Archive for ‘Terra Piatta [in italiano]’

16 ottobre 2020

Bibbia dei Testimoni di Geova scrive “circolo della Terra”

terrapiattisti bibbiaQualche settimana fa, stavo transitando da un rigattiere quando mi cadde l’occhio su di una Bibbia. La acquistai a 1 euro e subito dopo scoprii che era una produzione dei TdG.
In questa edizione del 1987, il famoso passo di Isaia 40:22 (a pagina 903) parla di “circolo della terra” e non di “globo”, nemmeno di “volta” come viene tradotto nelle edizioni recenti. Inoltre, i cieli vengono “distesi”  e “spiegati” come un “velo” cioè come un qualcosa di bidimensionale. Anche il “circolo” o “cerchio” è una figura geometrica piana in contrapposizione a “sfera” o “globo”.
Importante il raffronto con un altro versetto dello stesso Isaia, il 22:18 in cui il testo dei TdG, e ogni altra Bibbia, impiega il termine “palla”. Isaia qui utilizza, in ebraico, il lemma כַּדוּר il quale è differente da ח֣וּג adottato per il versetto 40:22.

Articoli di approfondimento: L’inganno globale ha radici antiche

terra piana Isaia 40:22Bibbia dei testimoni di Geova edizione

 

13 ottobre 2020

Davvero qualcuno crede che la Terra sia piatta? CICAP

Sembra un luogo comune ma, quando si vuole sottolineare l’assurdità di una certa convinzione, si dice che fa il paio con quelli che credono che la Terra sia piatta. Eppure, nell’era dei viaggi nello spazio, esistono ancora persone convinte che la Terra non sia affatto sferica – o, per meglio dire, geoidale – bensì piatta come una pizza. Oggi affrontiamo questa credenza, che sembrerebbe retaggio di antiche e superate convinzioni e, in realtà, è un fenomeno quanto mai attuale, insieme a un astronomo, presidente dell’Associazione dei Planetari italiani, oltre che giornalista del mensile Focus, Gianluca Ranzini, autore di Perché dicono che la terra è piatta. Il nuovo fenomeno dei terrapiattisti spiegato in 20 punti.

Interessante questa conversazione fra Massimo Polidoro del CICAP e l’autore Gianluca Ranzini.

Il problea della terra piatta si può essenzialmente ridurre a due asserzioni dimostrabili:

  1. Non v’è prova effettiva che la Terra si muova, sia intorno al proprio asse, sia nello spazio.
  2. Non v’è alcun modo di rintracciare sorta di curvatura della sua superficie.

Loro continuano a a menarla con l'”Australia non esiste” e l'”effetto Pacman” dei quali mai si è parlato in ambito del dibattito sulla forma della Terra. Si tratta di argomentazioni fasulle introdotte ad arte dai giornalisti per sviare la discussione sulle asserzioni sopra citate.
L’ultima trovata consiste nell’accostare il terrapiattismo al “negazionismo” di qualcheduna delle semi-bufale che i giornali quotidianamente ci propinano.

https://it.euronews.com/2020/10/13/olocausto-fb-banna-i-negazionisti-incitano-all-odio

11 ottobre 2020

Due soli sorgono nell’universo olografico

profezia due soli

Talora si tratta di un effetto della lente dell’obbiettivo. Talaltra, si tratta di un falso. Tuttavia, in molti casi, compaiono due soli o due lune nel cielo. Un aspetto del cielo olografico in cui siamo immersi. La ricorrenza di tale fenomeno potrebbe stare a indicare che siamo vicini ala fine del mondo. Cosi scriveva Nostradamus nel lontano 1555 nel suo libro le Profezie:


..La Grande Stella nel Cielo Brillerà per Sette notti; Nel cielo si vedranno apparire due Soli; Il Gran Mastino Urlerà tutta la notte; quando il Gran Pontefice lascerà la sua terra..

Un altro esempio, comunemente osservabile, del fatto che l’illuminazione della Luna non ha a che vedere con la posizione in cui il Sole si trova. Pertanto, il presunto satellite naturale è auto-luminescente oppure illuminato da una fonte che non è il nostro sole.
 

9 ottobre 2020

Terra piatta: in risposta a Massimo Mazzucco

Massimo Mazzucco

Filmato davvero spettacolare che smonta (come se ce ne fosse bisogno) il video ridicolo del proprietario di Luogocomune.net. Ancora prima che venisse pubblicato, il sottoscritto scrisse che Mazzucco, evidentemente su commissione, si sarebbe sacrificato tirandosi la zappa sui piedi.
Personaggi come Mazzucco sono indicativi della raffinatezza di azione dei poteri occulti i quali, attraverso di essi, controllano il malcontento gestendo una falsa opposizione al “sistema”.

7 ottobre 2020

Giovedì 8 ottobre ancora su Sauce Potcast

Nessuna descrizione della foto disponibile.

GIOVEDÌ 8 OTTOBRE ’20 ORE 13:00
Dibattito in live sul Terrapiattismo con Albino Galuppini

Si svolgerà sul canale Twitch di SaucePotcast:

https://twitch.tv/saucepotcast

Toccheremo tutti i punti cruciali delle teorie terrapiattiste, Sarà presente il mappamondo in persona con il mitico martello!
Interagite con noi in diretta, se avete delle domande verranno lette e commentate in live.

https://www.facebook.com/SaucePotcast

https://drive.google.com/file/d/1XqbBB7FqxE-wi2MgjyOF79SmrJ0x1wk6/view

Parlerò della conferenza tenuta domenica 27 settembre.

Video della prima puntata:

6 ottobre 2020

Catechesi magistrale di don Minutella

Catechesi veramente encomiabile e che condivido al 100%. Se solo don Alessandro arrivasse a comprendere dei due altri inganni diabolici: che la Terra è piatta e che sono stati aggiunti mille anni dalla nascita di Cristo.

Grande prete!

3 ottobre 2020

Una truffa scientifica chiamata Albert Einstein

C’è un capitolo a riguardo in Quaderni dalla Terra piatta. Einstein è una montatura, la sua famosa equazione e=mc2 è solo un’elucubrazione matematica. Niente è mai stato dimostrato essere vero di ciò che ha detto. Peraltro, neanche sua ma rubata al vicentino Olinto De Pretto.
Albert era un mediocre ma, quando furono resi noti i suoi bassi voti scolastici, si disse che il sistema di votazione era stato ribaltato in Svizzera in quel periodo.
Oltretutto, il suo castello di carte fasullo presuppone che la velocità della luce (c) sia una costante mentre è stato abbondantemente dimostrato che la sua velocità cambia nel mezzo che attraversa.
Einstein era forse solo un attore assoldato dalla massoneria per confermare il modello eliocentrico copernicano in anni in cui, grazie alla maggior scolarizzazione e circolazione dei giornali, il modello cosmologico biblico era ancora ben saldo.

30 settembre 2020

Recensione di “Primi passi sulla Terra piatta”

libro Luca Bertorelli

Filmato di recensione del libro Primi passi sulla Terra piatta dell’autore cuneese Luca Bertorelli.

29 settembre 2020

Chi era Talete di Mileto, il primo astronomo e il primo “terrapiattista”

Talete di Mileto è stato un filosofo, astronomo e matematico greco antico vissuto nel VI secolo a.C

Talete di Mileto è una figura chiave del pensiero occidentale, nonché una delle più importanti della conoscenza scientifica: egli caratterizzò la concezione naturalistica, piuttosto generale nei filosofi di allora, con l’osservazione dei fenomeni e una dimostrazione puramente logica. Di Talete non ci rimane nessun libro, se mai ne abbia scritti, ma ci sono giunte diverse testimonianze sul suo pensiero e sulla sua vita.

Sulla sua attività di filosofo, Aristotele parlando dei naturalisti – coloro i quali riconducono l’essenza delle cose a principi materiali – afferma come Talete riconosca come principio di tutte le cose, ovvero come archè, l’acqua, e che sia stato il primo a domandarsi di cosa siano fatte le cose e quale sia la loro origine.

La fama della sua attività di astronomo, invece, è legata molto alla vittoria dell’agone dei Sette sapienti e sulla presunta previsione di un’eclissi solare. Apuleio, Diogene Laerzio e altri scrittori antichi lo ricordano per essere “il più grande tra quei sette uomini ricordati per la loro sapienza”, e sarebbero state proprio le sue competenze astronomiche a valergli questa vittoria. Inoltre, avrebbe predetto una storica eclissi solare – forse avvenuta il 28 maggio del 585 a.C. – durante la battaglia tra i Lidi e i Medi. Ma come avrebbe potuto predire un’eclissi solare, ritenendo che la Terra fosse piatta? Infatti, al di là del prestigio storico di questo aneddoto, Talete non possedeva le capacità astronomiche necessarie per predire un evento cosmico simile, e pare che abbia utilizzato un calcolo basato sull’alternanza dei fenomeni cosmici nel calendario. Egli infatti, al pari dei cosiddetti terrapiattisti, riteneva che la terra fosse piatta, e aveva soltanto individuato su questa superficie alcune costellazioni, come l’Orsa Maggiore e le Pleiadi.

Cicerone ci racconta le tappe fondamentali del globo celeste in un passo della Repubblica

Tuttavia secondo Cicerone, il primo ad aver rappresentato la Terra sotto forma di globo, sarebbe stato proprio Talete, che costruì una sfera liscia e senza costellazioni. Queste, sarebbero state aggiunte da Eudosso di Cnido nel IV secolo a.C., insieme ai cerchi celesti. Infine, Arato ha rappresentato in letteratura il globo con i suoi Fenomeni.

Questo dato troverebbe conferma in una delle due interpretazioni che sono state date a un mosaico conservato al Museo Archeologico di Napoli, quella scartata dallo stesso Museo: ovvero, l’interpretazione che vede nel mosaico una rappresentazione dei Sette sapienti, tra cui anche Talete vittorioso. Questa visione è contrastata perché non è possibile interpretare l’uomo al centro come un astronomo, e quindi come Talete, perché è presente una sfera, che nell’iconologia dell’astronomo è il globo terrestre, ma, come abbiamo già detto, per Talete la Terra era piatta. Inoltre il globo presenterebbe i cerchi celesti, che non si conoscevano all’epoca di Talete. Così, si ritiene che il mosaico rappresenti la Scuola di Platone, e che quello sullo sfondo sia il Partenone

Francesca Santoro ( https://www.ultimavoce.it/talete-di-mileto/ 9

28 settembre 2020

Potere antii-gravitazionale del suono

https://images.wired.it/wp-content/uploads/2016/09/22164731/1474548450_e0bc67d79f9dee67add7f97290dcffce.jpg

Magia o fantascienza? Nessuna delle due. Per spostare gli oggetti a distanza, senza neanche sfiorarli, bastano gli ultrasuoni, onde sonore che le nostre orecchie non riescono a percepire. A riuscirci sono stati i fisici del Max Planck Institute di Stoccarda (Germania), che raccontano su Nature come manipolare le onde sonore in un complesso campo in grado di creare una sorta di immagini in acqua e far muovere gli oggetti sospesi in aria. “È proprio come gli ologrammi che si vedono in Star Trek”, spiega l’autore Peer Fischer. “Siamo riusciti a generare un’immagine usando il suono”. Stando a quanto dicono gli autori del lavoro, sarebbe la prima volta che il fenomeno si è verificato utilizzando una singola sorgente sonora. “Solitamente, se si desidera generare un campo sonoro complesso, è necessario usare un gran numero di sorgenti sonore”, continua l’esperto. “Un processo che è quindi solitamente difficile, costoso e complicato”. ( https://www.wired.it/scienza/lab/2016/09/22/spostare-gli-oggetti-suono/?refresh_ce= )

C’è un dibattito in corso sul come la NASA riesca a simulare l’assenza di gravità. L’uso di onde sonore potrebbe essere uno dei metodi utilizzati.

26 settembre 2020

Tartaria e Terra piatta: domattina la conferenza

Ultimi preparativi in corso. Domattina mi tufferò a piè pari in questa nuova avventura. Sarà l’occasione per rivedere vecchi amici e per discutere di terra piatta e di una nuova grande cospirazione: la falsificazione dell’intera Storia narrata nei libri accademici e mistificazione dei calendari.
Per chi volesse intervenire, può contattare Luciano Saurini, numero di telefono e e-mail in fondo nella locandina. Per raggiungere Corte Cavalli, si esce al casello di Peschiera del Garda (A4) e poi si attiva il navigatore. Indirizzo: strada Peschiera, 73, Ponti sul Mincio (MN).
Sto preparando del materiale didattico da distribuire ai partecipanti e ci saranno ospiti a sorpresa.

https://www.google.com/maps/place/Relais+Corte+Cavalli/@45.4815713,10.6337608,10z/data=!4m11!1m2!2m1!1scorte+cavalli+google+map!3m7!1s0x4781ea18f26d1c93:0xdfd4287df6f4cef!5m2!4m1!1i2!8m2!3d45.4187112!4d10.6728403

25 settembre 2020

Terra piatta & diritti umani

Esempio di cielo olografico facilmente riscontrabile da tutti. La Luna piena sembra trovarsi fra le nubi le quali sono illuminate solo in prossimità di essa mentre le distanti sono buie.

Filmato molto interessante che apre la strada al dibattito onnicomprensivo, più ampio dello studio della forma della Terra. La beffa del modello eliocentrico, escogitata 5 secoli fa, è stata il sostrato da cui sono partite le altre beffe della Storia. Il mondo è un palcoscenico.

23 settembre 2020

Domani sarò intervistato in diretta su Twitch

Nessuna descrizione della foto disponibile.

GIOVEDÌ 24 SETTEMBRE ORE 13:00
Dibattito in live sul Terrapiattismo con Albino Galuppini

Si svolgerà sul canale Twitch di SaucePotcast:

https://twitch.tv/saucepotcast

Toccheremo tutti i punti cruciali delle teorie terrapiattiste, cercheremo di convincere i più scettici e sveleremo i retroscena del servizio de Le Iene.

Interagite con noi in diretta, se avete delle domande verranno lette e commentate in live.

https://www.facebook.com/SaucePotcast

https://drive.google.com/file/d/1XqbBB7FqxE-wi2MgjyOF79SmrJ0x1wk6/view

Introdurrò la conferenza di domenica 27 settembre.

19 settembre 2020

Numismatici alla conferenza del 27 settembre TARTARIA & TERRA PIATTA

https://pianetax.files.wordpress.com/2019/03/j-rovesci.jpg?w=768

In occasione della conferenza TARTARIA & TERRA PIATTA, in programma domenica prossima 27 settembre, auspico che qualche esperto e appassionato di numismatica (monete) venga a dire la sua.
Il tema è la mistificazione del calendario aggiungendo mille anni di Storia mai esistita.
Una delle prove più eclatanti è costituita dalle monete settecentesche o antecedenti. Coniate su di esse la data è indicata con una I al posto del numero 1. Analogamente, sui conii dell’est europeo, dalla scrittura cirillica, il numero 1 è raffigurato con la lettera greca Chi (X). la teoria postula che il calendario gregoriano sia stato alterato. La I indicava l’iniziale di Iesus in latino e la Χ l’iniziale di Χριστός (Cristo in greco). Pertanto, oggi saremmo nel 1020 e Gesù Cristo sarebbe stato crocifisso meno di mille anni fa.
Se qualche appassionato è un possesso di una di queste monete, la può esibire domenica. Grazie in anticipo!

Informazioni e prenotazioni:
Luciano Saurini: +39 338-6637327 (+ WhatsApp)
e-mail: luciano.saurini@alice.it

Conferenza-Terra-piatta-Tartaria_MENU__27-9-2020 (PDF)

Per i neofiti sul tema: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA (volume 2°).

La data coniata sulla moneta è “1726” o “X726″?

C21

18 settembre 2020

“Scienza e fantascienza sono la medesima cosa”, parola del capitano Kirk

https://64.media.tumblr.com/avatar_afd54bc73291_128.pnj
Molto conosciuta, in ambito del terrapiattismo, questa intervista a William Shatner, attore canadese famoso per avere partecipato alla più famosa serie TV di fantascienza: Star Trek.
Senza mezze misure, egli afferma che scienza e fantascienza sono la medesima cosa. Io mi spingo a dire che la tecnologia degli “effetti speciali” di Hollywood ha uno scopo nascosto. Sviluppare le tecniche di simulazione dei voli spaziali ed esplorazione del cosmo.
15 settembre 2020

SKY TV8, Marco Maisano intervista Agostino Favari

Marco Maisano terrapiattista
Colloquio fra Agostino Favari e il giornalista Marco Maisano di Sky TV8.

15 settembre 2020

Enciclopedia americana scrive di cupola in Antartide

Antartide terrapiattisti

In questa edizione del 1958, l’anno curiosamente della fondazione della NASA e istituzione del Trattato antartico, si allude a una “cupola”. Una cappa presente a un’altitudine di 13mila piedi (4mila metri) alla latitudine di 80° sud.
Come è plausibile tutto ciò?
In una enciclopedia con tutti i crismi si parla di Firmamento?

11 settembre 2020

Tartaria si estendeva sulla Terra piatta

cartina geografica Tartaria 1603

Asia Theatrum Orbis Terrarum, mappa datata 1603.

La mappa sovrastante riporta una entità politica e culturale della quale si è persa completamente memoria nei testi scolastici e accademici. Eppure, risale a non più di 4 secoli fa.
Perché la Tartaria è stata letteralmente e scientificamente cancellata dalla Storia ufficilae?
I più arguti fra i miei lettori avranno, inoltre, già notato che si tratta di una proiezione azimutale polare ossia è una mappa della Terra piatta. Il polo nord viene indicato con Septentrio.
Gli antichi sapevano benissimo che la Terra è piatta e stazionaria. Personaggi quali Copernico, Colombo e Magellano probabilmente non sono mai esistiti. Di Eratostene, l’ho scritto nel libro, addirittura non v’è traccia nei testi scolastici antecedenti il 1980. Si tratta di una narrazione creata nel ‘700 onde istituire una storia antica di scoperte geografiche mai avvenute. Il tutto dopo un cataclisma mondiale avvenuto nel ‘600 del quale nulla sappiamo.

8 settembre 2020

Un anno dalla pubblicazione del secondo volume di QUADERNI DALLA TERRA PIATTA

cover-lulu_TP-2

Albino Galuppini – Quaderni dalla Terra piatta (vol. 2°) ISBN:978-0-244-21681-8

Oggi è l’8 settembre, in pieno segno della vergine, compleanno della Donna Perfetta.
Be’, per gli italioti è anche il giorno dell’armistizio del 1943. Un simbolo di viltà tutta italiana.
Non solo gli italiani voltarono badoglianamente gabbana, smettendo nottetempo la camicia nera per indossarne una bianca che rendeva subito democristiani.
Ma hanno saputo anche tradire i partigiani, il tricolore, tutto quanto sono riusciti a rovinare.
Popolazioni infami, in quanto inesistente, almeno avesse qualcuno la compiacenza di scriverlo che il popolo italiano è un falso storico.
Capita chi sia un anno giusto oggi dalla pubblicazione del secondo volume del mio QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.
Il primo volume, pubblicato nel maggio ’17, fu primizia assoluta in lingua italiana in tema di forma della Terra.
Il secondo, che si fregia della prefazione di Agostino Favari, in anteprima mondiale tratta di un ulteriore e fantastico inganno luciferino: dieci secoli aggiunti alla storia per distogliere dal traguardo dei mille anni dalla dipartita terrena del Cristo e, quindi, dal suo ritorno.
Sarà l’argomento pregnante della prossima conferenza in programma il 27 settembre ’20 (sotto la Locandina).
Anche in questo caso una prima mondiale. I matematici russi Anatolij Fomenko e Gleb Nosovskii dimostrarono che la linea temporale della Storia è fasulla ma omisero di spiegare con chiarezza la manomissione del calendario gregoriano. Ma, sopratutto, la motivazione della macchinazione.

5 settembre 2020

L’«avventura» di Ustica. Con i terrapiattisti alla fine del mondo

di Ferdinando Camon
venerdì 4 settembre 2020
Mio padre, contadino, coltivatore diretto, era convinto che la Terra fosse piatta, e che il Sole girasse intorno alla Terra. Quando lavorava in campagna e a mezzogiorno, per non perdere tempo, non tornava a casa a mangiare, gli portavo io il suo pasto, in un cestino. Lo raggiungevo sui campi e glielo ponevo ai piedi.
Lui metteva giù gli attrezzi e s’inginocchiava, per mangiare più comodo. Così inginocchiato, alzava le braccia verso il cielo ed esclamava: «Guarda dov’è il sole adesso », indicando la verticale sopra la sua testa, «e stamattina era là», indicando l’orizzonte, «e poi vogliono dirmi che non si muove? ». Per lui il Sole si muoveva, e lui ne aveva le prove: dall’alba a mezzogiorno percorreva un angolo retto, 90 gradi. Dicendo a noi bambini delle elementari che il Sole sta fermo, la scuola c’imbrogliava. È vero il contrario. C’imbroglia la presunzione, anche innocente.
E un popolo d’imbrogliati è più facile comandarlo, perché è abituato ad accettare tutto quel che percepisce e presume di vedere. Lo puoi imbrogliare sulle tasse e sul servizio militare: il popolo paga quel che gli chiedi e spara su chi gli ordini. Il terrapiattista, persino quando rumoreggia, è un perfetto cittadino obbediente. Se i cittadini fossero tutti terrapiattisti, i governi sarebbero fortissimi. C’era un modo semplice e poco costoso per far vedere a mio padre che la Terra è tonda, ed era portarlo in riva al mare, che qui vuol dire a Chioggia, e mostrargli una nave che s’allontana: la nave sparisce lentamente a partire dalla chiglia, come se la chiglia sprofondasse, e la parte superiore sprofonda per ultima. Vuol dire che la Terra è tonda, e anche il mare è tondo. Terrapiattismo e fine del mondo formano un unico sistema.
Chi crede che la Terra è piatta crede anche che puoi arrivare al confine della Terra dopo il quale c’è il Vuoto: il precipizio. Pascoli lo immagina nel poema “Aléxandros”, perché anche Alessandro è arrivato alla fine del mondo: «Giungemmo, è il Fine! O sacro araldo, squilla. / Non altra Terra se non là, nel-l’aria, / quella che in mezzo del brocchier vi brilla». E si rivolge ai suoi soldati, han percorso tutto il mondo, davanti a sé non hanno che la Luna, che gli brilla riflessa nello scudo. Ci sono ancor oggi terrapiattisti che tengono per buono questo sistema. Due di loro, un uomo di 40 anni e una donna di 30, oggi stan nella cronaca.
Perché son partiti su una barca a vela, per raggiungere la fine della Terra, che per loro coincide con la fine della Sicilia, da lì gettare lo sguardo sull’Oltreterra, seguendo «virtute e canoscenza», e poi tornare indietro a raccontare il Tutto a noi, immobili come bruti. Fatalità, sono naufragati a Ustica, e questo può dare qualche nuova spiegazione sulla tragedia di Ustica: se lì il mondo finisce, e non c’è più aria, è fatale che un aereo cada. La rondine pregava il Padreterno di eliminare l’aria, perché era un ostacolo al suo volo e senza aria lei avrebbe volato meglio, ma non sapeva che senza aria sarebbe caduta come un sasso.
Come Ungaretti, che voleva far poesie eliminando le parole superflue, senza sapere che quelle sono la colla che tiene insieme le poesie. Il paragone rondine–Ungaretti non è mio, purtroppo. È di Benedetto Croce. I terrapiattisti negano che la Terra sia tonda, ma negano anche tutto il resto che la scienza afferma, compreso il virus. La Terra è piatta e il coronavirus non c’è. Terra tonda ed epidemia e quarantena e tamponi sono un unico complotto, se vuoi salvarti devi combatterlo tutto intero.
Presi e messi in terapia, i miei terrapiattisti sono scappati in barca, ripresi e rimessi in terapia coatta han scontato la quarantena e finalmente stan tornando a casa. In treno. Se fanno una conferenza–stampa, vado a sentirli. Sono due. Ma rappresentano tanti. ( https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/coi-terrapiattisti-si-va-verso-la-fine-del-mondo )

Ricordo che da ragazzo litigavo con mia madre, coltivatrice diretta, la quale sosteneva che “nessuno è andato sulla Luna o sul Sole” quando mi vedeva guardare con avidità ogni documentario “spaziale” in TV.
Da personaggio sospettoso quale sono, coltivai, grazie forse a lei, un sospetto sugli sbarchi Lunari poiché trovato l’impresa talmente immensa e i filmati abbastanza surreali da rendere accettabile il dubbio.
Mia madre era patita del TG regionale RAI e non si perdeva nemmeno una delle edizioni delle 14 in cui settimanalmente un giornalista di cui non rammento il nome faceva la recensione di un libro.
Un giorno, sarà stato nel ’98, il Tg3 Lombardia trasmise un servizio colla recensione di Non siamo mai andati sulla Luna di Bill Kaysing, uscito l’anno prima in italiano, ed ebbi come una folgorazione.
Allora non sono il solo al mondo ad avvertire una sensazione di irrealtà” pensai e subito cominciai a rimuginare sulle missioni Apollo guardandole con tarli diversi.
Destino volle che un amico mi regalasse il libro di Kaysing. Forse avevo stressato abbastanza amici e conoscenti con le teorie di questo scrittore.
A distanza di 20 anni, non riesco neppure a credere alle cose che sono successe nel frattempo, ci potrei perfino scrivere un libro solo su di ciò.
Ma alla fine questa soddisfazione ce l’ho. Almeno questa.
Di avere capito e dimostrato che c’è ben altro, ben gravi eventi ci hanno nascosto fino alla forma della Terra e alla manipolazione della Storia.

PS Superfluo rammentare che il caso che due tizi a Ustica è una bufala.

https://images-na.ssl-images-amazon.com/images/I/41W72Bc8NXL._BO1,204,203,200_.jpg

Bill Kaysing, Non siamo mai andati sulla Luna – Cult media net – Roma – 1997.

3 settembre 2020

Vasco Rossi invitato all’evento del 27 settembre ’20

Il noto rocker emiliano ha esternato contro i terrapiattisti. A questo punto si è pensato bene di invitarlo ufficialmente alla conferenza di Ponti sul Mincio (MN) del 27 settembre entrante.

Se qualcuno cortesemente riuscisse a far pervenire l’invito al suo entourage, gliene saremmo eternamente grati.
In tal modo, se accetterà l’invito, Vasco potrà costatare di persona che non vi è prova provata di nessuno dei cardini attorno cui ruota, è il caso di dirlo, il modello eliocentrico di Copernico.

Conferenza del 27 settembre 2020: la locandina ufficiale

Informazioni e prenotazioni:
Luciano Saurini: +39 338-6637327 (+ WhatsApp)
e-mail: luciano.saurini@alice.it

Conferenza-Terra-piatta-Tartaria_MENU__27-9-2020 (PDF)

Per i neofiti sul tema: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA (volume 2°)

1 settembre 2020

Terrapiattisti rischiano naufragio a Ustica: cercavano la fine del mondo

Terrapiattisti arrivano a Ustica – Una vicenda che farebbe ridere se non fosse per la triste follia che i terrapiattisti portano con le loro idee. Due sostenitori della terra piatta infatti, nel voler raggiungere la fine del mondo, rischiano il naufragio in mare aperto.
Volevano trovare la fine del mondo, o la finis terreae come dicevano loro, hanno solamente rischiato di rimanerci secchi. Due impavidi terrapiattisti infatti, per di più durante il lockdown, si sono recati in Sicilia niente meno che dal Veneto, per poi salpare in mare e andare alla ricerca dei confini della terra. Un delirio che si sarebbe potuto tramutare in tragedia: i due infatti hanno rischiato il naufragio nei pressi dell’isola di Ustica, e sono stati soccorsi dalla guardia marina. L’intenzione della coppia, un uomo e una donna di mezza età. è naufragata assieme alla loro presunta conoscenza della geografia. Volevano raggiungere Lampedusa, per loro la fine della terra, ma hanno totalmente sbagliato rotta dirigendosi nella direzione opposta, arrivando appunto, stanchi, stremati e disidratati, a Ustica. ( https://www.bloglive.it/2020/09/01/terrapiattisti-ustica-fine-mondo/ )

Solita notizia sceneggiata come i “migranti” che annegano nel Mediterraneo (chi li ha visti i cadaveri?) o che la manifestazione di Berlino sia stata spontanea (con RFK jr che passava di li per caso!). Non sanno più cosa inventare. Il mondo è un palcoscenico e, come tutti i palchi, è piano e immobile.

Libri di approfondimento: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA

Inventata sempre è: https://www.nextquotidiano.it/filippo-de-poli-elisa-paladin-terrapiattisti-ustica/

31 agosto 2020

The Flatter

La musica può essere molto incisiva nel subconscio dei giovani, eccetera…







30 agosto 2020

Sonda Augusta 2: i filmati

Finalmente in arrivo i filmati della sonda italiana Augusta 2 che ha raggiunto quasi i 40 km di altezza (primato del mondo).
La telecamera con lente GoPro:

Da notare che colla lente a occhio di pesce, la curvatura terrestre, fittizia, sia già molto accentuata a meno di 40 km di altezza. Così la NASA falsifica le immagini provenienti dalla ISS (Stazione Spaziale internazionale) che sta nella “orbita bassa”. Certo, l’orbita del palloni stratosferici!

La telecamera puntata verso l’alto che riprende l’esplosione del pallone: