Archive for ‘Terra Piatta [in italiano]’

8 ottobre 2017

NBA: nuova formula per l’All Stars Game, terrapiattisti contro terrasferisti


L’NBA sta rivoluzionando le tradizioni della lega col passare del tempo: in questo ultimo periodo infatti, sono state ritoccate regole e competizioni come l’All Star Game.
L’ultima curiosa modifica però, è arrivata nell’ultimo mese, con l’annuncio di un All Star Game diverso dal solito. Il nuovo formato proporrà la presenza di due capitani(i più votati), che avranno il compito di formare i roster che si affronteranno nella serata del 18 Febbraio. Gli allenatori dovranno scegliere i 7 giocatori che partiranno dalla panchina, mentre quelli del quintetto saranno come al solito selezionati dal voto del pubblico e media e giocatori stessi(50% pubblico, 25% giornalisti, 25% giocatori). La partita si terrà allo Staples Center di Los Angeles.

La proposta di Enes Kanter

Molti giocatori si sono espressi in merito alla nuova formula dell’All Star Game, ma uno in particolare, ha conquistato l’attenzione di tutti. Il giocatore in questione è Enes Kanter che ad Ian Begley di ESPN dichiara: “Farei una squadra di Hoodies contro chi pensa che la terra sia piatta per questo All Star Game“.
La proposta ha subito conquistato il pubblico, che ha riempito i social di commenti a riguardo, facendo pensare addirittura alla realizzazione di questa stramba idea.
Fortunatamente la discussione ha mantenuto sempre toni ironici, ma ora vi chiediamo… Se si giocasse una partita del genere, chi sarebbe il vincitore ? E chi inserireste nelle due formazioni ideate da Enes Kanter ?
( http://www.nbapassion.com/ )

Annunci
6 ottobre 2017

La politica giovanile turca crede alla Terra piatta

Il presidente delle Sezioni Giovanili del partito governativo dell´AKP ha affermato che la Terra rotonda a forma di globo è un´invenzione della massoneria; in realtà la Terra è stazionaria e piatta.

Il pezzo è tradotto malissimo in italiano dal turco ma il senso del titolo è quello:

https://translate.google.de/translate?hl=it&sl=tr&u=https://tr.sputniknews.com/turkiye/201709011029966953-ak-parti-dunya-duzdur-mason/&prev=search

Notiamo come, negli stati musulmani dove c’è stata meno secolarizzazione della società, sia più facile smontare la menzogna eliocentrica, relativista ed evoluzionista.

https://cdntr2.img.sputniknews.com/images/102112/29/1021122955.jpg

2 ottobre 2017

Spaventoso incidente sul volo Air France per Los Angeles: il pilota costretto a fare un atterraggio d’emergenza

terra piatta voli aerei Parigi Los Angeles

Paura in volo per i 520 passeggeri dell’aereo Air France, un airbus partito da Parigi e diretto a Los Angeles. Mentre stava sorvolando l’Oceano Atlantico uno dei motori è esploso, costringendo il pilota a fare un atterraggio d’emergenza in Canada. (Il Fatto Quotidiano)

A parte l’ignoranza (forse intenzionale) di una testata convenzionale quale il Fatto che non sa distinguere fra “spaventoso” e “spaventevole”. Questo episodio è un indizio a favore della terra piatta. Infatti, come mostrato dalla cartina sopra, un volo diretto Parigi – Los Angeles su di un planisfero non dovrebbe sorvolare il Canada. Nei fatti, i velivoli percorrono una traiettoria “curva” la quale, però, diventa pressoché rettilinea, come è logico che sia, su di una proiezione azimutale polare nota come “mappa della terra piatta” (schizzo sotto).

29 settembre 2017

“La Terra è piatta”: il rapper B.o.B. lancia una raccolta fondi per dimostrarlo

"La Terra è piatta": il rapper B.o.B. lancia una raccolta fondi per dimostrarlo

Il rapper Bobby Ray Simmons Jr., meglio conosciuto come BoB torna a far parlare di sé e non per la sua musica, quanto per le sue credenze “scientifiche”. Lo scorso anno, infatti, il cantante trovò una enorme visibilità in rete grazie alle sue posizioni sulla terra che sarebbe piatta e non sferica (in realtà è un geoide), come scrisse con una serie di Tweet ai suoi follower, alcuni dei quali gli credono e continuano a farlo, mentre altri lo prendevano in giro. Insomma, la dietrologia è un campo vastissimo e tra rettiliani al potere, scie chimiche, artisri morti e sostituiti da sosia, include anche le teorie della Flat Earth Society, ovvero ‘Società della Terra Piatta’ che, appunto, contro ogni prova scientifica, sostiene che la Terra è piatta e che una delle evidenze sarebbe la difficoltà di vedere la curva del nostro Pianeta.

Un milione per dar vita a vari progetti.

È anche una delle prove che il rapper e produttore americano porta a sostegno delle sue tesi, e per cercare di provarlo ha dato il via a una campagna di crowdfunding su GoFundMe che ha come obiettivo quello di raggiungere il milione di dollari – la campagna, come spiega il rapper in un video, è stata modificata, dal momento che qualche giorno fa aveva come obiettivo quello di raggiungere i 200 mila dollari – per cercare di dar vita a vari progetti (non solo mandare uno o più satelliti, ma spaziare dall’invio di mongolfiere a quello di droni) per dimostrare che la sua teoria (e quella di tutti coloro che seguono questa corrente di pensiero) non sia campata in aria.

Tremila dollari per la campagna.

Per adesso il rapper, che di tasca sua ha messo mille dollari, per dare il primo sostegno alla campagna, ha raggiunto poco più di 3 mila dollari nella speranza di dimostrare che secoli di ricerca scientifica ed evidenze, siano in realtà un bluff, e che insomma ci ritroviamo più davanti a un racconto di fantascienza à la Philip Dick che a quello che i nostri occhi vedono ogni giorno.

Il dubbio sull’orizzonte terrestre.

Lo scorso anno, BoB scriveva: “Un sacco di persone sono scettiche sull’espressione ‘Terra piatta’… ma non è impossibile vedere tutte le prove e non sapere. Sveglia. Non credere in quello che dico, cercane le prove” e chiedeva ai propri follower di spiegare perché, nella foto che aveva scattato non si vedesse la curva. ( http://music.fanpage.it/ )

Ovviamente una operazione di controllo mentale delle masse. Inviano qualcuno di “famoso” per non far riconoscere che l’argomento “terra piatta” è volutamente eradicato dalla informazione massmediatica. Indicativo poi il fatto che si faccia sistematicamente riferimento alla Società della Terra Piatta che è una organizzazione di opposizione controllata.

25 settembre 2017

Emulazione dei satelliti: un’immagine rivelatrice?

Grattacielo DubaiLa suggestiva fotografia aerea sopra illustra l’edificio più alto al mondo: il Burj Khalifa situato a Dubai negli Emirati Arabi Uniti. Alto 830 metri, inclusa l’antenna, pare fluttuare sopra la nebbia mattutina proveniente dal mare.
Ciò che risalta è la piattezza del paesaggio desertico, a perdita d’occhio. E a svettare, sull’altissimo grattacielo, sormontato dall’immancabile antenna, caratteristica di tutto questo tipo di edifici. Prende corpo l’ipotesi che l’antenna simuli ciò che noi chiamiamo “satelliti artificiali” per telecomunicazioni. In particolare, la rete GPS e le trasmissioni televisive a ricezione diretta.
A qualcuno è venuto il sospetto, perfino, che la progettazione di mastodonti di cemento, vetro e acciaio sia una copertura per piazzarvi sopra le antenne emulanti i satelliti altrimenti  inefficienti, se dislocate ove non ci sono fattezze orografiche di rilievo.
A ben guardarlo assomiglia di più a un traliccio che a un palazzo di uffici.

Burj Kalhifa

22 settembre 2017

I neri americani si ribellano all’oppressione “globale”

Los Angeles Rams wide receiver Sammy Watkins believes earth is flat

Sono in costante aumento gli sportivi di fama, in America, che ammettono di ritenere la Terra un piano e non una sfera. Dopo il cestista Kyrie Irving, guardia del Boston Celtics, pure il giocatore di football dei Los Angeles Rams Sammy Watkins ha confermato di credere alla “terra piatta”. Un altro giocatore di pallacanestro, Jaylen Brown, ha di recente commentato favorevolmente le dichiarazioni del compagno di squadra Irving, sulla forma della Terra, ritenendo di dovere approfondire il discorso.
In comune, questi sportivi hanno la razza che in USA, a differenza di quanto si crede da noi, è indicata sul documento di identità al pari dell’altezza e degli altri dati anagrafici.
È una forma di rivalsa, a mio avviso, una vendetta contro il pensiero “bianco” che li ha schiavizzati e sottomessi per secoli anche in nome del “progresso scientifico”. Non a caso, costoro prendono di mira il “sistema educativo” il quale propugna quella “scienza” che si sta rivelando essere una invenzione bella e buona del potere costituito per sottomettere e mescolare le razze. Tutte.

Alla casella ‘RACE’ è indicato ‘W’ cioè ‘white’ (‘bianca’). Oggi meno in vista ma niente è cambiato.

20 settembre 2017

Monsignor Antonio Carlos Cruz Santos: «L’omosessualità è un dono di Dio»


«Considerato il fatto che l’omosessualità non è una scelta, che l’Organizzazione Mondiale della Sanità non lo considera più come una malattia, nella prospettiva della fede noi abbiamo solo una risposta: se non è una scelta, se non è una malattia, nella prospettiva della fede solo può essere un dono, e un dono è dato da Dio. Non c’è verso, se non è scelta, non è malattia, è dono, è dono dato da Dio; ma forse i nostri preconcetti non permettono di comprenderlo come dono di Dio. Così come i preconcetti nei confronti dei neri, e si diceva che i neri non avevano l’anima, il nostro preconcetto non permette di percepire questo dono». È quanto affermato da monsignor Antonio Carlos Cruz Santos, vescovo di Caicó (Brasile).
Pare dunque in costante crescita il numero di vescovi che contestano l’integralismo di chi difende il mero pregiudizio, spesso con modalità che li dovrebbe portare a sostenere che se un tempo la Chiesa si diceva certa che la Terra fosse piatta, il buon cristiano dovrebbe continuare rifiutarsi di accettare che sia sferica. ( http://gayburg.blogspot.it/ )

Molto bello. Peccato che la Terra sia piatta, quindi il “buon cristiano” dovrebbe comportarsi esattamente al contrario di quanto dice questo servitore di Lucifero. La Terra sferica è una beffa architettata dai seguaci del tizio cornuto.

8 settembre 2017

L’ italiano medio e il volo delle zanzare sulla terra piatta

di Gianni Mongrandi 7 settembre 2017
Perché un vaccino non ci salverà dal surriscaldamento terrestre né dalle fake news
italiano Prendiamo un italiano medio. Una persona di 44,9 anni (l’età media degli italiani al 1° gennaio 2017), con una media istruzione, un reddito di 20.699 euro (il reddito medio), 1,34 figli (incongruenze statistiche). Non è una persona troppo soddisfatta del suo lavoro e del suo stipendio, ma se li fa piacere perché di questi tempi non osa chiedere di più, è dunque mediamente insoddisfatto ma non direbbe mai d’essere infelice. Incazzato sì: con la politica su tutto, ma anche con il ct della Nazionale, con il suo sindaco, con il capufficio e con una lunga lista di persone che nei suoi 44,9 anni di vita lo hanno variamente ferito. Ma queste sono cose private.
Il nostro italiano statistico non ha troppo tempo per leggere, le notizie le segue prevalentemente in televisione e in Internet, i giornali li sfoglia solo al bar e nel tempo di un caffè o di un toast sembra comunque prediligere la Gazzetta dello Sport. Legge poco anche i libri, ma dice di non avere tempo.

Le coccole politiche
E’ proprio lui, l’ italiano medio, la persona più coccolata dalla classe politica, e nei prossimi mesi, avvicinandosi la data elettorale, lo sarà sempre di più. Sin qui nulla di nuovo: l’elettore va prima aizzato e poi blandito, gettato nella più cupa depressione e poi convinto che un salvatore della Patria c’è, c’è sempre, prima di ogni elezione. E non ci riferiamo a questo o a quell’aspirante leader, ma al sistema comunicativo d’uso nella politica, e non solo in quella italiana.
Il ventaglio di temi a disposizione degli schieramenti per giocarsi la prossima campagna elettorale è ampio. E se l’immigrazione è il tema dei temi, quello che ne attrae, a caduta, innumerevoli altri – sicurezza, terrorismo, pensioni, jus soli, lavoro, ruolo dell’Europa ecc. , ogni giorno possiamo aggiungere un nuovo tassello, un nuovo motivo di disinformazione, timore, inquietudine. Prendiamo una malattia che uccide un’innocente di soli 4 anni, prendiamo una zanzara della malaria che non si sa da dove sia arrivata, prendiamo qualche giornale molto schierato che la collega alle migrazioni, aggiungiamoci il tam tam dei social network ed una nuova paura è pronta all’uso e all’abuso.

Il vero e il non vero
All’uso politico che se voglia fare, a danno della verità cui l’ italiano di cui sopra, quello che fatica a guadagnarsi briciole di felicità quotidiana, avrebbe diritto. Non diciamo nulla di nuovo, solo tre anni fa era il virus ebola a destare l’incubo dell’untore sceso dai barconi. Quando i medici spiegarono chiaramente che l’incubazione breve della malattia non dava luogo a possibilità di contagio, le insinuazioni di placarono. Ma allora – e parliamo solo del 2014 – i social avevano un’incidenza assai minore nell’influenzare l’opinione pubblica, la fake ebbe così scarsa fortuna. L’assurdità di tutto questo cela una verità di fondo, l’impotenza e l’inadeguatezza della classe politica (e non solo quella italiana) davanti a un fenomeno di enorme complessità, non semplificabile negli slogan, e che coinvolge milioni di persone.

Disinformare per catturare
Se un politico (o un giornalista schierato) possa travisare i pareri scientifici per propria convenienza resta comunque il tema centrale di questi mesi: dai vaccini al testamento biologico, dal riscaldamento globale (quello che Trump ha negato tranne poi farci i conti in questi giorni) al dissesto idrogeologico, la disinformazione su argomenti così specifici è dilagante. Sono temi sui quali non dovrebbe prevalere l’ideologia, ma è un’affermazione velleitaria: i professoroni o fanno politica o si esercitano sulle tastiere di casa. Non cercateli nelle università.
Dunque, molto confidando sull’ italiano medio, discendente dei costruttori delle cattedrali e del Colosseo, non resta che augurarsi che come le bugie di Pinocchio, anche le fake finiscano per ritorcersi contro chi vorrebbe usarle a nostro danno. Ovviamente restiamo fermamente convinti che la terra sia piatta e che un complotto internazionale ci neghi da secoli questa verità. ( http://www.stravizzi.it/ )

Non sanno più come contenere il disfacimento dell’Italia terminale, s’inventano articoli come questo, senza capo ne coda. Si attaccano alla Terra piatta, appena prima di attaccarsi al tram. Poveretti loro.

7 settembre 2017

Yahoo Answers censura la Terra piatta

Mi è capitato più volte di notare ciò. Le domande sulla terra piatta appaiono ma, a distanza di qualche ora, scompaiono dal Yahoo.
Mi aspetto che, utilizzando quello che io chiamo il “lavaggio del cervello equo-solidale antirazzista”, i poteri occulti cercheranno di accostare la ricerca sulla forma della Terra all’antisemitismo e al nazismo onde allontanare le menti deboli dallo studio della cosa.
Yahoo terra piatta

5 settembre 2017

Veneto marameo a vaccini, quanti voti vale morbillo o meningite di un bambino?

Luca Zaia

ROMA – Veneto marameo a vaccini, è questa la scelta della Regione. Rinviare all’anno scolastico 2.019/2.020 l’obbligo di vaccinare i bambini prima di mandarli all’asilo null’altro è se non un marameo all’obbligo stesso e alla legge nazionale.
Il decreto di attuazione emesso dal responsabile sanitario della Regione è una pernacchia alla legge votata dal Parlamento, un boicottaggio organizzato della legge stessa, una furbata che vuole mostrare astuzia istituzionale e invece rivela solo abilità in levantino “magheggio” e infine un chiarissimo messaggio ai no vax di tutta Italia cui si annuncia: non siete soli, siamo qui con voi.
Rinviare di due anni l’attuazione della legge, quindi l’obbligo di vaccinare i bambini da zero a sei anni motivando il rinvio con l’attesa della sentenza della Corte Costituzionale sul ricorso anti legge vaccini mosso dalla stessa Regione Veneto è la forma, più o meno leguleia, di una sostanza tutta politica. Si comunica ai cittadini che l’obbligo vaccini in Veneto non vale, non c’è. Rinviare di due anni è rinviare all’anno del mai, il giorno del poi. Rinviare di due anni l’applicazione di una legge che si è voluta urgente per motivi di salute pubblica (riemergere di malattie a causa calo vaccinazioni) è negare l’urgenza e mettere la politica prima, molto prima della salute.
Quindi la scelta della Regione Veneto legittima una domanda alla Regione Veneto: quanti voti vale il morbillo e la meningite di un bambino? Non ci sono motivi medico-scientifici all’elusione-boicottaggio della legge confezionati da Regione Veneto. Che non si azzarda a dire che i vaccini sono inutili o pericolosi, se ne guarda bene. La vaccinazione obbligatoria viene boicottata in Veneto dalla stessa Regione per motivi di consenso. E allora dunque quanti voti vale il morbillo o la meningite di un bambino?
Non solo la Regione Veneto, in Piemonte M5S ha definito “violenza politica” il non ammettere bambini non vaccinati all’asilo e addirittura multare i genitori inadempienti (100 euro!). Deve essere una “violenza” contagiosa, Francia, Germania, Australia obbligano a vaccinare e hanno multe molto più pesanti per chi attenta alla salute pubblica.
Già, perché non vaccinare attenta alla salute collettiva oltre che a quella del piccolo che si è messo al mondo (che, sia detto per inciso, ha diritto alla salute di per sé e non sulla base delle scelte del genitore di cui non è proprietà alla stregua di animale domestico).
Ma al danno programmatico alla salute ammiccano quelli che governano Regione Veneto, M5S sparsi in tutta la penisola, una strizzatina d’occhio rivolge loro anche il governatore Pd della Puglia. Per non parlare di rapper, cantanti, cartomanti e clown e mental coach della comunicazione che vaccini e non vaccini per me pari sono e viva la par condicio, ognuno ha la sua “opinione”. E se uno ha l’opinione che la terra sia piatta e il sole portato in cielo dalla corsa di un carro e che la penicillina fa andare all’inferno chi la prende e che è meglio curarsi aspergendosi aloe sulla fronte? Che si fa, par condicio?
Il basso, pessimo livello di competenza e responsabilità dell’intero circuito della comunicazione è in fondo almeno corresponsabile del grande corto circuito. In una opinione pubblica ed elettorato non avvezzi all’informazione ignorante politici e governanti che boicottano ed eludono misure per la salute dei bambini alla prima che capita non prendono un voto. Qui da noi invece possono calcolare quanti voti vale un morbillo o meningite di un bambino. ( http://www.blitzquotidiano.it )

Articolo allucinante. Il problema non sono i vaccini, ma il fatto che siano resi obbligatori senza valutare prima la situazione fisica di ogni bimbo. Ed è ampiamente dimostrabile che la cosiddetta “immunità di gregge” è uno scherzo fatto da coloro che vogliono speculare sulla paura delle malattie.

24 agosto 2017

Eclissi dall’alta stratosfera

Eclisse dall'alta stratosfera
Durante l’eclisse di Sole di lunedi, Spaceweather.com e Earth to Sky Calculus hanno lanciato nella stratosfera ben 11 palloni sonda dalle zone interessate al fenomeno, con a bordo un totale di 20 fotocamere; una di queste ha avuto successo nel ritrarre l’ombra della luna larga 110 km mentre sfrecciava sul Wyoming!
Sponsizzato dal Southern Maine Community College, il pallone è partito da Ft. Laramie, Wyoming grazie a un team di studenti dal Maine e dalla California. Questo è solo un frame da una animazione in alta definizione che ritrae l’ombra in movimento e che verrà presto pubblicato!
( http://aliveuniverse.today/ )

Una fotografia fasulla che mostra un orizzonte piatto. La NASA cerca, in tal modo, di “esorcizzare” la crescita del movimento terrapiattista. In realtà, sembra che niente possa salire oltre i 40-50 km di altezza. Qualunque immagine proveniente da quote superiori è da considerarsi un falso.
Se notate, la Luna appena in eclissi dovrebbe trovarsi oggi relativamente vicina ancora al Sole ma non si vede. Non è strano? Dove è la Luna?

22 agosto 2017

Sole visibile contemporaneamente in Gran Bretagna, USA e Australia

Filmato inoppugnabile che smonta definitivamente la teoria della Terra sferica, senza possibilità di smentita. Se in casa avete a disposizione un mappamondo, fate pure la verifica impiegando una lampada da tavolo quale fonte luminosa al posto del Sole.
Libri di approfondimento: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.

16 agosto 2017

Lo spazio non è un’opinione

Nespoli terra piatta

AstroCaffè – I complottisti hanno colpito anche Paolo Nespoli, “colpevole” di aver postato una foto della Terra dalla ISS. Un editoriale per spiegare come lo spazio sia costituito da fatti, non da opinioni
Ci risiamo, questo tempo, il XXI secolo sembra ormai essere caratterizzato da un fenomeno inquietante: un rifiuto delle maggiori conquiste scientifiche ottenute negli ultimi secoli. Non entrerò nel merito di diverse questioni molto presenti sui media, ma basti pensare che nell’anno 2017 dopo Cristo esistono persone che (attenzione alla parola) “credono” che la Terra sia piatta. No, non è uno scherzo. Vi inviterei a dare un’occhiata al sito della Flat Earth Society se proprio voleste regalargli un “click”, che invece vi consiglio di regalare a questa pagina di debunking spaziale.
Ma veniamo al motivo principale di questo editoriale. Qualche giorno fa, l’astronauta italiano Paolo Nespoli, nello spazio a bordo della Stazione spaziale internazionale nell’ambito della Expedition 52/53, ha scattato una foto di una catena montuosa sulla Terra. I commenti al relativo post su Facebook hanno dell’incredibile e potete, purtroppo, leggerli qui sotto. ( https://www.ilcaffegeopolitico.org/ )

Vedete come i poteri occulti agiscono: se la giocano fra di loro. Invitano a visitare il sito della Società della Terra piatta che è una organizzazione di opposizione controllata, creata ad hoc per ridicolizzare chi “crede” nella autenticità cosmogonica e cosmologica delle Sacre Scritture.

8 agosto 2017

Pier Luigi Ighina: Sole immoto e Terra stazionaria

Come di consueto , gli articoli pubblicati su Fortunadrago.it , prevedono una minima conoscenza della teoria base di Pier Luigi Ighina , la sua “Legge del Ritmo”. (sono consultabili cliccando sul testo con link attivo in evidenza).

Sole immoto

Negli scritti di Pier Luigi Ighina e nelle sue interviste spesso fa riferimento al fatto che la Terra è ferma e che viviamo in una riflessione di energia, che ci fa vedere le cose all’incontrario.

Adesso come si collega tutto ciò con quello che è scritto nella Bibbia:

Tratto da : http://labibbiatrastoriaescienza.blogspot.it/2015/12/il-sole-immoto.html

Giosuè cap 10
12 Fu allora che Giosuè parlava a Geova, il giorno che Geova abbandonò gli amorrei ai figli d’Israele, e diceva davanti agli occhi d’Israele: “Sole, resta immoto su Gabaon, E, luna, sul bassopiano di Aialon”.
13 Pertanto il sole rimase immoto, e la luna in effetti si fermò, finché la nazione poté far vendetta dei suoi nemici. Non è scritto nel libro di Iashar? E il sole stava fermo in mezzo ai cieli e non si affrettò a tramontare per circa un giorno intero.
14 E nessun giorno è stato come quello, né prima né dopo, in quanto Geova ascoltò la voce di un uomo, poiché Geova stesso combatteva per Israele.

Il Sole si fermò sopra la pianura e la Luna interruppe anch’essa il suo viaggiare, il giorno più lungo della storia dell’umanità si stava compiendo. Gli eserciti di Giosuè trucidarono le truppe nemiche che stavano fuggendo ed il tempo riprese a scorrere.

Ma a questo punto cosa succedeva dall’altra parte dell’emisfero terrestre ?
Succedeva l’esatto opposto, ovvero piombò nelle tenebre per un tempo corrispondente :

Raccontano le leggende azteche,di un giorno in cui la Terra piombò nell’oscurità più completa fatta eccezione per Teotihuacan dove continuò ad ardere una fiamma sacra. Allora in quel luogo si radunarono tutti gli dei e tentarono di spostare Sole e Luna,che erano immobili. A seconda delle diverse versioni della leggenda,venne lanciata una freccia o il dio del vento soffiò nel cielo.In ogni caso,il risultato fu che il Sole e la Luna ripresero il loro corso e la Terra fu salva. Gli Aztechi trassero da questa leggenda la nozione che il tempo si era fermato e che poi aveva ricominciato a scorrere, e dunque le piramidi di Teotihuacan vennero collegate idealmente al Sole e alla Luna. Queste leggende Azteche indicano con forza che le Piramidi de Sole e della Luna vennero costruite per ricordare il giorno in cui non ci fu il sorgere del Sole.

Premesso che: L’Energia positiva primordiale che proviene dal sole, nel suo incedere nello spazio è praticamente nulla (irrivelabile analogamente come in una camera oscura), essa si rivela solo quando impatta contro la materia di un corpo celeste, allora la luce diventa tale, calore, radiazioni etc.

Impatti o riflessi

In pratica la Terra come gli altri pianeti del sistema solare, non gira intorno al sole, quello che vediamo è solo l’impatto con l’energia solare, se non c’è impatto, non vediamo nulla.
Ma è più appropriato parlare piuttosto che di impatti, di riflessi come ne parlava Pier Luigi Ighina, infatti il risultato di un impatto con un corpo celeste, noi ne vediamo il riflesso e in quanto tale
sono soggetti ad inversioni (flip) sia verticali che orizzontali (dipende dalla natura del riflesso). ( https://fortunadrago.wordpress.com/ )

23 luglio 2017

“La Terra è piatta”, AstroSamantha versione troll

Cristoforetti ASI terra piatta
La Terra? Un tetraedro, non un globo. Ci pensa Samantha Cristoforetti a ‘trollare’ complottisti assortiti convinti che il pianeta sia, nella migliore delle ipotesi, piatto. L’astronauta italiana coglie la palla al balzo su Twitter, rispondendo alla domanda di un follower che fornisce un assist al bacio: “Ciao, posso farti una domanda chiedendoti di essere sincera? La terra è tonda o piatta?”. E AstroSamantha non si fa pregare: “E’ tetraedrica. Una scomoda verità che la potentissima lobby internazionale della Terra piatta vorrebbe tenerci nascosta”. ( http://www.adnkronos.com/ )

Dopo l’uscita del video “Terra piatta” di Volta, i poteri occulti si vedono costretti a esporre la “santona” astronautica. Sondano il terreno, uno “stress test”. Probabilmente, fa tutto parte di un’unica strategia sulla reazione della opinione pubblica. E della “lobby internazionale” (che esiste) cui accenna la donna pure parlo nel mio libro ultimo: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.

21 luglio 2017

Esce venerdì 21 luglio 2017 Terra Piatta, il primo singolo di Volta

Volta Terra Piatta HQ video HD

“Terra piatta” è un pezzo intimo, l’ho scritto per me stesso, quasi fosse un promemoria. volevo ricordarmi di quanto le relazioni possano essere complicate, di come spesso la mia pigrizia in amore e le mie insicurezze mi portino a vivere cinicamente certi rapporti. quindi non volevo altro che una terra piatta, un’enorme bugia che mi rendesse stabile ed equilibrato”.
Volta non dice niente. Proprio nulla di più di quello che la gente già sa. Solo che molti fingono di non provare certe sensazioni o, peggio ancora, non se ne accorgono. Volta racconta di vita quotidiana, di pendolari, di amori che lasciano l’amaro in bocca, di nostalgia del liceo, delle serate nei locali fino al mattino, di paure, di inchiostro sotto pelle e di bocche mangiate. i testi parlano spesso della stessa cosa e a volte sembra si riferiscano sempre alla stessa persona. in realtà non sono dedicati a persone, ma a momenti di questo periodo stranissimo che è il post-liceo. ( http://radiosenisenews.it/ )

Non sono ancora riuscito a reperire il testo della canzone. Mi da però l’idea di essere una operazione “volta” a controllare anche in Italia il fenomeno Terra piatta. In America, già hanno esposto personaggi quali B. O. B. e Tila Tequila. Per chi ne volesse sapere di più, il mio libro è il primo in italiano e, mi auguro, abbastanza esaustivo: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.
Appena uscito il video:

7 luglio 2017

Deriva democratica

Dopo decenni a paventare derive autoritarie, stiamo cozzando contro un’ autentica deriva democratica. Le opinioni da bar, che un tempo si fermavano al bar, oggi hanno gli strumenti per dilagare a livello mondiale nella cretinissima convinzione che uno valga davvero uno: e se i morti dei mancati vaccini giungono anche così, è perché la deriva, ormai, può sfiorare anche l’ aristocratica scienza. C’ è un geologo che negli Usa ha ottenuto il permesso per poter «dimostrare» che le rocce del Gran Canyon non si sono formate con il Big Bang – macché – ma con l’ atto della creazione raccontata dalla Bibbia. Le società «Flat Earth» (che sostengono che la Terra sia piatta) hanno ripreso vigore, mentre molti scienziati islamici continuano a sostenere che la rotazione terrestre sia un’ invenzione occidentale. Se non ci credi, ti travolgono di video, siti, presunte prove schiaccianti e petizioni da firmare. Però la scienza ha questo di bello: che non è democratica manco per niente, uno non varrà mai uno, non gliene frega niente di chi urla di più al bar oppure in tv, di chi becca più voti o ascolti, di chi ha una buona dialettica e si fa capire dal volgo: chiunque può sostenere qualsiasi cosa (ecco la democrazia) ma nulla è scientifico se non è scientificamente dimostrato. Fine.
Ora: alzi la mano chi non vorrebbe che funzionasse così anche la politica, e la alzi, pure, chi crede che in questo modo rimarrebbe anche un solo elettore a Cinque Stelle. ( http://www.liberoquotidiano.it/ )

Notare che accostano la Flat Earth Society (opposizione controllata) al M5S, sempre finta opposizione in politica come avrò ripetuto mille volte nei miei articoli qui.

8 giugno 2017

Sulle tracce della mappa scomparsa di Albertino de Virga

Mappa del mondo Alertinius da Virga

Un capitolo increscioso riguarda le antiche cartine geografiche non più consultabili poiché andate perdute. Una di esse è una mappa del mondo attribuita al veneziano Albertino de Virga. Fu realizzata tra il 1411 ed il 1415. Essa ha iscritto “A. 141.. Albertin diuirga me fecit in vinexia” (“Albertino de Virga mi fece nel 14.. a Venezia”). La ultima cifra dell’anno è illeggibile in quanto cancellata da una piaga della mappa stessa. Fra le caratteristiche salienti dell’opera, la presenza dell’America e dell’Australia ben prima che venissero scoperte. Altra evidenza che balza subito all’occhio è che si tratta di una proiezione azimutale polare cioè è la mappa della terra piatta. Infatti, si tratta di un circolo del diametro di 41 cm su di una pergamena misurante 70 x 44 cm.
La pergamena fu riscoperta nel 1911 in un negozio di libri usati da Albert Figdor, un collezionista d’arte. Dopo la sua morte, avvenuta nel 1927, fu sottoposta al professor Franz Von Weiser della Università Statale di Vienna. Furono scattate alcune immagini, dopo che fu autenticata, che ci consentono di vederla, conservate nella Biblioteca Britannica. Infatti, l’originale, a colori, fu rubato durante un’asta nel 1932 e mai più ritrovata. Si suppone fu d’ispirazione alla mappa che, sempre a Venezia, Fra’ Mauro disegnò nel 1457 prima che venisse doppiato il Capo di Buona Speranza.

20 maggio 2017

Eventi ErreKappa – Terra Piatta

Eventi ErreKappa- Terra Piatta

Sabato 27 maggio 2017, alle ore 18:00, nella saletta La KlessidRa, presso L’Istituto Scolastico ERREKAPPA, in piazza Vanvitelli 15 – Napoli, avrà luogo una conferenza sulla forma della terra.
La nozione di Terra piatta si riferisce all’idea che la superficie abitata della Terra sia piatta anziché sferica.
La conferenza è organizzata in collaborazione con il presidente dell’associazione Vegani di Gaia, Luca Di Gaia.Interverranno Luca Di Gaia, Laura Russo Krauss, Camillo Giacco, Tommaso Minniti, Dino Tinelli. ( https://www.eventa.it/ )

Mi da l’idea che i poteri occulti stiano tentando disperatamente di circoscrivere il fenomeno terra piatta a un aspetto del complottismo come un altro. Temo per loro, stavolta abbiano fatto male i conti.

16 maggio 2017

Il rapper B.o.B difende la sua teoria sulla Terra piatta

BOB terra piatta

Il rapper americano B. o. B (al secolo Bobby Ray Simmons), presentando il suo nuovo album Ether (Etere), ha ripreso la sua idea che la Terra sia piatta. Ha invitato tutti a mettere in discussione ogni cosa inclusa la forma del nostro pianeta.

10 maggio 2017

“La Terra in origine era piatta”. La scoperta choc degli scienziati australiani

SYDNEY – Un team di ricercatori australiani avrebbe fatto una scoperta davvero incredibile: “Quattro miliardi di anni fa la Terra era piatta”. Come riporta il sito Metro.co.uk, Antony Burnham, il ricercatore della Australian National University spiega: “La nostra ricerca indica che durante i primi 700 milioni di anni di vita, sulla Terra non c’erano montagne e collisioni continentali”. ( http://www.leggo.it )

Clamorosa bufala, dato che non sanno più come fare a controllare il fenomeno. Ciò conferma la sensazione che ho avuto sin dall’inizio: le “fake news” sono state escogitate nel disperato tentativo di frenare la terra piatta.

terra piana

2 maggio 2017

In America dilagano le targhe automobilistiche “terra piatta”

https://i.ytimg.com/vi/_Gk-KY1KYFM/maxresdefault.jpg

Negli Stati Uniti e Canada, la targa della propria vettura può essere personalizzata. Cosa che gli americani cercano di imporre anche in Italia da lunghi anni. All’inizio del 2016 in USA, c’è n’era solo una “itsflat” (“è piatta”). Oggi, sono un numero incalcolabile con svariate combinazioni di lettere e numeri facenti riferimento alla forma della Terra. Eccovi una raccolta di fotografie. Notate la targa “NASALIES” (“NASA mente”).

28 aprile 2017

La pianta di pomodoro gigante di Kei Mori: un indizio paleo-climatico?

Kei Mori

Kei Mori

Il dottor Kei Mori, fisico dell’università di Keio in Giappone, ha lavorato con una pianta di pomodoro varietà “ciliegino” che ha cominciato nel suo seminterrato. Ha fornito luce alla pianta con un cavo in fibra ottica che filtrava la luce UV, un processo chiamato Himawari Sunlighting. Ha anche aggiunto CO 2 pressurizzato in una guarnizione attorno al sistema di gambo e radice. A un certo punto, questa pianta è stata spostata in una serra che ha riprodotto queste condizioni. In due anni, l’impianto di pomodoro aveva superato una altezza di 5 metri producendo 800 pomodori. In 16 anni, l’esemplare pare abbia raggiunto i 15 metri di altezza con 15.000 pomodori prodotti. Si è inoltre riferito che, in queste particolari condizioni atmosferiche, le bacche rimarrebbero verdi finché non vengono raccolte. Tali parametri fisici, forse esistiti in un lontano passato, possono avere favorito il gigantismo in animali e piante. Pertanto, non c’è da stupirsi come antichissimi testi riferiscano storie di esseri giganteschi inclusi gli esseri umani.

Articoli di approfondimento: Una nuova paleontologia?

27 aprile 2017

Ovvio che la tesi della “studentessa tunisina” fosse una burla


Nel filmato sotto si conferma ciò che vi avevo prospettato sin dal primo momento. La notizia della di una studentessa dell’università tunisina di Sfax sulla terra piatta è una bufala.
C’erano tutti gli elementi per capirlo. Lo scopo pure ve lo rivelai subito: accostare l’idea di una Terra piana a una religione e civiltà considerate retrograde e antiscientifiche. Non mi stupirei affatto se, da un giorno all’altro, si divulgasse qualche esternazione di Isis in favore della “terra piatta”. Il terrorismo islamico, del resto, è una beffa escogitata per favorire la costruzione del super-stato europeo multirazziale e anticristiano. Avete visto che gli Imam sono divenuti i nuovi “columnist” dei giornali laici, abortisti, immigrazionisti e vegani.
Il concetto di fondo che che i “buoni” devono apparire i globalisti atei. Lo so che posso sembrare ripetitivo ma la verità è solo questa. Qualunque cosa provenga da ambienti accademici è da considerarsi una fake news.