Archive for ‘Aviazione’

21 ottobre 2021

Cieli pericolosi

Sembra che in America, sotto traccia, vi sia un grande dibattito fra i piloti di linea sottoposti a obbligo vaccinale. Talmente forte che i sindacati si sono addirittura detti preoccupati per la sicurezza dei voli.

L’invito a tenere i discorsi sui vaccini fuori dalla cabina di pilotaggio sembra perdersi nel vuoto. Infatti, circola in rete da settimane un elenco di nomi di 5 piloti che sarebbero deceduti subito dopo o dopo un certo tempo dalla la vaccinazione.
La notizia viene data per una bufala. Tuttavia, l’attivista Jane Ruby ha fornito un elenco di nomi e fotografie dei 5 piloti deceduti dopo il vaccino.
È certo invece che mesi fa 4 piloti della British Airways erano morti eseguito del vaccino è ciò era stato in qualche modo ammesso.

Alcuni articoli ammettono la morte di 5 piloti di JetBlue ma tutti per cause diverse dai vaccini:

https://www.politifact.com/factchecks/2021/jul/21/facebook-posts/deaths-jetblue-pilots-falsely-connected-covid-19-v/

OT ma non toppo

Malori a scuola, una mattina da incubo a Brescia e in provincia

É stata una mattinata difficile quella di oggi (giovedì 21 ottobre) nelle scuole di Brescia e provincia: nell’arco di poco più di due ore  sono stati otto gli interventi dei soccorritori allertati per una serie di malori accusati da parte degli studenti.PUBBLICITÀ

A San Polo

Il primo allarme è stato lanciato alle 10.22 a San Polo in via Violante Ettore 18; ad essere coinvolta una bambina di 12 anni. Come riportato da Areu (Agenzia Regionale Emergenza Urgenza) inizialmente la missione è stata classificata in codice rosso poi, fortunatamente la situazione è risultata meno grave del previsto; l’alunna è stata trasportata in codice giallo all’ospedale pediatrico degli Spedali Civili di Brescia. Sul posto è intervenuta anche l’automedica.

Brescia

Alle 10.23è invece scattato in codice giallo l’allarme per una ragazza di 20 anni al Liceo Gambara; la studentessa è stata trasportata in ambulanza alla Poliambulanza di Brescia dove è giunta alle 11.09. Un’ambulanza e un’ automedica sono poi giunte alle 11.04  in via Aleardi dove una studentessa di 18 anni ha accusato un malore; la ragazza è stata trasportata in codice giallo agli Spedali Civili di Brescia. All’ospedale pediatrico degli Spedali Civili di Brescia è giunto alle 12.42 anche un bambino di otto anni dopo essersi infortunato a scuola, la missione è stata classificata come codice verde. Sempre a Brescia un ragazzo di 17 anni è stato ricoverato in verde agli Spedali Civili di Brescia a seguito di una caduta a scuola e alle 12.39 un ragazzo di 18 anni studente a Brescia è stato invece ricoverato alla Città di Brescia in codice verde per un malore.

17 ottobre 2021

La bufala di Blue Origin e William Shatner nello spazio

Il capitano Kirk sarebbe veramente andato nello spazio, per una volta. A 90 anni di età a bordo della Blue Origin di Jeff Bezos, proprietario di Amazon.
Il volo sarebbe durato 11 minuti in totale ma di esso è stato diffuso solo un breve spezzone piuttosto sospetto. William Shatner è sovente citato dai terrapiattisti a causa di alcune sue dichiarazioni che farebbero intendere che la NASA è indistinguibile dalla fantascienza. Così, lo hanno precettato per partecipare al finto volo di Blue Origin per smentire se stesso. L’effetto antigravità forse viene prodotto con un motore a reazione sottostante completamente insonorizzato. I motori Schauberger generano un effetto antigravitazionale.
Sembra simile il filmato a tutti gli altri pubblicati negli anni scorsi di altre agenzie spaziali, alcune persone che fluttuano per poche decine di secondi. La solita tipa bionda coi capelli lunghi che si vede in quasi tutti i filmati in assenza di peso. Si vede che esiste un luogo dove simulano questi voli ove opera il medesimo personale. (Area 51?)
Loro sono tenuti per costrizione divina a fare capire per chi lavorano: una donna dice “holy hell”, “santo inferno”.

Spazio: posticipata la nuova missione di Blue Origin con William Shatner,  come vedere il lancio e cosa accadrà il 13 Ottobre
21 settembre 2021

Si possono abbattere gli aerei civili per celare l’energia gratuita?

Esiste il moto perpetuo che produce energia gratuita. Si tratta del principio del motore di Schauberger che, in poche parole, è il motore a reazione. Viene utilizzato sui velivoli quali aerei ed elicotteri e pure, penso io, nelle centrali elettriche a turbina (turbogas) e nelle cosiddette centrali nucleari.
Un motore che gira senza carburante o combustibile, se lasciato in moto, funziona perennemente.
Cosa succede quando un aereo di linea rimane senza guida con l’autopilota? In teoria potrebbe rimanere in volo per sempre fino a raggiungere i bordi della Terra e perdersi nel buio oltre antartico.
Mi viene il sospetto, quindi, che questi aerei vengano abbattuti da caccia militari onde nascondere il fatto che il carburante non si esaurisce poichè non c’è.
Rammento di avere sentito voci che parlavano di un possibile abbattimento, “per timore cadesse su centri abitati”, dell’aereo greco Helios nel 2005:

https://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2005/08_Agosto/17/boeing.html

E si parlò di abbattimento anche per il famoso caso del Boeing 777 MH370 di Malaysia Airlines del 2014.
In entrambi i casi, forse l’inizio fu la perdita di conoscenza dei piloti a causa di una repentina depressurizzazione. I velivoli avrebbero proceduto col pilota automatico per migliaia di km svelando l’inganno del carburante avio.
Così, i jet militari li hanno abbattuti e i giornali hanno scritto che sono caduti perché il carburante era finito.
E se i rottami del volo MH17 in Ucraina fossero quelli del MH370 che aveva proseguito fino li con l’autopilota? Sulla cartina della Terra piatta ci starebbe. L’abbattimento del volo MH17 sarebbe una messa inscena per “ritrovare” i rottami..
Che dite, un’ipotesi troppo bislacca?

Volo Helios Airways 522 - Wikipedia
14 agosto 2021

Il giroscopio non mente

Giroscopio - LAB2GO-WIKI

Non c’è modo di rivelare la rotazione terrestre. Lo stesso giroscopio non da cenni, a dispetto dei testi accademici che affermano il contrariar: il giroscopio dovrebbe rimanere fisso rispetto a tutti i movimenti della Terra, pertanto, muoversi in continuazione. Se così non è, la Terra è stazionaria. L’esperimento di Foucalt non è ripetibile stando a significare che l’esperienza di Foucalt è stata un inganno.

https://it.wikipedia.org/wiki/Pendolo_di_Foucault

8 luglio 2021

Space Shuttle contro aliante

Guarda su Facebook: https://www.facebook.com/114302093683157/videos/977190106375801

Raffronto fra lo Space Shuttle e un vero aliante durante la fase di atterraggio. La navetta atterra offrendo la pancia alla resistenza dell’aria per compensare la spinta dei motori (che non avrebbe dovuto avere). Un autentico aliante atterra, al contrario, cercando di tagliare l’aria per guadagnare velocità essendo senza spinta propulsiva.
Negli atterraggi notturni, in particolare, si percepisce nettamente il rumore dei reattori di cui era segretamente dotato:

11 giugno 2021

Voli privi di senso, a meno che…

https://www.trip.com/flights/status-qf3710/

Perchè mai la compagnia di bandiera australiana Qantas dovrebbe effettuare voli da Los Angeles (sud degli USA) fino in Alaska, vicino al polo nord?
Se la Terra fosse un globo ciò sarebbe totalmente privo di senso. Che interessi australiani ci sono fra California e Alaska? Invece, se Anchorage fosse uno scalo intermedio fra il Nord America e l’Australia, dato che la Terra è piatta, ciò avrebbe completamente senso. Non vi pare?

La rotta dall’Australia agli USA passa per l’Alaska.

Velivolo cargo della Qantas (Atlas Air) decolla da Anchorage verso New York JFK. Gli aerei cargo dall’Australia fanno scalo in Alaska lungo il tragitto. Non c’è bisogno di altra prova, la Terra è piatta!

16 Maggio 2021

Rotte di volo sempre più impossibili sul globo

Le rotte di volo confermano i dubbi sulla rotondità terrestre. Guadagna sempre più consensi il bel libro di Eddie Alencar. Ora è disponibile gratuitamente in formato PDF:

https://www.facebook.com/114302093683157/videos/867992130780078

12 Maggio 2021

Come Elon Musk vi prende per il naso con un drone

Amazon.com: YAGE Tale LED Christmas Lights Charging Cable,USB and Bulb  Charger,50inch 10led Multicolor Available with Phone 5,5s,6,6plus,6s,6s  Plus,7,7plus,8,8plus,X,XR,XS,XS Max,11Pro Max etc(1pcs): Electronics

Stavolta Elon Musk l’ha fatta grossa. Il “treno” dei satelliti Starlink è facilmente smascherabile come una patacca. Si tratta di un drone d’alta quota che trascina un filo resistente con attaccate delle luci tipo le catene per avvolgere l’albero di Natale e altri utilizzi natalizi. Lo dimostra il fatto che le luci sono perfettamente allineate una dietro l’altra, stanno sulla stessa linea o meglio attaccate al medesimo filo. Probabilmente, un filo da pesca molto robusto e lungo per la pesca d’altura.
Il drone è forse dotato di un piccolo motore a reazione il quale, non necessitando di carburante, può volare praticamente all’infinito.
Non sanno più che inventare, poveretti!

https://www.facebook.com/114302093683157/videos/4528392337175070

24 marzo 2021

Minacciato da un pilota per aver scritto il libro sulla Terra Piatta?

https://pianetax.files.wordpress.com/2019/08/eddie-alencar-16-emergency.landings..jpg

Si vede che il libro dell’amico Eddie Alencar sta colpendo nel segno. Forse per questo che vorrebbero produrre aeroplani senza finestrini. Altrimenti, i passeggeri si accorgerebbero che le rotte non sorvolano i territori che dicono loro.

20 marzo 2021

I velivoli non correggono mai la traiettoria per seguire la curvatura terrestee

https://i.stack.imgur.com/v7RdT.png
Volo dal Canada alla Polonia.

Un video classico da parte di Dino Tinelli. La prova incontrovertibile che gli strumenti di navigazione aerea mai tengono conto del fatto che la Terra sarebbe curva.

6 febbraio 2021

The Great Jet Fuel Hoax Airbus A380 Sketchup

The Great Jet Fuel Hoax Airbus A380 Sketchup how to Model truth in travel 911! Jet Plane Fuel Hoax Exposed Over Unity and Free Energy Flat Earth. See The Forest Through The Trees Enslaved By No Media
http://tinyurl.com/y7lyujmr
The Limitless Channel
http://tinyurl.com/m3dvmr9
The Truth About Everything
http://tinyurl.com/loqsb3e​ Jet Plane Fuel Hoax Exposed! Over Unity and Free Energy Flat Earth. See The Forest Through The Trees JET PLANE FUEL HOAX EXPOSED!

24 gennaio 2021

Ecco come vedevamo il Superbowl!

Non solo, anche lo sbarco sulla Luna e le olimpiadi di Los Angeles del ’84 in diretta ma anche tutto il resto, insomma, che arrivato da USA e Giappone. I mondiali di calcio del ’94 e tutto il tennis e la formula uno.
La finale della coppa intercontinentale a Tokyo Juventus – Argentinos Juniors del ’85 trasmessa in diretta in Lombardia e in Argentina. Via satellite, in verità, tutto trasmesso da una rete a microonde gestita dai militari americani.
Guarda il caso, questa rete militare di telecomunicazioni fu progettata nella seconda metà degli anni ’50 in concomitanza con l’avvio dell’era dei satelliti artificiali profetizzati un decennio prima dallo scrittore fi fantascienza Arthur C. Clarke. Osservate che, similmente a quanto avviene per le rotte di volo, la via più breve fra Europa e America passa sempre per la Groenlandia.
I satelliti artificiali non esistono e non sono mai esistiti. Il “ritardo” nelle comunicazioni “satellitari” era dovuto alla somma dei “relay” della miriade di stazioni a microonde, messe a mo’ di cintura attorno al polo nord, con cui America settentrionale, Europa e Russia erano interconnesse e, da li, i continenti più a sud.
In questi tempi finali, tutto si smaschera come per ordine di una pulsione occulta.

 

 
21 gennaio 2021

Risposta sul volo Santiago – Sydney

https://www.chimuadventures.com/blog/wp-content/uploads/2018/02/sydneysantiago.jpg

Coriolis Pendolo ti ha menzionato/a in un commento . Coriolis Pendolo 20 gennaio alle ore 13:47 Albino Galuppini ALBINO!! IL FAMOSO ALBINO!!! Almeno tu mi chiariresti il dubbio sulle rotte?!? Dimmi un po’: Allora, esiste finalmente un volo diretto che va da Sydney a Santiago del Cile passando solo dall’Oceano Pacifico e non dal Nord America, senza scali, sorvolando solo l’oceano quindi. Lo potete prendere facilmente anche voi se avete soldini da parte. Sapete quanto dura il volo? Il volo dura circa 14 ore o meno. Vi allego una diapositiva a titolo di esempio. Sapete perché dura circa 14 ore o meno? Perché passa dall’oceano seguendo una linea retta avvicinandosi all’Antartide e sfruttando la sfericità della terra. Ora, stando al modello della vostra mappa piana, la distanza tra Sydney e Santiago del Cile dovrebbe essere molte volte più grande rispetto al modello sferico. Cioè se la Terra fosse piatta ci impiegheresti più di 30 ore se volessi passare solo dall’oceano Pacifico E NON DAL NORD AMERICA, prendendo quindi la strada del mare.. contro le 14 ore e 20 del volo diretto attualmente presente che passa dall’oceano. Ora, non mi dite cortesemente che il volo passa dal Nord America e io non me ne accorgo.. io immagino che se fossi un passeggero e stessi sorvolando il Nord America, me ne accorgerei!! A me piace guardare continuamente dal finestrino! Vorrei capire come sia possibile questo.. ci sarà una spiegazione no? Ti prego, rispondimi (da Facebook)

  • Il volo non esiste. Si tratta di una messa in scena. Il fatto che sia presente nell’elenco delle rotte in rete, non significa che c’è nel mondo reale. L’aeronautica è tutta un fake a cominciare dall’inesistenza carburante avio.
  • Se esiste, passa vicino il polo nord e non quello sud, a differenza di ciò che lasciano credere nelle rotte disegnate. Se avete preso degli aeroplani in vita vostra, sapete che i tempi di volo sono estremamente variabili. Potrebbe impiegarci anche 18 ore e nessuno se ne stupirebbe.

Questo video è un falso: nessun volo civile può sorvolare l’Antartide! (oltre il 60° sud come indicato dal trattato antartico)

15 gennaio 2021

Schizofrenia di Air India

https://akm-img-a-in.tosshub.com/indiatoday/images/story/202101/air_india_1200x768.jpeg?wiKMNQT6I05JsYzt9Dijd5lYkXJ8X99v&size=770:433

L’amico Eddie Alencar, autore del libro “16 atterraggi d’emergenza che dimostrano la Terra piatta“, ha fatto un’altra sensazionale scoperta.
In breve, Air India ha inaugurato un volo diretto lunghissimo (16.000 km) fra Bangalore, India meridionale, e San Francisco (USA). Il fatto è che, nel video di presentazione, mostrano la rotta percorsa che attraversa l’intero Pacifico transitando a sud del Giappone.
Però, nell’articolo di presentazione, si scopre che il volo passa “sopra il polo Nord” (“over North Pole”). Come è possibile?
Qualcuno ha una spiegazione plausibile sulla rotta “schizofrenica”?

https://simpleflying.com/air-india-blr-sfo-inaugural/

https://pianetax.wordpress.com/2019/08/27/16-emergency-landings-proving-flat-earth-by-eddie-alencar/

https://www.avionews.it/it/item/1234206-atterrato-aereo-air-india-con-equipaggio-interamente-al-femminile.html

8 gennaio 2021

Qantas utilizza l’Alaska come scalo intermedio verso il Nord America

Perché mai la compagnia di bandiera australiana (nel cui logo c’è il canguro) effettua voli all’interno degli USA fra Alaska e costa orientale?

Come è possibile?
Ancora una volta Eddie Alencar ha fatto una scoperta ragguardevole. La compagnia di bandiera australiana impiega l’aeroporto di Anchorage come hub per i voli verso il nordamerica. La flotta della Qantas è costituita perlopiù dai grandi velivoli per le traversate oceaniche del tipo Boeing 747 e Airbus A380.. Le maggiori città australiane sono ubicate sulla costa meridionale dell’Australia ma Anchorage si trova vicino al polo Nord e la città ha solo 290mila abitanti.
Qualcuno sa spiegare perché gli australiani dovrebbero fare volare degli aerei di linea più grandi in esercizio verso una città di meno di 300mila abitanti prossima al circolo polare artico? L’unica possibile spiegazione è che la Terra non è un globo e la via più breve fra Oceania e Nord America passa dall’Alaska.
Capito o no?

Guarda il video su Facebook: https://www.facebook.com/114302093683157/videos/556183448672592

2 gennaio 2021

Oltre ogni ragionevole dubbio

Perché mai la compagnia di bandiera australiana (nel cui logo c’è il canguro) effettua voli all’interno degli USA fra Alaska e costa orientale?

Il video realizzato dall’amico Eddie Alencar illustra senza possibilità di smentita alcuna che la Terra è piatta. In che senso? I voli aerei per il sud degli Stati uniti o per il Messico, provenienti dall’Australia, transitano tutti a nord delle isole Hawaii. La qual cosa sarebbe impossibile, se la Terra fosse una sfera. Se avete sottomano un mappamondo, potete fare la verifica voi stessi. I velivoli diretti in Messico, addirittura, fanno scalo in Canada (Vancouver) cioè molto più a Settentrione di quanto sarebbe se atterrassero direttamente a Città del Messico.
I velivoli dall’Australia provengono sempre da Nord (facendo scalo in Alaska) per raggiungere USA e Messico. Come è possibile se l’Australia sta vicina al polo Sud?

Libri di approfondimento: QUADERNI DALLA TERRA PIATTA

27 dicembre 2020

L’Alaska non esiste!

https://cdnx.ilsussidiario.net/wp-content/uploads/2019/04/23/terrapiattisti_mattino5.jpg
Rotta di volo effettiva da Brisbane a Nuova York. I velivoli transitano sopra l’Alaska e il Canada.

Sì perché i terraplallisti dovrebbero eliminare anche questa dal dibattito oltre che l’Australia.
Ricapitoliamo. Una delle prove lampanti che la Terra è piatta sono i voli fra città quali Melbourne e Brisbane e New York, Filadelfia, Chicago sulla costa orientale americana. Come indica il video sotto, i siti si navigazione aerea indicano che la rotta fra Oceania e Nord America passano a sud delle isole Hawaii a risalgono attraversando gli Stati Uniti meridionali.
Ma indovinate un po’. Nella realtà, i voli fra Australia e Stati Uniti sorvolano l’Alaska e il Canada. Ciò è illogico sul globo ma perfettamente spiegabile sulla mappa della Terra piatta (foto sopra).
La conferma è che Alaska Airlines offre voli per l’Australia. Perché forse l’Alaska è di strada, altrimenti, che senso avrebbe?
Qantas (la compagnia di bandiera australiana) ha un terminal fisso ad Anchorage (Alaska), perché? In una città fondata nel 1914 che conta, tutt’oggi, solo 290mila abitanti? Si tratta, evidentemente, di uno scalo intermedio, diversamente, perché mantenere un terminal a 12mila km di distanza, vicino al polo nord?

18 dicembre 2020

Voli aerei intercontinentali rivelano un piccolo polo Nord

Sole di mezzanotte in Finlandia.

Osservano le rotte di certi voli a lunga percorrenza, si nota che transitano in prossimità del Polo Nord. Ciò potrebbe stare a significare che il polo nord non è così esteso e freddo ma il perno attorno il quale ruota il sole e fonto del campo elettromagnetico terrestre. Si dice che dalle alte latitudini, dove avviene il fenomeno del sole a mezzanotte, si riescano a vedere terre al di la dell’orizzonte teoricamente visibile.

Guarda il video di Dino Tinelli: https://www.facebook.com/114302093683157/videos/427603528614059

25 novembre 2020

Giù al Sud ovvero le distanze non tornano

L’area protetta nel mre di Ross.

Il motivo principale per il quale non si può andare in Antartide è che ci vogliono permessi speciali che non vengono mai concessi a ricercatori (veramente) indipendenti. L’altro motivo è dovuto alle distanze che sono immense.
Per scoraggiare ogni tentativo hanno pure istituito zone di protezione ambientale che sono inibite a qualunque traffico navale.
Non sappiamo quali siano le vere dimensioni del disco terrestre. La circonferenza terrestre, calcolata alla cintura di ghiacci antartica, potrebbe essere di 100mila km. Oltre l’Antartide, ci sono probabilmente vastissimi territori selvaggi e non cartografati.

4 novembre 2020

Il virus smaschera l’imbroglio dei satelliti artificiali

previsioni meteo coronavirus e aerei 1

Meno spostamenti, limitati per le misure di contenimento dell’ emergenza sanitaria. Quindi, anche meno voli. E, stando alle rilevazioni degli esperti, come conseguenza, più difficoltà per prevedere correttamente che tempo farà.

La diffusione del coronavirus ha effetti dannosi pure sulle previsioni meteo, che diventano meno precise. A dirlo, numeri e modelli meteo alla mano, sono i ricercatori americani, che individuano la causa del più ampio margine di errore proprio nel calo di voli.

Gli aerei delle compagnie commerciali, infatti, attraverso i sensori di bordo, rilevano dati su temperatura in quota, umidità, forza e direzione del vento, turbolenza e via dicendo, che vengono inviati da tutto il mondo al programma AMDAR-Aircraft Meteorological Data Relay. Opportunamente elaborati, tali dati contribuiscono alla definizione dei bollettini meteorologici. E se le informazioni calano, inevitabilmente, lo fa anche la precisione delle analisi.

I DATI MANCANTI Preoccupazione in tale senso era stata manifestata dall’ Organizzazione meteorologica mondiale, già durante la prima ondata del coronavirus. Ora è arrivata la conferma. Nei primi mesi della pandemia, il traffico aereo si è ridotto del 75% circa. Le osservazioni, ovviamente, sono sensibilmente calate. Il National weather service, a fine marzo scorso, ha potuto usufruire di circa la metà delle misurazioni aeree abituali.

Il problema si è manifestato, in particolare, per le rilevazioni in Nord America e in Europa ma non soltanto. Gli aerei non costituiscono l’ unica fonte di informazioni – si aggiungono a stazioni terrestri, palloni sonda, navi, satelliti – ma, di certo, offrono una mole di dati unica per quantità, centinaia di migliaia di osservazioni giornaliere, e anche per qualità, visto che provengono sempre dalle medesime tratte e, soprattutto, permettono di monitorare puntualmente, a intervalli ravvicinati, tutto il globo.

I ricercatori americani hanno confrontato informazioni, modelli e previsioni dei mesi passati con quelli dello stesso periodo degli anni precedenti, rimarcando la minore precisione di quelli più recenti. Il circolo sarebbe chiaro: meno voli, dunque meno dati meteorologici rilevati proprio attraverso le rotte delle varie compagnie aree, e meno precisioni nell’ analisi del meteo del giorno dopo e di quelli a seguire.

IL DANNO «Ogni tipo di osservazione che entra nei modelli meteorologici ha un certo impatto sull’ accuratezza complessiva. Se perdi molte rilevazioni, potresti fare un passo indietro nella lettura totale», commenta Stan Benjamin del Global Systems Laboratory, parte del National Oceanic and Atmospheric Administration, a Boulder, Colorado. A misurare l’ imprecisione, anche qui, sono i numeri.

Il Met office, servizio meteorologico britannico, ha stimato il danno in un errore di previsione pari all’ 1-2 per cento, che, peraltro, nelle zone normalmente servite da un grande numero di voli, potrebbe essere più ampio. Il Centro europeo per le previsioni meteorologiche ha valutato un calo di informazioni pari all’ 80% e, basandosi su una simulazione fatta l’ anno precedente escludendo tutti i dati provenienti dai voli, ha stimato un calo del 15% della precisione delle previsioni, nel caso in cui non ci fosse più alcun volo.

LE AREE Nelle aree, come l’ emisfero australe e i tropici ma non solo, per le quali anche in condizioni normali le osservazioni sono in numero ridotto, la perdita di dati arriva fino al 90%. I ricercatori aggiungono che per le previsioni più ravvicinate, quelle usate comunemente dalle persone, l’ impatto di tale carenza non è stato di grande rilievo, il problema però c’ è e non riguarderebbe solo il meteo, ma a lungo andare, potrebbe avere ricadute pure sull’ analisi dell’ andamento climatico.Evidenti poi sarebbero i problemi sulla previsione di eventi potenzialmente catastrofici come tornado e simili.

Ad ampliare il problema, il contemporaneo calo di rilevazioni dalle navi. Stando alle stime della Commissione oceanografica intergovernativa dell’ Unesco, da metà febbraio a metà aprile, le osservazioni dalle navi si sono ridotte del 15%. Problemi interesserebbero anche alcuni stazioni di terra, quelle non automatizzate, che in caso di lockdown rischiano di non essere operative. ( https://m.dagospia.com/l-unica-previsione-che-si-riesce-a-fare-e-che-non-ci-sbarazzeremo-di-questo-virus-tanto-251584 )

Un interessante e inaspettato “pezzo d’informazione”, avrebbe detto Bill Kaysing. Le previsioni del tempo dipendono largamente dal numero dei voli aerei. Ma allora, a che servono le miriadi di satelliti meteorologici artificiali che scorrazzano sopra le nostre teste? E che, di certo, non sono affetti dalla pandemia, oppure no?

https://cdn-static.dagospia.com/img/foto/11-2020/previsioni-meteo-coronavirus-e-aerei-1-3-1380248.jpg

30 ottobre 2020

The 10 Longest Flights in the World prove flat earth

So, What’s the longest flight YOU have ever been on? Have you ever wondered how far you have traveled in one full swoop? Spare a thought and credit yourselves a chance. Though there are plenty of travelers I who just hate sitting on a plane being told when can they get up, when can’t they; what can they bring on board, what can’t they on board on long-haul flights.  There are many who harbor very little love for long-haul flights. Well I wont be hardpressed to find myself on this strange bucket list to be on board in the longest of non-stop flights in the world, without even touching down for a layover. I often wonder what its like to absorb the surreal experience of taking the longest non-stop flight in the world with the sweetest of window seat and my laptop, documenting the experience- the stunning landscapes, mesmerizing views, breaking a friendly discussion with an awesome seatmate, taking selfies, eating, drinking, sleeping and much more..   Listing below top 10 longest (by distance) non-stop flights in the world  

1.Sydney SYD – Dallas DFW (8,578 miles)

Qantas’ Sydney to Dallas/Forth Worth A380 service currently takes the top spot as the longest commercial flight in the world in terms of distance – a whopping 8,578 miles without stopping.   #Very soon Turkish Airlines to start world’s longest non-stop flight, to Australia to break the record set by Qantas’ Sydney to Dallas for a route from Istanbul-IST to Sydney-SYD, 9,293 miles apart.https://4c19f42dd883c630248db8c98ec53120.safeframe.googlesyndication.com/safeframe/1-0-37/html/container.html

Photo of Top 10 Longest Flights in the World 1/10 by srishti jugran

2. Johannesburg JNB – Atlanta ATL (8,439 miles)

Operated by Delta’s Boeing 777-200LR

Photo of Top 10 Longest Flights in the World 2/10 by srishti jugran

3. Dubai DXB – Los Angeles LAX (8,339 miles)

Operated by Emirates’ Boeing 777-300ER or, at times, their Airbus A380-800

Photo of Top 10 Longest Flights in the World 3/10 by srishti jugran

4. Dubai DXB – Houston IAH (8,168 miles)

Operated by Emirates’ Boeing 777-300ER

Photo of Top 10 Longest Flights in the World 4/10 by srishti jugran

5. Dallas DFW – Hong Kong HKG (8,123 miles)

Operated by American Airlines flight # AA 137 (AAL137) 

Photo of Top 10 Longest Flights in the World 5/10 by srishti jugran

https://4c19f42dd883c630248db8c98ec53120.safeframe.googlesyndication.com/safeframe/1-0-37/html/container.html

6. Dubai DXB – San Francisco SFO (8,103 miles)

Operated by Emirates’ Boeing 777-300ER

Photo of Top 10 Longest Flights in the World 6/10 by srishti jugran

7. New York JFK – Hong Kong HKG (8,072 miles)

Operated by Cathay Pacific Boeing 777-300ER

Photo of Top 10 Longest Flights in the World 7/10 by srishti jugran

8. Newark EWR – Hong Kong HKG (8,065 miles)

Operated by Cathay Pacific Boeing 777-300ER| United Airlines’s Boeing 777-200ER

Photo of Top 10 Longest Flights in the World 8/10 by srishti jugran

9. Doha DOH – Houston IAH (8,047 miles)

Operated by Qatar Airways’ Boeing 777-200LR

Photo of Top 10 Longest Flights in the World 9/10 by srishti jugran

10. Dubai DXB – Dallas DFW (8,040 miles)

Operated by Emirates Boeing 777-200LR

Photo of Top 10 Longest Flights in the World 10/10 by srishti jugran
Tag:
26 ottobre 2020

Ancora sulle rotte di volo

I tragitti dei voli più sono distanti in direzione est-ovest più sono curvi. In direzione nord-sud sono retti. Ciò non sarebbe possibile se la Terra fosse una sfera.

Un lettore, che ringrazio, mi scrive da Torino facendomi notare che l’esempio del volo da Roma a Los Angeles non è perfettamente calzante nella dimostrazione della piattezza terrestre.
In verità, a mio avviso lo è. Le rotte aeree non hanno giustificazione nel modello sferico anche se sembrano funzionare sul mappamondo.
Ciò che le cartine sottostanti rivelano è che le tragitti curvi diventano magicamente retti, come è logico che sia, su una mappa della terra piatta.
Se la Terra è grossomodo una sfera, perché le traiettorie dei velivoli sono curve solamente in senso est-ovest e non in senso nord-sud?
Sulla proiezione polare azimutale equidistante, tutto acquista un senso.
Per chi conosce l’inglese, consiglio il libro dell’amico Eddie Alcencar di cui mi fregio avere scritto la prefazione : “16 Emergency Landings proving Flat Earth” by Eddie Alencar (“16 atterraggi d’emergenza che provano la Terra piatta“).

Rotte di volo sulla mappa di Mercatore e sulla proiezione polare (destra).

 

23 ottobre 2020

Le Alpi a infrarossi sulla Terra piatta

voli aerei terrapiattisti

Un volo dagli USA a Roma.  Filmato delle Alpi a raggi infrarossi. La rotta di volo passa sopra Milano e la Svizzera. Per questo hanno costruito Malpensa, perché accorcia il tempo di volo oltreoceano. Dall’Italia verso l’America, si sorvolano isole britanniche e Groenlandia. Perché non sopra Spagna, Portogallo, isole Azzorre e interi Stati Uniti?
A conferma, chiedete a chiunque abbia preso un volo da e per l’America.

terra piatta mappa rotte di volo

30 giugno 2020

La ISS è una truffa ben architettata

Non solo penso, ed è stato dimostrato, che impiegano velivoli Zero G (zero God) o per simulare l’assenza di peso. Ritengo anche impieghino l’effetto antigravitazionale generato dalla rotazione dei motori a reazione. Difatti, spesso si ode il sibilo di un motore a reazione in sottofondo, sebbene fortemente attutito dall’insonorizzazione. Per questo capita di osservare aerei di linea, ad esempio, che volano lentissimi a bassa quota. Non si sostengono, evidentemente, grazie alla portanza delle ali ma all’azione antigravitazionale dei propulsori.
Molto probabilmente, gli studi sui motori degli UFO si riferiscono, in realtà, allo sviluppo delle incredibili proprietà del motore a getto che funzionano, giova rammentare, senza consumo di carburante.