Archive for ‘Terra Piatta [in italiano]’

10 dicembre 2017

PIANO DI ESISTENZA – l’intervento di Dino Tinelli

Dino TinelliL’intervento video di Dino Tinelli che ieri mattina ha aperto il convegno PIANO DI ESISTENZA. L’evento è andato piuttosto bene nonostante il forfait sia di Junior Dos Santos che di Santos Bonacci, causa di forza maggiore. Calogero Greco e Dharma Bernardi sono stati eccezionali, pure io mi sono dato da fare.
Mi è stato più volte richiesto il libro sulla terra piatta, durante la conferenza. Essendo stampato a richiesta (“print on demand”), purtroppo a me non conviene acquistarlo per cederlo pressoché al prezzo mio di acquisto, tenendo conto delle spese di spedizione. Il volume si ordina direttamente via internet con pagamento tramite carta di credito o Paypal e viene stampato al momento in modo da risparmiare carta e alberi: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.

Annunci
8 dicembre 2017

Youtube scimmiotta la Terra piatta

La prima pagina di Youtube mostra corpi celesti sferici e orizzonte piatto. Chiaro riferimento al fenomeno terra piatta di sempre più arduo contenimento. Notare l’ombreggiatura che da l’apparenza di curvatura, tuttavia inesistente.

4 dicembre 2017

La luce della Luna favorisce le gelate

Questi sono giorni freddi e di plenilunio. Lo sapevano, per intuizione ed esperienza i nostri nonni: le gelate notturne più intense  si verificano con la Luna piena. Perché la luce emessa dal satellite raffredda. In contrasto con la tesi secondo cui la Luna rifletterebbe la caldissima luce solare. Innumerevoli misurazioni, tramite termometri di precisione, la smentiscono. Provare anche voi, ora, subito, stanotte che è luna piena.

28 novembre 2017

PIANO DI ESISTENZA- Pier Luigi Ighina narrato da Santos Bonacci.

Pierluigi Ighina terra ferma

Pier Luigi Ighina

Ho già menzionato la partecipazione di Santos Bonacci alla conferenza ‘PIANO DI ESISTENZA’ in programma il 9 dicembre. Il tema che lui tratterà si rivela particolarmente interessante: Pier Luigi Ighina: lo scienziato italiano collaboratore di Guglielmo Marconi, inventore della radio.
Notoriamente, Ighina credeva che la Terra fosse stazionaria: “l’uomo crede che la terra gira invece è ferma“. Se la Terra è ferma, ne consegue che è pure piatta.
Santos parlerà anche della scoperta della stazionarietà terrestre effettuata da Marconi.

Per informazioni e prenotazioni: signor Luciano: 338-6637327 email: luciano.saurini@alice.it

https://pianetax.wordpress.com/piano-di-esistenza/

23 novembre 2017

Alberi giganti pietrificati: scoperte le radici?

Un’enorme e sorprendente scoperta è stata fatta alla Devils Tower nel Wyoming. Gli scienziati del dipartimento dei parchi statali del Wyoming stavano conducendo letture sismiche fotografiche sotto la torre, quando hanno scoperto un sistema di radici pietrificato incredibilmente grande sotto la torre.
Il dipartimento dei parchi ha rilasciato una dichiarazione dicendo: “Abbiamo scoperto, quello che sembra un gigantesco apparato radicale proveniente dalla base di The Devils Tower: il sistema di radici è stato misurato a 4 miglia di profondità e 7 miglia di larghezza. prova per confermare che questo è in realtà un sistema di radici e non una coincidenza. ” Questa scoperta è ai margini della riscrittura della storia e della scienza così come la conosciamo.
Continueremo ad aggiornarvi con qualsiasi nuova informazione, poiché in questo momento le informazioni sono molto limitate.

Alessandto ( https://movimentosovrano.blogspot.it/ )

ADDENDUM La notizia è stata valutata come ‘fake news’. Tuttavia, l’apparato radicale di questi alberi mastodontici è riconoscibile nell’orografia delle cartine geografiche fisiche anche in Italia.

Articoli di approfondimento: Una nuova paleontologia? La pianta di pomodoro gigante di Kei Mori: un indizio paleo-climatico?

Alberi giganteschi pietrificati

22 novembre 2017

Sorpresa: dinosauri e mammut potrebbero essere ancora vivi!

Di tanto in tanto, ciclicamente, appaiono sui giornali notizie di avvistamenti di dinosauri e altri animali dati per estinti da lungo tempo quali i mammut.
Alla luce della teoria della “terra piatta”, tali segnalazioni assumono nuovo colore. Se la evoluzione non esiste e la Terra è stata creata da pochi millenni, può darsi alcuni grandi animali possono essersi estinti in tempi recenti o non essersi estinti affatto.
Sappiamo, quasi con certezza, che ci sono territori sconosciuti oltre i poli che non sono cartografati nelle mappe sui libri. In quei territori, mammut, dinosauri e altre misteriose creature potrebbero tutt’oggi albergare.
Del resto, suona strano che, ad esempio, il calendario cinese contempli tutti animali viventi eccetto uno: il drago che ha tutta la sembianza di una specie di dinosauro. Questi grandi rettili si sarebbero estinti 65 milioni di anni fa, marcando la fine del Cretaceo (Cretacico) e l’inizio del Terziario ben prima dell’epoca storica. Perché i cinesi li avrebbero aggiunti al loro calendario, se scomparsi?
I mammut si sarebbero estinti in epoca storica ma nulla esclude che nella vastissima Siberia, tuttora largamente inesplorata, qualche gruppo sia sopravvissuto nella fitta boscaglia. Rari filmati sono reperibili a testimonianza di ciò. Le rilevazioni satellitari sono fasulle dato che i satelliti artificiali non esistono.
Se la Storia Naturale che conosciamo è quasi integralmente frutto di fantasia, forse anche la verità sulle grandi estinzioni ci sfugge.
Testi di approfondimento: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA.

21 novembre 2017

PIANO DI ESISTENZA – Santos Bonacci in collegamento diretto dall’Australia

Assume contorni sempre più epici la prima conferenza italiana sulla Terra piatta. Di oggi la notizia che parteciperà, in diretta streaming dall’Australia, Santos Bonacci. Egli è un esperto di teologia e discipline mistiche orientali. Perciò, la durata del convegno è stata incrementata. Sarà la “Woodstock” della terra piatta!

Per informazioni e prenotazioni: https://pianetax.wordpress.com/piano-di-esistenza/

PROGRAMMA E ORARI

  • 9:30 INTRODUZIONE E INIZIO DELLE PRESENTAZIONI
  • 11:00 DIBATTITO
  • 11:30 PAUSA CAFFÈ
  • 11:45 PROSEGUIMENTO CONVEGNO
  • 13:00 PRANZO COMPLETO SEDUTI E SERVITI PER TUTTI I PARTECIPANTI ACQUA GRATUITA TUTTO IL TEMPO
  • 14:30 INTERVENTO VIDEO DI DINO TINELLI. A SEGUIRE PROSEGUIMENTO PRESENTAZIONI E DIBATTITO FINO ALLE 17:00

https://i0.wp.com/32pscm16mza81bp71x2anhjy.wpengine.netdna-cdn.com/wp-content/uploads/2015/03/zdhgzdjg.jpg

17 novembre 2017

PIANO DI ESISTENZA – la beffa della Luna

Nella conferenza Piano di Esistenza del 9 dicembre prossimo, io tratterò della inesistenza dei satelliti artificiali e della falsificazione delle missioni spaziali. In particolare, dei falsi allunaggi effettuati dalla NASA di cui mi occupo ormai da una ventina d’anni.
Mostrerò alcuni filmati inediti con Bill Kaysing e parlerò del famoso episodio riguardante il film Capricorn One.
Recentemente, quest’ultimo è stato ripreso dal gruppo di Richard D. Hall che ha parlato del mio libro con Andrew Johnson. Un brano tratto testo, lo scorso anno, era stato incluso in un’opera dello scrittore Carl James.
Sulla beffa della Luna, ho scritto due libri in italiano: LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WESTLA LUNA DI CARTA.
La biografia di Bill Kaysing, citata nel video, esce in lingua inglese in due parti delle quali la prima è già disponibile stampata a richiesta su Lulu: The Fastest Pen of the West [Part One] .
Alcune copie le porterà alla conferenza per chi vorrà acquistarle autografate.

13 novembre 2017

PIANO DI ESISTENZA – Dino Tinelli in anteprima

Dino Tinelli conferenza
Durante la conferenza “Piano di Esistenza” in programma il 9 dicembre entrante, alle ore 14:30 ci sarà un intervento dell’amico Dino Tinelli. Sarà proiettato in sala un suo video speciale prodotto apposta per l’occasione.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni: https://pianetax.wordpress.com/piano-di-esistenza/
Canale Youtube di Dino Tinelli: https://www.youtube.com/user/tinellidino
13 novembre 2017

PIANO DI ESISTENZA – le mappe antiche

https://pianetax.files.wordpress.com/2017/11/6a568-tablets.jpg?w=370

Nella Prima Conferenza Mondiale Multilingue che si terrà il 9 dicembre 2017, Junior Dos Santos parlerà di mappe antiche. Dimostrerà come siano esistite mappe che illustrano una terra piatta. Il globo è una invenzione dei secoli recenti a differenza di ciò che la Storia ufficiale ci racconta. Una occasione ghiotta per gli appassionati di Filologia Storica. Junior è uno dei massimi esperti mondiali di cartine geografiche antiche.
Per ulteriori informazioni sulla conferenza e prenotazioni:

https://pianetax.wordpress.com/piano-di-esistenza/

10 novembre 2017

PIANO DI ESISTENZA – il modello eliocentrico

Manca meno di un mese alla grande conferenza, prima in Italia, sulla forma della Terra. Si terrà vicino a Peschiera del Garda. Sotto il video di presentazione di Elafaki, la quale tratterà appunto delle anomalie del sistema copernicano.

Per informazioni e prenotazioni:

Numeri del ristorante: 0376-803835 cellulare: 346-1265066

 Organizzatore signor Luciano: 338-6637327 (pernottamento e prima colazione prezzo speciale € 35 rivolgersi al signor Luciano)

Prenotazione entro il 20 novembre 2017. Numero di posti limitato.

https://pianetax.wordpress.com/piano-di-esistenza/

2 novembre 2017

Il “predicatore pazzo” in azione al MIT


Earnest Pearson, Nathan Thompson e altri dimostranti si sono messi a spiegare la teoria della Terra piatta fuori dal Massachusetts Institute of Technology, conosciuto in acronimo MIT. Un paio di mesi fa aveva allestito una postazione presso l’ateneo di Harvard. Trooooppo giusto!

28 ottobre 2017

I “terrapiattisti” sono la razza eletta?

C’è un fatto eclatante. Numerose persone si rifiutano di credere che sulla forma della Terra ci abbiano mentito solo perchè non concepiscono di essere state ingannate.
Ho scoperto una interessante divisione della popolazione, in base al comportamento, che ne determina l’intelligenza:

  • γ GENTE CHE PARLA DELLE PERSONE
  • β GENTE CHE PARLA DEGLI EVENTI
  • α GENTE CHE PARLA DELLE IDEE

Direi che tale classificazione è semplice quanto efficace.. In effetti, se ci badate bene, in politica buona parte dei commenti si limita al “Hai visto il parrucchino di Berlusconi?” oppure “Hai notato la camicia di Renzi?”. Ossia il discorso si incentra sulle persone e non sulle idee o sugli eventi.
La categoria Beta si concentra sugli eventi dando loro senso evitando di concentrarsi sul loro significato sincronico e diacronico. L’ espressione del voto è spesso condizionata da concetti del genere.
Vi è poi la irrisoria percentuale Alfa che ama intrattenersi colle idee, non con gli uomini o gli eventi. Per esempio che lo sbarco sulla Luna sia un falso a dispetto delle prove “irrefutabili”. La NASA ammette pure candidamente di avere “smarrito” la tecnologia per ritornarci. Ma che scusa sarebbe?
Analogamente, un terrapiattista si chiede come mai un giroscopio non rilevi mai la rotazione terrestre quando i documentari e manuali della Marina statunitense lo sancivano espressamente. Il terrapiattista si domanda: come è stato possibile commettere un errore così macroscopico?
Quindi, mi viene il sospetto che i ricercatori sulla forma della Terra siano veramente una casta a sé stante, una razza “superiore” capace di porsi quesiti che il 95% della popolazione, anche ben scolarizzata, non riesce a porsi. Forse, stando a teorie New Age, i terrapiattisti rappresentano esseri umani dotati di “anima”. Può darsi costoro abbiano funzionante la ghiandola pineale o epifisi, sede dell’intuizione. Chi lo sa.
Molto probabilmente i poteri occulti impiegano una forma di dissonanza cognitiva: esempio, coloro che credono fermamente agli UFO, senza mai averne avvistato uno, però non credono alle scie chimiche visibili tutti i giorni!

26 ottobre 2017

Le scie chimiche comprovano la Terra piatta

SCIE-CHIMICHE-TERRA-PIATTA

Immagine eloquente: orizzonte piatto e scie chimiche rette. Su di una Terra rotonda, dato che le scie si vedono per centinaia di chilometri, esse dovrebbero curvare seguendo la presunta superficie sferica.

Distanza (km) 5 10 15 20 30 40 50 100
Discesa orizzonte (m) 1,95 7,9 17,7 31,3 70,6 125,5 196,1 784,6
8 ottobre 2017

NBA: nuova formula per l’All Stars Game, terrapiattisti contro terrasferisti


L’NBA sta rivoluzionando le tradizioni della lega col passare del tempo: in questo ultimo periodo infatti, sono state ritoccate regole e competizioni come l’All Star Game.
L’ultima curiosa modifica però, è arrivata nell’ultimo mese, con l’annuncio di un All Star Game diverso dal solito. Il nuovo formato proporrà la presenza di due capitani(i più votati), che avranno il compito di formare i roster che si affronteranno nella serata del 18 Febbraio. Gli allenatori dovranno scegliere i 7 giocatori che partiranno dalla panchina, mentre quelli del quintetto saranno come al solito selezionati dal voto del pubblico e media e giocatori stessi(50% pubblico, 25% giornalisti, 25% giocatori). La partita si terrà allo Staples Center di Los Angeles.

La proposta di Enes Kanter

Molti giocatori si sono espressi in merito alla nuova formula dell’All Star Game, ma uno in particolare, ha conquistato l’attenzione di tutti. Il giocatore in questione è Enes Kanter che ad Ian Begley di ESPN dichiara: “Farei una squadra di Hoodies contro chi pensa che la terra sia piatta per questo All Star Game“.
La proposta ha subito conquistato il pubblico, che ha riempito i social di commenti a riguardo, facendo pensare addirittura alla realizzazione di questa stramba idea.
Fortunatamente la discussione ha mantenuto sempre toni ironici, ma ora vi chiediamo… Se si giocasse una partita del genere, chi sarebbe il vincitore ? E chi inserireste nelle due formazioni ideate da Enes Kanter ?
( http://www.nbapassion.com/ )

6 ottobre 2017

La politica giovanile turca crede alla Terra piatta

Il presidente delle Sezioni Giovanili del partito governativo dell´AKP ha affermato che la Terra rotonda a forma di globo è un´invenzione della massoneria; in realtà la Terra è stazionaria e piatta.

Il pezzo è tradotto malissimo in italiano dal turco ma il senso del titolo è quello:

https://translate.google.de/translate?hl=it&sl=tr&u=https://tr.sputniknews.com/turkiye/201709011029966953-ak-parti-dunya-duzdur-mason/&prev=search

Notiamo come, negli stati musulmani dove c’è stata meno secolarizzazione della società, sia più facile smontare la menzogna eliocentrica, relativista ed evoluzionista.

https://cdntr2.img.sputniknews.com/images/102112/29/1021122955.jpg

2 ottobre 2017

Spaventoso incidente sul volo Air France per Los Angeles: il pilota costretto a fare un atterraggio d’emergenza

terra piatta voli aerei Parigi Los Angeles

Paura in volo per i 520 passeggeri dell’aereo Air France, un airbus partito da Parigi e diretto a Los Angeles. Mentre stava sorvolando l’Oceano Atlantico uno dei motori è esploso, costringendo il pilota a fare un atterraggio d’emergenza in Canada. (Il Fatto Quotidiano)

A parte l’ignoranza (forse intenzionale) di una testata convenzionale quale il Fatto che non sa distinguere fra “spaventoso” e “spaventevole”. Questo episodio è un indizio a favore della terra piatta. Infatti, come mostrato dalla cartina sopra, un volo diretto Parigi – Los Angeles su di un planisfero non dovrebbe sorvolare il Canada. Nei fatti, i velivoli percorrono una traiettoria “curva” la quale, però, diventa pressoché rettilinea, come è logico che sia, su di una proiezione azimutale polare nota come “mappa della terra piatta” (schizzo sotto).

29 settembre 2017

“La Terra è piatta”: il rapper B.o.B. lancia una raccolta fondi per dimostrarlo

"La Terra è piatta": il rapper B.o.B. lancia una raccolta fondi per dimostrarlo

Il rapper Bobby Ray Simmons Jr., meglio conosciuto come BoB torna a far parlare di sé e non per la sua musica, quanto per le sue credenze “scientifiche”. Lo scorso anno, infatti, il cantante trovò una enorme visibilità in rete grazie alle sue posizioni sulla terra che sarebbe piatta e non sferica (in realtà è un geoide), come scrisse con una serie di Tweet ai suoi follower, alcuni dei quali gli credono e continuano a farlo, mentre altri lo prendevano in giro. Insomma, la dietrologia è un campo vastissimo e tra rettiliani al potere, scie chimiche, artisri morti e sostituiti da sosia, include anche le teorie della Flat Earth Society, ovvero ‘Società della Terra Piatta’ che, appunto, contro ogni prova scientifica, sostiene che la Terra è piatta e che una delle evidenze sarebbe la difficoltà di vedere la curva del nostro Pianeta.

Un milione per dar vita a vari progetti.

È anche una delle prove che il rapper e produttore americano porta a sostegno delle sue tesi, e per cercare di provarlo ha dato il via a una campagna di crowdfunding su GoFundMe che ha come obiettivo quello di raggiungere il milione di dollari – la campagna, come spiega il rapper in un video, è stata modificata, dal momento che qualche giorno fa aveva come obiettivo quello di raggiungere i 200 mila dollari – per cercare di dar vita a vari progetti (non solo mandare uno o più satelliti, ma spaziare dall’invio di mongolfiere a quello di droni) per dimostrare che la sua teoria (e quella di tutti coloro che seguono questa corrente di pensiero) non sia campata in aria.

Tremila dollari per la campagna.

Per adesso il rapper, che di tasca sua ha messo mille dollari, per dare il primo sostegno alla campagna, ha raggiunto poco più di 3 mila dollari nella speranza di dimostrare che secoli di ricerca scientifica ed evidenze, siano in realtà un bluff, e che insomma ci ritroviamo più davanti a un racconto di fantascienza à la Philip Dick che a quello che i nostri occhi vedono ogni giorno.

Il dubbio sull’orizzonte terrestre.

Lo scorso anno, BoB scriveva: “Un sacco di persone sono scettiche sull’espressione ‘Terra piatta’… ma non è impossibile vedere tutte le prove e non sapere. Sveglia. Non credere in quello che dico, cercane le prove” e chiedeva ai propri follower di spiegare perché, nella foto che aveva scattato non si vedesse la curva. ( http://music.fanpage.it/ )

Ovviamente una operazione di controllo mentale delle masse. Inviano qualcuno di “famoso” per non far riconoscere che l’argomento “terra piatta” è volutamente eradicato dalla informazione massmediatica. Indicativo poi il fatto che si faccia sistematicamente riferimento alla Società della Terra Piatta che è una organizzazione di opposizione controllata.

25 settembre 2017

Emulazione dei satelliti: un’immagine rivelatrice?

Grattacielo DubaiLa suggestiva fotografia aerea sopra illustra l’edificio più alto al mondo: il Burj Khalifa situato a Dubai negli Emirati Arabi Uniti. Alto 830 metri, inclusa l’antenna, pare fluttuare sopra la nebbia mattutina proveniente dal mare.
Ciò che risalta è la piattezza del paesaggio desertico, a perdita d’occhio. E a svettare, sull’altissimo grattacielo, sormontato dall’immancabile antenna, caratteristica di tutto questo tipo di edifici. Prende corpo l’ipotesi che l’antenna simuli ciò che noi chiamiamo “satelliti artificiali” per telecomunicazioni. In particolare, la rete GPS e le trasmissioni televisive a ricezione diretta.
A qualcuno è venuto il sospetto, perfino, che la progettazione di mastodonti di cemento, vetro e acciaio sia una copertura per piazzarvi sopra le antenne emulanti i satelliti altrimenti  inefficienti, se dislocate ove non ci sono fattezze orografiche di rilievo.
A ben guardarlo assomiglia di più a un traliccio che a un palazzo di uffici.

Burj Kalhifa

22 settembre 2017

I neri americani si ribellano all’oppressione “globale”

Los Angeles Rams wide receiver Sammy Watkins believes earth is flat

Sono in costante aumento gli sportivi di fama, in America, che ammettono di ritenere la Terra un piano e non una sfera. Dopo il cestista Kyrie Irving, guardia del Boston Celtics, pure il giocatore di football dei Los Angeles Rams Sammy Watkins ha confermato di credere alla “terra piatta”. Un altro giocatore di pallacanestro, Jaylen Brown, ha di recente commentato favorevolmente le dichiarazioni del compagno di squadra Irving, sulla forma della Terra, ritenendo di dovere approfondire il discorso.
In comune, questi sportivi hanno la razza che in USA, a differenza di quanto si crede da noi, è indicata sul documento di identità al pari dell’altezza e degli altri dati anagrafici.
È una forma di rivalsa, a mio avviso, una vendetta contro il pensiero “bianco” che li ha schiavizzati e sottomessi per secoli anche in nome del “progresso scientifico”. Non a caso, costoro prendono di mira il “sistema educativo” il quale propugna quella “scienza” che si sta rivelando essere una invenzione bella e buona del potere costituito per sottomettere e mescolare le razze. Tutte.

Alla casella ‘RACE’ è indicato ‘W’ cioè ‘white’ (‘bianca’). Oggi meno in vista ma niente è cambiato.

20 settembre 2017

Monsignor Antonio Carlos Cruz Santos: «L’omosessualità è un dono di Dio»


«Considerato il fatto che l’omosessualità non è una scelta, che l’Organizzazione Mondiale della Sanità non lo considera più come una malattia, nella prospettiva della fede noi abbiamo solo una risposta: se non è una scelta, se non è una malattia, nella prospettiva della fede solo può essere un dono, e un dono è dato da Dio. Non c’è verso, se non è scelta, non è malattia, è dono, è dono dato da Dio; ma forse i nostri preconcetti non permettono di comprenderlo come dono di Dio. Così come i preconcetti nei confronti dei neri, e si diceva che i neri non avevano l’anima, il nostro preconcetto non permette di percepire questo dono». È quanto affermato da monsignor Antonio Carlos Cruz Santos, vescovo di Caicó (Brasile).
Pare dunque in costante crescita il numero di vescovi che contestano l’integralismo di chi difende il mero pregiudizio, spesso con modalità che li dovrebbe portare a sostenere che se un tempo la Chiesa si diceva certa che la Terra fosse piatta, il buon cristiano dovrebbe continuare rifiutarsi di accettare che sia sferica. ( http://gayburg.blogspot.it/ )

Molto bello. Peccato che la Terra sia piatta, quindi il “buon cristiano” dovrebbe comportarsi esattamente al contrario di quanto dice questo servitore di Lucifero. La Terra sferica è una beffa architettata dai seguaci del tizio cornuto.

8 settembre 2017

L’ italiano medio e il volo delle zanzare sulla terra piatta

di Gianni Mongrandi 7 settembre 2017
Perché un vaccino non ci salverà dal surriscaldamento terrestre né dalle fake news
italiano Prendiamo un italiano medio. Una persona di 44,9 anni (l’età media degli italiani al 1° gennaio 2017), con una media istruzione, un reddito di 20.699 euro (il reddito medio), 1,34 figli (incongruenze statistiche). Non è una persona troppo soddisfatta del suo lavoro e del suo stipendio, ma se li fa piacere perché di questi tempi non osa chiedere di più, è dunque mediamente insoddisfatto ma non direbbe mai d’essere infelice. Incazzato sì: con la politica su tutto, ma anche con il ct della Nazionale, con il suo sindaco, con il capufficio e con una lunga lista di persone che nei suoi 44,9 anni di vita lo hanno variamente ferito. Ma queste sono cose private.
Il nostro italiano statistico non ha troppo tempo per leggere, le notizie le segue prevalentemente in televisione e in Internet, i giornali li sfoglia solo al bar e nel tempo di un caffè o di un toast sembra comunque prediligere la Gazzetta dello Sport. Legge poco anche i libri, ma dice di non avere tempo.

Le coccole politiche
E’ proprio lui, l’ italiano medio, la persona più coccolata dalla classe politica, e nei prossimi mesi, avvicinandosi la data elettorale, lo sarà sempre di più. Sin qui nulla di nuovo: l’elettore va prima aizzato e poi blandito, gettato nella più cupa depressione e poi convinto che un salvatore della Patria c’è, c’è sempre, prima di ogni elezione. E non ci riferiamo a questo o a quell’aspirante leader, ma al sistema comunicativo d’uso nella politica, e non solo in quella italiana.
Il ventaglio di temi a disposizione degli schieramenti per giocarsi la prossima campagna elettorale è ampio. E se l’immigrazione è il tema dei temi, quello che ne attrae, a caduta, innumerevoli altri – sicurezza, terrorismo, pensioni, jus soli, lavoro, ruolo dell’Europa ecc. , ogni giorno possiamo aggiungere un nuovo tassello, un nuovo motivo di disinformazione, timore, inquietudine. Prendiamo una malattia che uccide un’innocente di soli 4 anni, prendiamo una zanzara della malaria che non si sa da dove sia arrivata, prendiamo qualche giornale molto schierato che la collega alle migrazioni, aggiungiamoci il tam tam dei social network ed una nuova paura è pronta all’uso e all’abuso.

Il vero e il non vero
All’uso politico che se voglia fare, a danno della verità cui l’ italiano di cui sopra, quello che fatica a guadagnarsi briciole di felicità quotidiana, avrebbe diritto. Non diciamo nulla di nuovo, solo tre anni fa era il virus ebola a destare l’incubo dell’untore sceso dai barconi. Quando i medici spiegarono chiaramente che l’incubazione breve della malattia non dava luogo a possibilità di contagio, le insinuazioni di placarono. Ma allora – e parliamo solo del 2014 – i social avevano un’incidenza assai minore nell’influenzare l’opinione pubblica, la fake ebbe così scarsa fortuna. L’assurdità di tutto questo cela una verità di fondo, l’impotenza e l’inadeguatezza della classe politica (e non solo quella italiana) davanti a un fenomeno di enorme complessità, non semplificabile negli slogan, e che coinvolge milioni di persone.

Disinformare per catturare
Se un politico (o un giornalista schierato) possa travisare i pareri scientifici per propria convenienza resta comunque il tema centrale di questi mesi: dai vaccini al testamento biologico, dal riscaldamento globale (quello che Trump ha negato tranne poi farci i conti in questi giorni) al dissesto idrogeologico, la disinformazione su argomenti così specifici è dilagante. Sono temi sui quali non dovrebbe prevalere l’ideologia, ma è un’affermazione velleitaria: i professoroni o fanno politica o si esercitano sulle tastiere di casa. Non cercateli nelle università.
Dunque, molto confidando sull’ italiano medio, discendente dei costruttori delle cattedrali e del Colosseo, non resta che augurarsi che come le bugie di Pinocchio, anche le fake finiscano per ritorcersi contro chi vorrebbe usarle a nostro danno. Ovviamente restiamo fermamente convinti che la terra sia piatta e che un complotto internazionale ci neghi da secoli questa verità. ( http://www.stravizzi.it/ )

Non sanno più come contenere il disfacimento dell’Italia terminale, s’inventano articoli come questo, senza capo ne coda. Si attaccano alla Terra piatta, appena prima di attaccarsi al tram. Poveretti loro.

7 settembre 2017

Yahoo Answers censura la Terra piatta

Mi è capitato più volte di notare ciò. Le domande sulla terra piatta appaiono ma, a distanza di qualche ora, scompaiono dal Yahoo.
Mi aspetto che, utilizzando quello che io chiamo il “lavaggio del cervello equo-solidale antirazzista”, i poteri occulti cercheranno di accostare la ricerca sulla forma della Terra all’antisemitismo e al nazismo onde allontanare le menti deboli dallo studio della cosa.
Yahoo terra piatta

5 settembre 2017

Veneto marameo a vaccini, quanti voti vale morbillo o meningite di un bambino?

Luca Zaia

ROMA – Veneto marameo a vaccini, è questa la scelta della Regione. Rinviare all’anno scolastico 2.019/2.020 l’obbligo di vaccinare i bambini prima di mandarli all’asilo null’altro è se non un marameo all’obbligo stesso e alla legge nazionale.
Il decreto di attuazione emesso dal responsabile sanitario della Regione è una pernacchia alla legge votata dal Parlamento, un boicottaggio organizzato della legge stessa, una furbata che vuole mostrare astuzia istituzionale e invece rivela solo abilità in levantino “magheggio” e infine un chiarissimo messaggio ai no vax di tutta Italia cui si annuncia: non siete soli, siamo qui con voi.
Rinviare di due anni l’attuazione della legge, quindi l’obbligo di vaccinare i bambini da zero a sei anni motivando il rinvio con l’attesa della sentenza della Corte Costituzionale sul ricorso anti legge vaccini mosso dalla stessa Regione Veneto è la forma, più o meno leguleia, di una sostanza tutta politica. Si comunica ai cittadini che l’obbligo vaccini in Veneto non vale, non c’è. Rinviare di due anni è rinviare all’anno del mai, il giorno del poi. Rinviare di due anni l’applicazione di una legge che si è voluta urgente per motivi di salute pubblica (riemergere di malattie a causa calo vaccinazioni) è negare l’urgenza e mettere la politica prima, molto prima della salute.
Quindi la scelta della Regione Veneto legittima una domanda alla Regione Veneto: quanti voti vale il morbillo e la meningite di un bambino? Non ci sono motivi medico-scientifici all’elusione-boicottaggio della legge confezionati da Regione Veneto. Che non si azzarda a dire che i vaccini sono inutili o pericolosi, se ne guarda bene. La vaccinazione obbligatoria viene boicottata in Veneto dalla stessa Regione per motivi di consenso. E allora dunque quanti voti vale il morbillo o la meningite di un bambino?
Non solo la Regione Veneto, in Piemonte M5S ha definito “violenza politica” il non ammettere bambini non vaccinati all’asilo e addirittura multare i genitori inadempienti (100 euro!). Deve essere una “violenza” contagiosa, Francia, Germania, Australia obbligano a vaccinare e hanno multe molto più pesanti per chi attenta alla salute pubblica.
Già, perché non vaccinare attenta alla salute collettiva oltre che a quella del piccolo che si è messo al mondo (che, sia detto per inciso, ha diritto alla salute di per sé e non sulla base delle scelte del genitore di cui non è proprietà alla stregua di animale domestico).
Ma al danno programmatico alla salute ammiccano quelli che governano Regione Veneto, M5S sparsi in tutta la penisola, una strizzatina d’occhio rivolge loro anche il governatore Pd della Puglia. Per non parlare di rapper, cantanti, cartomanti e clown e mental coach della comunicazione che vaccini e non vaccini per me pari sono e viva la par condicio, ognuno ha la sua “opinione”. E se uno ha l’opinione che la terra sia piatta e il sole portato in cielo dalla corsa di un carro e che la penicillina fa andare all’inferno chi la prende e che è meglio curarsi aspergendosi aloe sulla fronte? Che si fa, par condicio?
Il basso, pessimo livello di competenza e responsabilità dell’intero circuito della comunicazione è in fondo almeno corresponsabile del grande corto circuito. In una opinione pubblica ed elettorato non avvezzi all’informazione ignorante politici e governanti che boicottano ed eludono misure per la salute dei bambini alla prima che capita non prendono un voto. Qui da noi invece possono calcolare quanti voti vale un morbillo o meningite di un bambino. ( http://www.blitzquotidiano.it )

Articolo allucinante. Il problema non sono i vaccini, ma il fatto che siano resi obbligatori senza valutare prima la situazione fisica di ogni bimbo. Ed è ampiamente dimostrabile che la cosiddetta “immunità di gregge” è uno scherzo fatto da coloro che vogliono speculare sulla paura delle malattie.