Manuale del cristiano minimale

Ogni tanno qualcuno mi chiede se la tal cosa è “diabolica” o meno. Il lavaggio del cervello “equo-solidale” compiuto dai media, che sono largamente controllati dalla massoneria (inclusa la stampa “cattolica”), ottenebra la mente perfino dei cristiani sinceri. Perciò, mi permetto di elencare brevemente alcuni comportamenti che i veri cristiani dovrebbero seguire:

  1.  Mettere al centro delle giornata la preghiera e la esegesi delle scritture sacre..
  2. Evitare il più possibile di guardare TV, ascoltare radio e leggere giornali che sono controllati direttamente o indirettamente (tramite manipolazione psicologica) dagli adoratori del tizio cornuto.
  3. Studiare filosofia e Teologia. Imparare il latino e il greco antico che sono le lingue  delle scritture sacre cristiane.
  4. Evitare forme di “sballo” quali tabacco, droghe e “rave” e roba simile che sono state create per favorire l’autodistruzione dell’essere umano.
  5. Non partecipare a sedute spiritiche, telescrittura, “pozioni magiche”, tarocchi, riti New Age quali “apertura” della ghiandola pineale, che sono o delle burle (per spillare quattrini) oppure manifestazioni demoniache travisate da altro.
  6. Consumare prodotti naturali (non OGM).
  7. Ripudiare il consumismo riciclando il più possibile in ordine alla preservazione dell’ambiente (Creato) dai rifiuti. La società dei consumi è stata creata per ammorbare la spiritualità e il sentimento religioso.
  8. Non mentire mai, piuttosto non rispondere o impiegare un giro di parole che non si vuole farsi capire.
  9. Non sottoporsi a tatuaggi o piercing i quali sono una forma di schiavitù e adesione a simboli esoterici sovente maligni.
  10. Non votare partiti politici o aderire ad associazioni che sostengano l’aborto, l’eutanasia, matrimoni-gay, l’incesto, la pedofilia, l’immigrazione (forzata), droga e pena di morte (contro i 10 Comandamenti).
  11. Celebrare le feste religiose cristiane e non quelle civili tipo Halloween. Tenere aperti esercizi commerciali il 25 aprile e 2 giugno mentre chiudere la domenica e le altre feste comandate incluso ferragosto (che è una festa cristiana, l’Assunzione).

Mi lascia perplesso il fatto che perfino sacerdoti (a parte quei prelati che sono chiaramente massoni, quindi scientemente traditori di Cristo) non abbiamo presente tali banalità.
Ci sono cattolici ferventi che non sono manco capaci di spegnere il cellulare durante una funzione religiosa e, se squilla, hanno urgenza di rispondere senza capire che una chiesa è un luogo di raccoglimento. Un momento che non va sprecato per chiedere grazie. Potenza dell’Abisso.