego, deve trovare chi studia insieme a lui un percorso di ricollocamento e affianca a questo un sostegno economico diretto, come in tutti i paesi europei (Grecia esclusa). In Toscana questo è possibile, esiste persino una legge che già prevede il contributo finanziario a chi cerca lavoro, ma non è mai stata attuata. Ci siamo appoggiati su questa e su altri appigli normativi, per prima la nostra splendida Costituzione Repubblicana, per dire che il Reddito di Cittadinanza è una misura di civiltà e dignità che completa il percorso democratico.
Per riuscire nell’impresa di annullare la povertà in Toscana col nostro reddito di cittadinanza basterebbero circa 173 milioni di euro l’anno. E noi abbiamo trovato le dovute coperture, tra capitoli di spesa liberi (dove la politica può decidere senza problemi) e recupero degli sprechi, anche se siamo in attesa di leggere la Legge di Bilancio 2017 governativa e a cascata quella regionale per aggiornarle.
L’importante è chiarire che si può fare e ora tutti i toscani poveri possono avere una via d’uscita.
Aspettiamo su Rousseau i contributi di tutti gli iscritti toscani al Movimento 5 Stelle per discutere la proposta e prepararla al momento decisivo: il dibattito in Consiglio Regionale. ( http://www.ilblogdellestelle.it/reddito_di_cittadinanza_in_toscana_subito.html )

Come io vi avevo anticipato sin dal 2012, quando Grillo “starnazzava” insistentemente sul “reddito di cittadinanza”, esso è mirato a trattenere gli immigrati. Lo scopo è di contravvenire al Capitolo 11 della Genesi (Bibbia).
Lapalissiano era sapere che la menzogna grillina sarebbe emersa, prima o poi. Infatti, adesso la proposta sul RdC, non è più basata sul reddito ma sul ISEE (indicatore di povertà assommante diversi parametri). Ora, il problema è che la verifica ISEE presenta due sonore falle:

  1. Non tiene conto delle proprietà/redditi che gli stranieri hanno fuori Italia.
  2. Conteggia a “ricchezza” beni (es. immobili) anche se non producono reddito, anzi costituirono un costo per il loro mantenimento, inclusa la tassazione cui sono sottoposti.

E le “falle” nella struttura ISEE sono volute per favorire la mescolanza delle razze. Ciò che dice il M5S è completamente falso. La Toscana sta fallendo economicamente, di lavoro (regolare) non c’è ne è, per la politica del massone (di quarto sfalcio) Renzi. I Centri per l’Impiego sono utili quanto un negozio di stufe nel Sahara e l’agricoltura sta divenendo largamente anti-economica. Il Poroshenko nostrano ha ridotto l’Italia a livello dell’Ucraina salvo poi dire che ci vuole il rdc “per combattere la povertà”. Se ben rammentate, anche ciò lo scrissi diversi anni fa.
State tranquilli che il limite di 6500 euro verrà abbassato a 3-4 mila (“perchè Roma non ci da i fondi”) in modo tale che il 90% dei beneficiari del RdC sia straniero, preferibilmente non di razza bianca. Renzi e Grillo agiscono in sinergia, ius soli e rdc, mentre fingono di litigare sulla “casta”.
Tutto il resto è soltanto un’abile cortina di fumo.

https://it.wikipedia.org/wiki/Indicatore_della_situazione_economica_equivalente

22 marzo 2017

Aridàtece le Pandemie esotiche!


Vi ricordate delle Pandemie esotiche? Allarmi mediatici, mappature del contagio, la suina, l’aviaria, le sigle come H1N1, H5N1 e via dicendo? L’esaurimento dei farmaci antiinfluenzali e delle mascherine dalle farmacie, l’esborso di milioni di euro per fantomatici vaccini, letteralmente gettati nel cesso? Il controllo termico negli aeroporti, i piani di emergenza nazionali? I ridicoli appelli al lavaggio compulsivo delle mani dell’OMS?
Ebbene, che fine hanno fatto le pandemie esotiche?
Semplice: sono state sostituite con lo spauracchio delle più maneggevoli pandemie nostrane, come quella del morbillo o della meningite, assai più comode, soprattutto perché per queste ultime è già in atto da decenni una vaccinazione compulsiva della popolazione e che, quindi, il rimedio putativo è già bello e pronto.

La paura del contagio di massa deve comunque essere tenuta in piedi, sia come sia. E’ ovvio constatare come l’immigrazione forzata di massa di clandestini dai paesi centro africani abbia apportato nuove emergenze mediche sul suolo europeo. E’ anche ovvio considerare che le malattie endemiche europee erano quasi scomparse negli ultimi decenni, ben prima dell’arrivo dei vaccini, grazie soprattutto all’acqua potabile ed all’elettricità disponibili ovunque.

Ben venga la paura allora, con essa si possono fare affari d’oro e riconoscere lo scientista rincoglionito dal prudente essere umano raziocinante. L’importante è che la popolazione sia tenuta in uno stato di allerta perenne, in un modo o nell’altro. Una popolazione impaurita è più maneggevole e pronta a genuflettersi verso l’autorità salvifica.
Peccato però: la narrazione mediatica sulle pandemie esotiche era più avvincente. A proposito: di Ebola non se ne parla più? ( http://offskies.blogspot.it/ )

21 marzo 2017

In Sardegna spunta uno scheletro gigante ed è subito silenzio

Uno scheletro umano probabilmente molto antico e quasi certamente GIGANTE.
Eh si, avete letto bene ma… quanto sarà gigante questo scheletro?
Le ossa umane sono state scoperte nel corso degli scavi archeologici nel nuraghe Barru.
Ci troviamo in Sardegna al confine tra Guasila e Guamaggiore.
“Era sepolto a circa 80 centimentri di profondità e stando ad alcuni testimoni è di dimensioni notevoli” leggiamo sul quotidiano l’Unione Sarda, che prosegue: “Ha un femore enorme” spiega “il sindaco di Guamaggiore, Nello Cappai, subito accorso sul luogo del ritrovamento“.
Contattato telefonicamente dal nostro team esplorativo, Cappai, ha preferito non scucire parola solo dopo averci rivelato: “sta arrivando il mondo qui, tutti ci chiamano e quindi c’è molto fermento. Sarò io a chiamarvi per una conferenza stampa che faremo con la soprintendenza archeologica e le amministrazioni comunali della zona.
Ora – conclude il sindaco – c’è chi da altri paesi lamenta la territorialità di questa scoperta“. Vabbè. E quindi? Lo scheletro di dimensioni notevoli esiste o no? È stato ritrovato?
Quasi certamente la risposta è si. Altrimenti come potrebbe l’articolista ed anche il sindaco Cappai aver parlato di ossa umane notevoli?
E perché dagli addetti ai lavori vige il solito e a volte inspiegabile riserbo.
“Il ritrovamento – ha detto Nello Cappai – ha suscitato grande interesse nella zona grazie anche alla straordinaria importanza di questo sito nuragico che vogliamo valorizzare per fini culturali e turistici“.
Ancor meglio, aggiungiamo, ma sarà l’ora di dire basta all’omertà cultural-nostrana?
Non è un segreto: qualvolta in Sardegna si parla di scoperte che escono dell’ordinario, specialmente per voce dei “non addetti ai lavori”, cala poi un velo (colpevole?), di silenzio.
Questa storia che frustra gli amanti disinteressati dell’identità sarda, ricorda l’analoga affermazione di un altro sindaco che si lasciò scappare qualche affermazione di troppo e venne poi “richiamato” all’ordine, per non lasciarsi troppo trasportare dall’entusiasmo.
Raccontò di aver visto personalmente scheletri umani molto alti durante lo scavo archeologico in una tomba di giganti. Ciò accadde due anni fa alle porte di Suelli. ( http://www.sardegnasotterranea.org/ )

20 marzo 2017

Italia a rischio siccità. Soluzione: manipoliamo le condizioni meteo

L’uomo può manipolare il clima già dagli anni ’60. Ma di ciò si parla solo con la teoria del complotto delle scie chimiche, che altro non sono che innocue scie di condensazione.
Noi ci riferiamo a quella scienza che è in grado in modo reale di cambiare lo stato del tempo.In alcune regioni del Sud Italia e Isole Maggiori, sino a qualche anno fa era presente un programma che prevedeva il bombardamento delle nubi per far piovere. Le nubi ideali venivano irrorate di ioduro d’argento, incrementando l’entità delle piogge.
Ma pare che ogni progetto a riguardo sia stato abbandonato. Negli anni ’60, gli USA avevano adottato un programma particolarmente impegnativo, che prevedeva il dirottamento degli uragani. Questo prevedeva azioni mirate con flotte di aerei che penetravano all’interno delle nubi dell’uragano e rilasciavano ioduro d’argento e altre sostanze, al fine di aumentare l’intensità delle già forti piogge per ridurre la nuvolosità e quindi la forza della tempesta. I primi tentativi riuscirono, ma non è noto se per cause naturali o per la reale attività svolta.
Il programma fu definitivamente abbandonato dopo che un uragano investi la costa del Golfo del Messico americana incrementando a dismisura la sua potenza, e facendo molte vittime. Gli USA ai tempi della guerra in Vietnam usarono non solo il Napalm per assediare il nemico, ma anche lo ioduro d’argento nelle nubi tropicali, che già in condizioni naturali generano piogge torrenziali. L’esito fu di rendere i terreni acquitrini al fine di mettere il nemico in difficoltà. In Israele è una pratica comune quella di generare la pioggia da nubi potenzialmente ideali al fenomeno. Nel Mondo ci sono vari Paesi che adottano attività finalizzate a modificare il clima in occasione di parate militari o eventi di rilevanza, non senza causare danni e disagi nei centri urbani attorno.
Ma torniamo alle buone finalità: in vari Paesi del Mondo vengono sistematicamente bombardate con ioduro d’argento le nubi temporalesche potenzialmente produttrici di grandine di grosse dimensioni su aree agricole. Questo avviene in molti Paesi d’Europa, tra cui la Spagna e l’Europa centrale. In Italia i metodi impiegati per evitare le grandinate sono in disuso in buona parte dei Paesi progrediti. Quanto abbiamo raccontato è una modificazione del clima. Ad oggi la scienza non è in grado di favorire la formazione di Alte o Basse Pressioni, ma solo quanto abbiamo descritto.
Ci chiediamo se in Italia non si debba nuovamente tornare a manipolare il clima per far piovere nei periodi di siccità per favorire soprattutto l’agricoltura. Ma per portare la pioggia servono quelle nubi che in molte regioni non si vedono da molto tempo. ( http://www.meteogiornale.it/ )

17 marzo 2017

Mr. Bee e altre corbellerie pallonare

L’alone di mistero ma anche di irritazione che sta emanando in questi giorni da Yonghong Li, il broker cinese che vorrebbe comprare il Milan, è al massimo livello. Intanto perché l’elenco degli investitori non è stato mai reso ufficiale in oltre un anno di trattativa ma pure in considerazione del fatto che il Governo Cinese non vede più di buon occhio investimenti di quella fatta da dispiegarsi fuori dell’ex Impero Celeste senza che vi sia un ritorno per lo Stato.
E così Yonghong Li sembra essere stato abbandonato dalla Merchant Bank, Construction Bank, da Huarong, tutti grandi nomi avvicinati all’operazione d’acquisto, che avrebbero garantito alla squadra rossonera un futuro importante. Gli rimane alle solo una piccola banca regionale, che però non sembra essere in grado di supportare un investimento di quel calibro, che arriva al miliardo di euro e che, anzi lo supera abbondantemente.
Intanto il dieci marzo scorso è diventato ufficiale il veto del Governo Cinese ad investire nel calcio e nell’industria dell’intrattenimento in generale e qualche episodio di trattative interrotte bruscamente, anche con il pagamento di penali salate, si è già visto. La notizia di oggi, quindici marzo, è che il cloosing, insomma la chiusura della trattativa si farà nella prima settimana di aprile, ed a fronte di questo Yonghong Li, che continua ad ostentare sicurezza, sta per pagare una terza caparra di cento milioni di euro. Sembra però che la parola “caparra” non sia del tutto esatta in quanto i trecento milioni di euro potrebbero ritornare nella disponibilità del tycoon cinese perché se mai l’accordo dovesse sfumare non sarebbe per sua colpa. Comunque davvero gli investimento nel mondo del calcio hanno sempre qualcosa di relativo: Yonghong Li viene considerato non proprio un riccone anche se è riuscito a mettere sul conto di Silvio Berlusconi, l’attuale proprietario del Milan, la non disprezzabile cifra di trecento milioni di euro in contanti, fatti arrivare da paradisi fiscali delle isole caraibiche. Fatto sta che i tifosi milanisti sono affranti: davanti a loro vedono l’Inter, acquistata dalla Suning “ante blocco” e che al momento è piena di programmi di sviluppo e domani lo sarà anche di campioni e va come un treno. ( http://www.corrieredelleconomia.it/ )

La telenovela ridicola della vendita del Milan prosegue. Dopo il fantastico Mr. Bee (mr B. cioè sempre lui) Berlusconi s’è inventato un altro fantomatico, molto ipotetico compratore per la compagine meneghina. Il “giuoco” del calcio è stato concepito, al pari di ogni altro sport professionistico, per occupare la domenica delle masse anzichè andare a messa e alle funzioni. Oggi lo scopo è raggiunto, puntellare il business della pedata diventa meno impellente per i poteri forti.
Ormai Monti ha deregolamentato gli orari dei negozi per cui la domenica la gente ha alternative a bazzicare la sacrestia. Del resto, anche i giovani magrebini, che lo stato italiano a spese nostre importa a frotte, arrivano per divenire buoni frequentatori di centri commerciali. Meglio stiano qui a rubacchiare nei supermercati che andare alla moschea nel loro paese. O NO?

Articoli di approfondimento: I campionati di calcio sono manipolati? Basta ragionare!

Gianni-Rivera-AC-Milan

16 marzo 2017

Di Paolantonio non doveva guidare

La tragedia sulla Cimpello Sequals – Cristiano Di Paolantonio non avrebbe dovuto guidare.
Per le difficoltà psicologiche che stava attraversando, i sanitari gli avevano sconsigliato di mettersi al volante.
Sconsigliato, ma non proibito.
Un divieto che avrebbe forse salvato tre vite.
Le indagini: oggi verrà eseguito un prelievo di liquidi biologici sui 3 corpi, ma non è stata richiesta l´autopsia, giudicata inutile.
Si va verso l´archiviazione del caso per morte del responsabile.
Le famiglie preparano i funerali che probabilmente si svolgeranno nel fine settimana.
Cerimonia unica per la coppia pordenonese, dato che anche Jamir, di origini indiane, era cristiano cattolica. ( http://www.topradio.it/ )

Ne approfitto, per commentare il post di R. Marcianò a riguardo. Ciò che scrive sulla manipolazione mentale è corretto, ne ho parlato diverse volte. Ci sono psichiatri e psicologi che si occupano appositamente di manipolare i “patsy” (di cui parlava Mazzucco salvo scoprire che pure lui è uno di essi). Ci sono psichiatri e terapeuti che ipnotizzano le loro pazienti per abusarne sessualmente durante le sedute. Tuttavia, questa vicenda pordenonese continua a non convincermi.

https://pianetax.wordpress.com/2015/01/12/uno-due-tre-e-ora-di-morire/

ADDENDUM Da quando io (appositamente) ho scritto che Tommix avrebbe fatto un video, spuntano ovunque “prove” a sostegno della tesi ufficiale.

16 marzo 2017

“Facite ammuina”

Facite Ammuina, in napoletano significa fate confusione) è un falso storico, spacciato per un comando contenuto nel Regolamento da impiegare a bordo dei legni e dei bastimenti della Real Marina del Regno delle Due Sicilie del 1841.

Genesi dell’espressione

Sebbene il facite ammuina non nasca affatto da un regolamento della marina borbonica, sulla sua genesi esistono varie interpretazioni.
Secondo alcuni, esso trae origine da un fatto realmente accaduto dopo la nascita della Regia Marina italiana. Un ufficiale napoletano, Federico Cafiero (1807 – 1888), passato ai piemontesi già durante l’invasione del Regno delle Due Sicilie, sorpreso a dormire a bordo insieme all’equipaggio, fu messo agli arresti da un ammiraglio piemontese per indisciplina a bordo. Scontata la pena, l’ufficiale fu rimesso al comando della sua nave dove pensò bene di istruire il proprio equipaggio a “fare ammuina” (cioè il maggior rumore e confusione possibile) ogni volta che si fosse presentato un ufficiale superiore, per essere avvertito e contemporaneamente di dimostrare l’operosità dell’equipaggio[1][3].
Secondo un’altra ricostruzione, il falso sarebbe frutto dell’ambiente goliardico dei cadetti napoletani del collegio di Pizzofalcone databile fra il 1841 e il 1844. (da Wikipedia)

15 marzo 2017

Tre persone morte nello schianto, per la Procura è omicidio-suicidio

PORDENONE – I rilievi tecnici e le testimonianze raccolte hanno spinto la Procura di Pordenone ad aprire un fascicolo con l’ipotesi di duplice omicidio volontario per l’incidente accaduto l’altro giorno sulla Cimpello – Sequals all’altezza di San Giorgio in cui hanno perso la vita tre persone. Cristiano Di Paolantonio, 45 anni di Cordenons alla guida del furgone con a fianco la moglie Jamir Temjenlelma, 37 anni, si sarebbe lanciato volontariamente contro il camion alla cui guida c’era Florindo Carrer, 51 anni di Cessalto. A ribaltare l’ipotesi iniziale dell’incidente stradale, sono state alcune testimonianze che avrebbero fatto presente la volontà di Paolantonio di farla finita e di coivolgere anche la moglie nel folle proposito. La coppia stava attraversando un momento difficile e la moglie aveva confidato anche ad associazioni che si occupano di tutela delle donne di voler chiedere la separazione. ​
Nella mattinata di oggi sono emersi anche elementi nuovi: sul lungo rettilineo dov’è avvenuto l’incidente non c’erano segni di frenata, mentre il camion ha cercato in ogni modo di evitare l’impatto. ( http://www.ilgazzettino.it/ )

ADDENDUM Mi sono guardato un po’ di robe sul tizio. Era certamente un gatekeeper. Il simbolismo è esoterico, bisogna vedere chi gli forniva i loghi che impiegava. Forse l’incidente è stato inscenato o forse l’hanno tolto di mezzo veramente come Stefano Anelli (John Kleeves) che tanti anni fa scriveva in un mio blog. Comunque, alla tesi esposta dai magistrati, io non credo. Bisogna vedere che fine fanno i due figli (che i giornali dicono la coppia avesse). Se tra un po’ se ne vanno all’estero, significa che vanno a raggiungere mamma e papà sotto la nuova identità.
PS Ho saputo or ora che sta per uscire un video di Tommix sul tema. Lui conosceva Dipaoloantonio. Vediamo se ci sono novità.

15 marzo 2017

CHI TOCCA I FILI…

È morto ieri Cristiano Dipaolantonio in un incidente stradale con la moglie, mentre tornava dall’ospedale di Treviso, proprio per aver subito un medesimo incidente stradale il giorno prima. Che sfortuna, potremmo dire, se non sapessimo chi è Cristiano Dipaolantonio: Fondatore, assieme al fratello Simone, del Presidio Scie Chimiche a Pordenone, gestore della pagina Stop Scie Chimiche Pordenone, organizzatore del convegno scie chimiche al Palazzetto dello Sport di Fontanafredda, a cui partecipai… una farsa ben congegnata. Sappiamo cosa fanno i gatekeepers, i guardiani del cancello dell’informazione, si creano una reputazione per poi trascinare chi li reputa in una strada senza uscita. Così hanno fatto i fake friulani, quando hanno svolto finalmente il compito che era loro affidato da mamma DIGOS. Hanno chiuso gazebo, baracca e burattini, hanno cambiato nome al gruppo, hanno cominciato ad asserire che le scie chimiche non fossero dannose, a diffamare ricercatori come Rosario Marcianò, attivisti come me, che conservo ancora gli sms di insulto, fino all’epilogo tragico sul manto stradale. Possiamo anche credere che il doppio incidente occorso a Cristiano Dipaolantonio sia un caso, ma i più accorti considereranno questo esito infausto la conseguenza di una carriera borderline tra attivismo e servizi che non può lasciare in circolazione testimoni scomodi. Per chi ha memoria, altre morti di infiltrati tv rimangono avvolte tra i… Misteri. Chi fa un attivismo onesto e rigoroso deve essere tutt’al più pronto a ricevere attacchi soprattutto dai doppiogiochisti che si insinueranno dai loro luoghi comuni, dai loro popoli unici, dalle loro pagine di Monitrollaggio scie chimiche, o Killuminate un tanto al kilo. Questo è il compito a cui i gatekeepers sono destinati: non percorrere mai seriamente la strada più pericolosa. Perché lo fanno? Hanno una paura fottuta di… sbandare. (Tommix)

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2017/03/14/news/quella-lunga-scia-di-sangue-sulla-superstrada-maledetta-1.15024956