Archive for ‘Terra Piatta [in italiano]’

26 febbraio 2020

1° CONFERENZA INTERNAZIONALE TERRA PIATTA & TARTARIA Albino Galuppini Agostino Favari

Video di presentazione della conferenza TERRA PIATTA & TARTARIA.

24 febbraio 2020

Stasera in diretta su Radio Capital

https://is3-ssl.mzstatic.com/image/thumb/Purple124/v4/18/51/cb/1851cb71-f161-de01-a079-3a4c31969f1d/source/256x256bb.jpg

Stasera, alle 19:40 circa, sarò in diretta telefonica su Radio Capital di Roma. Il tema principale con Edoardo Buffoni sarà la falsa morte dell’altrettanto falso terrapiattista Mike Hughes.

24 febbraio 2020

Usa, si schianta col suo missile: muore Mike Hughes, sostenitore della Terra piatta

LOS ANGELES – Voleva provare che la Terra è piatta, ma è morto nel tentativo di lanciarsi nello spazio a bordo di un razzo artigianale a vapore. È quanto è accaduto al 64enne “Mad” Mike Hughes, che ieri si è schiantato nel deserto californiano, dopo essersi lanciato vicino alla località di Barstow con un razzo che si era costruito da solo.
Convinto che la Terra fosse piatta, Hughes voleva volare fino a 1500 metri per fotografare dall’alto la sua teoria, dimostrando così la sua fede “terrapiattista”. Un video diffuso sui social media mostra il razzo che decolla e il paracadute, quello che avrebbe dovuto portarlo in salvo, che si stacca subito dopo facendolo precipitare al suolo. ( https://www.repubblica.it/esteri/2020/02/23/news/usa_si_schianta_col_suo_missile_muore_mike_hughes_sostenitore_della_terra_piatta-249348839/ )

Si tratta evidentemente di una bufala. Questo personaggio, probabilmente un attore, è stato impiegato per togliere spazio mediatico ai ricercatori autentici sulla forma della Terra. Il messaggio mi sembra chiaro. Chi parla (ancora) di terra piatta muore.

Usa, si schianta col suo missile: muore Mike Hughes, sostenitore della Terra piatta

20 febbraio 2020

La spia degli aerei spia

La “guerra fredda” è stata una invenzione per tenere sotto scacco, tramite il terrore delle inesistenti armi atomiche, il mondo dividendolo due fazioni falsamente contrapposte. Neri e rossi.
Uno dei miti creati fu quello degli aerei spia U2 i quali stavano in volo 24 ore su 24 assieme ai bombardieri B-52. Sempre pronti a rispondere a uno sconsiderato attacco missilistico nucleare da parte dei sovietici.
In questi tempi di rivelazioni finali, scopriamo che il vero impiego di tale velivoli d’alta quota era ed è di scattare foto “satellitari” al posto degli altrettanto inesistenti satelliti artificiali.
Il video prende ad esempio il terremoto di Haiti (artificiale) e le immagini aeree scattate dai velivoli U2 “per motivi umanitari”. Stranamente, identiche a immagini simili ma definite “satellitari” in un primo momento.
I motori a reazione non bruciano carburante di sorta, in tal modo,  gli aerei potrebbero rimanere in volo all’infinito, se non fosse per le necessità fisiologiche dei piloti.
Credo che oggigiorno, grazie al perfezionamento del controllo remoto, siano tutti dei droni. In effetti, la tecnologia dei droni è stata interamente sviluppata per questa funzione: camuffare l’inesistenza del “satelliti artificiali”.

15 febbraio 2020

Mark Sargent presenta la conferenza del 29 marzo su Terra piatta e Tartaria

L’amico Mark Sargent si è voluto unire allo sforzo per la nostra prima conferenza internazionale su Tartaria & Terra piatta. Invito tutti quanti a scaricare e distribuire in rete la locandina: TERRA PIATTA & TARTARIA.
La mia relazione verterà sulla manipolazione del calendario tramite l’aggiunta di mille anni alla Storia, siamo a 1020 anni dalla nascita di Cristo. Se necessario, risponderò anche a domande sulla terra piatta, naturalmente. Correlatori saranno Martin Liedtke (FLAT EARTH BRITISH)  e Dave Murphy (Allegedly Dave).
Libri di approfondimento: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA (volume 2°).

11 febbraio 2020

Spettacolo ad Agrigento, dal Viale della Vittoria visibile Isola di Pantelleria

Agrigento-Pantelleria

Spettacolo ad Agrigento, dal Viale della Vittoria visibile Isola di Pantelleria. Per gli esperti non ci sono dubbi. Quella visibile ad occhio nudo nella serata di venerdì 7 febbraio era l’isola trapanese di Pantelleria. Un fenomeno che si verifica in alcuni periodi dell’anno. I colori rossi del tramonto sul mare di Agrigento con la sagoma dell’isola di origine vulcanica sono un vero spettacolo ( https://www.agrigentooggi.it/spettacolo-ad-agrigento-dal-viale-della-vittoria-visibile-isola-di-pantelleria-video/ )

Ringrazio, Fabrizio, la piccola Irene, Antonella e Monica per la segnalazione.
Se la distanza riportata di 144 km è corretta, la superficie terrestre si dovrebbe abbassare di oltre 1600 metri a tale distanza. Il picco isolano più alto (Montagna Grande) arriva a 836 metri soltanto. Dunque, se la Terra fosse un globo, Pantelleria non dovrebbe essere in alcun modo visibile da Agrigento!

https://dizzib.github.io/earth/curve-calc/?d0=144&h0=1&unit=metric

7 febbraio 2020

CENSURA CANALE PIANETAX Albino Galuppini Agostino Favari

Libri di approfondimento: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.

6 febbraio 2020

Perché dicono che la terra è piatta: il nuovo fenomeno dei terrapiattisti spiegato in 20 punti, incontro con Gianluca Ranzini

Sabato 22 febbraio 2020, alle ore 18.00, presso l’Abbazia di Mirasole di Opera (Milano) si svolge la conferenza Perché dicono che la Terra è piatta, a cura dell’astrofisico e divulgatore Gianluca Ranzini, vice-caporedattore di Focus e presidente di Planit. Il titolo della conferenza è ispirato al libro di Ranzini Perché dicono che la terra è piatta: il nuovo fenomeno dei terrapiattisti spiegato in 20 punti.
Opera (Milano) -Il testo analizza na tra le espressioni subculturali più discusse, e inquietanti, del tempo recente, il terrapiattismo: una serrata disamina, che coniuga scienza e sociologia, relativa alla crescente diffusione, su scala internazionale, del verbo della Flat Earth, che annovera, anche in Italia, movimenti e convegni, e riscuote una vasta risonanza mediatica.
Un appuntamento interessante non solo per sfatare il delirio metodologico e pseudoscientifico in cui s’avvita il terrapiattismo, ma soprattutto per approfondire i meccanismi, troppo spesso perversi, che connettono garanzie democratiche e disinformazione. La conferenza è a ingresso libero e gratuito.

https://www.mentelocale.it/milano/luoghi/8227-abbazia-di-mirasole.htm

4 febbraio 2020

Florida a raggi infrarossi, ancora nessuna traccia di curvatura

Florida-infrarossi

Secondo il calcolo effettuato da JTolan dalla quota di volo si riesce a vedere fino alla distanza di 12mila miglia, pari a oltre 19mila chilometri!

Nuovo spettacolare video di JTolan stavolta in volo sulla Florida. Ancora e sempre nessuna traccia della curvatura terrestre per migliaia di chilometri.

Articoli di approfondimento: Calcolare la curvatura terrestre

3 febbraio 2020

Cosa dice il buon senso?

L’amico Jarrah White cerca in un video di smontare l’ipotesi che l’equipaggio del Challenger, esploso il 26 gennaio 1986, sia ancora vivo è falsa. In verità, forse ottiene l’opposto. Ha trovato una foto del fratello “gemello” di Gus Grissom che assomiglia tanto all’astronauta bruciato vivo nel rogo dell’Apollo 1 il 27 gennaio 1967. Anche la sorella di una delle astronaute perite sul Columbia nel 2003 che è uguale spiccicata alla defunta, perfino nella acconciatura! La voce appare diversa ma, nel caso della “sorella”, si vede che è doppiata.


1 febbraio 2020

Dino Tinelli e gli alieni

Video dell’ottimo Dino.


Basta solo questo video del bravo Michele Vassallo, a voler ben guardare…

31 gennaio 2020

BEPPE GRILLO TERRAPIATTISTA uno spettacolo che non s’ha da fare – Albino Galuppini Agostino Favari

Dialogo con Agostino Favari sull’annullamento del tour di Beppe Grillo intitolato “Terrapiattista“.

29 gennaio 2020

STORIA NEGATA – TARTARIA

Cosa succederebbe se scoprissimo che la nostra storia è tutta da riscrivere?
Libri di approfondimento: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA
Conferenza del 29 marzo: TERRA PIATTA & TARTARIA

26 gennaio 2020

La Nikon P1000 svela l’aspetto delle stelle ma il mistero persiste

La fotocamera Nikon Coolpix P1000  (125x) ha superato le prestazioni già eccelse del modello precedente P900 (83x). Le stelle si rivelano ancora meglio nel reale aspetto. Tuttavia, il mistero della loro natura rimane insoluto.
Ciò che sappiamo con certezza è che non si tratta di soli lontani miliardi di chilometri.

 

25 gennaio 2020

Facile profezia, Grillo annulla “Terrapiattista”

Mentre Google, che Grillo cita sovente per fare pubblicità a un’azienda americana, sta letteralmente falciando le chiavi di ricerca inerenti il terrapiattismo, il burattino di Soros, addirittura, la parola “terrapiattista” la piazza nel titolo di uno spettacolo.
Ecco uno spettacolo imperdibile. Vedere la faccia dello psicobuffone scommetterei simile a quella funerea di Mazzucco.  Accomunati i due dall’impellenza di confermare il sistema copernicano. Il proprietario di Luogocomune ha tentato di farlo attraverso un video pietoso e il comico genovese mediante questo patetico spettacolo che sarà tutto da ridere. Sì, alle spalle sue stavolta nel tentativo, maldestro chissà, di smantellare il teorema della Terra piatta o, forse, gli riuscirà involontariamente il contrario! ( https://pianetax.wordpress.com/2019/12/27/terrapiattista-beppe-grillo-da-non-perdere-nel-2020/ )

Copio sopra un mio post del 27 dicembre scorso. Come era facilmente prevedibile, lo psicobuffone ha annullato uno spettacolo nel quale avrebbe dovuto dimostrare l’indimostrabile facendosi beffe della verità.
Quando era uscita la notizia, a novembre, mi ero stupito. Google censura la terra piatta  a utto spiano mentre Grillo ci fa su uno spettacolo addirittura che porterebbe acqua al mulino dei terrapiattisti. “Se io guadagnassi un euro per ogni cosa che azzecco, a quest’ora sarei milionario!” (parafrasando Tom Hanks in Apollo 13).

https://www.agi.it/politica/grillo_annullato_tour_terrapiattista-6945329/news/2020-01-25/

Grillo annullato tour Terrapiattista 

22 gennaio 2020

Di terra cava si può parlare, di terra piatta invece no!

La logica conclusione è che il potere occulto che ha creato l’eliocentrismo non può permettere che ciò venga posto in discussione. Poiché su di di esso si basa l’indottrinamento scolastico. Tutto qui.

21 gennaio 2020

L’atmosfera terrestre non ruota

Bel video dell’ottimo Michele Vassallo.

20 gennaio 2020

La torre di Pisa si vede in una foto scattata dalla Corsica, a 190 chilometri di distanza

L’incredibile scatto di Antoine Mangiavacca, fotografo appassionato di natura: è salito sul monte Cinto e da lì, con un obiettivo a infrarossi, è riuscito a fotografare la costa e l’entroterra toscano, in cui sono riconoscibili i celebri monumenti di Piazza dei Miracoli

Pisa da molto, molto lontano

La fotografia con filtro a infrarossi mette in risalto la totale assenza di curvatura. https://hwupgrade.it/immagini/torre-pisa

Pisa da molto, molto lontano

A che cosa serve un teleobiettivo? A scattare foto come questa (cliccateci sopra per ingrandirla, se state navigando da un pc). Un’immagine davvero unica, realizzata dal fotografo francese Antoine Mangiavacca. Pubblicata pochi giorni fa sulla sua pagina Facebook Klape, ma scattata nel 2018, mostra la città di Pisa fotografata dalla Corsica. Mangiavacca è salito sul monte Cinto, all’interno dell’isola e da lì, complice una giornata particolarmente tersa, è riuscito ad arrivare molto, molto lontano. Spiega Antoine: «Nel 2018 sono riuscito a fotografare la Torre di Pisa, il Battistero e il Duomo dalla bellezza di 190 km di distanza. È una fotografia a infrarossi scattata con una focale equivalente di 1000 mm. Probabilmente è l’unica foto simile esistente. In primo piano si vedono i rilievi di Capo Corso e la punta sullo sfondo è il Corno alle Scale, a 246 km di distanza».
Nel riquadro in alto a sinistra Mangiavacca ha inserito la ricostruzione di piazza dei Miracoli tratta da Google Earth; accanto c’è l’ingrandimento dalla sua foto, in cui i celebri monumenti di Pisa sono comunque riconoscibili nonostante l’enorme distanza

(foto Antoine Mangiavacca / Klape)

La mappa

La mappa

Da questa mappa ci può rendere meglio conto dell’eccezionale distanza colta nello scatto di Antoine Mangiavacca. Appassionato, com’è facile intuire, di fotografia e di natura, raccoglie altre immagini di forte impatto sul suo sito Klape e spiega: «Questa pagina si propone di promuovere i paesaggi naturali e l’architettura attraverso la fotografia. Potete seguire le mie piccole e grandi avventure attraverso il sud della Francia… e altrove! Sono un fotografo esperto, e ho un BTS (un diploma biennale post-maturità, ndr) in audiovisivi, con specializzazione in Immagine. Ho questa passione dal 2011. Cerco di migliorare costantemente provando nuove tecniche (Infrarossi…) o stili diversi (Fotografia aerea per esempio). L’obiettivo di questa pagina è farvi scoprire il mondo che ci circonda». Altre immagini di Mangiavacca sono sui profili di altri social fotografici come 500px e Instagram. ( https://www.corriere.it/tecnologia/20_gennaio_20/torre-pisa-si-vede-una-foto-scattata-corsica-190-chilometri-distanza-78bbcdb0-3b67-11ea-b696-dcf03dd8fb7e-bc_principale.shtml )

Ringrazio l’amico Fabrizio, Roberto, Marco e la piccola Irene per la segnalazione.

18 gennaio 2020

La curvatura terrestre non è percepibile

Vecchio faro di Fiumicino (foto presa da google earth), foto (sotto) scattata da Marina di San Nicola sul bagnasciuga. Altezza osservatore dal livello del mare: 2 metri. Distanza dell’osservatore dal vecchio faro: 22,49 chilometri. Linea dell’orizzonte teorico: 5,04 chilometri. Affondamento del target: 22,5 metri. Ed invece il vecchio faro (di altezza non superiore ai 22 metri) è visibilissimo, assieme al volume edificato alla sua base, di altezza massima di 6 metri.

Chiunque può svolgere queste osservazioni. Prima di criticare, fatele. La curvatura terrestre non è percepibile e sarebbe davvero bello scoprirne il perchè. Non tiratemi fuori la rifrazione della luce o, peggio, la sua curvatura perché a queste distanze ridotte tali spiegazioni si fanno ridicole. Dov’è la verità? ( http://offskies.blogspot.com/ )

17 gennaio 2020

TERRA PIATTA: chi ci crede?

Chi sono i terrapiattisti? E perché non credono che la Terra sia sferica? I motivi sono spesso più profondi di quanto si pensa…

Articoli di approfondimento: La Tunisia fotografata dal litorale laziale

17 gennaio 2020

Collasso del modello eliocentrico imminente?

La stragrande maggioranza delle persone mediamente istruite, immagina il percorso della scienza galileiana come una maestosa autostrada serenamente proiettata verso il futuro. Dapprima era solo un viottolo ma, grazie alla potenza del vero, si è strutturata ed ha soppiantato le altre forme di indagine e pensiero, divenendo così l’unica via valida e sicura verso la verità ed il progresso.
Ebbene non è così. Se si perde del tempo ad indagare quali siano le connessioni tra esoterismi e scienze ne vengono fuori delle belle. Il cammino della scienza galileiana non è rettilineo né privo di potenti intromissioni dei poteri costituiti che conducono la ricerca e le sue conclusioni in lidi desiderati, utili alle elite occulte per poter esercitare al meglio il ruolo di predatori e pastori del genere umano.
Parte fondante del metodo scientifico galileiano (quello su cui la scienza attuale è stata eretta) l’occupa il lato astronomico, l’eliocentrismo dell’attuale regime di potere. Non si è trattato di una rivoluzione scientifica ma, come sempre, di un cambio di paradigma utile al potere, cambi di paradigma che fin dai tempi dei sumeri, permettevano e permettono ad oggi di imporre proprie regole e di condurre la società laddove si desidera.

I re sumeri comandavano con l’ausilio degli astronomi e stregoni, le elite moderne comandano con l’ausilio degli scienziati e degli stregoni. Nulla è cambiato. Ciò che poi elargiscono alle masse sono gli scampoli di una tecnologia obsoleta, quei residuati ultimi della ricerca scientifica per lo più inutili o dannosi con cui ci beiamo l’uno di fronte all’altro.
Il modello eliocentrico non fa eccezione al costrutto del potere: lo scenario entro il quale le elite sono investite del loro ruolo mortifero. Come gli altri scenari è opinabile, difettoso, malfermo ma imposto con la severità del dogma liturgico. Chi si oppone ad esso è un eretico o un pazzo e come tale va combattuto, segregato, deriso. Il modello eliocentrico si porta appresso truffe colossali, dall’inesistenza di tutti i programmi spaziali delle sedicenti agenzie fino alla vacuità delle trasmissioni satellitari. Coinvolge ovviamente anche l’aspetto esistenziale dell’uomo ed il suo approccio con il caso ed il libero arbitrio.
Per concludere, il modello eliocentrico non è altro che un dogma parareligioso. Uno dei tanti che hanno constellato il percorso dell’uomo verso la sua liberazione dai sistemi di controllo. Impedire che divenga un dogma anche all’interno di noi stessi, equivale a fare un passo verso la libertà, perlomeno quella di pensiero. Emanciparsi dai diktat della arcimassonica Royal Society di Londra equivale a rendersi liberi e non vittime dell’ossessione causa/effetto del meccanicismo scientista fine ottocentesco: la base di ogni dittatura moderna e contemporanea. ( http://offskies.blogspot.com/ )

14 gennaio 2020

Terra sferica: il canto del cigno

Splendida ripresa panoramica effettuata dal fotografo francese “Antoine Mangiavacca” dalle montagne del “Mercantour” a 2000m di altitudine.
L’Isola d’Elba e l’Isola di Capraia dovrebbero essere COMPLETAMENTE nascoste dalla curvatura terrestre, dovremmo poter vedere solo le cime più elevate della Corsica.
Link al sito dove poter ammirare la fotografia originale ad alta risoluzione:

“Albania”, 110KM ripresa da Collepasso (LE), con Telefono Samsung A9. 50 m etrisul livello del mare; la ripresa:

12 gennaio 2020

Agostino Favari intervistato da Radio Globo

Agostino Favari su Radio Globo sul tema della Terra piatta.

7 gennaio 2020

Ciclo di conferenze sulla Terra piatta in Piemonte

L’amico Michele Vassallo (earth measured) ha organizzato un ciclo di incontri in tema di forma della Terra. I dettagli nel video.